La Cina ora richiede scansioni di volti obbligatori per tutti gli utenti di telefoni

scansioni del viso
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
Come tecnocrazia, la Cina girerà le viti sulla raccolta dei dati fino a quando non possiederanno ogni possibile informazione su ogni cittadino, incluso il DNA e il profilo psicografico / comportamentale. Questa è la "scienza dell'ingegneria sociale". ⁃ Editor TN

La Cina richiederà agli operatori di telecomunicazioni di raccogliere scansioni del viso quando registrano nuovi utenti di telefonia in punti vendita offline a partire da domenica, secondo l'autorità informatica del paese, mentre Pechino continua a rafforzare i controlli del cyberspazio.

A settembre, il ministero cinese dell'industria e delle tecnologie dell'informazione ha pubblicato un avviso sulla "tutela dei diritti e degli interessi legittimi dei cittadini online", che ha stabilito le regole per applicare la registrazione del nome reale.

La comunicazione afferma che gli operatori di telecomunicazioni dovrebbero usare "l'intelligenza artificiale e altri mezzi tecnici" per verificare l'identità delle persone quando prendono un nuovo numero di telefono.

Un rappresentante del servizio clienti China Unicom ha dichiarato ad AFP che il requisito 1 di dicembre "ritratto corrispondente" significa che i clienti che si registrano per un nuovo numero di telefono potrebbero dover registrarsi girando la testa e battendo le palpebre.

"Nei prossimi passi, il nostro ministero continuerà a ... aumentare la supervisione e l'ispezione ... e promuovere rigorosamente la gestione della registrazione del nome reale per gli utenti del telefono", ha affermato l'avviso di settembre.

Sebbene il governo cinese abbia spinto per la registrazione del nome reale per gli utenti di telefoni da almeno 2013 - il che significa che le carte d'identità sono collegate a nuovi numeri di telefono - il passaggio a sfruttare l'intelligenza artificiale arriva quando la tecnologia di riconoscimento facciale guadagna trazione in tutta la Cina dove la tecnologia viene utilizzata per tutto dalle casse del supermercato alla sorveglianza.

Gli utenti di social media cinesi online hanno reagito con un mix di supporto e preoccupazione per l'avviso di verifica facciale 1 di dicembre, con alcune preoccupazioni sulla voce che i loro dati biometrici potrebbero essere trapelati o venduti.

"Questo è un po 'troppo", ha scritto un utente su Weibo simile a Twitter, commentando un articolo sulle nuove regole.

"Controllo, e quindi più controllo", ha pubblicato un altro.

Mentre i ricercatori hanno avvertito dei rischi per la privacy associati alla raccolta di dati sul riconoscimento facciale, i consumatori hanno ampiamente abbracciato la tecnologia, sebbene la Cina abbia visto una delle sue prime cause legali sul riconoscimento facciale il mese scorso.

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


Technocracy.News è il - esclusivamente. sito web su Internet che riporta e critica la tecnocrazia. Ti preghiamo di dedicare un minuto a sostenere il nostro lavoro su Patreon!
Avatar
2 Discussioni dei commenti
0 Discussione risposte
0 Seguaci
Per molti commenti
Discussione più calda del commento
1 Autori di commenti
JCLincoln Autori di commenti recenti
Sottoscrivi
ultimo il più vecchio più votati
Notifica
JCLincoln
ospite

Non credo che i cinesi debbano preoccuparsi che le loro scansioni facciano trapelare o vendute per pubblicità ... dovrebbero essere preoccupati che il governo cinese sarà in grado di identificarli ovunque vadano ... e qualunque cosa facciano ... come essere coinvolti in un protesta contro il governo cinese.