L'FBI non ti dirà se i tuoi dati biometrici sono nel loro enorme database

wikipedia
Per favore, condividi questa storia!

Nota TN: non chiamare l'FBI se vuoi sapere se hanno già intrappolato i tuoi dati biometrici, perché non te lo diranno. Un tecnocrate non vede motivo per cui dovresti sapere queste cose perché sono i "manager" e tu sei i "soggetti".

L'FBI vuole impedire alle persone di sapere se le loro informazioni sono in un enorme archivio di record biometrici, che include impronte digitali e scansioni facciali, se il rilascio di informazioni "compromettesse" un'indagine delle forze dell'ordine.

Il database biometrico dell'FBI, noto come "Sistema di identificazione di prossima generazione, "Raccoglie un'ampia gamma di informazioni, tra cui impronte di palme, impronte digitali, scansioni dell'iride, fotografie del viso e dei tatuaggi e biografie di milioni di persone.

Giovedì, l'agenzia del Dipartimento di Giustizia prevede di offre il database è esente da diverse disposizioni della legge sulla privacy - legislazione che richiede alle agenzie federali di condividere le informazioni sui record che raccolgono con il singolo soggetto di tali record, consentendo loro di verificarli e correggerli se necessario.

Oltre a criminali, sospetti e detenuti, il sistema include i dati delle persone a cui sono state rilevate le impronte digitali per lavori, licenze, servizio militare o volontario, controlli dei precedenti, autorizzazioni di sicurezza e naturalizzazione, tra gli altri processi governativi.

Consentire alle persone di visualizzare i propri record, o anche la contabilità di tali record, potrebbe compromettere le indagini penali o gli "sforzi di sicurezza nazionale", rivelando potenzialmente una "tecnica investigativa sensibile" o informazioni che potrebbero aiutare un soggetto a "evitare il rilevamento o l'arresto", la bozza distacco detto.

Un'altra clausola richiede alle agenzie di conservare i registri che raccolgono per garantire agli individui che qualsiasi decisione presa su di loro sia stata presa in modo equo. Sostenendo un'esenzione, il messaggio dell'FBI ha affermato che è "impossibile sapere in anticipo quali informazioni siano accurate, pertinenti, tempestive e complete" per "scopi autorizzati dalle forze dell'ordine".

"Con il tempo, informazioni apparentemente irrilevanti o inopportune possono acquisire un nuovo significato quando vengono portati alla luce nuovi dettagli", si legge nel messaggio. Le informazioni contenute nel database potrebbero aiutare a "stabilire modelli di attività e fornire guida criminale".

La proposta, aperta al pubblico per un mese dopo la sua pubblicazione ufficiale, costituirebbe un preoccupante precedente in cui le forze dell'ordine hanno un ampio margine di manovra per decidere quali informazioni raccogliere senza informare il soggetto, secondo Jeramie Scott, consulente per la sicurezza nazionale presso l'Electronic Privacy Information Center, un gruppo di ricerca che sostiene le libertà civili digitali.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti