La polizia di Chula Vista ha autorizzato i droni di sorveglianza in tutta la città

Per favore, condividi questa storia!
Il Department of Homeland Security si è coordinato con i produttori di droni per trasformare Chula Vista, in California, nella prima città totalmente sorvegliata in America; ed è un pericoloso precedente. La tecnocrazia richiede una sorveglianza totale per controllare la "macchina" della società. I cittadini dovrebbero chiedere che i propri consigli comunali blocchino questo assalto alla libertà. ⁃ Editore TN

Questa storia dovrebbe servire da avvertimento a tutti: la polizia mente sull'uso dei droni solo per coprire le chiamate di emergenza.

Le bandiere rosse avrebbero dovuto alzarsi in tutto il paese quando il dipartimento di polizia di Chula Vista ha annunciato che ci sono voluti solo tre anni per far sì che i loro droni coprissero il cento per cento della città.

“Dal 2018, il dipartimento di polizia di Chula Vista è stato in grado di schierare droni come primi soccorritori (DFR) per determinate situazioni di applicazione della legge. Ad agosto 2019, il programma è stato ampliato per coprire il 33% dell'area della città".

Entro marzo 2021, i droni dei dipartimenti di polizia di Chula Vista coprivano il 100% della città.

Il capo della polizia di Chula Vista, Roxana Kennedy, ha affermato che uno dei principali vantaggi dell'utilizzo dei droni per coprire l'intera città è "aiutare a ridurre l'escalation di situazioni altrimenti sconosciute".

“Gli ufficiali hanno quindi la capacità di vedere: 'È un individuo armato? È solo qualcuno che cammina per strada? Devo davvero rispondere nell'area o sarebbe meglio per me rimanere indietro?'”, ha detto Kennedy.

Tieni presente che questo è lo stesso capo della polizia che ha affermato di non sapere che il suo dipartimento stava condividendo informazioni sul lettore di targhe con l'immigrazione e l'applicazione delle dogane.

Uno dei primi segnali di avvertimento che è rimasto inascoltato è stata la promessa fatta dal dipartimento di polizia di Chula Vista quattro anni fa di utilizzare i droni solo per cosiddette emergenze. Ora stanno usando i droni per rispondere a migliaia di "situazioni sconosciute" o chiamate non di emergenza basate sulla premessa che una persona potrebbe essere armata.

Durante la pandemia, la polizia di Chula Vista ha utilizzato droni per rispondere a 5,400 chiamate.

"Ad oggi, il dipartimento di polizia di Chula Vista ha affermato che il suo programma DFR ha risposto a oltre 5,400 richieste di servizio e il drone è stato il primo sul posto a oltre 2,500 incidenti".

As Chula Vista oggi segnalati, è bastato solo un anno in più al dipartimento di polizia per utilizzare i droni per rispondere a cinquemila chiamate in più.

Entro marzo 2022 la "Polizia di Chula Vista ha superato il punteggio di 10,000 missioni di risposta alle emergenze".

In che modo la polizia giustifica l'uso di droni più di 10,000 volte in una città che Wikipedia descrive come uno dei pochi centri di allenamento olimpico degli Stati Uniti aperti tutto l'anno con destinazioni turistiche come Sesame Place San Diego, North Island Credit Union Amphitheatre, il porto turistico di Chula Vista e il Living Coast Discovery Center?

"Il programma DFR ha risposto a molte richieste di servizio, come la ricerca di bambini scomparsi, le proteste, gli incendi, il traffico, gli incidenti stradali, la violenza domestica e le emergenze con le armi, secondo il tenente Miriam Foxx".

Prenditi un momento per digerire quante persone innocenti il ​​programma dei droni della polizia sta effettivamente spiando.

Diciamo che ogni casa ha 2-4 persone e ogni strada ha 4-6 veicoli con almeno un conducente. Facendo un ulteriore passo avanti, supponiamo che un singolo drone della polizia sorvoli almeno 20 case. La matematica approssimativa significa che come minimo i droni della polizia di Chula Vista hanno spiato tra le 400,000 e le 600,000 persone in pochi anni. E quei numeri non includono pedoni o ciclisti, il che aumenterebbe ulteriormente il numero di persone innocenti che la polizia sta spiando.

Una città nota principalmente per Sesame Place e un porto turistico stanno celebrando la polizia che utilizza droni oltre diecimila volte per rispondere alle chiamate di sommosse e violenza domestica. Cosa c'è di sbagliato in questo quadro?

Tre anni fa, San Diego cambia la vita ha scritto un articolo rivelando come la polizia di Chula Vista abbia utilizzato i droni per rispondere ai "disturbi" pubblici il 30% delle volte.

“Circa il 30 percento di queste chiamate era correlato a qualche tipo di disturbo e circa il 17 percento delle volte i piloti di droni sono stati in grado di cancellare una chiamata senza che le unità di terra rispondessero (ad esempio, i soggetti erano scomparsi), mantenendo così gli ufficiali liberi per priorità più elevate chiama”.

L'articolo ha anche rivelato chi c'è dietro i programmi dei droni della polizia.

DHS e Big Tech lavorano insieme per creare programmi di droni della polizia

“Oggi, la Federal Aviation Administration, la città di Chula Vista, la città di San Diego, l'EDC regionale di San Diego e il Capo hanno annunciato il lancio di un programma di test per l'impiego di droni per operazioni proattive di sicurezza pubblica da parte del dipartimento di polizia di Chula Vista. Questo progetto è stato reso possibile grazie al Programma pilota integrato (IPP) dei sistemi aerei senza pilota della FAA”.

