Strumenti del tecnocrate: storie inventate, propaganda sfacciata e menzogne ​​​​aperte

Il dottor Jason McElyea
Per favore, condividi questa storia!
I tecnocrati conoscono tanti trucchi sporchi quanto il più corrotto rubacuori politico, ma quando minacciano intenzionalmente la vita di milioni di persone, assume una natura molto oscura. Riconoscere la propaganda è il primo passo per rifiutarla; da allora in poi, deve essere contrastato ed esposto in ogni momento esercitando i nostri diritti alla libertà di parola. Editor TN

STORIA IN BREVE

> Il notiziario KFOR ha pubblicato una storia falsa in cui un medico ha affermato che i pronto soccorso in Oklahoma sono stati inondati da persone che hanno usato la pasta di ivermectina di cavallo come trattamento per COVID-19 e hanno assunto una dose eccessiva

> La storia si è rivelata pura finzione, poiché non si sono verificati casi del genere. Tuttavia, la KFOR non ha ritrattato la storia né ha emesso una correzione

> L'idea che l'ivermectina sia un vermifugo per cavalli che rappresenta un rischio letale per l'uomo è una narrativa ingannevole volta a dissuadere le persone dall'usare un farmaco sicuro ed efficace contro il COVID-19

> Sebbene l'ivermectina sia usata come vermifugo negli animali, è anche un farmaco umano, approvato dalla FDA dalla metà degli anni '1990. È nella lista dei farmaci essenziali dell'Organizzazione Mondiale della Sanità per diverse malattie parassitarie e, come molti altri farmaci, l'ivermectina è usata off-label per altre malattie e condizioni

> Oltre ad essere antiparassitario, l'ivermectina ha anche potenti proprietà antivirali e ha anche dimostrato di proteggere dai danni alle proteine ​​spike di SARS-CoV-2

Negli ultimi giorni, un'altra grossa e grossa bugia è stata autorizzata a circolare incontrollata e non verificata nei titoli dei media. "Ivermectin: perché gli anti-vaccinisti statunitensi pubblicizzano un dewormer per cavalli come cura per COVID?" chiede l'Indipendente.1 Titoli simili - tutti incentrati su "sverminatore di cavalli" - sono stati intonacati su molti altri media.

Sembra che le notizie KFOR dell'Oklahoma siano state le prime a pubblicare una storia falsa che ha fatto esplodere questa falsa narrativa. Il 1 settembre 2021, la KFOR ha riferito che i pronto soccorso erano invasi da pazienti che avevano assunto una dose eccessiva di ivermectina equina. L'affermazione è stata presumibilmente fatta dal dottor Jason McElyea. Secondo KFOR:2

“Dott. McElyea ha affermato che i pazienti stanno preparando i suoi ospedali dell'Oklahoma orientale e sud-orientale dopo aver assunto dosi di ivermectina destinate a un cavallo a grandezza naturale, perché credevano false affermazioni che il vermifugo del cavallo potesse combattere COVID-19. hanno difficoltà a raggiungere strutture in cui possono ottenere cure definitive ed essere curati", ha affermato.

Avviso di notizie false

Altri media hanno raccontato la storia, tra cui la rivista Rolling Stone,3 Il Daily Mail,4 l'indipendente,5 Newsweek,6 The Guardian,7 Yahoo News8 – che in seguito ha pubblicato una storia in cui diceva che un ospedale stava “contestando” l'affermazione – e Rachael Madow di MSNBC.9

C'era solo un problema. Era una storia falsa. Pochi giorni dopo che la storia ha fatto il giro dei media, il Sequoyah Northeastern Health System ha emesso un avviso pubblico e lo ha pubblicato sulla homepage del suo sito Web, respingendo le affermazioni di McElyea come pura finzione:

sistema sanitario del nord-est

Tuttavia, invece di ritrattare l'articolo, che sarebbe appropriato per un pezzo che si rivela fittizio dall'inizio alla fine, Rolling Stone ha semplicemente pubblicato un "aggiornamento" all'inizio dell'articolo, annotando la confutazione di Sequoyah. La KFOR non ha emesso alcuna correzione a partire dal 7 settembre 2021. Il Guardian ha pubblicato un aggiornamento in fondo al suo articolo, ma non ha incluso la dichiarazione dell'ospedale secondo cui NESSUN paziente è stato trattato per overdose di ivermectina.

