Come il grande reset sta accelerando nella tirannia globale

Per favore, condividi questa storia!
Dal 1978, ho affermato che l'obiettivo dell'élite globale è quello di accaparrarsi tutte le risorse del mondo, senza lasciare proprietà privata a nessun altro. Quando ho scoperto la tecnocrazia storica, era chiaro che era il mezzo utilizzato per farlo. Oggi è ovvio in faccia. Se avranno successo, rappresenterà la più grande rapina nella storia del mondo. Editor TN

STORIA IN BREVE

> L'agenda 2030 del World Economic Forum include il detto che "non possiedi nulla e sarai felice". L'implicazione non dichiarata è che le risorse del mondo saranno possedute e controllate dall'élite tecnocratica e dovrai pagare per l'uso temporaneo di tutto

> L'agenda 2030 del WEF fa parte di ciò che ora viene pubblicizzato come The Great Reset

> Fa parte di The Great Reset anche la transizione dal capitalismo degli azionisti al "capitalismo degli stakeholder", che secondo i leader mondiali fornirà "equità" per tutti

> In realtà, il capitalismo delle parti interessate distrugge la libertà e sposta il potere sulle nazioni dai governi eletti alle società private e ad altri "stakeholder" non eletti come il WEF

> Dal primo trimestre del 2020, abbiamo già avuto un assaggio di cosa significherà The Great Reset per la salute pubblica. La premessa di base è quella di uno stato di biosicurezza, dove “stakeholder” non eletti decidono cosa è meglio per tutti

L'agenda 2030 del World Economic Forum include il detto stranamente minaccioso che "non possiedi nulla e sarai felice". L'implicazione non dichiarata è che le risorse del mondo saranno possedute e controllate dall'élite tecnocratica, e dovrai pagare per l'uso temporaneo di assolutamente tutto.

Niente ti apparterrà davvero. Tutti gli oggetti e le risorse devono essere utilizzati dal collettivo, mentre la proprietà effettiva è limitata a uno strato superiore della classe sociale. In che modo questa servitù imposta ti renderà felice?

Ancora una volta, l'implicazione non dichiarata è che la mancanza di proprietà è una comodità: ti stanno solo semplificando la vita. Noleggia un vaso e poi restituiscilo. Non hai bisogno di spazio di archiviazione! Immagina la libertà! Promettono persino la comodità della consegna automatica dei droni direttamente a casa tua.

L'intelligenza artificiale, che sta sottraendo i tuoi dati su ogni aspetto della tua esistenza attraverso quasi ogni pezzo di tecnologia ed apparecchio che possiedi, gestirà la tua vita, prevedendo ogni tuo stato d'animo e desiderio, soddisfacendo ogni tuo capriccio. Ah, il lusso di non dover prendere nessuna decisione!

Furto pianificato sotto la copertura di una pandemia

Questa è la mentalità che stanno cercando di programmare in te. Solo per fare un esempio, in un annuncio video di metà novembre 2020, il primo ministro canadese Justin Trudeau ha dichiarato:1

“Questa pandemia ha fornito un'opportunità per un reset. Questa è la nostra occasione per accelerare i nostri sforzi pre-pandemia per reimmaginare i sistemi economici che affrontano effettivamente le sfide globali come la povertà estrema, la disuguaglianza e il cambiamento climatico».

Alcuni, tuttavia, stanno iniziando a rendersi conto che queste narrazioni di "ricostruire meglio" e "ripristinare" l'economia per garantire "equità" sono proverbiali trappole per topi. Una volta che avrai morso il formaggio, rimarrai bloccato, derubato della tua libertà per sempre.

Nel video sopra, l'autore Douglas Kruger spiega perché la libertà è impossibile senza il diritto alla proprietà privata. L'élite tecnocratica ovviamente non vuole che tu capisca le ramificazioni del mondo reale di ciò che hanno pianificato, motivo per cui cercano di vendere questa idea diabolica come qualcosa che andrà a beneficio della società e finalmente renderà la vita equa per tutti. È una narrazione attraente, ma una fantasia pericolosa in cui credere. Come notato il 16 novembre 2020, da National File:2

"... Trudeau ha suggerito che il virus COVID-19 ha fornito un'"opportunità per un ripristino ... per reimmaginare i sistemi economici". Questo è stato preso come un'approvazione di un piano del World Economic Forum per concentrare la maggior parte della proprietà privata nelle mani delle mega-corporazioni Big Tech.

Il piano "Great Reset" prevede una collaborazione tra i governi nazionali e gli organismi internazionali per "resettare il capitalismo" con uno stato di welfare/sorveglianza tecnocratico transnazionale integrato entro il 2030...

Le corporazioni membri del WEF e i partner governativi realizzerebbero il "ripristino" utilizzando la politica economica per abolire virtualmente la proprietà individuale e concentrare quasi tutta la ricchezza nelle mani delle mega-corporazioni internazionali.

L'idea sarebbe quella di sfruttare lo stato sociale e la gig economy per sostituire lo status quo economico della proprietà individuale con uno in cui la maggior parte dei bisogni individuali viene invece affittata”.

Impara a riconoscere i grandi slogan di reset

L'agenda 2030 del WEF è parte integrante di ciò che ora viene pubblicizzato come The Great Reset,3 un piano che ha avuto origine in qualcosa chiamato Global Redesign Initiative, redatto dal WEF sulla scia della crisi economica del 2008. Il sito web del Transnational Institute descrive l'iniziativa come "multi-stakeholderismo" come una "nuova forma di governance globale".4

In una nota a margine, mentre stavo inserendo il riferimento del Transnational Institute, ho notato che l'URL includeva le parole "cancellazione del backup del termine di tassonomia in seguito". Non so se questo significa qualcosa, ma ho archiviato5 la pagina per ogni evenienza. Altri termini e slogan che descrivono vari aspetti di questo programma di acquisizione globale includono:

  • La Quarta Rivoluzione Industriale, che fa parte del movimento transumanista.6 Nel video sopra, il fondatore del WEF Klaus Schwab descrive questi piani
  • Ricostruire meglio
  • The Green New Deal
  • "Equità"
  • Capitalismo degli stakeholder

Negli ultimi giorni, abbiamo visto una sfilza di leader mondiali uscire di pari passo per denunciare il capitalismo, dicendo che abbiamo bisogno del "capitalismo delle parti interessate". Tra questi c'è la presidente della Camera Nancy Pelosi, che il 17 settembre 2021 ha parlato contro il capitalismo in un incontro a Londra.7,8

"In America, il capitalismo è il nostro sistema, è il nostro sistema economico, ma non ha servito la nostra economia come avrebbe dovuto", ha detto. “Quindi quello che vogliamo fare non è allontanarci da questo, ma migliorarlo.

Non si può avere un sistema in cui il successo di alcuni nasca dallo sfruttamento dei lavoratori e nasca dallo sfruttamento dell'ambiente e del resto, e dobbiamo correggerlo».

Il presidente Biden è il primo presidente degli Stati Uniti ad abbracciare il capitalismo degli stakeholder per nome,9 e leader democratici, tra cui il vicepresidente Kamala Harris e la senatrice Elizabeth Warren, hanno presentato proposte politiche che trasformerebbero in legge il capitalismo delle parti interessate.10

Che cos'è il capitalismo degli stakeholder?

Ma cos'è il capitalismo degli stakeholder? Se è più equo e rende tutti più prosperi rispetto al sistema capitalista azionario che abbiamo attualmente, non dovremmo tutti sostenerlo? Il problema è che il modo in cui viene descritto non è come funziona effettivamente nel mondo reale. Sembra fantastico in teoria, ma il risultato finale non andrà a beneficio della persona media.

Come riportato da Ivan Wecke su Open Democracy, in un articolo intitolato "A parte le teorie del complotto, c'è qualcosa di sospetto nel grande reset":11

“L'insieme delle teorie del complotto attorno al Grande Reset è nebuloso e difficile da definire, ma metterle insieme ci dà qualcosa del genere: il Grande Reset è il piano dell'élite globale per instaurare un ordine mondiale comunista abolendo la proprietà privata mentre si usa COVID- 19 per risolvere la sovrappopolazione e schiavizzare ciò che resta dell'umanità con i vaccini.

Incuriosito... ho deciso di scoprire in cosa consisteva veramente il piano Great Reset del WEF. Al centro delle teorie del complotto ci sono programmi segreti e intenzioni malevole.

Sebbene questi possano essere assenti dall'iniziativa Great Reset del WEF, quello che ho trovato era qualcosa di quasi altrettanto sinistro nascosto in bella vista. In effetti, è più sinistro perché è reale e sta accadendo ora. E coinvolge cose fondamentali come il nostro cibo, i nostri dati e i nostri vaccini.

