Cina, NBA e il volto massiccio della globalizzazione

China NBAWikimedia Commons
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
Zbigniew Brzezinski ha co-fondato la Commissione Trilaterale con David Rockefeller in 1973. Quando Brzezinski divenne consigliere per la sicurezza nazionale del presidente Jimmy Carter, il suo obiettivo principale fu di portare la Cina sulla scena mondiale.

Inoltre, ha alimentato a cucchiaio le dottrine della tecnocrazia in Cina per creare un superpotere che alla fine dominerebbe tutti e tutto. Questo era il cosiddetto Nuovo Ordine Economico Internazionale del Trilaterale, noto anche come Globalizzazione, noto anche come Technocracy. Oggi, la Cina sta affermando il suo potere di forzare la sottomissione da parte di tutti gli occhi, compresi gli Stati Uniti. ⁃ Editor TN

Facciamo una cosa dritta. Il popolo cinese, che sembri felice o triste, sostiene il proprio governo perché è controllato. Dopo generazioni di essere abbattuti, la popolazione piega la testa e piega il ginocchio ai padroni degli schiavi. Chiama quella libertà se vuoi.

E se credi davvero che la situazione in America non sia migliore del sistema in Cina, anche con la quantità di censura viva e vegeta in America, anche con il rigging di questa economia, prova un esperimento. Trasferisciti in Cina e inizia a pubblicare articoli incessantemente critici nei confronti del governo. Guarda cosa succede. Assicurati di lasciare una copia della tua ultima Volontà e Testamento a casa.

Quando il commissario NBA e diversi giocatori parlano dell'amare i loro fan cinesi, si riferiscono alle vittime del terrorismo a lungo termine. E se premete le persone della NBA su quel punto, dicono: "Vogliamo solo giocare a basket, vogliamo solo i giochi".

E vogliono i soldi. I soldi Nike, i soldi cinesi, i soldi della televisione, gli altri soldi della merce. Più cinesi che americani guardano i playoff dell'NBA in TV.

Quando, in una momentanea crisi di sanità mentale, il direttore generale degli Houston Rockets, Daryl Morey, ha ritwittato FIGHT FOR FREEDOM, STAND CON HONG KONG, il governo cinese ha lanciato una tempesta di merda. Oscure partite pre-stagionali, cancellate conferenze stampa, attaccato il commissario NBA Adam Silver per (parzialmente e debolmente) difendere la libertà di parola. Ora, Daryl Morey sta chiamando per dimettersi dal suo lavoro, per placare il governo cinese.

La grande paura? Alcune star globali della NBA avrebbero deciso di intensificare e difendere il milione di manifestanti di Hong Kong, che vogliono abbattere un disegno di legge che consentirebbe alla Cina di estradare "sospetti criminali" da Hong Kong alla terraferma, dove possono essere accusati, incarcerati, torturato, assassinato. Quei sospetti numero uno di Hong Kong sarebbero persone che si oppongono al regime cinese continentale.

Le star dell'NBA, parlando, potrebbero innescare una conflagrazione mondiale di indignazione pubblica nei confronti del brutale governo cinese.

Finora, quella paura è infondata. I guerrieri della giustizia sociale LeBron James, (allenatori) Steve Kerr e Gregg Popovich tacciono sulla questione specifica di Hong Kong contro la Cina. Nessuno collegato all'NBA lo sta affrontando.

Abbiamo ciò di cui George Washington ha avvertito: un'alleanza straniera intricata. Gli Stati Uniti, la Cina, i soldi.

Devi chiederti il ​​curioso tempismo di tutto questo ora. Il governo cinese, cogliendo un piccolo tweet, salta alle stelle, proprio quando i giocatori, gli allenatori e il commissario NBA si trovano in Cina in un tour di pompaggio di denaro. È come se il governo cinese volesse una scusa per attaccare gli Stati Uniti, perché Trump ha agitato il piatto sulle relazioni commerciali USA-Cina. Obliquamente, la dittatura comunista vuole dimostrare fino a che punto andranno a reprimere qualsiasi critica esterna e il riaggiustamento del commercio che attualmente favorisce la Cina. Favorisce gravemente la Cina. (Vedremo quanto è buono o cattivo il nuovo accordo commerciale di Trump con la Cina è.)

Chi è incaricato di mantenere i giocatori della NBA in uno stato di silenzio e rispetto dei desideri della leadership cinese? L'NBA, sì. Ma soprattutto, le aziende di scarpe. Nike, Adidas. Hanno enormi affari in Cina. Non deve disturbare QUELLO. Ogni famoso giocatore NBA ha un grande affare di scarpe $$. Non bisogna nemmeno mettere in pericolo QUESTI soldi. Quindi stai zitto. Giocare a palla. Stai all'oscuro della politica.

Intrappolare alleanze.

La leadership cinese, in effetti, sta sfidando l'NBA a tagliare i legami con la Cina e perdere miliardi. "Se le tue palle sono fatte di soldi, ti abbiamo per le palle."

Perché i Rockefeller volevano aprire il commercio della Cina con l'Occidente molti anni fa? Perché non, per esempio, la popolosa India invece? Dopotutto, l'India aveva una parvenza in erba di un governo rappresentativo. Contrariamente alla Cina, l'India era Thomas Paine. I Rockefeller favorirono la Cina perché gli piaceva il sistema cinese. Massiccio controllo dall'alto verso il basso. Censura assoluta. Repressione violenta Controllo mentale. Quindi, un modo per possedere e dirigere un numero enorme di persone e pacificarle attraverso la paura e il terrore. Decennio dopo decennio. UN BUON MODELLO PER IL MONDO.

