La Cina esorta i contadini cristiani a sostituire le immagini di Gesù con Xi Jinping

Per favore, condividi questa storia!

I tecnocrati considerano il cristianesimo come ignorante, mitico, superstizioso, illogico e persino dannoso, specialmente per la tecnocrazia. Non sorprende che in Cina il presidente Xi cerchi di sostituire Gesù come principale figura di culto.  Editor TN

Funzionari e residenti cinesi in una zona rurale della provincia di Jiangxi hanno rivelato un piano del governo per "sciogliere il ghiaccio duro" nei cuori dei cristiani verso il comunismo, negando loro pacchi fondamentali per alleviare la povertà se non sostituiscono le immagini di Gesù nelle loro case con le foto del presidente Xi Jinping.

Un funzionario ha affermato che la mossa era necessaria perché i cristiani sono "ignoranti" e hanno bisogno di insegnare ad adorare lo stato, non Dio.

La mossa è l'ultima di una serie di repressioni contro il cristianesimo nell'era di Xi. Il regime di Xi considera il cristianesimo, che ha conosciuto un boom di popolarità negli ultimi dieci anni, come una sfida alla supremazia del crescente culto della personalità del Partito Comunista attorno allo stesso Xi.

 <i>South China Morning Post </i> prima di tutto raccolto sul post sui social media che ha rivelato il programma, rilevando che il post mostrava qualcuno che sostituiva le loro immagini cristiane con il colpo alla testa ufficiale di Xi Jinping e lodava i funzionari del Partito comunista locale per aver trasformato la gente del posto "dal credere nella religione al credere nel partito".

Il post sui social media ha monitorato gli sforzi nella città di Huangjinbu, nella provincia sud-orientale del Jiangxi. Ha affermato che fino a 600 residenti avevano "volontariamente" sostituito le loro immagini di Gesù, risultando in 453 nuove foto di Xi appese alle pareti del soggiorno.

[the_ad id = "11018 ″]

 Il Washington Post, che riportava anche sul post, noto che i funzionari del Partito Comunista nella contea di Yugan nello Jiangxi, dove si trova Huangjinbu, avevano notato con panico la rapida crescita della popolazione cristiana della regione, esprimendo "un senso di crisi" al riguardo in un incontro regionale in ottobre. Questo nuovo sforzo potrebbe essere stato il risultato del brainstorming per risolvere il problema di più persone che credono in Gesù del comunismo.

 <i>South China Morning Post </i> ha confermato gli sforzi con Qi Yan, identificato come "presidente del congresso popolare di Huangjinbu".

“Molte persone rurali sono ignoranti. Pensano che Dio sia il loro salvatore. … Dopo il lavoro dei nostri quadri, realizzeranno i loro errori e penseranno: non dovremmo più fare affidamento su Gesù, ma sulla festa per chiedere aiuto ”, ha detto Qi al giornale. Alcuni, ha aggiunto, sono diventati cristiani a causa della "malattia in famiglia", che secondo i comunisti può essere curata solo attraverso "il Partito Comunista e il Segretario Generale Xi".

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti