Le app per smartphone possono seguirti anche dopo averli disinstallati

Youtube.
Per favore, condividi questa storia!
I tecnocrati bramano i dati e ti daranno la caccia per ottenerli. In questo caso, il monitoraggio posteliminazione viola la privacy degli utenti e le politiche chiaramente definite di Google e Apple, ma anche questo non ha fermato il comportamento ossessivo-compulsivo dei produttori di app. ⁃ Editor TN

Se sembra che l'app che hai eliminato la scorsa settimana stia spuntando improvvisamente ovunque, potrebbe non essere una semplice coincidenza. Le aziende che si rivolgono ai produttori di app hanno trovato il modo di giocare sia su iOS che su Android, consentendo loro di capire quali utenti hanno disinstallato un determinato software negli ultimi tempi e rendendo più semplice la raccolta dei defunti con annunci volti a riconquistarli.

Adjust, AppsFlyer, MoEngage, Localytics e CleverTap sono tra le aziende che offrono tracker di disinstallazione, di solito come parte di un set più ampio di strumenti per sviluppatori. I loro clienti includono T-Mobile US, Spotify Technology e Yelp. (E Bloomberg Businessweek padre Bloomberg LP, che utilizza Localytics.) I critici affermano che sono una nuova ragione per rivalutare i diritti di privacy online e limitare ciò che le aziende possono fare con i dati degli utenti. "La maggior parte delle aziende tecnologiche non offre alle persone scelte di privacy sfumate, se le offre affatto", afferma Jeremy Gillula, direttore della politica tecnologica della Electronic Frontier Foundation, un sostenitore della privacy.

Alcuni provider affermano che questi strumenti di monitoraggio sono pensati per misurare la reazione degli utenti agli aggiornamenti delle app e ad altre modifiche. Jude McColgan, amministratore delegato di Localytics di Boston, afferma di non aver visto i clienti utilizzare la tecnologia per indirizzare gli annunci agli ex utenti. Ehren Maedge, vicepresidente marketing e vendite della MoEngage Inc. di San Francisco, afferma che spetta ai produttori di app non farlo. "Il dialogo è tra i nostri clienti e i loro utenti finali", afferma. "Se violano la fiducia degli utenti, non andrà bene per loro." Adjust, AppsFlyer e CleverTap non hanno risposto alle richieste di commento, né T-Mobile, Spotify o Yelp.

Il tracciamento della disinstallazione sfrutta un elemento fondamentale dei sistemi operativi mobili di Apple Inc. e Google: le notifiche push. Gli sviluppatori sono sempre stati in grado di utilizzare le cosiddette notifiche push silenziose per eseguire il ping delle app installate a intervalli regolari senza avvisare l'utente, ad esempio per aggiornare una casella di posta in arrivo o un feed di social media mentre l'app è in esecuzione in background. Ma se l'app non esegue il ping dello sviluppatore, l'app viene registrata come disinstallata e gli strumenti di tracciamento della disinstallazione aggiungono tali modifiche al file associato all'ID pubblicità univoco del dispositivo mobile, dettagli che rendono facile identificare solo chi è in possesso il telefono e pubblicizza l'app ovunque loro vadano.

Gli strumenti violano le politiche di Apple e Google contro l'utilizzo di notifiche push silenziose per creare un pubblico pubblicitario, afferma Alex Austin, CEO di Branch Metrics Inc., che produce software per sviluppatori ma ha scelto di non creare un tracker di disinstallazione. "In genere è solo impreciso rintracciare le persone su Internet dopo che hanno deciso di non utilizzare il prodotto", afferma, aggiungendo che si aspetta che Apple e Google si sottopongano presto alla pratica. Apple e Google non hanno risposto alle richieste di commento.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti