Gli scienziati di Cambridge coltivano embrioni "sintetici" con cervello e cuore che batte

La professoressa Magdalena Zernicka-Goetz e il suo team hanno lavorato a questa ricerca per dieci anni (Immagine: Simon Zernicki-Glover)
Per favore, condividi questa storia!
È stato l'ex presidente Barack Obama a fornire centinaia di milioni di fondi dei contribuenti per avviare il programma Mappatura del cervello iniziativa affermando che era importante quanto la mappatura del genoma umano. Questa scienziata afferma che la sua scoperta "apre nuove possibilità per studiare i meccanismi del neurosviluppo in un modello sperimentale".

Zernicka-Goetz ha impiegato 10 anni di ricerca continua per arrivare a questo punto, ma si apre un enorme campo di studio, paragonabile allo sviluppo dello strumento di editing genetico CRISPR. Ora, il neurosviluppo può essere studiato eliminando o aggiungendo determinati geni per vedere cosa succede. ⁃ Editore TN

I ricercatori dell'Università di Cambridge hanno creato embrioni modello sintetici con cervelli, cuori che battono, con il potenziale per far crescere altri organi dalle cellule staminali del topo. La ricerca è propagandata come un nuovo modo per ricreare le prime fasi della vita.

Un team di ricercatori guidato dalla professoressa Magdalena Zernicka-Goetz ha utilizzato le cellule staminali per sviluppare il modello dell'embrione, piuttosto che le uova o lo sperma. Le cellule staminali sono cellule madri che possono svilupparsi in quasi tutti gli altri tipi di cellule del corpo.

Gli embrioni modello, come quelli coltivati ​​dai ricercatori, potrebbero aiutare a comprendere meglio il motivo per cui alcuni embrioni continuano a svilupparsi in una gravidanza sana, mentre altri no. I risultati potrebbero essere utilizzati anche per guidare la riparazione e lo sviluppo di organi umani sintetici da utilizzare nei trapianti.

Per creare gli embrioni, i ricercatori hanno imitato i processi naturali per guidare tre tipi di cellule staminali che si trovano nelle prime fasi dello sviluppo dei mammiferi fino a quando non hanno iniziato a interagire. I ricercatori potrebbero far "parlare" le cellule staminali manipolando i geni e stabilendo il giusto ambiente per le cellule.

Da lì, le cellule staminali si sono organizzate in strutture che hanno sviluppato il cuore pulsante e le basi del cervello. Hanno anche coltivato il sacco vitellino da cui gli embrioni ottengono i nutrienti durante le prime settimane di vita.

Embrioni naturali e sintetici fianco a fianco per mostrare una formazione comparabile del cervello e del cuore

In prima ricerca, questi embrioni hanno raggiunto un punto in cui l'intero cervello, inclusa la parte anteriore, ha iniziato a svilupparsi. Nessun altro modello derivato da cellule staminali ha mai raggiunto questo stadio.

Il gruppo del professor Zernicka-Goetz a Cambridge ha studiato queste prime fasi della gravidanza per un decennio. Vogliono capire perché alcune gravidanze falliscono e altre riescono.

"Il modello dell'embrione con cellule staminali è importante perché ci dà accessibilità alla struttura in via di sviluppo in una fase che normalmente ci è nascosta a causa dell'impianto del minuscolo embrione nell'utero materno", ha affermato Zernicka-Goetz. "Questa accessibilità ci consente di manipolare i geni per comprendere i loro ruoli di sviluppo in un sistema sperimentale modello".

"Il nostro modello di embrione di topo non solo sviluppa un cervello, ma anche un cuore pulsante, tutti i componenti che compongono il corpo", ha affermato il professor Zernicka-Goetz, professore di sviluppo dei mammiferi e biologia delle cellule staminali presso il Dipartimento di Cambridge di Fisiologia, sviluppo e neuroscienze. “È semplicemente incredibile che siamo arrivati ​​così lontano. Questo è stato il sogno della nostra comunità per anni, e l'obiettivo principale del nostro lavoro per un decennio e alla fine ce l'abbiamo fatta".

Affinché un embrione umano si sviluppi con successo, i tessuti che diventeranno l'embrione ei tessuti che collegheranno l'embrione alla madre devono avere un "dialogo". Nella prima settimana dopo la fecondazione si sviluppano tre tipi di cellule staminali: una che diventerà i tessuti del corpo e due che supportano lo sviluppo dell'embrione.

Uno dei tessuti che supportano lo sviluppo dell'embrione è la placenta, che collega il feto alla madre e fornisce ossigeno e sostanze nutritive. L'altro è il sacco vitellino, dove l'embrione cresce e da cui riceve i nutrienti durante lo sviluppo iniziale.

Molte gravidanze falliscono nel momento in cui i tre tipi di cellule staminali iniziano a inviarsi segnali chimici e meccanici l'uno all'altro. Il professor Zernicka-Goetz, anche professore di biologia e ingegneria biologica al Caltech, ha spiegato: "Tante gravidanze falliscono in questo periodo, prima che la maggior parte delle donne si renda conto di essere incinta. Questo periodo è la base per tutto il resto che segue in gravidanza. Se va male, la gravidanza fallirà”.

I ricercatori hanno scoperto che le cellule extraembrionali segnalano alle cellule embrionali tramite segnali chimici. Comunicano anche meccanicamente, o attraverso il tatto, per guidare lo sviluppo dell'embrione.

