Forbes chiama le città a un gioco di dati per conquistare COVID-19

Wikimedia Commons, Intel Free Press
Per favore, condividi questa storia!
I dati sono il nuovo petrolio del 21 ° secolo. COVID-19 offre ai CIO cittadini l'opportunità di implementare nuovi e massicci sistemi di raccolta e analisi dei dati in un momento in cui altre iniziative non hanno finanziamenti o supporto. I tecnocrati mantengono il controllo dell'intera narrativa. ⁃ TN Editor

Molto tempo fa, il settore privato ha capito che i dati erano una risorsa preziosa. Presentati con i big data, le aziende li mettono in pratica, utilizzandoli per comprendere meglio i propri clienti, migliorare la precisione del marketing e progettare prodotti e servizi convincenti. Il settore pubblico, pur avendo compiuto progressi significativi negli ultimi dieci anni, è ancora in ritardo nello sfruttamento di una delle uniche risorse di cui dispone in abbondanza. Le città utilizzano i dati, ma non ne stanno ancora esplorando il vero valore.

L'improvvisa comparsa del Covid-19 in tutte le nostre comunità ha esercitato pressioni sui governi locali e sui CIO delle città affinché rispondessero in modo significativo. In un recente rapporto, la National League of Cities, un'organizzazione di patrocinio che rappresenta le 19,495 città degli Stati Uniti, sottolinea la necessità di una migliore raccolta di dati per aiutare a gestire tutto, dalla distanza sociale sicura sui trasporti pubblici al rischio di sfratti innescati da difficoltà economiche. Sfortunatamente, poche città sono ben preparate per essere in grado di affrontare questa sfida con dati di alta qualità.

Per raccogliere la sfida, i leader tecnologici dovranno migliorare il loro gioco. Sebbene non siano i responsabili ultimi dell'utilizzo dei dati, questo è il ruolo dei proprietari dei dati, i CIO della città devono fornire soluzioni per la raccolta dei dati, l'archiviazione, la sicurezza e la distribuzione appropriata. I dati devono essere resi disponibili al momento giusto, sui dispositivi giusti e mantenuti aggiornati. Ciò significa lavorare con le parti interessate del governo, delle comunità locali e oltre per sfruttare i dati in modo più efficace.

...

CIO come agenti del cambiamento

Niente di tutto ciò sarà facile per quelle città che sono in ritardo in termini di capacità di governance e gestione dei dati. Oggi, un CIO cittadino deve essere sia uno stratega che un agente del cambiamento. In un'era di Covid-19, il ruolo è fondamentale per fornire servizi ininterrotti e l'adozione di strumenti digitali. Garantire che i dati siano sfruttati deve essere in cima all'agenda e su cui agire.

A tal fine, i CIO cittadini dovranno convincere gli altri stakeholder che il cambiamento e, molto probabilmente, la spesa aggiuntiva è necessario in un momento in cui le organizzazioni e i budget sono sotto pressione a causa della pandemia. Non sarà facile, ma fonti di dati tempestive e accurate dalle città saranno essenziali se vogliamo conquistare collettivamente Covid-19.

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite
1 Commento
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Maria

Adesso vivo in Messico. In precedenza, avevano un blocco e limitato gli acquisti all'essenziale.
Cosa per loro è essenziale? Non un taglio di capelli, quindi oggi mi sono fatto un taglio di capelli.
Mi chiedo quando implementeranno il prossimo blocco?
È in lavorazione.