“Il Dipartimento per la sicurezza interna della città di San Diego sta collaborando con più di 20 organizzazioni regionali per implementare l'IPP. Oltre a EDC, i partner includono: City of Chula Vista, Cape, AirMap, Qualcomm, AT&T, California Governor's Military Council, California Governor's Office of Business and Economic Development (GoBiz), Uber, UC San Diego Health, Intel, GE Ventures, e altri."

Come community di New York Times rivelato, i programmi dei droni della polizia minacciano la privacy di tutti.

"Poiché la polizia utilizza più droni, potrebbe raccogliere e archiviare più video della vita in città, il che potrebbe rimuovere ogni aspettativa di privacy una volta che si esce di casa".

Il sergente di polizia di Chula Vista, James Horst, ha mostrato come con la semplice pressione di un pulsante poteva istruire un drone automatizzato a seguire una determinata persona o veicolo da solo senza che loro lo sapessero.

La polizia in Texas, Utah e California usa i droni per spiare persone sospetterintracciare e arrestare i minorenni sospettato di aver commesso un reato e a spiare i frequentatori di concerti.

Secondo l' Voce di San Diego la polizia di Tijuana, in Messico, è stata così ispirata dal programma di droni della polizia Chula Vista che ha deciso di lanciare il proprio programma di droni.

“Ispirato dall'uso della tecnologia da parte di Chula Vista, Tijuana sta schierando droni della polizia. Ma una delle differenze principali tra i due programmi è che Tijuana utilizza occasionalmente i droni per monitorare in modo proattivo lo spazio pubblico nel distretto finanziario, nelle zone turistiche e altrove”.

E la polizia in Asia sta posizionando droni di sorveglianza sui pali della luce stradale intelligente.

Secondo AJU quotidiano, la polizia di Seoul, in Corea del Sud, sta utilizzando pali intelligenti dotati di droni per multare le persone per parcheggi illegali.

“Seoul City ha avviato per la prima volta nel Paese la dimostrazione di due poli intelligenti dotati di droni di sorveglianza. I droni monitoreranno i parcheggi illegali e la congestione del traffico. I poli intelligenti forniranno una stazione di ricarica per i droni. Il palo intelligente all-in-one è integrato con varie apparecchiature come una telecamera CCTV, un router Wi-Fi, una stazione per droni e sensori IoT”.

Il NYPD considera il lancio di droni CBP autonomi dai tetti delle città

Nel frattempo, a New York City, la società israeliana Blue White Robotics e EasyAerial vogliono lanciare droni autonomi di sorveglianza della polizia del NYPD dai tetti della città.

Secondo Settimana ebraica di New York, Ido Gur, CEO di Easy Aerial, ha parlato con il sindaco di New York City Eric Adams del posizionamento di droni sui tetti della città, "in particolare nelle aree a più alta criminalità".

Questi sono gli stessi droni che la US Customs and Border Patrol (CBP) usa lungo il confine messicano.

“Le compagnie affermano che i loro droni autonomi sono già utilizzati dal CBP al confine messicano, nonché dalle forze di difesa israeliane lungo il confine con la Striscia di Gaza in Israele. Hanno detto di avere sei contratti con l'aeronautica americana per i loro droni".

Il CEO di BWR Ben Alfi ha detto che lo chiamano il Progetto Soteria, dalla parola greca che significa "liberazione da una crisi". Alfi ha affermato che il loro obiettivo era quello di "mettere un occhio al cielo in tempo zero per migliorare la sicurezza in tutta New York".

Gli unici che necessitano di essere "sollevati da una crisi" saranno i 19.4 milioni di newyorkesi sorvegliati dai droni della polizia di New York che volano dai tetti delle città.

Usare i droni per sorvegliare persone sospette o potenzialmente armate, per lanciare droni della polizia dai tetti delle città. Sembra che DHS e Big Tech siano sulla buona strada per creare un programma nazionale di droni di sorveglianza pubblica.

Diecimila chiamate di droni della polizia diventeranno la norma nelle città di tutto il mondo se continuiamo a consentire alla polizia di infrangere le promesse sull'utilizzo dei droni SOLO per rispondere alle chiamate di emergenza.

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

6 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
DawnieR

'PRONTI MIRARE FUOCO!!!!!!!!'.

Questa città ha bisogno di usare queste cose ILLEGALI come Target Practice.

[…] Leggi di più: La polizia di Chula Vista ha autorizzato i droni di sorveglianza in tutta la città […]

[…] Leggi di più: La polizia di Chula Vista ha autorizzato i droni di sorveglianza in tutta la città […]

Mike D

Questo articolo non è altro che sciocchezze. Ciò che questi divulgatori di disinformazione non riescono a dirti è che i droni vengono utilizzati solo per rispondere a effettive chiamate di servizio. Non si limitano a volare e sorvegliare la comunità. I droni sono schierati solo per rispondere alle chiamate. Quando hanno finito con la missione tornano a casa. Questi droni hanno permesso al dipartimento di determinare cosa sta succedendo prima che un agente arrivi sulla scena. Ciò significa che gli operatori dei droni possono quindi determinare quanti ufficiali sono necessari e rimettere in servizio quelli che non ne hanno bisogno... Per saperne di più »

[…] La polizia di Chula Vista ha autorizzato i droni di sorveglianza in tutta la città (technocracy.news) […]