Fallimento: 7 dipendenti CDC "vaccinati" su 10 hanno ottenuto il COVID

Per favore, condividi questa storia!
Il CDC ammette di aver appreso della dichiarazione di efficacia del 95% di Pfizer da un... comunicato stampa emesso da Pfizer? Questa cifra falsa ha quindi portato il CDC a politiche e linee guida completamente false che hanno praticamente distrutto un'enorme fetta della società e delle imprese americane. CDC è colpevole come Pfizer? Uno dei due sarà processato? Non è probabile. ⁃ Editore TN

STORIA IN BREVE

  • I dati del Freedom of Information Act (FOIA) rivelano che il 70% dei dipendenti vaccinati dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie ha avuto infezioni rivoluzionarie da COVID nell'agosto 2021
  • Il 3 marzo 2022, la direttrice del CDC, la dott.ssa Rochelle Walensky, ha tenuto una presentazione alla Washington University, durante la quale ha ammesso di aver appreso dell'efficacia del 95% dello scatto Pfizer dalla CNN, basata su un comunicato stampa di Pfizer
  • Walensky afferma di non essere a conoscenza che i colpi potrebbero perdere efficacia nel tempo. Eppure gli scienziati di tutto il mondo sanno da tempo che i coronavirus sono molto inclini alle mutazioni e che è noto che le mutazioni influiscono sull'efficacia di un vaccino
  • Walensky ha anche accusato il pubblico di credere che "la scienza è in bianco e nero" quando, in realtà, "la scienza è grigia". Nel frattempo, chiunque abbia espresso un'opinione diversa dalla narrativa tradizionale è stato censurato per soffocare il dibattito scientifico e Walensky non si è mai espresso contro questo sforzo per impedire una presentazione "in bianco e nero" della scienza
  • Walensky ha anche screditato pubblicamente il Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS), che è coamministrato dalla FDA e dal CDC. VAERS rivela che i jab COVID sono i vaccini più pericolosi mai creati

Il 2 febbraio 2022, l'Informed Consent Action Network (ICAN) ha presentato una richiesta al Freedom of Information Act (FOIA)1 con i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie, richiedendo registrazioni che mostrino "il numero di infezioni da COVID-19 e, di queste, il numero di infezioni rivoluzionarie" tra i dipendenti CDC nell'agosto 2021.

Le infezioni rivoluzionarie si riferiscono alle infezioni che si verificano in coloro che hanno ricevuto uno o più jab COVID. 28 marzo 2022, ICAN ha emesso un aggiornamento legale,2 affermando di aver ricevuto una risposta ufficiale,3 mostrando circa il 70% di tutti i casi di COVID-19 tra i dipendenti CDC nell'agosto 2021 si è verificato tra dipendenti "vaccinati".

7 dipendenti CDC su 10 "vaccinati" hanno contratto il COVID

Di seguito sono riportati i numeri ufficiali di giugno, luglio e agosto 2021, elencati nella risposta FOIA:4

Come riportato dall'ICAN:5

"Ora, non conosciamo la percentuale di dipendenti del CDC vaccinati ad agosto 2021, ma se il tasso di vaccinazione del CDC riflette quello degli adulti negli Stati Uniti, era di gran lunga inferiore al 70%.

Ma anche se oltre il 70% dei dipendenti CDC fosse stato vaccinato, il fatto che entro la fine dell'estate 2021 il 70% dei suoi dipendenti positivi al COVID-19 fosse stato vaccinato avrebbe dovuto essere una cifra scioccante e avrebbe dovuto fungere da campanello d'allarme al CDC sul fallimento di questi vaccini per prevenire l'infezione.

"Scuse CYB"

Secondo l'ICAN, la risposta del CDC includeva "un sacco di avvertimenti, il che significa "coperti le scuse del sedere"" per il motivo per cui il tasso di infezioni rivoluzionarie era così alto, incluso il fatto che molti dipendenti del CDC stavano facendo il telelavoro in quel momento e non erano tenuti a segnalare i loro stato di vaccinazione e/o risultati dei test.

Secondo il senatore statunitense Bill Cassidy, che ha interrogato il direttore del CDC, la dott.ssa Rochelle Walensky, sulla percentuale di dipendenti del CDC vaccinati durante un'audizione al Senato del 4 novembre 2021 (sopra), si stima che il 75% dei dipendenti del CDC stesse lavorando da remoto durante la pandemia.