Centinaia di articoli di notizie hanno anche attirato l'attenzione su presunti aumenti delle chiamate relative all'ivermectina ai centri antiveleni negli Stati Uniti. Anche questi, a quanto pare, si basano sui dati più fragili. Ad esempio, in Kentucky, il controllo dei veleni riporta di aver ricevuto sei chiamate relative a overdose di pasta di ivermectina, rispetto a una media di una all'anno.

Allo stesso modo, il dipartimento della salute del Mississippi ha osservato che mentre le chiamate al controllo dei veleni che coinvolgono la pasta di ivermectina hanno visto un leggero aumento, tutti i casi sono stati lievi e nessuno ha richiesto il ricovero in ospedale a causa della tossicità.10 Chiaramente, le persone non muoiono per overdose di ivermectina equina, e certamente non muoiono per ivermectina orale prescritta e dosata in modo appropriato.

Avviso di falsa narrazione

L'idea che l'ivermectina sia un vermifugo per cavalli che rappresenta un rischio letale per l'uomo è puro letame di cavallo, spalato contro di noi nel tentativo di dissuadere le persone dall'usare un farmaco sicuro ed efficace contro il COVID-19.

L'intento è chiaro. Quello che le nostre cosiddette agenzie sanitarie e i media stanno cercando di fare è confondere le persone nel pensare all'ivermectina come a un "farmaco veterinario", il che semplicemente non è vero. Alla fine, quello che stanno cercando di fare è sostenere la narrativa di Big Pharma secondo cui l'unica cosa a tua disposizione è l'iniezione di COVID. Come notato in un recente articolo di HuffPost:11

“Gli esperti di salute – quelli che praticano sugli esseri umani – concordano sul fatto che il modo migliore per prevenire il contagio è farsi vaccinare, indossare una maschera e stare fuori dalla folla”.

In un 21 agosto 2021, post su Twitter,12 la Food and Drug Administration ha detto: “Non sei un cavallo. Non sei una mucca. Seriamente, voi tutti. Smettila", collegandosi a un articolo della FDA sul perché non dovresti usare l'ivermectina per prevenire o curare il COVID-19.

Il rapporto MSNBC nel video qui sopra è un altro perfetto esempio della narrativa ingannevole che ruota attorno all'ivermectina. L'ospite mescola sfacciatamente i punti dati insieme, parlando di pasta di cavallo di ivermectina in un respiro e di crescenti prescrizioni per ivermectina nell'altro, come se i medici ora prescrivessero farmaci veterinari solo per placare i pazienti disperati. Quindi continua a riferirsi al successo dei medici con l'ivermectina come "aneddotico".

Anche il comico e conduttore di podcast Joe Rogan, che ha recentemente sviluppato COVID-19 e lo ha trattato con ivermectina e una sfilza di altri rimedi, è stato criticato per aver osato condividere la sua storia di successo. NPR, ad esempio, ha riportato:13

“Joe Rogan ha detto ai suoi follower su Instagram che sta assumendo ivermectina, un farmaco veterinario sverminante formulato per l'uso in mucche e cavalli, per aiutare a combattere il coronavirus. La Food and Drug Administration ha messo in guardia contro l'assunzione del farmaco, affermando che le dosi animali del farmaco possono causare nausea, vomito e in alcuni casi epatite grave".

Rogan ha preso la pasta di ivermectina di cavallo? No. Ne ha preso dosi animali? No. Come puoi vedere nel video qui sopra, Rogan ha parlato con "più dottori" che gli hanno detto di prenderlo e, alla fine, l'ha preso e si è ripreso, molto rapidamente. Eppure la NPR mescola sfacciatamente l'uso veterinario e umano, come per insinuare che ne abbia preso dosi a livello di cavallo.

Vale la pena notare che la FDA non mette in guardia contro l'ivermectina orale a basso dosaggio come prescritto di routine per uso umano. Stanno mettendo in guardia contro le dosi animali, che nessun medico autorizzato prescriverebbe. In breve, i medici non prescrivono l'ivermectina per i cavalli, né la prescrivono a dosaggi per cavalli.

L'ivermectina è un farmaco essenziale per l'uomo

Sebbene l'ivermectina sia usata come vermifugo negli animali, è anche un farmaco umano, approvato dalla FDA dalla metà degli anni '1990 per il trattamento della cecità fluviale.14 È anche nell'elenco dei medicinali essenziali dell'Organizzazione mondiale della sanità per diverse malattie parassitarie.15

Come molti altri farmaci, l'ivermectina è anche usata off-label per altre malattie e condizioni. Lupus sistemico e rosacea papulopustolare,16 per esempio, a volte vengono trattati con ivermectina. Nel 2018 è stato depositato un brevetto per il trattamento di alcuni disturbi autoimmuni con ivermectina.17

Quando viene utilizzato in modo preventivo per COVID-19 o come trattamento per l'infezione acuta da SARS-CoV-2, l'ivermectina viene utilizzata off-label, ma non c'è nulla di insolito o sospetto al riguardo. Molti farmaci sono usati "off label". Quindi, quando i media avvertono che "l'ivermectina non è approvata dalla FDA per il trattamento di COVID-19", ciò essenzialmente non significa nulla. Certamente non significa che il farmaco non sia affatto approvato dalla FDA o che sia approvato solo per gli animali.

Il fatto è che l'ivermectina ha diverse proprietà. Oltre ad essere antiparassitario, ha anche potenti proprietà antivirali e ha anche dimostrato di proteggere dai danni alle proteine ​​spike di SARS-CoV-2.

La ricerca mostra che l'ivermectina altera la capacità della proteina spike di legarsi al recettore ACE2 sulle membrane delle cellule umane.18 Il farmaco può anche aiutare a prevenire la formazione di coaguli di sangue legandosi alla proteina spike SARS-CoV-2. Ciò impedisce alla proteina spike di legarsi al CD147 sui globuli rossi e di innescare l'aggregazione.19

Per quanto riguarda la sicurezza, dal 4 sono state somministrate più di 1998 miliardi di dosi a pazienti (umani) e in quel periodo sono stati segnalati solo 28 casi di eventi avversi gravi.20 Eppure la FDA ora afferma che l'ivermectina non dovrebbe essere usata per COVID-19 perché il farmaco può causare "gravi danni", è "altamente tossico" e può causare "convulsioni", "coma e persino la morte"21 - avvertenze che sono molto più applicabili ai colpi di COVID.

Ivermectina adatta a tutte le fasi del trattamento

Fin dall'inizio, la Frontline COVID-19 Critical Care Alliance (FLCCC) ha cercato di ottenere la verità sull'ivermectina. La profilassi del FLCCC e il protocollo precoce ambulatoriale COVID-19 è noto come I-MASK+22 mentre il trattamento ospedaliero si chiama I-MATH+.23 Tutti includono ivermectina. Come notato dalla FLCCC in un comunicato stampa:24

“I dati mostrano la capacità del farmaco Ivermectin di prevenire il COVID-19, di impedire a quelli con sintomi precoci di progredire verso la fase iper-infiammatoria della malattia e persino di aiutare i pazienti in condizioni critiche a riprendersi.

… numerosi studi clinici, inclusi studi randomizzati controllati peer-reviewed, hanno mostrato grandi benefici dell'ivermectina nella profilassi, nel trattamento precoce e anche nella malattia in fase avanzata. Nel loro insieme … dozzine di studi clinici che sono emersi in tutto il mondo sono abbastanza sostanziali da valutare in modo affidabile l'efficacia clinica”.

