Gli scienziati del cambiamento climatico si rivolgono alla fede per i sostenitori di Garner

Per favore, condividi questa storia!

Nota TN:

Nel 2014, dopo il Vertice interreligioso sui cambiamenti climatici, il Consiglio mondiale delle chiese ha rilasciato un comunicato stampa che diceva: "Là non è mai stata una grande quantità di attività religioso-ambientale in una posizione nella storia del mondo. Questa settimana segnerà uno spartiacque nella storia della religione. Sarà il tempo che le persone ricordano come il momento in cui le fedi del mondo si sono dichiarate, irrevocabilmente, come fedi verdi. " Sta dicendo che gli attivisti del clima si stanno rivolgendo alla religione per gonfiare i propri ranghi. Le loro deboli affermazioni scientifiche sono tutte facilmente trascurabili da parte di parrocchiani disposti e ignoranti.

I numeri freddi e duri della scienza non hanno spinto il mondo a frenare il riscaldamento globale in fuga. Così, mentre i negoziatori del clima lottano a Parigi, alcuni scienziati che hanno fatto appello al cervello razionale stanno arruolando quello che molti considererebbero un potere superiore: la maestà della fede.

Non è Dio contro la scienza, ma i seguaci di Dio e della scienza insieme cercano di salvare l'umanità e il pianeta, dicono.

Il fisico John Schellnhuber, fondatore dell'Istituto di Potsdam per la ricerca sull'impatto climatico in Germania, ha detto che viene a questi colloqui internazionali da 11 anni e che essenzialmente ha visto i negoziatori alzare le mani e dire "scusate ragazzi, abbiamo fatto del nostro meglio". E nessuno ha protestato. Ma questa volta, con il potere dell'enciclica di Papa Francesco all'inizio di quest'anno che definisce il riscaldamento globale una questione morale e una comunità interreligiosa ancora più energica, Schellnhuber sente che i fedeli del mondo stanno guardando e riterrà i leader mondiali responsabili.

"Sanno che saranno misurati con l'enciclica", ha detto sabato Schellnhuber, membro della Pontificia Accademia delle Scienze del Vaticano, durante un evento della Chiesa cattolica. Mai lo scienziato, Schellnhuber ha detto sabato di non aver ancora visto alcuna prova durante la prima settimana di negoziati che ciò accadrà, ma ha fiducia che accadrà.

Nei primi cinque giorni di negoziati sul clima, attivisti interreligiosi sono arrivati, hanno digiunato, hanno parlato con i media, hanno abbattuto i leader e hanno pregato. Sabato sera in una cappella del centro di Parigi, centinaia di persone, molte delle quali prostrate a terra, hanno cantato e pregato per i negoziatori del clima e soprattutto per il mondo.

La fede "è molto più profonda" della scienza, ha detto Caroline Bader della Lutheran World Federation con sede a Ginevra.

E così sono i loro numeri. Bader ha detto che i leader interreligiosi hanno recentemente consegnato ai principali negoziatori delle Nazioni Unite una petizione con 1.8 milioni di firme che chiedono un'azione significativa sul clima. Tale azione è stata anche richiesta dal fratello Alois Taize, un membro cattolico del monastero ecumenico, mentre predicava al servizio carico di canzoni su come i fedeli e il mondo devono aprire gli occhi sulle soluzioni al riscaldamento globale.

"Il movimento per l'ambiente, che è stato principalmente un movimento laico, si è reso conto che negli ultimi 30 anni circa non è stato così efficace nel raggiungere i suoi obiettivi", ha scritto Joe Ware di Christian Aid in un'e-mail dai colloqui di Parigi. “Sempre più si è rivolto ai gruppi religiosi in cerca di aiuto per mobilitare un più ampio movimento di persone che chiedono un'azione sul cambiamento climatico. In realtà sono alleati naturali poiché quasi tutte le fedi hanno al cuore una teologia della creazione ".

Lo scienziato della Scripps Institution of Oceanography Veerabhadran Ramanathan, un non cattolico che ha consigliato a Papa Francesco sul clima ed è nell'accademia delle scienze del pontefice, dice che pensa che questa nuova alleanza avrà un ruolo importante in quello che spera sarà un accordo storico.

Ma per Ramanathan, ora membro della delegazione della Santa Sede ai colloqui sul clima, è più che scienza o storia. Circa quattro anni fa ha avuto un momento che ha chiamato "una rivelazione".

Leggi la storia completa qui…

Sottoscrivi
Notifica
ospite

1 Commento
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
doug

Questo nuovo papa fasullo è pieno di schifezze proprio come i falsi potus, probabilmente appartengono allo stesso “bagno da uomo” di Chicago.
Questa "truffa sul riscaldamento globale è la più grande truffa del mondo, il ghiaccio artico sta diventando più grande, non più piccolo, la temperatura media della terra sta diminuendo, non sta salendo, e i truffatori vogliono" prendere "" i tuoi soldi per "RISOLVERE" questo problema, se era vero, come lo avrebbero aggiustato i soldi. ???
sbarazzarsi di questi truffatori per risolvere il problema "inesistente" ...