Walensky ha affermato di non conoscere il numero reale e anche la risposta FOIA non ha specificato quanti stavano effettivamente lavorando da remoto. Ad ogni modo, "Queste scuse non sono convincenti", afferma ICAN, aggiungendo:6

“Non c'è motivo di credere che i dipendenti del CDC non rivelino il loro stato di vaccinazione. Inoltre, non c'è motivo di credere che le persone vaccinate abbiano maggiori probabilità di dichiarare di essere positive al COVID-19. Se non altro, le persone vaccinate avrebbero avuto meno probabilità di dichiarare di essere positive al COVID-19 dato che, come afferma lo stesso CDC, "le persone che sono state vaccinate hanno probabilmente meno probabilità di essere sottoposte al test".

Walensky non si rendeva conto che l'efficacia del colpo di COVID potrebbe diminuire

È interessante notare che, il 3 marzo 2022, lo stesso giorno in cui il CDC ha risposto alla richiesta FOIA dell'ICAN di dati sulle infezioni rivoluzionarie tra i dipendenti del CDC, Walensky ha tenuto una presentazione agli studenti di medicina della Washington University durante la quale ha ammesso di aver appreso dell'efficacia del colpo Pfizer da CNN.7

Il rapporto della CNN, a sua volta, si basava su un comunicato stampa di Pfizer, in cui si affermava che il jab era efficace al 95%. A Walensky non è stato detto, ha detto, che i colpi avrebbero potuto perdere efficacia nel tempo (e per un breve lasso di tempo).

Sono ammissioni davvero scioccanti. Scrivendo su The Disinformation Chronicle, il giornalista investigativo Paul Thacker ha discusso la sequenza temporale degli eventi che hanno portato Walensky a credere che il vaccino Pfizer fosse efficace al 95%.8

Ha concluso che Walensky si riferiva probabilmente a un rapporto della CNN del 18 novembre 20209 di Maggie Fox e Amanda Sealy, che sembrano aver fatto poco per aumentare la storia dopo aver estratto informazioni da un comunicato stampa Pfizer pubblicato lo stesso giorno.10

Quindi, quello che abbiamo qui è un esempio straordinario in cui una storia sulla CNN, rigurgitata da un comunicato stampa, sembra aver influenzato il pensiero di Walensky sulle iniezioni e sulla futura guida del CDC. Come notato da Thacker:11

“Il comunicato stampa Pfizer … è diventato la politica pandemica del CDC … [Raramente ottieni prove così dirette di una società che influenza la politica federale riciclando il loro comunicato stampa attraverso organi di stampa come la CNN. Inoltre, la ripubblicazione dei comunicati stampa sembra una pratica pervasiva nel modo in cui i media coprono i vaccini COVID-19, il che significa che non fanno molti reportage. Questo è stato evidente dalla fine del 2020".

Il CDC fa affidamento sulla scienza?

L'apparente ignoranza di Walensky sul potenziale di un'efficacia in declino è altrettanto scioccante. Gli scienziati di tutto il mondo sanno da tempo che i coronavirus sono molto inclini alle mutazioni e che è noto che le mutazioni influiscono sull'efficacia di un vaccino.

Quasi tutti gli scienziati del mondo si aspettavano che il virus mutasse, perché è quello che fanno i virus. Eppure Walensky non ha considerato questa possibilità,12 nonostante sia stato professore di medicina alla Harvard Medical School con anni di esperienza nella gestione dei virus.13

Anche coloro che non hanno esperienza in virologia sospettavano che le mutazioni potessero influire sull'efficacia dello scatto. Ad esempio, due giorni dopo il discorso di Walensky alla Washington University, l'ex giornalista del New York Times Alex Berenson ha scritto:14 "Lei ha ragione. Nessuno avrebbe potuto sapere che le varianti potrebbero essere un problema".

Sotto, ha ripubblicato un tweet datato 20 gennaio 2021, in cui aveva affermato: "Avviso spoiler: i vaccini probabilmente non funzionano contro almeno una nuova variante e vorranno che tu venga vaccinato di nuovo il prossimo autunno. "

Ad agosto, Twitter aveva definitivamente bandito Berenson per "ripetute violazioni delle nostre regole sulla disinformazione COVID-19".15 Ironia della sorte, il tweet che ha messo Twitter oltre il limite ha paragonato il jab COVID a un ""terapeutico" con una finestra di efficacia limitata ..." - un'affermazione che io e molti altri esperti concorderemmo è reale e vera al 100%.

Gaslighting al suo meglio

Durante la sua apparizione alla Washington University, Walensky ha anche alluso a persone nei media che "rifiutano le prove", dicendo:16 "Ci sono molte persone che usano la loro voce che possono o non possono essere utili per la salute pubblica" e che questo "riduce la salute pubblica in generale". Per questo motivo, "dobbiamo essere chiari" sui nostri messaggi, ha aggiunto.