Le parole magiche sono "capitalismo delle parti interessate", un concetto che il presidente del WEF Klaus Schwab ha martellato da decenni e che occupa un posto d'onore nel piano Great Reset del WEF da giugno 2020.

L'idea è che il capitalismo globale dovrebbe essere trasformato in modo che le aziende non si concentrino più esclusivamente sul servizio agli azionisti, ma diventino custodi della società creando valore per clienti, fornitori, dipendenti, comunità e altri "stakeholder".

Il modo in cui il WEF vede l'attuazione del capitalismo degli stakeholder è attraverso una serie di "partenariati multi-stakeholder" che riuniscono il settore privato, i governi e la società civile in tutte le aree della governance globale.

L'idea del capitalismo degli stakeholder e delle partnership multi-stakeholder potrebbe sembrare calda e confusa, finché non scaviamo più a fondo e ci rendiamo conto che ciò significa in realtà dare alle corporazioni più potere sulla società e meno alle istituzioni democratiche".

Il capitalismo degli stakeholder aumenta il potere delle corporazioni

La Global Redesign Initiative, che è servita come base per il Great Reset, è stata descritta come "la proposta più completa per ridisegnare la governance globale dalla formulazione delle Nazioni Unite durante la seconda guerra mondiale".12 Quindi, questo non è un piccolo aggiustamento. È una revisione completa del modo in cui facciamo affari e governiamo le nazioni, non solo negli Stati Uniti ma a livello globale.

In questo modello multi-stakeholder, il governo è solo uno dei tanti stakeholder. Altre parti interessate che dovrebbero essere prese in considerazione includono organizzazioni non governative come lo stesso WEF e le multinazionali. In altre parole, queste altre parti interessate avranno voce in capitolo su come le nazioni sono governate.

Si noti che i leader mondiali sottolineeranno che le parti interessate includono l'ambiente ei lavoratori. La verità, tuttavia, è che i bisogni ei desideri dei lavoratori e del mondo naturale sono difficilmente al centro di questo modello. Come spiegato da Wecke:13

“Invece di aziende che servono molti stakeholder, nel modello multi-stakeholder di governance globale, le aziende vengono promosse a stakeholder ufficiali nel processo decisionale globale, mentre i governi sono relegati ad essere uno dei tanti stakeholder.

In pratica, le aziende diventano le principali parti interessate, mentre i governi assumono un ruolo secondario e la società civile è principalmente una vetrina”.

Il capitalismo delle parti interessate sta prendendo il sopravvento con lo stealth

Wecke sottolinea che questo ecosistema multi-stakeholder è già stato implementato e si sta espandendo ogni giorno che passa. Non è qualcosa che stanno proponendo di implementare in futuro. Invece, in pratica ci stanno dicendo solo ora cosa fanno già da anni.

"I gruppi multi-stakeholder si sono diffusi in tutti i settori del sistema di governance globale", afferma Wecke, osservando che ci sono già "più di 45 gruppi multi-stakeholder globali che stabiliscono standard e stabiliscono linee guida e regole in una serie di aree".

Questi gruppi, che non hanno responsabilità democratiche, sono costituiti da grandi società multinazionali, che reclutano addetti ai lavori all'interno del governo, della società civile e delle istituzioni educative. Insieme, affermano di risolvere tutti i tipi di problemi che affliggono la società.

Essenzialmente, credono di sapere cosa è meglio per tutti, e senza essere stati eletti per parlare e agire per nostro conto, stanno prendendo decisioni unilaterali che detteranno il modo in cui viviamo, cresciamo e prosperiamo.

Come solo un esempio di un "ecosistema" multi-stakeholder che è già attivo e funzionante è l'iniziativa COVAX, il cui obiettivo è accelerare il lancio dei vaccini COVID-19. Questa iniziativa è stata creata da due gruppi multi-stakeholder, GAVI e la Coalition for Epidemic Preparedness Innovations (CEPI), in collaborazione con l'Organizzazione mondiale della sanità e finanziata dai governi.

GAVI e CEPI sono entrambi legati al WEF, alla Bill & Melinda Gates Foundation e a una lunga lista di compagnie farmaceutiche. Come notato da Wecki, mentre i governi finanziano l'iniziativa COVAX, le coalizioni incentrate sulle imprese (GAVI e CEPI) stanno supervisionando e raccogliendo i profitti dal lavoro.

