DNA Wars: la privacy viene distrutta a livello cellulare

dnaWikipedia Commons
Per favore, condividi questa storia!
Il tuo DNA, responsabile di renderti quello che sei, è l'ultima ricerca di sorveglianza per Tecnocrati e Transumani. TN ha ripetutamente messo in guardia contro la consegna di campioni del proprio DNA, ma il governo ha abbattuto queste barriere per raccogliere campioni in tutta la società. I rischi e i pericoli sono immensi. Editor TN

"Quando carichi il tuo DNA, diventi potenzialmente un informatore genetico sul resto della tua famiglia. "— Professore di legge Elizabeth Joh

La “colpa per associazione” ha assunto nuove connotazioni nell'era tecnologica.

Tutte quelle affascinanti ricerche genealogiche che ti permettono di tracciare il tuo albero genealogico attraverso un campione di DNA ora possono essere usate contro di te e contro coloro che ami.

A partire dal 2019, più di 26 milioni di persone hanno aggiunto il proprio DNA ai database degli antenati. Si stima che questi database potrebbero superare i 100 milioni di profili entro l'anno, grazie al marketing aggressivo di aziende come Ancestry e 23andMe.

È una proposta allettante: fornisci a qualche mega-azienda un campione di sputi o un tampone sulla guancia e, in cambio, imparerai tutto su chi sei, da dove vieni e chi fa parte della tua famiglia allargata.

Le possibilità sono infinite.

Potresti essere il quarto cugino una volta rimosso dalla regina Elisabetta II d'Inghilterra. O il nipote illegittimo di un magnate del petrolio. O il fratello di un serial killer.

Senza nemmeno rendertene conto, inviando il tuo DNA a un database di antenati, stai dando alla polizia l'accesso al to corredo genetico, relazioni e profili di salute di ogni parente—passato, presente e futuro—nella tua famiglia, indipendentemente dal fatto che abbiano mai accettato o meno di far parte di un tale database.

Dopotutto, un'impronta del DNA rivela tutto su "chi siamo, da dove veniamo e chi saremo. "

È quello che la polizia ama riferirsi a un "impronta digitale moderna. "

Mentre la tecnologia delle impronte digitali ha creato uno spartiacque per la polizia nella sua capacità di "decifrare" un caso, la tecnologia del DNA viene ora salutata dalle forze dell'ordine come il bacchetta magica nella risoluzione dei crimini.

In effetti, la polizia ha iniziato utilizzo di database di ascendenza per risolvere casi irrisolti che sono rimasti irrisolti per decenni.

Ad esempio, nel 2018, l'ex ufficiale di polizia Joseph DeAngelo era contrassegnato come il famigerato "Golden State Killer" attraverso l'uso della genealogia genetica, che consente alla polizia di abbinare il DNA della scena del crimine di un sospetto sconosciuto con quello di qualsiasi membro della famiglia in un database genealogico. La polizia è stata in grado di identificare DeAngelo utilizzando il DNA di un lontano cugino trovato in un database pubblico del DNA. Una volta che la polizia ha ristretto la lista dei sospetti a DeAngelo, lo hanno rintracciato - hanno preso un fazzoletto che aveva gettato in un bidone della spazzatura - e ha usato il suo DNA sul tessuto per collegarlo a un'ondata di stupri e omicidi degli anni '1970 e '80.

Sebbene DeAngelo sia stato il primo arresto pubblico effettuato utilizzando la genealogia forense, la polizia ha identificato più di 150 sospetti da allora. Più recentemente, la polizia si basava sulla genealogia genetica per catturare l'assassino di una ragazza di 15 anni che è stata pugnalata a morte quasi 50 anni fa.

Chi non vorrebbe togliere dalle strade psicopatici e stupratori seriali e portarli al sicuro dietro le sbarre, giusto? Almeno, questo è il argomento utilizzato dalle forze dell'ordine per supportare il loro accesso illimitato a questi database genealogici.

“Nell'interesse della sicurezza pubblica, non vuoi rendere facile per le persone essere catturate?? La polizia vuole davvero fare il suo lavoro. Non ti stanno cercando. Vogliono solo metterti al sicuro", insiste Colleen Fitzpatrick, co-fondatrice del DNA Doe Project, che identifica corpi sconosciuti e aiuta a trovare sospetti in vecchi crimini.

Tranne che non sono solo gli psicopatici e gli stupratori seriali che ottengono coinvolto nella rete investigativa.

Chiunque si presenti come una possibile corrispondenza del DNA, compresi i membri lontani della famiglia, diventa improvvisamente parte di una cerchia di sospetti che devono essere rintracciati, indagati ed esclusi.

Sebbene un certo numero di stati avesse vietato alla polizia di utilizzare i database del governo per rintracciare i familiari dei sospetti, i siti web di genealogia hanno fornito una scappatoia che ha irresistibile per le forze dell'ordine.