Il presidente e direttore medico della FLCCC, il dott. Pierre Kory, ha testimoniato i benefici dell'ivermectina davanti a una serie di pannelli COVID-19, tra cui la commissione del Senato per la sicurezza interna e gli affari governativi nel dicembre 202025 e il pannello delle linee guida per il trattamento del COVID-19 del National Institutes of Health nel gennaio 2021.26

I due protocolli — I-MASK+27 e I-MATEMATICA+28 — sono disponibili per il download sul sito Web FLCCC Alliance in più lingue. Anche il razionale clinico e scientifico del protocollo ospedaliero I-MATH+ è stato sottoposto a revisione paritaria ed è stato pubblicato sul Journal of Intensive Care Medicine29 a metà dicembre 2020.

Forti prove per l'ivermectina

Dal 24 al 25 aprile 2021, Dr. Tess Lawrie, direttore di Evidence-Based Medicine Consultancy Ltd.,30 ha ospitato online la prima conferenza internazionale Ivermectin for COVID.31

Dodici esperti medici32 da tutto il mondo, incluso Kory, hanno condiviso le loro conoscenze, rivedendo il meccanismo d'azione, i protocolli per la prevenzione e il trattamento, inclusa la cosiddetta sindrome del lungo raggio, i risultati della ricerca e i dati del mondo reale. Tutte le lezioni, che sono state registrate tramite Zoom, possono essere visualizzate su Bird-Group.org.33

Un riassunto di una pagina delle prove degli studi clinici sull'ivermectina è disponibile sul sito Web FLCCC,34 mentre un elenco di tutti gli studi sull'ivermectina fatti fino ad oggi, con collegamenti agli studi pubblicati, può essere trovato su c19Ivermectin.com.35 Allora, cosa mostrano le prove? In sintesi, gli studi hanno dimostrato l'ivermectina:36

  • Riduce la carica virale.
  • Inibisce la replicazione di molti virus, inclusi SARS-CoV-2 e virus dell'influenza stagionale. Uno studio osservazionale37 dal Bangladesh, che ha esaminato l'ivermectina come profilassi pre-esposizione per COVID-19 tra gli operatori sanitari, ha scoperto che solo quattro dei 58 volontari che hanno assunto 12 mg di ivermectina una volta al mese per quattro mesi hanno sviluppato lievi sintomi COVID-19, rispetto a 44 dei 60 operatori sanitari che avevano rifiutato il farmaco.
  • Inibisce l'infiammazione attraverso diversi percorsi e protegge dai danni agli organi.
  • Previene la trasmissione di SARS-CoV-2 se assunto prima o dopo l'esposizione.
  • Accelera il recupero e riduce il rischio di ospedalizzazione e morte nei pazienti COVID-19 — La riduzione media della mortalità, basata su 18 studi, è del 75%.38 Una revisione sponsorizzata dall'OMS39 suggerisce che l'ivermectina può ridurre la mortalità da COVID-19 fino all'83%.

Chi sta davvero seguendo la scienza?

Come notato in un documento di revisione del 3 agosto 2021 su New Microbes New Infections, intitolato "Ivermectin: A Multifaceted Drug of Nobel-Prize Honored Distinction With Indicated Efficacy Against a Global Flagello, COVID-19":40

“Nel 2015, il Comitato Nobel per la Fisiologia o la Medicina, nel suo unico premio per i trattamenti delle malattie infettive da sei decenni prima, ha onorato la scoperta dell'ivermectina (IVM), un farmaco multiforme impiegato contro alcune delle malattie tropicali più devastanti del mondo.

Da marzo 2020, quando l'IVM è stato utilizzato per la prima volta contro un nuovo flagello globale, il COVID-19, più di 20 studi clinici randomizzati (RCT) hanno monitorato tali trattamenti ospedalieri e ambulatoriali. Sei delle sette meta-analisi degli RCT sul trattamento IVM segnalati nel 2021 hanno riscontrato notevoli riduzioni dei decessi per COVID-19, con un rischio relativo medio di mortalità del 31% rispetto ai controlli.

Durante i trattamenti IVM di massa in Perù, i decessi in eccesso sono diminuiti in media del 74% in 30 giorni nei suoi dieci stati con i trattamenti più estesi. La riduzione dei decessi è correlata all'estensione delle distribuzioni IVM in tutti i 25 stati con p <0.002.