Tuttavia, le ammissioni di Walensky durante quel discorso fanno davvero meravigliare chi sta prendendo le nostre decisioni sulla salute pubblica e perché. È difficile immaginare che una delle più grandi e potenti agenzie sanitarie degli Stati Uniti sia guidata da un regista che basa le sue decisioni sui rapporti della CNN e sui comunicati stampa delle aziende farmaceutiche e, così facendo, sta fuorviando il pubblico. Considera che durante questo discorso, lei:

  • Ha ammesso di aver appreso dell'efficacia del 95% di Pfizer - informazioni che sono state poi utilizzate per formulare le linee guida CDC - da un rapporto della CNN, che non era altro che un comunicato stampa ripubblicato da Big Pharma.
  • Ha affermato che il CDC sta pubblicando i dati in modo trasparente in uno scenario "dal pedale al metallo".17 anche se il New York Times, solo pochi giorni prima, aveva rivelato che il CDC sta nascondendo al pubblico dati cruciali.18
  • Ha affermato che "nessuno le ha detto" che il virus potrebbe mutare e rendere il vaccino inefficace,19 eppure durante una chiamata sugli utili di Pfizer, tenutasi il 2 febbraio 2021, un analista finanziario è stato abbastanza astuto da chiedere a Pfizer come potrebbe cambiare il tasso di efficacia del 95% alla luce delle mutazioni.20

Walensky ha anche accusato il pubblico di credere che "la scienza è in bianco e nero", quando in realtà "la scienza è grigia". Nel frattempo, chiunque abbia espresso un'opinione diversa dalla narrativa tradizionale è stato censurato e falsificato in modo che il dibattito sulla scienza non veda mai la luce. Walensky non si è mai pronunciato contro questo sforzo per impedire una presentazione "in bianco e nero" della scienza.

Il suo collega, il dottor Anthony Fauci - che come direttore del National Institutes of Allergy and Infectious Diseases è stato il volto del COVID-19 per la Casa Bianca - ha persino dichiarato che HE è la scienza e che attacca le sue raccomandazioni è un attacco alla scienza stessa.21 Anche Walensky, per qualche ragione, non lo ha mai corretto.

Walensky ha cercato di minare la fiducia in VAERS

Walensky ha anche screditato pubblicamente il Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS), che è coamministrato dalla FDA e dalla sua stessa agenzia, il CDC.22 Durante la sua testimonianza davanti al Senato dell'11 gennaio 2022,23 Walensky ha affermato che qualsiasi morte dopo un vaccino potrebbe essere segnalata al VAERS.

Nello specifico, ha usato l'esempio di un individuo che viene vaccinato e poi viene investito da un'auto e muore. Ha chiaramente insinuato che una tale morte sarebbe stata registrata in VAERS e registrata come reazione avversa al vaccino. Ma questo è palesemente falso.

Innanzitutto, gli eventi avversi non vengono segnalati automaticamente e, certamente, gli incidenti evidenti non vengono inseriti nel sistema come sospetto effetto collaterale del vaccino.

Come riportato da Health Impact News,24 ci sono circa 18 segnalazioni in VAERS che includono "incidente stradale", ma la maggior parte se non tutte si riferiscono a un evento avverso, come un infarto, che si verifica durante la guida. Non sono stati colpiti da qualcun altro e poi sono entrati nel sistema. Come notato da Pam Long in un thread di Twitter del 12 gennaio 2022:25

"Se qualcuno nella salute pubblica dice 'una persona può essere investita da un'auto e denunciare la propria morte al VAERS', è necessario fermarlo, in qualsiasi riunione pubblica, e chiedere che spieghino quale motivo dovrebbe avere un medico per gonfiare i rapporti VAERS con incidenti automobilistici o qualsiasi mortalità non correlata?

Nonostante la testimonianza cliché di Walensky e Fauci al Congresso, nessuna persona "è stata investita da un'auto" e ha riferito la propria morte al VAERS come ferita da vaccino. La maggior parte delle segnalazioni sono presentate da professionisti del settore medico, utilizzando un linguaggio diagnostico sulle reazioni ai farmaci”.

VAERS è stato progettato e creato come sistema di allerta precoce e funziona bene per questo. Sebbene sia vero che chiunque può presentare un rapporto, è dispendioso in termini di tempo, richiede la conoscenza di dettagli medici che spesso un paziente non ha e ci sono sanzioni per la presentazione di un rapporto falso. Non c'è assolutamente alcun motivo per sospettare, per non parlare di supporre, che le persone stiano compilando false segnalazioni solo per far sembrare gli scatti brutti.

Il fatto è che VAERS sta dimostrando che i colpi di COVID sono i vaccini più pericolosi mai creati. È difficile immaginare perché Walensky vorrebbe minare la fiducia in questo sistema, a meno che non voglia che tutti ignorino semplicemente i segnali di avvertimento che ci sta dando.