“Questo periodo della vita umana è così misterioso, quindi essere in grado di vedere come accade in un piatto – avere accesso a queste singole cellule staminali, capire perché così tante gravidanze falliscono e come potremmo essere in grado di impedire che ciò accada – è davvero speciale”, ha affermato Zernicka-Goetz. "Abbiamo esaminato il dialogo che deve avvenire tra i diversi tipi di cellule staminali in quel momento: abbiamo mostrato come si verifica e come può andare storto".

Il modello è anche il primo a segnalare lo sviluppo della porzione anteriore del cervello, e in effetti l'intero cervello. "Questo apre nuove possibilità per studiare i meccanismi del neurosviluppo in un modello sperimentale", ha affermato Zernicka-Goetz.

“In effetti, dimostriamo la prova di questo principio nell'articolo eliminando un gene già noto per essere essenziale per la formazione del tubo neurale, precursore del sistema nervoso, e per lo sviluppo del cervello e degli occhi. In assenza di questo gene, gli embrioni sintetici mostrano esattamente i difetti noti nello sviluppo del cervello come in un animale portatore di questa mutazione. Ciò significa che possiamo iniziare ad applicare questo tipo di approccio ai molti geni con funzione sconosciuta nello sviluppo del cervello”.

La ricerca attuale è stata condotta su modelli murini, ma i ricercatori stanno sviluppando modelli umani simili. Questi possono essere utilizzati per generare tipi di organi specifici per comprendere processi che sarebbero altrimenti impossibili da studiare in embrioni reali.

Attualmente, la legge britannica consente lo studio di embrioni umani in laboratorio solo fino al 14° giorno di sviluppo. Se in futuro i metodi sviluppati dal team di Zernicka-Goetz avranno successo con le cellule staminali umane, potrebbero essere utilizzati anche per guidare lo sviluppo di organi sintetici per i pazienti in attesa di trapianto.

Zernicka-Goetz ha dichiarato: “Ci sono così tante persone in tutto il mondo che aspettano da anni i trapianti di organi. Ciò che rende il nostro lavoro così eccitante è che le conoscenze che ne derivano potrebbero essere utilizzate per far crescere organi umani sintetici corretti per salvare vite attualmente perse. Dovrebbe anche essere possibile influenzare e curare gli organi adulti utilizzando le conoscenze che abbiamo su come sono fatti”.

Ha aggiunto: “Questo è un incredibile passo avanti e ci sono voluti 10 anni di duro lavoro di molti dei membri del mio team – non avrei mai pensato che saremmo arrivati ​​in questo posto. Non pensi mai che i tuoi sogni diventeranno realtà, ma lo hanno fatto".

Leggi la storia completa qui ...

Informazioni sull'editor

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

13 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
WW4

“un nuovo modo di ricreare le prime fasi della vita.” Ma non hanno ancora un modo per creare la Vita dal nulla. Sono solo di Dio Wannabe.

WW4

“Bottiglia mia, sei tu che ho sempre voluto!
Una mia bottiglia, perché mai sono stata travasata?

I cieli sono blu dentro di te,
Il tempo è sempre bello;

Fatti
Non c'è nessuna bottiglia in tutto il mondo
Come quella mia cara bottiglietta».

― Aldous Huxley, Brave New World / Brave New World rivisitato

DawnieR

TUTTI questi SCIENZIATI NAZISTI DEL MALE, Psycho devono essere 'Norimberga-d'!!!!!!!!!!!!!!
NESSUN UMANO porterebbe MAI la scienza COSÌ LONTANO (danneggiando gli esseri umani, gli animali, il nostro pianeta)!

E NON FATE ERRORI!!!!!!…….questi individui NON SONO UMANI!!!!!!

DOVREBBE essere chiarissimo, a TUTTI, ormai…….noi UMANI SIAMO IN GUERRA con DEMONI LETTERALI!!

PSA: Sociopatici e Psicopatici NON SONO UMANI! Trattali come tali! Sociopati e psicopatici TI ODIANO! Vogliono UCCIDERTI! Agire in accordo con!

Tu non sei Dio

Stanno trasformando la vita in uno spettacolo da baraccone.

[…] Leggi di più: Gli scienziati di Cambridge coltivano embrioni "sintetici" con cervello e cuore che batte […]

[…] Leggi di più: Gli scienziati di Cambridge coltivano embrioni "sintetici" con cervello e cuore che batte […]

Greg

Come posso mettere questo? Non credo alle loro affermazioni.

Japer

Esercito degli Orki in arrivo.

[…] Gli scienziati di Cambridge coltivano embrioni "sintetici" con cervello e cuore che batte […]

[…] È stato l'ex presidente Barack Obama a fornire centinaia di milioni di fondi dei contribuenti per dare il via all'iniziativa Mapping the Brain, affermando che era importante quanto la mappatura del genoma umano. Questa scienziata afferma che la sua scoperta "apre nuove possibilità per studiare i meccanismi del neurosviluppo in un modello sperimentale". - Continuare a leggere http://www.technocracy.news/cambridge-scientists-grow-synthetic-embryo-with-brain-and-beating-heart/ [...]

Bria

Raccapricciante

Afshin Nejat

Suoni modellati su come manipolano anche le topologie di comunicazione (in particolare Internet) in modo da coltivare specifiche "culture sociali" influenzando il modo in cui le "cellule" (persone) sono in grado di interagire tra loro e con insiemi di informazioni.

Jacky

È sempre la stessa bugia che usano questi truffatori. Creiamo nuovi organi per aiutare le persone, ma gli organi del bambino sono troppo piccoli per gli adulti, quindi questa pretesa è inutile.