Come fermare il "grande ripristino" del Forum economico mondiale

Per favore, condividi questa storia!
I "tiranni collettivisti" che spingono il Grande Reset dovrebbero essere intesi come Tecnocrati che spingono la Tecnocrazia. Il movimento populista è l'unico nemico naturale della tecnocrazia, ma questo movimento ha in gran parte abbandonato la responsabilità personale come soluzione mentre cercava invece di prestanome. ⁃ TN Editor

Ci sono molti milioni di americani oggi nell'ambiente post-elettorale che si sentono a disagio per il destino del paese dato l'ascesa di una presidenza Biden. E anche se capisco perché esiste questa tensione, voglio offrire un possibile "rivestimento d'argento"; un modo diverso di guardare la situazione:

Con Biden alla Casa Bianca, non c'è più ambiguità su ciò che i conservatori (e alcuni dei moderati più coraggiosi) devono fare e devono realizzare. Ora sappiamo a che punto siamo e ora la posta in gioco è chiara.

Con Trump in carica, molte persone con una mentalità libera si sono sentite un po 'troppo a loro agio, al punto da essere inattive. Credevano davvero che il sistema potesse essere riparato e che la corruzione finisse dall'interno, e senza molti sforzi da parte nostra al di là dei nostri voti. Trump ha reso pigri molti conservatori.

Poi c'era il Q-anon-sense fluttuante sul web che ha anche indotto alcuni attivisti per la libertà a pensare che persone molto più alte o "più intelligenti" di noi stessero combattendo la buona battaglia dietro le quinte e che i globalisti sarebbero stati travolti una grande manovra di scacchi 4D. Questa era una fantasia; non sarebbe mai successo. Finalmente tutti lo sanno e possiamo continuare a combattere le vere battaglie che ci attendono.

Penso che stiamo raggiungendo una fase del conflitto tra difensori della libertà e tiranni collettivisti in cui molte illusioni svaniranno e tutto ciò che ci rimarrà sarà la fredda e dura realtà. Ora è il momento in cui scopriremo chi manterrà la sua posizione e combatterà per ciò in cui crede, e chi si rannicchierà e si sottometterà solo per salvare la propria pelle. Adesso è il momento in cui scopriamo chi ha le palle.

Gli ultimi quattro anni più le elezioni del 2020 hanno rivelato che le soluzioni politiche sono fuori dalla finestra. Molti conservatori avrebbero dovuto saperlo meglio, ma forse ci vuole un disastro percepito per scioccare alcune persone dai loro sogni a occhi aperti. Elezioni, votazioni, potenziali terze parti; è tutto teatro Kabuki. È tutta una facciata per tenerci docili e sotto controllo.

Il movimento per la libertà non può ruotare attorno a una singola figura politica. Non possiamo ostacolare i nostri sforzi nelle mani di un uomo o di un partito politico. La lotta spetta a noi - ognuno di noi come individui. Dipendeva SEMPRE da noi.

Se gli americani vogliono proteggere le nostre libertà, deve realizzarsi una forma diversa di organizzazione; un approccio dal basso dal basso piuttosto che dall'alto verso il basso. Ovviamente ci saranno persone che si distingueranno come insegnanti e pionieri, quelle che danno l'esempio. Ma nel complesso, il movimento non agirà su ordini dall'alto. Piuttosto, agirà in base all'auto motivazione. Il movimento per la libertà non è guidato da personalità, ma da principi condivisi che assumono una vita propria.

Non sono preoccupato per Biden. In effetti, la sua presenza potrebbe essere la cosa migliore che accada all'unità conservatrice in oltre un decennio. L'unica cosa di cui mi preoccupo, come notato, è chi manterrà la sua posizione e chi cederà?

Biden potrebbe anche essere un campanello d'allarme per tutti i democratici moderati là fuori che pensavano che votando per un burattino aziendale che annusa i capelli avrebbero potuto porre fine alla divisione e ai disordini civili nella nazione. Penso che scopriranno che Joe attirerà ancora PIÙ disordini civili. Potrebbe innescare più saccheggi e rivolte da parte di Antifa e BLM rispetto a Trump, per il semplice fatto che questi pazzi presumeranno che Biden sarà malleabile e più facile da sfruttare.

Lo stesso Biden non è poi così importante; non è altro che un ostacolo per eventi più grandi e un procuratore per persone più malvagie. La sua presenza segnala che il Agenda "Great Reset" è completamente illuminato dal verde. Questo programma ha una serie di obiettivi piuttosto ovvi, molti dei quali ammessi apertamente dal Forum economico mondiale, e alcuni dei quali fortemente implicati dall'estrema sinistra politica e dai media. Loro includono:

1) Blocchi perpetui in caso di pandemia e controlli economici fino a quando la popolazione non si sottometterà alla tirannia medica.