Sono state osservate anche forti riduzioni della morbilità utilizzando l'IVM in due modelli animali, di SARS-CoV-2 e di un betacoronavirus correlato. Il meccanismo biologico indicato dell'IVM, il legame competitivo con la proteina spike di SARS-CoV-2, è probabilmente non specifico per l'epitopo, e potrebbe produrre piena efficacia contro i ceppi mutanti virali emergenti».

Nonostante le prove, l'American Medical Association (AMA), l'American Pharmacists Association (APhA) e l'American Society of Health-System Pharmacists (ASHP) si stanno unendo per chiedere ai medici di interrompere immediatamente la prescrizione di ivermectina per COVID al di fuori degli studi clinici .41

Si spera che i medici valutino le prove da soli e facciano ciò che ha senso ed è meglio per i loro pazienti, piuttosto che rivolgersi a Big Pharma. In effetti, poiché gli Stati Uniti vogliono eliminare completamente l'uso dell'ivermectina, altri paesi stanno iniziando a usarne di più. L'India, ad esempio, ha aggiunto l'ivermectina per il COVID-19 alla sua lista di farmaci essenziali.

La Tokyo Metropolitan Medical Association ha anche aggiunto l'ivermectina al suo protocollo di trattamento domiciliare il 13 agosto 2021 e il governo indonesiano non solo ha autorizzato l'uso del farmaco, ma ha anche creato un sito Web che mostra la disponibilità in tempo reale del farmaco. Gli ospedali in Indonesia hanno iniziato a usare l'ivermectina il 22 luglio 2021. Entro la prima settimana di agosto, i casi e i decessi stavano precipitando.42

grafico dell'ivermectina

La "variante Delta" sono le lesioni da vaccino, affermano gli informatori

In un recente programma di Stew Peters, un'infermiera denuncia diverse convinzioni comuni. Sottolinea che il suo ospedale non è mai stato, nemmeno durante l'apice della pandemia 2020, sovraccapacità a causa dei pazienti COVID. In modo preoccupante, nota che la maggior parte del personale ospedaliero non è ancora consapevole del fatto che il test PCR è completamente inaffidabile e che le cure si basano tutte su quel test.

Anche se non hai sintomi COVID, un test positivo ti atterrerà nel reparto COVID, dove il protocollo standard richiede Remdesivir e, se hai poco ossigeno, essere messo su un ventilatore. Dice che la maggior parte dei pazienti peggiora con Remdesivir, che ha dimostrato di causare problemi cardiaci e renali. Sottolinea che per un breve periodo il farmaco è stato somministrato in combinazione con ivermectina e durante quel periodo i risultati dei pazienti sono stati molto migliori. L'ivermectina è stata quindi rimossa dal protocollo.

Per quanto riguarda la variante Delta, non esistono test commerciali che identificheranno le varianti, sebbene il sequenziamento genetico in un laboratorio di ricerca sarebbe in grado di differenziarle. L'infermiera sottolinea di non aver mai visto "Delta" specificato su nessuna cartella clinica, un'affermazione che solleva la domanda su come i funzionari siano in grado di affermare che la maggior parte dei pazienti COVID-19 sono ora infettati dalla variante Delta.

Riferisce anche di aver visto un numero significativo di lesioni da vaccino, ma non è a conoscenza di un singolo caso in cui la lesione è stata segnalata al Vaccine Adverse Effect Reporting System (VAERS) degli Stati Uniti. Ogni volta che ha portato i suoi sospetti al dottore, è stata respinta e il collegamento con il vaccino è stato respinto.

Il risultato più scioccante di questa intervista è che il presunto aumento dei casi Delta sono in realtà lesioni da vaccino etichettate erroneamente, secondo questo informatore.

"La variante Delta sono le lesioni da vaccino", dice a Peters. "È risaputo che lo staff è consapevole di cosa sta succedendo, [chi sta] prestando attenzione [e] non sta negando".

 Fonti e riferimenti

1 Indipendente 7 settembre 2021

2 KFOR 1 settembre 2021

3 Rolling Stone 5 settembre 2021

4 Daily Mail 3 settembre 2021

5 Indipendente 4 settembre 2021

6 Settimana del 2 settembre 2021

7 The Guardian 5 settembre 2021

8 Yahoo! Novità 5 settembre 2021

9 Twitter Rachel Maddow 2 settembre 2021

10 Recensione del deserto 6 settembre 2021

11 41 L'HuffPost 2 settembre 2021

12 Twitter FDA 21 agosto 2021

13 NPR 1 settembre 2021

14 Centerwatch Ivermectin

15 Medicinali essenziali dell'OMS Ivermectina

16 Medico di famiglia americano Rosacea

17 Brevetti Google WO2019136211A1

18 In Vivo settembre-ottobre 2020; 34(5): 3023-3026

19 The Journal of Antibiotics 15 giugno 2021 DOI: 10.1038/s41429-021-00430-5

20 21 Wall Street Journal 28 luglio 2021 (archiviato)

22 27 Protocollo I-MASK+ dell'alleanza FLCCC

23 28 FLCCC MATH+ Protocollo ospedaliero

24 Newswise 8 dicembre 2020

25 FLCCC 8 dicembre 2020

26 38 FLCCC 7 gennaio 2021 Comunicato stampa (PDF)

29 Journal of Intensive Care Medicine 15 dicembre 2020 DOI: 10.1177/0885066620973585

30 Consulenza medica basata sull'evidenza Ltd.

31 Conferenza Ivermectin per COVID

32 Elenco dei relatori della conferenza Ivermectin per COVID

33 Video della conferenza Bird-group.org

34 36 Riepilogo FLCCC delle prove cliniche per l'ivermectina in COVID-19 (PDF)

35 c19Ivermectin.com

37 European Journal of Medical & Health Sciences 2020; 2(6)

39 Swiss Policy Research 31 dicembre 2020

40 Nuovi microbi Nuove infezioni 3 agosto 2021; 43: 100924

42 Naked Capitalism 7 settembre 2021

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite
6 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Juanita Garcia

Sono entusiasta di vedere sempre più respingimenti sui mandati draconiani! Ed esporre le bugie che costringono le persone a prendere un farmaco sperimentale che può portare a problemi di salute a lungo termine!!

ragazzo coochin

Come sta andando la pandemia in Centrafrica? Nessuno riporta i numeri dei decessi da lì. Questo perché sono così bassi che è incredibile considerando la popolazione e l'igiene, perché il basso numero di infezioni considerando che sono appena usciti dall'inverno? I governi di questi Paesi dell'Africa centrale danno gratuitamente compresse di Ivermectina alla popolazione come prevenzione contro la Malaria, l'oncocercosi, e ora possiamo aggiungere la cifra di Covid19 Go.

Elle

Essendo in Oklahoma, sono arrabbiato per il fatto che la stazione di notizie KFOR, essendosi ora saldamente inserita nella categoria fascista, abbia inventato questa ENORME bugia. Sappiamo tutti anche il motivo. Lo scopo: diffondere bugie su Ivermectin il più lontano possibile che sembrano essere sorte da uno Stato che sostiene i diritti: l'OKLAHOMA. Hanno rilasciato la loro menzogna qui perché il governatore Stitt ha ripetutamente difeso il popolo contro i mandati dei federali e i federali vogliono abbatterlo. Gli idioti della KFOR sapevano che la loro falsità non sarebbe mai stata ritratta in modo professionale da nessun punto vendita di FakeSM, che ha il controllo di... Per saperne di più »

Luis Rodrigues Coelho

In che modo Rogan ha ottenuto C19 è 1) C19 non esiste e 2) il test PCR è inutile nella diagnosi delle malattie?
Mantieni le cose semplici e chiama le cose con il loro nome: nessun compromesso!!!

Elisabetta Frasher

In questo articolo manca una nota a piè di pagina della fonte: n. 41. Per favore Correggi!