I contatori intelligenti continuano a sollevare domande sulla sicurezza dei dati

vuoto
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
Quasi il 50% di tutti i contatori è stato sostituito con Smart Meter ma i problemi relativi a dati e privacy non sono mai stati affrontati in modo adeguato. Il portavoce dell'utilità in questo articolo afferma falsamente che i misuratori "monitorano solo quanta energia viene utilizzata in totale, non come viene utilizzata all'interno della famiglia". Editor TN Editor

Mentre le società di servizi pubblici di tutto lo stato lanciano nuovi contatori elettrici connessi a Internet, i supervisori della Smithfield Township chiedono a Met-Ed di mostrare come proteggono le informazioni dei clienti. Questa settimana il Consiglio delle autorità di vigilanza ha scritto una lettera a FirstEnergy Corp., la società madre di Met-Ed, e ai funzionari statali di regolamentazione chiedendo quali protezioni sono in atto per mantenere i dati dei consumatori privati ​​da occhi indesiderati.

"Quali limiti sono stati posti alla raccolta dei dati e alle autorizzazioni per la raccolta dei dati oltre i totali del ciclo di fatturazione mensile?", Afferma nella lettera, datata 14, al presidente di FirstEnergy, presidente regionale, presidente di stato, Office of Consumer Advocates e Commissione di utilità pubblica della Pennsylvania. "L'avviso inviato ai nostri residenti non fa menzione di questo, eppure è di primaria importanza per noi al fine di proteggere e proteggere i dati delle nostre famiglie residenziali".

"Quale sicurezza esiste, come viene amministrata e chi ne controlla l'efficacia per quanto riguarda la prevenzione dell'hacking del sistema e la possibilità di incidenti denial of service?", Continua la lettera. "Chiediamo fermamente che entrambi questi problemi vengano affrontati prima che la tecnologia dei contatori intelligenti sia autorizzata a progredire".

Pennsylvania Act 129 di 2008 richiede alle grandi aziende elettriche dello stato di installare dispositivi di monitoraggio connessi a Internet, o contatori intelligenti, da 2023 o prima. Il mandato è stato emanato nel tentativo di aumentare l'efficienza, poiché i dispositivi intelligenti aumentano il controllo a livello di sistema e migliorano la disponibilità dei dati sia per i fornitori di servizi che per i consumatori trasmettendo il consumo di energia in modalità wireless.

Le installazioni sono già iniziate in alcune famiglie. Met-Ed ha iniziato il suo lancio per la maggiore area di servizio di Stroudsburg a giugno e la società prevede di trasferire l'intera area di servizio della contea di Monroe entro marzo di 2019, secondo il più recente programma di distribuzione di Met-Ed.

Venerdì, il portavoce del Met-Ed Aaron Ruegg ha dichiarato che la compagnia sta facendo ogni sforzo per proteggere la privacy dei clienti.

"FirstEnergy attribuisce la massima importanza alla sicurezza e alla protezione di tutti gli aspetti del nostro sistema elettrico e dei relativi sottosistemi", ha affermato in una e-mail del venerdì pomeriggio. "La nostra rete di comunicazione è un ambiente ad alta sicurezza che utilizza più livelli di protezione da accessi indesiderati, incluso l'uso di password, firewall, crittografia dei dati, monitoraggio continuo e altri controlli di sicurezza."

I contatori intelligenti, che sono in molti modi simili alle loro controparti non collegate, monitorano solo quanta energia viene utilizzata in totale, non come viene utilizzata all'interno della famiglia, ha anche detto. Inoltre, i contatori intelligenti non memorizzano o trasmettono informazioni personali identificabili come nomi o indirizzi.

"Seguiamo le linee guida sulla sicurezza informatica stabilite dal National Institute of Standards and Technology", ha dichiarato Ruegg. “FirstEnergy si assume la responsabilità di proteggere la privacy e la sicurezza dei nostri clienti molto sul serio. Inoltre, proteggiamo le tue informazioni allo stesso modo in base alle attuali leggi sulla protezione della privacy, indipendentemente dal tipo di contatore. "

Il National Institute of Standard and Technology ha rifiutato di commentare le sue linee guida per la sicurezza informatica. Gli esperti all'interno del NIST non hanno potuto discutere di eventuali minacce correlate senza la conoscenza tecnica dei dettagli di implementazione della società di servizi, ha detto il portavoce Chad Boutin venerdì.

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


Sottoscrivi
Notifica
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti