China Redux: tornano i blocchi per il COVID per combattere una nuova epidemia

Per favore, condividi questa storia!
Non sentirti troppo a tuo agio con qualsiasi allentamento delle restrizioni COVID da parte degli Stati Uniti perché la Cina non ha finito con il panico globale, i blocchi draconiani, le pene detentive per i trasgressori e la repressione di tutto il dissenso. La Cina è il modello globale per la tecnocrazia e la dittatura scientifica. Editor TN

Quartieri sotto stretto lockdown. Migliaia in quarantena. Milioni di test in pochi giorni. Gli arrivi dall'estero sono stati bloccati per settimane e talvolta mesi.

La Cina ha seguito le variazioni di quella formula per affrontare il coronavirus per più di un anno e un nuovo focolaio suggerisce che potrebbero far parte della vita cinese per qualche tempo a venire.

La Cina sembrava tieni sotto controllo il coronavirus quasi un anno fa. Ma centinaia di milioni di cinesi rimangono non vaccinati. Sono apparse nuove varianti del coronavirus e rimangono dubbi sul fatto che i vaccini autoprodotti dalla Cina possano fermarli.

Gli ultimi casi sono stati riscontrati a Guangzhou, capitale della provincia meridionale del Guangdong. Le autorità hanno accusato il Variante Delta, Che ha causato una diffusa perdita di vite umane in India.

La città ha testato praticamente tutta la sua popolazione di 18.7 milioni tra domenica e martedì, alcuni di loro per la seconda volta. Ha anche messo in blocco totale i quartieri con un totale di oltre 180,000 residenti, praticamente senza il permesso di uscire a nessuno tranne che per i test medici.

Le prime infezioni sembrano essere passate da persona a persona in un gruppo di ristoranti. Ogni persona infetta ha infettato più persone rispetto a qualsiasi precedente epidemia che la Cina ha affrontato, ha affermato Zhang Zhoubin, vicedirettore del Centro per il controllo delle malattie di Guangzhou, in una conferenza stampa.

"L'epidemia affrontata da Guangzhou questa volta è un avversario senza precedenti e richiede misure più risolute e decisive per affrontarla", ha affermato.

Le strutture di prova a Guangzhou sono in funzione XNUMX ore su XNUMX. Le linee sono lunghe. I residenti si svegliano presto per cercare di evitare la fretta, ma continuano a riscontrare ritardi.

Mandy Li, residente da molto tempo nel distretto di Liwan, dove si sono verificate la maggior parte delle infezioni, ha detto di aver impostato la sveglia per le 3:30 del mattino. Doveva ancora aspettare un'ora.

"In coda, c'era una famiglia di tre persone", ha detto. “Alcuni hanno svegliato i propri figli per mettersi in fila, altri avevano i passeggini. Ma tutti erano cooperativi e tranquilli, poiché sappiamo che alcuni volontari e operatori sanitari hanno lavorato molto duramente e sono stati lì tutto questo tempo senza riposo".

L'approccio della Cina si è evoluto da quando è emerso per la prima volta il coronavirus, quando inizialmente Pechino ha imposto dure restrizioni a centinaia di milioni di persone. Oggi i suoi blocchi si concentrano sui quartieri piuttosto che sulle città o sulle province. La Cina ha fatto della vaccinazione il fulcro della sua strategia.

Tuttavia, molti dei principi fondamentali rimangono per un paese enorme e densamente popolato: vasti test, rigidi limiti ai movimenti e un intenso controllo degli arrivi da altri paesi.

Le imprese straniere si sono preoccupate che quei limiti ai viaggiatori internazionali potessero ostacolare i loro piani. Un sondaggio della Camera di Commercio dell'Unione Europea pubblicato questa settimana ha rilevato che tre quarti delle aziende associate hanno affermato di essere state colpite negativamente dalle restrizioni di viaggio, di solito impedendo loro di assumere ingegneri o dirigenti chiave.

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

8 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Corona Coronata

"... Per combattere una nuova epidemia..." Sì, il nuovo capo è uguale al vecchio capo. Ma dov'è il virus???

Karen Stewart

Nessuno può ottenere un "campione" perché non vuole che le persone sappiano della nanotecnologia nell'arma biologica "Covid 19". Vuoi curare il tuo COVID? Taser te stesso.

Giorgio

Ora vietiamo tutti i viaggi da e verso la Cina.
Per sempre.

Mamma cane

Ivermectina.

Reynald Deschamps

Gli Stati Uniti e l'Europa sono NEXT, è stato pianificato anni fa a Davos di produrre PANDEMIA e VACCINAZIONE FORZATA per far sembrare che stiamo "combattendo" il virus nascondendo la vera agenda: riduzione della popolazione Quante persone sono morte in Cina a causa del COVID 19 ultimamente? Milioni? NO in tutto il mondo come oggi 3,7 milioni sono morti in tutto il mondo su una popolazione di 7.8 miliardi Quindi come il governo cinese può farla franca con una FALSA PANDEMIA? che ha un tasso di mortalità dello 0,5%? allo stesso modo dei governi occidentali: costringere la popolazione a fare l'inaffidabile test RT PCR... Per saperne di più »

Karen Stewart

Varianti... intendi quelle che i "vaccini" fraudolenti generano nelle capsule di Petrie umane "Vaxxed" che diventano super portatori di infettare quelli troppo intelligenti per ottenere il colpo di eugenetica?

[…] La Cina deve bloccare una città e fa test di massa a causa di un nuovo focolaio di Covid 19. La politica cinese. China Redux: i blocchi COVID tornano per combattere la nuova epidemia - Non sentirti troppo a tuo agio con l'allentamento delle restrizioni COVID degli Stati Uniti perché la Cina non ha finito ... […]