Crisi energetica: l'Europa affronta il caos totale con l'inizio del razionamento forzato dell'energia

Per favore, condividi questa storia!
La guerra artificiosa in Ucraina ha messo in ginocchio la dipendenza energetica dell'Europa, facendo salire i prezzi sulla Luna. Peggio ancora, ci saranno grandi sacche di popolazione che non avranno energia zero a qualsiasi prezzo. Le persone moriranno e le nuove rivolte faranno sembrare quelle vecchie una festa di compleanno. Considerando la guerra di Biden all'energia negli Stati Uniti, ti chiedi cosa stessero facendo lui e suo figlio, Hunter Biden in Ucraina in primo luogo?

Hunter ha ricevuto $ 50,000 al mese da una compagnia energetica ucraina, Burisma, nonostante non avesse esperienza nel settore energetico.

In Germania, dove i contatori intelligenti sono stati installati nella maggior parte delle case e delle aziende, il razionamento verrà eseguito da remoto e i consumatori non avranno voce in capitolo né possibilità di ricorso. ⁃ Editore TN

Un alto funzionario del Partito dei Verdi ha suscitato polemiche suggerendo ai tedeschi di usare salviette invece di fare la doccia, oltre ad acquistare costosi sistemi di riscaldamento ecologico che sono inaccessibili per la persona media.

I commenti sono stati formulati dal primo ministro del Baden-Württemberg Winfried Kretschmann in risposta alla crisi energetica, che sarà esacerbata questo inverno a causa della carenza di gas causata dalla guerra in Ucraina.

"Anche la salvietta è un'invenzione utile", ha detto il politico dei Verdi Südwest-Presse.

Vantando le proprie eco-credenziali, Kretschmann si vantava: "Ho un'auto elettrica, ho un enorme impianto fotovoltaico sul tetto".

Il sistema di riscaldamento a pellet che Kretschmann utilizza nella sua casa costa fino a 21,000 euro e oltre, una cifra completamente irrealistica per i tedeschi che già lottano per pagare le bollette dell'energia.

Remix notizie ha spiegato l'effettivo costo ambientale della cosiddetta soluzione di Kretschmann.

“La rivista Wired riferisce che questi dispositivi si basano principalmente su pellet di legno provenienti dalle foreste nel sud-est degli Stati Uniti. Vengono quindi spediti dall'altra parte del mondo a individui come Kretschmann, nonostante molti scienziati sostengano che questi pellet sono inquinanti quanto il carbone".

“Sebbene provengano da una risorsa rinnovabile, le foreste vengono abbattute negli Stati Uniti per produrre questa risorsa e, secondo Greenpeace, la pratica distrugge la biodiversità e rovina interi ecosistemi. Gli scienziati stimano che ci vorranno da 44 a oltre 100 anni prima che queste foreste ricrescano e, per coloro che sono preoccupati per il cambiamento climatico, affermano che questa distruzione delle foreste naturali costerà al pianeta incommensurabilmente”.

La reazione al consiglio di Kretschmann probabilmente non è stata quella prevista dal politico verde, con l'hashtag #Waschlappen hashtag (tedesco per "asciugamano") di tendenza su Twitter.

“Il nostro Paese affronta una crisi energetica che minaccia la prosperità di milioni di persone! E qual è la risposta del padre verde Kretschmann? Non fare la doccia tutti i giorni: 'Anche il #Waschlappen è un'invenzione utile.' Che tipo di persone governano effettivamente la Germania?" chiese Gerhard Papke, il presidente della Società tedesco-ungherese.

Come prima evidenziato, la Germania potrebbe dover affrontare blackout e il crollo della rete elettrica questo inverno dopo che i cittadini hanno iniziato a farsi prendere dal panico per l'acquisto di stufe elettriche per il timore che le forniture di gas potessero essere interrotte.

Anche le forniture di legna da ardere e di stufe si stanno esaurendo, mentre lo sono le città di tutta la Germania pianificazione utilizzare i palazzetti dello sport e le sale espositive come "spazi di riscaldamento" quest'inverno per aiutare i cittadini congelati che non possono permettersi costi energetici alle stelle.

Ai tedeschi è stato anche detto di fare meno docce, indossare più strati di vestiti ed evitare di lavarsi i vestiti e di guidare la macchina con la stessa frequenza.

Come abbiamo segnalati la scorsa settimana, il ministro dell'Interno dello stato tedesco della Renania settentrionale-Vestfalia (NRW), Herbert Reul (CDU), ha oltraggiosamente suggerito che i tedeschi che potrebbero pianificare di protestare contro i blackout energetici fossero "nemici dello stato" ed "estremisti" che vogliono per rovesciare il governo.

Altri osservatori prevedono rivolte in risposta alla carenza di energia che faranno sembrare i disordini contro il blocco una "festa di compleanno per bambini".

Leggi la storia completa qui ...

Informazioni sull'editor

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

6 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Blaise Vanne

Ad agosto 2022, c'è il 20% in più di coralli sulla Grande Barriera Corallina nel 2022 e l'anno scorso era già a un livello record. La dimensione totale della barriera corallina è circa l'area della California. Anche i bugiardi della Reuters hanno dovuto ammetterlo https://www.reuters.com/business/environment/parts-australias-great-barrier-reef-show-highest-coral-cover-36-years-2022-08-04/, Parti della Grande Barriera Corallina australiana mostrano la copertura corallina più alta degli ultimi 36 anni Di Sonali Paul e James Redmayne

Vedi anche 2022 https://www.dailywire.com/news/with-an-increase-in-coral-cover-the-great-barrier-reef-is-thriving
Ma non preoccuparti, la sinistra è ancora lì, in questo assurdo articolo pseudo-scientifico su  https://theconversation.com/record-coral-cover-doesnt-necessarily-mean-the-great-barrier-reef-is-in-good-health-despite-what-you-may-have-heard-188233 . Da rivedere per sapere quali sono i punti di discussione del fasco-marxista

[…] Leggi di più: Crisi energetica: l'Europa affronta il caos totale […]

trackback

[…] Inizia il razionamento forzato dell'energia […]

tildmo

Se potessimo mandare i nostri politici nei gulag in Siberia per assaporare un vero assaggio dell'inverno, alcuni di loro potrebbero sopravvivere e tornare con un atteggiamento più rispettoso al freddo che impongono.
Ma in qualche modo dubito che la Russia possa essere persuasa a lasciarli entrare nel proprio paese.

[…] Crisi energetica: l'Europa affronta il caos totale mentre inizia il razionamento forzato dell'energia […]