CDC ha avuto una chiara agenda pro-farmaceutica

Durante l'udienza al Senato del 4 novembre 2021, descritta nel video all'inizio di questo articolo, Cassidy ha anche evidenziato un'altra area in cui il CDC ha agito come se stesse intenzionalmente ignorando la scienza di base, ovvero quella dell'immunità naturale.

Cassidy ha citato una ricerca che mostra che il 92% di coloro che si riprendono da COVID hanno cellule T, cellule B e anticorpi che forniscono un'immunità robusta per almeno sei-otto mesi. Eppure il CDC ha rifiutato di riconoscere l'immunità naturale, affermando che coloro che si riprendono devono ancora farsi vaccinare contro il COVID.

Cassidy ha osservato che il CDC ha accesso a decine di migliaia di cartelle cliniche elettroniche (EHR) e ai dati identificabili dei pazienti su chi è risultato positivo e ha avuto un'infezione sintomatica. Con questi dati, potrebbero facilmente confermare o smentire le affermazioni secondo cui l'infezione naturale conferisce un'adeguata protezione contro la reinfezione. E, se confermato, coloro che hanno avuto un'infezione sintomatica potrebbero quindi essere esclusi dai mandati vaccinali.

Quindi, perché il CDC non ha condotto studi prospettici quando ha EHR identificabili dai pazienti che possono utilizzare per determinare con precisione chi viene reinfettato e chi no? Secondo Cassidy, l'unico motivo per cui non sappiamo se l'immunità naturale sia buona come quella del COVID è "perché abbiamo deciso di non guardare".

Le risposte di Walensky alle domande di Cassidy sono eloquenti quanto le ammissioni nella sua presentazione alla Washington University. C'è un sacco di cose che lei e il CDC apparentemente non sanno, comprese le basi di base.

Un virus può mutare? Walensky "non è stato detto" che poteva e quindi non pensava che sarebbe stato. Una mutazione può influenzare l'efficacia del jab? Walensky non era a conoscenza di tale possibilità e le raccomandazioni del CDC hanno rispecchiato tale ignoranza.

Quanto personale CDC lavora in remoto? Non ne ha idea. Quanti dei dipendenti del CDC sono stati colpiti? Non ha idea. Perché la ricerca di base non è stata condotta per determinare se l'immunità naturale è adeguata quanto il jab? Fornisce alcune argomentazioni circolari sul non avere dati correlativi imparziali, anche se Cassidy le ha appena detto come i dati che già hanno potrebbero essere usati per trovare questa risposta.

Si dà una pacca sulla spalla per la trasparenza della sua agenzia, mentre vengono presentate prove che dimostrano che il CDC sta intenzionalmente nascondendo dati cruciali sul vaccino. Dice che la scienza è una zona grigia e allo stesso tempo accusa le persone di diffondere disinformazione quando non sono d'accordo con lei.

Mente sui tipi di eventi avversi segnalati a VAERS in quello che sembra essere uno sforzo palese per minare questo prezioso strumento di sicurezza e ammette invece di prendere decisioni di salute pubblica sulla base dei comunicati stampa Pfizer. Il fatto che 7 dipendenti CDC vaccinati su 10 abbiano avuto infezioni rivoluzionarie non ha nemmeno suggerito a Walensky la possibilità che il colpo COVID potesse essere inutile.

In una nota a margine, ulteriori prove di ciò sono state recentemente rivelate da Princess Cruises, che ha segnalato un focolaio a bordo della Ruby Princess nel marzo 2022, nonostante un tasso di vaccinazione del 100% sia tra l'equipaggio che i passeggeri, oltre alla prova di un test COVID negativo prima dell'imbarco .26

Come dovremmo fidarci del CDC quando apparentemente non sanno nulla di ciò che conta, non seguono la scienza e proteggono Big Pharma al punto da minare la fiducia nei propri strumenti di sicurezza? Lascerò che tu sia il giudice.

 Fonti e riferimenti

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

5 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

[…] Leggi l'articolo originale […]

coronistan.blogspot.com

"Fallimento: 7 dipendenti CDC "vaccinati" su 10 hanno avuto il COVID" Dice chi? Ah, il risultato senza senso di un test abusato in maniera criminale. https://ogy.de/who6

Ultima modifica 5 mesi fa di coronistan.blogspot.com

[…] Il 70% dei dipendenti CDC vaccinati ha subito un'infezione Covid "svolta", secondo un deposito del Freedom of Information Act. La presidente della Camera Nancy Pelosi, a tre colpi, è recentemente risultata positiva al Covid-19. […]

[…] *** Il 70% dei dipendenti CDC "vaccinati" ha contratto il COVID […]

[…] *** Il 70% dei dipendenti CDC "vaccinati" ha contratto il COVID […]