Sperando di colmare questa scappatoia, alcuni stati hanno iniziato a introdurre una legislazione per limitare quando e come la polizia usa questi database genealogici, con il Maryland che richiede che possano essere utilizzati solo per gravi crimini violenti come omicidio e stupro, solo dopo aver esaurito altri metodi di indagine e solo sotto la supervisione di un giudice.

Eppure il dibattito sulla privacy genetica, e quando il proprio DNA diventa a bene pubblico al di fuori della protezione del divieto del Quarto Emendamento di perquisizioni e sequestri senza mandato, è davvero solo all'inizio.

Certamente, è solo una questione di tempo prima che il governo riesca a impossessarsi del nostro DNA, sia attraverso programmi obbligatori effettuati in relazione alle forze dell'ordine e all'America corporativa, accedendo senza giustificazione ai nostri DNA condiviso con i servizi genealogici ad esempio Ascendenza e 23andMe, o attraverso la raccolta del nostro DNA “capannone” o “tocco”.

Secondo una ricerca pubblicata sulla rivista Scienza, più del 60 percento degli americani che hanno qualche discendenza europea può essere identificato utilizzando i database del DNA, anche se non hanno presentato il proprio DNA. Secondo la professoressa di diritto Natalie Ram, un profilo genealogico può portare a ben 300 altre persone.

Questo è solo sul lato commerciale.

Tutti i 50 stati ora mantengono i propri database del DNA, sebbene i protocolli per la raccolta differiscano da stato a stato. Molti dei dati delle banche dati locali vengono sempre più caricati nel CODIS (Combined DNA Index System), l'enorme database del DNA dell'FBI, che è diventato di fatto un modo per identificare e tracciare il popolo americano dalla nascita alla morte.

Anche gli ospedali sono entrati in gioco prelevando e conservando il DNA dei neonati, spesso senza che i loro genitori lo sapessero o il consenso. Fa parte del lo screening genetico obbligatorio del governo sui neonati. In molti stati, il DNA è immagazzinato a tempo indeterminato.

Ciò che questo significa per coloro che nascono oggi è l'inclusione in un database governativo che contiene informazioni intime su chi sono, i loro antenati e cosa li attende in futuro, comprese le loro inclinazioni ad essere seguaci, leader o piantagrane.

Preparatevi, gente, perché il governo, aiutato dal Congresso (che ha adottato una legislazione che consente alla polizia di raccogliere e testare il DNA subito dopo gli arresti), il presidente Trump (che ha firmato il Rapid DNA Act in legge), i tribunali (che hanno governato che la polizia può prelevare regolarmente campioni di DNA da persone che sono state arrestate ma non ancora condannate per un crimine) e le agenzie di polizia locali (che stanno masticando il morso per acquisire questo nuovo gadget anticrimine)—ha ha intrapreso una diabolica campagna per creare una nazione di sospetti basata su un enorme database nazionale del DNA.

Definite "scatole magiche", le macchine Rapid DNA: portatili, delle dimensioni di una stampante desktop, altamente non regolamentate, tutt'altro che infallibile, e così velocemente da poter produrre profili del DNA in meno di due ore, consentendo alla polizia di andare in battute di pesca per qualsiasi accenno di possibile cattiva condotta utilizzando campioni di DNA.

La giornalista Heather Murphy spiega: "Man mano che le agenzie di polizia costruiscono i loro database locali del DNA, stanno raccogliendo il DNA non solo da persone che sono state accusate di gravi crimini ma anche, sempre più, da persone semplicemente ritenute sospette, collegando permanentemente le loro identità genetiche a banche dati criminali. "

Le ramificazioni di questi database del DNA sono di vasta portata.

Come minimo, elimineranno ogni parvenza di privacy o anonimatopossibilità lucrative per gli hacker e le entità commerciali che cercano di trarre profitto dal proprio record biologico sono infinite.

Inoltre, mentre gran parte del dibattito pubblico, degli sforzi legislativi e delle sfide legali negli ultimi anni si sono concentrati sui protocolli relativi ai casi in cui la polizia può raccogliere legalmente il DNA di un sospetto (con o senza un mandato di perquisizione e se in caso di arresto o condanna), la questione di come per gestire il "capannone" o "tocco" il DNA è in gran parte sfuggito senza molto dibattito o opposizione.

Come scienziato Leslie A. Pray note:

Tutti perdiamo DNA, lasciando tracce della nostra identità praticamente ovunque andiamo. Gli scienziati forensi usano il DNA lasciato su mozziconi di sigaretta, telefoni, maniglie, tastiere, tazze e numerosi altri oggetti, per non parlare del contenuto genetico trovato in gocce di fluido corporeo, come sangue e sperma. In effetti, la spazzatura che lasci per il ritiro a bordo strada è una potenziale miniera d'oro di questo tipo di materiale. Tutto questo capannone o cosiddetto DNA abbandonato è gratuito per gli investigatori della polizia locale che sperano di risolvere casi irrisolvibili. Oppure, se lo scenario futuro illustrato all'inizio di questo articolo è indicativo, anche shed DNA può essere incluso in una banca dati segreta universale del DNA.