Ci è già stato dato un assaggio del problema centrale di questo sistema, ovvero che è interamente orientato al profitto. Nel 2020, il Sudafrica e l'India hanno cercato di revocare le norme sulla proprietà intellettuale sulle tecnologie dei vaccini COVID-19 per aumentare la produzione nei paesi in via di sviluppo. GAVI, lo stesso Gates e l'industria farmaceutica si sono fortemente opposti, come ci si aspetterebbe.

Come mai? Perché la salute pubblica non è il loro principale incentivo o motivazione. Il profitto è. Il profitto è il loro interesse principale e, in quanto "stakeholder" primario, i loro interessi devono essere soppesati rispetto ad altri interessi degli stakeholder, come il desiderio e il desiderio delle persone di non ammalarsi e morire. E, beh, sono al centro della struttura del potere, quindi indovina di chi è l'interesse che vince e vincerà sempre?

Il capitalismo delle parti interessate distruggerà la libertà

Wecke descrive il multistakeholderismo come "l'aggiornamento del multilateralismo del WEF", che è il sistema con cui le nazioni del mondo stanno attualmente lavorando insieme. Al centro ci sono le Nazioni Unite.

Finora, questo sistema è ancora democratico, almeno in teoria, poiché i leader eletti sono quelli riuniti per prendere decisioni globali. Il problema che stiamo affrontando è che il capitalismo degli stakeholder ora proposto non approfondirà la democrazia ma piuttosto la eliminerà del tutto.

Il suo design mette da parte i governi e mette le parti interessate non elette, principalmente le società transnazionali, al posto di guida, dando loro l'autorità definitiva di prendere decisioni per il mondo nel suo insieme, che è esattamente ciò che abbiamo iniziato a sperimentare sempre di più durante questa pandemia. Come spiegato da Wecke:14

“In parole povere, le partnership multi-stakeholder sono partnership pubblico-private sulla scena globale. E hanno implicazioni nel mondo reale per il modo in cui sono organizzati i nostri sistemi alimentari, come è governata la grande tecnologia e come vengono distribuiti i nostri vaccini e medicinali”.

Anche per noi è previsto un ripristino medico

Dal primo trimestre del 2020, abbiamo già avuto un assaggio di cosa significherà The Great Reset per la salute pubblica. Fondamentalmente si basa sulla premessa che viviamo in uno stato di biosicurezza, dove questi "stakeholder" non eletti decidono cosa è meglio per noi, indipendentemente da come ci sentiamo al riguardo.

Ad esempio, gli ospedali negli Stati Uniti sono tutti istruiti a utilizzare i trattamenti COVID più letali che si possano immaginare e i medici che sfidano la guida e fanno effettivamente ciò che è meglio per i loro pazienti stanno vedendo minacciate le loro licenze mediche. Il semplice parlare di trattamenti COVID efficaci metterà un bersaglio sulla schiena di un medico.

Nei paesi di tutto il mondo, alle persone viene detto che i colpi di COVID sono l'unico modo per andare avanti e i passaporti dei vaccini – una volta derisi come una teoria della cospirazione paranoica – vengono implementati. Chi ha preso queste decisioni? Nessuno sta ammettendo la vera fonte di queste decisioni di blocco, ma possiamo essere sicuri che provengono da un hub centrale, gestito da persone che nessuno ha mai votato al potere.

In tutto il mondo si sta svolgendo un gioco mentale contorto, in cui i leader mondiali ora ci dicono che i passaporti dei vaccini sono il nostro "biglietto per la libertà", ignorando completamente il fatto che la nostra libertà non è, e non può essere, basata sulle nostre scelte mediche .

Trudeau, ad esempio, ha recentemente affermato che i passaporti dei vaccini sono "tutto" per farti sapere che "se hai fatto le cose giuste, puoi essere al sicuro" ovunque tu vada.15 E quelli che si rifiutano di fare "la cosa giusta", beh, semplicemente non hanno diritto a quelle stesse "libertà".

È chiaro che le contromisure per la malattia che attualmente vediamo per il COVID-19 non finiranno con il COVID-19. Il presidente Biden ha già firmato un ordine esecutivo aggiungendo il morbillo all'elenco delle malattie per le quali una persona può essere messa in quarantena e/o costretta ad autoisolarsi "per proteggere la salute pubblica".16

Ancora una volta, ciò che si sta costruendo intorno a noi è uno stato di biosicurezza che controllerà ogni aspetto della nostra vita sotto l'egida della "protezione della salute pubblica", il tutto senza fare nulla del genere. È innegabile che le contromisure COVID abbiano causato molta più distruzione di quanto non abbia effettivamente fatto il virus, e queste contromisure continuano a distruggere vite e uccidere persone inutilmente, il tutto sotto la bandiera di tenerci "al sicuro" dalle malattie.

