11 ° giorno: tecnocrazia e ascesa del tecno-populismo

Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print

Se vuoi iniziare una discussione in una stanza piena di scienziati politici, chiedi semplicemente cosa ne pensano del populismo. Questo è un termine vago che significa qualcosa per tutti e niente per nessuno.

Nel senso più semplice, il populismo è un movimento di cittadini comuni contro l'élite che percepiscono che li sovrasta ingiustamente. Il problema è che non importa se il movimento è a sinistra, a destra o al centro.

Si dice che il presidente Donald Trump stia cavalcando l'ondata del populismo perché è percepito come contrario al cosiddetto "Deep State" delle élite che hanno una stretta al sistema politico americano.

Si diceva che il leader comunista recentemente depositato in Bolivia, Evo Morales, avesse guidato un movimento populista quando in origine salì al potere. Purtroppo, le cose cambiarono quando un nuovo movimento populista più inclinato a destra si alzò per buttarlo fuori.

La realtà che fa riflettere su tutti i movimenti populisti è che nessuno di loro in realtà sa come gestire un paese. Sanno cosa non gli piace, ma non hanno politiche pratiche che possano aggiustare le cose. Spesso, un gruppo populista si concentrerà su un singolo problema o su un ristretto gruppo di problemi che sono diventati importanti per esso per una serie di motivi, ma quando viene chiesto loro di politiche più ampie per gestire l'intera nazione, la discussione cade.

L'appello di Technocrat

Tipicamente, i tecnocrati sono visti come opposti polari ai populisti e per una buona ragione. I tecnocrati sono spesso non selezionati e non responsabili delle loro azioni e prendono decisioni importanti senza alcun legame con la volontà della gente.

Tuttavia, i tecnocrati sanno come fare le cose e far funzionare le cose. Questo è il punto esatto in cui populisti e tecnocrati trovano un terreno comune, dando origine a un nuovo termine chiamato "tecno-populismo", o una fusione del populismo con la tecnocrazia.

Il tecno-populismo ha un significato ampio, così come il populismo. Perfino Wikipedia osserva che "[la] diversa gamma di movimenti lungo lo spettro politico indica che il tecno-populismo può essere usato come strumento da qualsiasi ideologia che si presenta come un partito per il popolo". L'uso moderno del termine è stato reso popolare subito dopo il tracollo finanziario del 2008.

Doppiare questa tendenza Il tecno-populismo è molto preciso perché descrive gran parte di ciò che sta accadendo oggi nel mondo occidentale. Il presidente Trump è stato eletto su un'ondata populista ma promuove i tecnocrati a far funzionare le cose. L'esercito, ad esempio, è pieno di tecnocrati che perseguono conflitti armati. L'Internet of Things e il 5G vengono promossi dall'alto verso il basso. L'influenza del tecnocrate si riscontra anche nei dipartimenti Energia, Trasporti, Sicurezza nazionale, Protezione ambientale ed Istruzione. In effetti, sono stati i tecnocrati attenti ai dati a manipolare sia i media sociali che quelli tradizionali per rendere possibili le elezioni in primo luogo.

In Europa, tre esempi di tecno-populismo sono stati identificati da scienziati politici: il Movimento a cinque stelle in Italia, Podemos in Spagna e il Partito dei pirati in Islanda. Il movimento BREXIT in Inghilterra è molto vicino a una simile dichiarazione.

Anche il blog elitario della London School of Economics riconosce Techno-populismo:

Il Movimento a cinque stelle e la nomina della Lega del professore di diritto italiano Giuseppe Conte come prossimo Primo Ministro italiano presentano un enigma: perché un governo apparentemente "populista" nominerebbe un Primo Ministro che si adatta allo stampo di un tecnocrate? Chris Bickerton scrive che, data la storia del movimento a cinque stelle, non dovremmo essere sorpresi dalla nomina di Conte. Il partito rappresenta una curiosa miscela di tecnocrazia e populismo ed è rappresentativo di un nuovo tipo di partito "tecno-populista" che sta emergendo altrove in Europa.

Quando Franklin Delano Roosevelt era seduto come Presidente nel 1933, fu sfidato dai primi leader del Technocrat a dichiararsi dittatore per implementare la Technocracy. Rifiutò l '"offerta", ma non ebbe problemi ad ammettere decine di tecnocrati nella sua amministrazione per gestire il paese.

Nella Germania nazista, Hitler mise fuori legge il movimento di Technocracy, Inc. perché non tollerava alcuna competizione, ma poi si affidò pesantemente ai tecnocrati per costruire il suo quarto Reich.

Alla fine della seconda guerra mondiale, il presidente Truman ha autorizzato l'operazione segreta Paperclip di portare circa 1,600 scienziati e ingegneri Technocrat dalla Germania nazista in America e collocarli in posizioni di vertice all'interno del nostro governo. Di particolare rilievo sono stati gli scienziati missilistici e gli ingegneri aerospaziali.

L'unica osservazione valida qui è che i tecnocrati sono sempre richiesti dai leader politici, che non si riservano di usarli per ulteriori obiettivi politici. Le amministrazioni politiche vanno e vengono, ma i tecnocrati sottostanti continuano ininterrottamente.

Nel mondo di oggi, la curiosa attrazione tra populisti e tecnocrati è simile a una falena attratta dalla fiamma: i populisti non possono impedire di essere dominati e bruciati dai tecnocrati.

Unisciti alla nostra mailing list!


L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti