Il Congresso inizia a combattere Twitter su Shadow Banning

Per favore, condividi questa storia!

Il rappresentante Matt Gaetz (R-FL) ha presentato un reclamo alla Commissione elettorale federale (FEC) contro Twitter dopo aver scoperto che il suo account era stato bannato - la pratica di escludere o ridurre la visibilità dei propri tweet dalla normale circolazione sulla piattaforma .

La decisione di Gaetz arriva dopo diverse settimane di utenti conservatori che hanno dimostrato di essere stati soggetti a "Discriminazione del filtro di qualità"(QFD) shadowban, così come un" glitch "segnalato da VICE che escludeva i nomi degli utenti dalla compilazione automatica dei risultati di ricerca.

Durante un'apparizione con Volpe's Tucker Carlson, Gaetz ha annunciato di aver presentato la denuncia alla FEC, che "offre ai suoi rivali politici un vantaggio ingiusto", riferisce Cassandra Fairbanks del Gateway Pundit.

All'inizio della settimana, Gaetz ha detto al Visitatore quotidiano "Le prove si stanno accumulando sul fatto che vengo trattato in modo diverso su Twitter rispetto alle persone della sinistra politica e non mi piace perché mi piace la piattaforma Twitter, mi piace il coinvolgimento, mi piace la franchezza", aggiungendo " che avendo vinto la mia elezione con il 69% dei voti per servire al Congresso, il mercato delle idee avrebbe potuto accogliere le mie opinioni ".

Gaetz ha anche equiparato il suo shadowban di Twitter ad aiutare direttamente i suoi avversari politici.

"Quindi credo che Twitter possa aver donato illegalmente alle campagne dei miei avversari pregiudicando il mio contenuto", ha detto, sottolineando anche su Twitter che anche diversi importanti legislatori conservatori erano soggetti alla pratica.

Forse nella sua denuncia FEC Gaetz includerà video sotto copertura di Progetto Veritas, che ha catturato diversi dipendenti di Twitter a gennaioammettendo di mettere in ombra i divieti e altri pregiudizi nei confronti dei conservatori.

Abhinav Vadrevu:  â€œUna strategia consiste nel mettere al bando ombra in modo da avere il controllo finale. L'idea di un divieto ombra è che si bandisce qualcuno ma non sa di essere stato bandito, perché continua a postare ma nessuno vede il suo contenuto ".

“Quindi pensano semplicemente che nessuno sia coinvolto con il loro contenuto, quando in realtà nessuno lo vede. Non so se Twitter lo fa più. "

Nel frattempo, Olinda Hassan, responsabile delle politiche per il team Trust and Safety di Twitter, ha dichiarato il 15 dicembre 2017 a una festa festiva di Twitter che lo sviluppo di un sistema di "down ranking" "persone di merda" è in corso:

"Si. È qualcosa su cui stiamo lavorando. È qualcosa su cui stiamo lavorando. Stiamo cercando di convincere le persone di merda a non presentarsi. È un prodotto su cui stiamo lavorando in questo momento. ”

Come abbiamo riportato il Mercoledì, Mercoledì mattina il product lead di Twitter Kayvon Beykpour ha rilasciato una spiegazione per lo più inutile sulla piattaforma, suggerendo che "stanno sempre lavorando per migliorare i nostri modelli di ranking basati sul comportamento" e che la loro "ampiezza e accuratezza non dà giudizi basati su visioni politiche."

E venerdì, Twitter ha emesso un Proclamazione orwelliana annunciando che non fanno assolutamente shadowban alle persone, tranne che poi descrivono esattamente come lo fanno.

"La gente ci chiede se vietiamo l'ombra. Noi non. Ma cominciamo con "che cosa sta vietando l'ombra?"

La migliore definizione che abbiamo trovato è questa: rendere deliberatamente il contenuto di qualcuno non rilevabile a tutti tranne che alla persona che lo ha pubblicato, all'insaputa del poster originale. " -Twitter 

Quindi, Twitter ribadisce che non fanno ombra al divieto - con l'avvertenza tra parentesi che potresti dover andare direttamente alla timeline di alcuni utenti per vedere i loro tweet.

“Non facciamo ombra al divieto. Puoi sempre vedere i tweet dagli account che segui (anche se potresti dover fare più lavoro per trovarli, come andare direttamente al loro profilo). E certamente non ombreggiamo il divieto sulla base di punti di vista politici o ideologie ". -Twitter 

In altre parole, Twitter dice che non fa ombra al divieto, è solo che twitta dalle persone che segui potrebbe non apparire mai a meno che non si faccia clic direttamente nella loro sequenza temporale.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

1 Commento
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Rich Hutton

Il Congresso ha iniziato una lotta per la libertà di parola ??? Ahahahaha !!! Se le parole LOGICA, REALTÀ, VERITÀ, MORALITÀ E ONESTÀ possiedono ancora la stessa definizione e hanno lo stesso significato per cui erano state originariamente create per fare ... Allora il primo pugno ha iniziato letteralmente questo primo combattimento di ammenda poiché tutti i primi pugni iniziano sempre tutti i combattimenti ... Quindi Il Congresso non ha iniziato questa dannata lotta ... In tutta onestà e realtà il Congresso si sta effettivamente difendendo contro i COMMI DEMONCRATICI NWO che hanno lanciato il PRIMO PUNZONE contro il nostro primo emendamento I diritti e le libertà sono conosciuti come libertà di parola ... Desidero davvero... Per saperne di più »