L'eccessivo tempo di visualizzazione per i bambini può ostacolare lo sviluppo

Wikimedia Commons, scuola di Oakknoll
Per favore, condividi questa storia!
Quando le scuole sono chiuse, i bambini a casa si rivolgono sempre più a schermi elettronici per intrattenere. Il rischio per i bambini più piccoli è ben documentato poiché ostacola lo sviluppo mentale. Anche l'OMS raccomanda ai bambini di usare solo 30 minuti al giorno per lo schermo. ⁃ Editor TN

Mentre il mondo continua ad avanzare, la tecnologia sta diventando una parte più grande dello sviluppo di ogni bambino. Riproduzione su vari dispositivi digitali per troppo tempo, tuttavia, può essere tanto dannoso per i bambini quanto lo è per gli adulti. Uno studio recente afferma che un tempo di schermatura eccessivo può arrestare la crescita di un bambino, soprattutto se iniziano a utilizzare dispositivi intorno ai due o tre anni.

I ricercatori di Singapore hanno esaminato oltre 500 bambini. Le loro scoperte li portano a raccomandare ai genitori di seguire le linee guida dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), che consigliano di limitare il tempo di schermatura di un bambino a un'ora al giorno. Tale importo dovrebbe essere ancora inferiore per i bambini di età inferiore ai cinque anni.

Traccia delle molte forme di tempo sullo schermo

Gli autori dello studio affermano che il tempo sullo schermo tende a sostituire il tempo in cui i bambini trascorrono di solito dormendo o praticando attività fisica. Questo può portare a una varietà di problemi di salute, tra cui alto rischio di obesità e sviluppo mentale inferiore.

Fino a questo rapporto, i ricercatori affermano che la maggior parte degli studi si concentra su bambini e adolescenti in età scolare, producendo risultati contrastanti.

“Abbiamo cercato di determinare se abitudini di visualizzazione dello schermo all'età di due o tre anni ha influenzato il modo in cui i bambini hanno trascorso il loro tempo all'età di cinque anni. In particolare, eravamo interessati a vedere se la visualizzazione dello schermo ha influenzato i modelli di sonno e i livelli di attività più tardi durante l'infanzia ", spiega il ricercatore Falk Müller-Riemenschneider in un comunicato stampa.

Ai genitori è stato chiesto di riferire sullo schermo dei loro figli all'età di due anni e di nuovo un anno dopo. Attività come giocare video games, guardare la TV e usare un tablet o un telefono sono stati tutti inclusi nei risultati.

Quando i bambini compirono cinque anni, indossarono continuamente un tracker di attività per sette giorni. Quel tracker monitora il sonno, tempo trascorso sedutoe quanta attività fisica leggera-faticosa ottengono i giovani.

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

3 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti