David Rockefeller morto a 101: fondatore della moderna globalizzazione e Commissione trilaterale

David RockefellerGlobalista David Rockefeller. Foto AP
Per favore, condividi questa storia!
All'età di 101, il perno della globalizzazione moderna non poteva resistere al sogno transumano di immortalità. Tuttavia, ha modellato il mondo come pochi uomini nella storia, compresa l'imponente tecnocrazia su tutto il pianeta. Le Nazioni Unite gli furono osservate, così come la Cina e l'Unione Europea. In realtà, c'era poco al mondo che non ha influenzato.

Leggi Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation disponibile per saperne di più, clicca qui oppure Amazon.

Questo scrittore ha trascorso 40 anni a raccontare le attività di Rockefeller e dei suoi compari globalisti, compresi i membri della Commissione Trilaterale. Negli 1970, il compianto professore Antony Sutton e io abbiamo scritto due volumi di Trilaterals Over Washington, che sono diventati l'analisi e la critica definitiva di questo gruppo nefasto.

Il vuoto lasciato dalla sua assenza sarà colmato da una legione di lealisti globali che continueranno a cercare il dominio globale. ⁃ Editor TN

David Rockefeller è stato l'ultimo della sua generazione in una famosa famiglia americana che ha insegnato ai suoi figli che la ricchezza comporta grandi responsabilità. Anche da bambini, lui e i suoi fratelli dovevano mettere da parte parti delle loro indennità per donazioni di beneficenza.

Quella lezione è durata per tutta la vita; per celebrare il suo 100 compleanno in 2015, Rockefeller ha donato a 1,000 acri di terra vicino a un parco nazionale nello stato del Maine.

Rockefeller è morto lunedì nel sonno nella sua casa di Pocantico Hills all'età di 101, secondo il suo portavoce, Fraser P. Seitel.

Era il nipote del co-fondatore della Standard Oil John D.Rockefeller e il più giovane di cinque figli e una figlia nati da John D.Rockefeller Jr. Era anche il guardiano della fortuna della sua famiglia e capo di una vasta rete di interessi familiari, sia business che filantropica, che andava dalla conservazione ambientale alle arti.

A differenza dei suoi fratelli Nelson, il governatore di New York che aveva fame della Casa Bianca e fu per breve tempo vicepresidente, e Winthrop, un governatore dell'Arkansas, David Rockefeller esercitò potere e influenza senza mai cercare cariche pubbliche. Tra i suoi numerosi successi spronarono il progetto che portò al World Trade Center.

"Nessun individuo ha contribuito di più alla vita commerciale e civica di New York per un periodo di tempo più lungo di David Rockefeller", ha affermato Michael Bloomberg, ex sindaco e collega miliardario. “Ho ammirato a lungo il suo impegno per la città, iniziato con un lavoro da un dollaro all'anno come segretario del sindaco Fiorello La Guardia. Durante la mia permanenza in municipio, era sempre lì per la città quando abbiamo chiamato. "

A differenza degli altri suoi fratelli, John D. 3rd e Laurance, che si sono allontanati dai riflettori e erano noti per la filantropia, David Rockefeller ha abbracciato gli affari e viaggiato e ha parlato ampiamente come campione del capitalismo illuminato.

"Il capitalismo americano ha portato più vantaggi a più persone di qualsiasi altro sistema in qualsiasi parte del mondo in qualsiasi momento della storia", ha detto. "Il problema è vedere che il sistema funziona nel modo più efficiente e onesto possibile".

Rockefeller si è laureato ad Harvard in 1936 e ha conseguito un dottorato in economia presso l'Università di Chicago in 1940. Ha prestato servizio nell'esercito durante la seconda guerra mondiale, quindi ha iniziato a scalare i ranghi del management presso Chase Bank. Quella banca si fuse con la società di Manhattan in 1955.

Fu nominato presidente di Chase Manhattan nel 1961 e presidente e CEO otto anni dopo. Si è ritirato nel 1981 all'età di 65 anni dopo una carriera di 35 anni.

Nel suo ruolo di statista d'affari, Rockefeller predicava il capitalismo in patria e favoriva l'assistenza alle economie all'estero sulla base del fatto che portare prosperità nel Terzo mondo avrebbe creato clienti per i prodotti americani.

Si separò da alcuni dei suoi colleghi capitalisti sulle imposte sul reddito, definendo sconveniente guadagnare un milione e poi trovare modi per evitare di pagare le tasse. Non ha detto quanto ha pagato in tasse e non ha mai parlato pubblicamente del suo valore personale. Nel 2015, la rivista Forbes ha stimato la sua fortuna in 3 miliardi di dollari.

Come uno dei nipoti dei Rockefeller, David apparteneva all'ultima generazione in cui i miliardi di famiglie ereditate erano concentrati in poche mani. La generazione successiva, nota come "i cugini", è più numerosa.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

7 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Wrusssr

Possa lui ottenere le sue giuste ricompense Il mio riposo a pezzi. Possano seppellirlo a faccia in giù in modo che non possa scavare fuori dalla sua tomba.

Alfred

Si può solo sperare che i suoi sogni messianici di governo mondiale per il cartello globale passino con lui.

Sam FOx

Odio vedere morire gli impenitenti, ma non ho voce in capitolo sulla morte di quest'uomo. Mi mancherà come il vaiolo, la malattia e la lebbra.

SamFox

Dan

Spero che Soros sia proprio dietro di lui!

alex

(imho) Questo articolo è troppo accattivante e avuncolare per un uomo responsabile in parte con i suoi altri cospiratori ponerologici allo 0.01% ... per le orribili morti di centinaia di milioni di uomini, donne e bambini innocenti.
.. "Tutte le guerre ... sono guerre di banchieri"

Richard

Il globalismo è l'agenda di Satana, David era solo il suo strumento

CitizenCraig

“Siamo grati al Washington Post, al New York Times, alla rivista Time e ad altre grandi pubblicazioni i cui direttori hanno partecipato ai nostri incontri e rispettato le loro promesse di discrezione per quasi quarant'anni. … Sarebbe stato impossibile per noi sviluppare il nostro piano per il mondo se in quegli anni fossimo stati soggetti alle luci della pubblicità. Ma il mondo ora è molto più sofisticato e pronto a marciare verso un governo mondiale. La sovranità sovranazionale di un'élite intellettuale e di banchieri mondiali è sicuramente preferibile all'autodeterminazione nazionale praticata nei secoli passati ". -... Per saperne di più »