Ciò significa che se hai la sfortuna di lasciare tracce del tuo DNA ovunque sia stato commesso un crimine, hai già un file da qualche parte in qualche database statale o federale, anche se potrebbe essere un file senza nome. Come avverte Heather Murphy nel New York Times: "Il futuro della fantascienza, in cui la polizia può identificare rapidamente ladri e assassini da lattine di soda e mozziconi di sigaretta scartati, è arrivato...  Il rilevamento delle impronte genetiche è destinato a diventare una routine quanto il tipo antiquato."

Persino vecchi campioni prelevati da scene del crimine e casi "freddi" vengono dissotterrati ed estratti per i loro profili del DNA.

Oggi, aiutati dalla robotica e dall'automazione, l'elaborazione, l'analisi e il reporting del DNA richiedono molto meno tempo e possono fornire ogni tipo di informazione, fino al colore degli occhi di una persona e ai parenti. Incredibilmente, una società è specializzata nella creazione di "foto segnaletiche" per la polizia sulla base di campioni di DNA da sconosciuti “sospetti” che vengono poi confrontati con individui con profili genetici simili.

Se non hai ancora unito i puntini, lascia che ti indichi la strada.

Avendo già utilizzato la tecnologia di sorveglianza per rendere sospetta l'intera popolazione americana, la tecnologia del DNA nelle mani del governo completerà la nostra transizione verso una società sospetta in cui tutti stiamo semplicemente aspettando di essere abbinati a un crimine.

Non possiamo più considerarci innocenti fino a prova contraria.

Ora siamo tutti sospetti in una formazione del DNA fino a quando le circostanze e la scienza non diranno diversamente.

Società sospetta, ti presento lo stato di polizia americano.

Ogni film di fantascienza distopico che abbiamo mai visto sta improvvisamente convergendo in questo momento presente in una pericolosa tripletta tra scienza, tecnologia e un governo che vuole essere onniveggente, onnisciente e onnipotente.

Attingendo alle linee telefoniche e alle comunicazioni del cellulare, il il governo sa cosa dici. Caricando tutte le tue e-mail, aprendo la tua posta e leggendo i tuoi post di Facebook e messaggi di testo, le il governo sa cosa scrivi. Monitorando i tuoi movimenti con l'uso di lettori di targhe, telecamere di sorveglianza e altri dispositivi di tracciamento, il il governo sa dove vai.

Sforzzando tutti i detriti della tua vita—cosa leggi, dove vai, cosa dici-il il governo può prevedere cosa farai. Mappando le sinapsi nel tuo cervello, gli scienziati e, a loro volta, il governo...presto saprai cosa ricordi.

E accedendo al tuo DNA, il il governo saprà presto tutto su di te che non sanno già: il tuo grafico familiare, i tuoi antenati, il tuo aspetto, la tua storia sanitaria, la tua inclinazione a seguire gli ordini o tracciare il tuo corso, ecc.

Naturalmente, nessuna di queste tecnologie è infallibile.

Né sono immuni da manomissioni, hacking o pregiudizi degli utenti.

Tuttavia, sono diventati uno strumento conveniente nelle mani degli agenti del governo per annullare i requisiti di privacy della Costituzione e i suoi divieti contro perquisizioni e sequestri irragionevoli.

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite
8 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Joe

Tutto il personale militare è stato compromesso per quasi 30. Le presentazioni del DNA non erano e non sono facoltative.

chris

Mi chiedo solo, dove sono finiti tutti i milioni su milioni di campioni di test RT-PCR?

viaggiato

Se questa non è una sveglia, niente lo è.

[…] Leggi di più: la privacy viene distrutta a livello cellulare […]

[…] Guerre del DNA: la privacy viene distrutta a livello cellulare […]

[…] [Social] DNA Wars: la privacy viene distrutta a livello cellulare di John e Nisha Whitehead Pubblicato l'11 agosto […]

[…] Il dibattito sulla privacy genetica – e quando il proprio DNA diventa un bene pubblico al di fuori della protezione del divieto del Quarto Emendamento di perquisizioni e sequestri senza mandato – è davvero solo all'inizio. Certamente, è solo una questione di tempo prima che il governo riesca a impossessarsi del nostro DNA, o attraverso programmi obbligatori condotti in connessione con le forze dell'ordine e l'America corporativa, accedendo senza giustificazione al nostro DNA familiare condiviso con servizi genealogici come Ancestry e 23andMe, o attraverso la raccolta del nostro DNA “capannone” o “tocco”. Secondo una ricerca pubblicata sulla rivista Science, oltre il 60 percento degli americani… (LEGGI DI PI) […]

[…] Days of Noah DNA Wars: la privacy viene distrutta a livello cellulare […]