2) Passaporti medici e tracciamento dei contatti come parte della vita quotidiana.

3) La censura e il de-platforming di tutte le voci che si oppongono all'ordine del giorno.

4) Attività economica fortemente ridotta in nome dell'arresto del “cambiamento climatico”.

5) Forte aumento della povertà e perdita della proprietà privata.

6) L'introduzione del "reddito di base universale" in cui il governo diventa l'onnipotente fornitore di servizi sociali e infermiera per una generazione di persone dipendenti e disperate.

7) Una società senza contanti e un sistema di valuta digitale in cui la privacy nel commercio è completamente cancellata.

8) La creazione di una "economia condivisa" in cui nessuno possiederà nulla e la produzione indipendente è bandita.

9) La cancellazione dei confini nazionali e la fine della sovranità e dell'autodeterminazione.

10) La centralizzazione del potere politico globale nelle mani di pochi elitari selezionati.

Ora, penseresti che le persone più ragionevoli sarebbero contrarie a un programma così distopico. Porterebbe inevitabilmente alla morte di massa in termini economici, oltre che alla guerra. A meno che tu non sia uno psicopatico che riceve un brivido indiretto dalla brutale oppressione di milioni di persone, o sei un globalista che sta per ottenere un potere immenso, non c'è nulla nel Reset che ti avvantaggia.

Detto questo, ci saranno ancora milioni di utili idioti che sostengono le politiche totalitarie e agiranno per farle rispettare. Alcuni di loro saranno convinti di servire il "bene superiore", e altri penseranno di poter "guadagnarsi un posto a tavola" se leccano abbastanza a lungo gli stivali dei tiranni. Linea di fondo? Non sono solo i globalisti di cui dobbiamo preoccuparci, è anche il contingente di zombi che hanno ingannato o corrotto per servire il Reset.

La guerra dell'informazione sta per passare in secondo piano e una nuova battaglia sta per iniziare. Ma come inizierà?

Credo che il primo test per i conservatori sarà la risposta pandemica di Biden. L'agenda del ripristino e la pandemia sono strettamente intrecciate. Non fatevi ingannare dagli appelli dei Democratici a riaprire l'economia; ci sono delle stringhe allegate.

Quando il governatore di New York Andrew Cuomo ha affermato che lo stato doveva riaprire, altrimenti "non sarebbe rimasto nulla", ha anche costantemente accennato alla necessità di migliorare i numeri delle vaccinazioni. Ci sono due grandi bugie coinvolte in questa narrazione: la prima è che il lancio della vaccinazione non è riuscito a livello tecnico.

Vogliono farci credere che solo il 60% circa dei primi 2 milioni di dosi di vaccino sia stato somministrato perché lo stato e gli ospedali non sono riusciti a portarli ai cittadini abbastanza velocemente. La verità è che, come abbiamo visto in numerosi sondaggi tra americani e personale medico, milioni di persone NON VOGLIO prendere il vaccino. La situazione a New York deve essere scioccante per le élite dell'establishment; è uno degli stati più di sinistra degli Stati Uniti eppure sembra che non riescano a convincere abbastanza persone a sparare.

Lo stesso vale in tutto il paese, e non è a causa di un fallimento burocratico, è un fallimento della propaganda.

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite
5 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Giorgio

Gran parte dell'umanità attende lo sciopero del "Big Q" che resetterà il Great Reset.

sto solo dicendo

LOL!

Sharon W.

Identificare "Q" e "Q-anon come una cosa sola" significa semplicemente giocare nelle mani dei nemici per la libertà. Conosci il detto: "Ripeti una bugia abbastanza spesso". Diversi psyops diversi che vanno avanti con motivazioni diverse e continuare a "fondere" questi termini ha il potenziale per arrecare danno a persone innocue. Nonostante tutto il caos, se c'è stata una grande illuminazione che ho ottenuto da tutti questi eventi è che al di fuori di una manciata di persone genuine e sincere che vogliono fare ciò che è buono e giusto per l'America o in tutto il mondo, la maggior parte non sono altro che cretesi... Per saperne di più »

Christian Furin

Il mio telegiornale della NBC locale ripete la stessa cosa notte dopo notte su come le persone chiedono di ottenere il vaccino. Non ci sono dosi sufficienti per soddisfare la domanda e le persone sono arrabbiate. TOTALE BS.
Ho deciso che questa è la linea nella sabbia per me. Nessuna eccezione. Se vengono a portarmi via in una rieducazione o in un campo Covid-19, probabilmente pagherò il prezzo più alto, ma posso promettere che restituirò il favore ad alcuni degli esecutori.

Lorena

Adoro l'articolo ma per quanto riguarda i Q-anons si fidano ancora del piano e che Trump tornerà ancora. Sfortunatamente