Un amico americano ha descritto un incidente a cui ha assistito anni fa quando era seduto su un autobus turistico in Cina. Lui e il suo amico erano gli unici americani a bordo. Una discussione è scoppiata tra due guide turistiche cinesi nella parte anteriore del bus. In quel momento, tutti i passeggeri cinesi chinarono la testa e fissarono il pavimento. Questa è stata la loro reazione riflessa a una disputa tra due funzionari di basso livello.

Quindi puoi immaginare le loro risposte alla leadership nella parte superiore. Presentazione totale.

Questi sono i fan della NBA che hanno una relazione amorosa con giocatori statunitensi. E viceversa.

Orwell, 1984: “Ma andava bene, tutto andava bene, la lotta era finita. Aveva vinto la vittoria su se stesso. Amava il Grande Fratello. "

Orwell: "Se vuoi una foto del futuro, immagina uno stivale che imprime un volto umano - per sempre."

O forse una scarpa, prodotta da Nike, in Cina.

Supponiamo che MOLTI clienti di Nike smettano di acquistare le loro scarpe.

Supponiamo che MOLTI fan della NBA smettano di andare ai giochi.

Supponiamo che MOLTI spettatori smettano di guardare i giochi in TV.

Supponiamo che MOLTI utenti di più social media diffondano incessantemente messaggi a sostegno dei manifestanti di Hong Kong ed esponendo il brutale regime cinese.

Supponiamo che ricercatori indipendenti inizino a pubblicare elenchi di prodotti fabbricati in Cina e acquistati negli Stati Uniti, in modo che i consumatori possano evitarli.

Supponiamo che molte più persone si sveglino al fatto che la colla economica che tiene insieme il Globalismo è folle: i produttori domestici abbandonano il loro paese d'origine e aprono negozi in luoghi (come la Cina) dove rendono i loro prodotti molto più economici; dove i salari sono molto bassi e le preoccupazioni ambientali sono pari a zero; e quindi, esportare quei prodotti in vendita a casa, mettendo così fuori servizio le società nazionali concorrenti. Supponiamo che molte più persone arrivino a vederlo come un suicidio economico. Supponiamo che vedano il Globalismo stesso come un suicidio pianificato. Progettato per sollevare alcuni paesi governati da brutali dittatori e affondare altri paesi in cui esiste ancora qualche parvenza di libertà. E supponiamo che vedano questo piano come una strategia per attuare la repressione su tutto il pianeta sotto qualsiasi etichetta che ti interessa usare, ma si rivela essere la Regola di Corporazioni Giganti e Banche che Colludono con i Governi su tutta la Terra. Nessuna eccezione consentita.

E supponiamo che gli 7.7 miliardi di obiettivi di questo piano si rendano conto che sono tutti i veri e propri materiali di consumo e di conseguenza dicono NO.

Con le molte vie di comunicazione a nostra disposizione, quella potrebbe essere un'onda di marea di NO.

Se vuoi scavare ancora più in basso, nelle basi dell'economia, considera: i mercati relativamente liberi possono funzionare solo in un contesto in cui le condizioni di concorrenza sono uniformi per i concorrenti: i costi di produzione, commercializzazione e vendita sono gli stessi per tutti . Una volta autorizzata l'importazione massiccia di merci da luoghi in cui tali costi sono radicalmente inferiori, lo sei truccare il gioco. Il paese d'origine soffre. Le aziende hanno chiuso. I lavoratori non hanno lavoro. Il livello generale di prosperità, qualunque esso fosse, continua a decadere. Non importa quanto inclini e massaggi i numeri, non importa quante teorie insensate si generano, il risultato è inevitabile.

Componi questa tragedia ingegnerizzata permettendo a quelle massicce importazioni di provenire da un paese in cui i cittadini sono rigidamente controllati da un regime criminale; stipulare un numero enorme di accordi economici con tale regime; chiudere un occhio su ciò che quel regime ha fatto alla sua gente; e hai un sacrificio di libertà su tutti i fronti.

Poi c'è un chokehold. E poi, in ogni occasione, per qualsiasi motivo, il regime brutale emetterà un comando:

Non osare criticare noi;

Siamo in questo insieme;

Non abbiamo principi e nemmeno tu.

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


Sottoscrivi
Notifica
ospite
1 Commento
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Elle

Ora, è un FATTO noto a tutti nel mondo occidentale che l'NBA è la BITCH cinese, insieme alle società atletiche come la Nike che spingono lì i loro prodotti. LeBrone è solo un altro opportunista che, come tutti gli opportunisti, parla da entrambi i lati della sua bocca e presto svanirà nell'oblio. Si prende cura dell'umanità quando è finanziariamente vantaggioso e conveniente mentre promuove tweet push-back veramente ignoranti che dichiarano offensivamente opinioni opposte come "non istruite" sull'argomento della Cina (ROFL!). Sta trollando così palesemente per dollari che fa schifo. Mentre i manifestanti di Hong Kong tentano di proteggersi da un tirannico,... Leggi di più "