Il fatto che le persone muoiano per suicidio, fame, problemi medici non curati e lesioni da vaccino, beh, questo non conta. Ci stanno proteggendo dal COVID! Naturalmente, questo verrà esteso per proteggerci da altre infezioni del giorno.

In conclusione, il capitalismo delle parti interessate è essenzialmente una forma di fascismo globale, in cui le nazioni non sono gestite solo da governi eletti, ma da corporazioni non elette in collaborazione con il governo. Per quanto riguarda "equità", non trattengo il respiro perché si avveri. L'equità di cui stanno parlando è che tutti noi siamo nella stessa miserabile posizione di non possedere nulla e non avere diritti umani.

 Fonti e riferimenti

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite
12 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Greg

Ho sempre percepito la dichiarazione per inferire “Sarai felice…. o altro." È un comando.

sto solo dicendo

Qualcuno nota nel video di Douglas Kruger al punto 4:29 che quelli sul sedile posteriore sono Donald Trump e Greta Thunberg (la foto di copertina della rivista Time). Dicono che Trump e Greta non servono più.

Ultima modifica 26 giorni fa di Justsayin
Greg

La cosiddetta pandemia di Covid (così classificata solo perché il CDC ha cambiato la definizione di pandemia alcuni anni fa, introducendo una definizione così debole da poter facilmente rendere il comune raffreddore una pandemia) ha fornito ai tecnocrati il ​​veicolo perfetto per attuare la loro lunga piani. Negli ultimi due anni abbiamo assistito alla distruzione deliberata di piccole e medie imprese sotto le restrizioni del covid, mentre alle grandi multinazionali, come Walmart, Costco è stato permesso di commerciare con interruzioni minime. Questo era necessario perché il corporativismo funzionasse; si basa sui pezzi grossi con sufficiente peso economico e politico... Per saperne di più »

elle

SOLO se gli lasciamo che accada una di queste schifezze. Ricordati che.

Paul

Salve, Patrick Wood Reading per oltre cinquant'anni, una volta ho letto un libro sui campi di concentramento nazisti incentrato sullo sterminio ebraico, uno tra centinaia. Ricordo un resoconto di un sopravvissuto all'Olocausto che raccontava la sua esperienza nell'unico lavandino nella parte del campo in cui si trovava. L'acqua era sporca e cambiata raramente. Ha detto, per quanto l'acqua fosse sporca, aveva un rituale mattutino in cui immergeva alcune dita in un lavaggio rituale dietro le orecchie e faceva finta di lavarsi la faccia. Ha detto che il lavaggio simbolico, questo spirituale... Per saperne di più »

Erik Nielsen

Qualcuno può "prendere tutte le risorse"?
Voglio dire, tutti i soldi di carta e i termini legali sono solo illusioni. Devi credere e concordare mentalmente nell'illusione per farlo funzionare.
Se noi o voi rifiutiamo i concetti illusori dei contratti cartacei, della moneta elettronica e della legge sulla carta, tutta l'aria calda nel pallone si esaurirà.

Ren

Qual'è la soluzione? È tutto così disperato. Siamo impotenti a fare qualsiasi cosa. Seriamente, vorrei essere morto di quel Covid il mese scorso. Ho smesso di pregare perché Dio è arrabbiato. Ha voltato le spalle a questo miserabile pianeta disprezzando giustamente gli stupidi e deboli bipedi che giustamente odia. Ci ha abbandonati tutti a Satana per sempre. Eppure lascia che il Male vinca. Alla fine, a quanto pare, conta solo il potere. La bontà è inutile e stupida. Non ha mai realizzato nulla. Questi mostri sono semplicemente troppo potenti. Ho smesso di comunicare con i miei cari. Schiacciare l'amore... Per saperne di più »

Ultima modifica 21 giorni fa di Ren

[…] Quelle: come il grande reset sta accelerando nella tirannia globale […]

[…] John spiega perché il protocollo dietetico ASCEND può aiutarti nel processo di ascensione. 0 45 Come il grande reset sta accelerando nella tirannia globale technocracy.news del Dr. Joseph Mercola – 2 giorni fa Dal 1978, ho affermato che il […]