La Cina presenta ambulanze senza conducente e medici robot

Per favore, condividi questa storia!
I tecnocrati in Cina utilizzano i principi di gestione della mandria per automatizzare ogni aspetto dell'assistenza sanitaria. È teoricamente possibile che un cittadino malato non veda mai un essere umano in cura per la sua malattia. La Cina ha abbastanza persone per istruire più medici e infermieri? Certo, ma i tecnocrati preferiscono soluzioni ingegneristiche a qualsiasi problema. ⁃ TN Editor

Nella città cinese orientale di Hangzhou, un'ambulanza accelera nel traffico su un'ondata di semafori verdi, aiutata da un sistema di intelligenza artificiale (AI) e big data.

Il sistema, che prevede l'invio di informazioni ad un computer centrale collegato alle reti di trasporto della città, è parte di un processo da gigante tecnologico Alibaba Group Holding Ltd. Il cinese spera di utilizzare i suoi sistemi nuvolosi e dati per affrontare i problemi zoppicando sistema sanitario cinese come traffico cittadino ringhioso, lunghe file di pazienti e mancanza di medici.

spinta di Alibaba nelle cure sanitarie riflette una tendenza più ampia in Cina, dove aziende tecnologiche stanno correndo per scuotere un settore scricchiolante sanitario statale e prendere una fetta di spesa che McKinsey & Co stime colpiranno di US $ 1 trilioni di entro il 2020.

WeDoctor sostenuto da Tencent, che offre consulenze online e appuntamenti con dottori, ha raccolto $ 500 milioni a maggio con una valutazione di $ 5.5 miliardi. Ping An Good Doctor, una piattaforma simile supportata da Ping An Insurance, quest'anno ha raccolto $ 1.1 miliardi in una IPO.

“L'opportunità sta crescendo molto velocemente”, ha detto Min Wanli, lo scienziato capo macchina di intelligenza Hangzhou-based presso la divisione cloud di Alibaba.

Alibaba sta lavorando con un ospedale a Shanghai utilizzando i dati per prevedere la domanda dei pazienti e allocare i medici. Nella provincia di Zhejiang, la società sta lavorando a strumenti di diagnosi assistita dall'intelligenza artificiale per aiutare ad analizzare immagini mediche come scansioni TC e risonanza magnetica.

“È necessario passare attraverso la formazione molto specializzata per leggere queste immagini, ma sappiamo che gli esperti sono una risorsa molto scarsa”, ha detto Min.

Gli ospedali cinesi utilizzano sempre più la tecnologia per colmare il divario tra i centri urbani e le parti remote del paese in cui i medici scarseggiano. Utilizzando i sistemi di condivisione dei documenti e i video in streaming, gli specialisti possono indirizzare più personale medico junior in loco facendo diagnosi dei pazienti.

DXY, una delle più grandi reti online di medici in Cina, offre consulenze sulla piattaforma di social media WeChat per pazienti con malattie croniche come il diabete, con un team di infermieri e medici che forniscono consulenza medica.

La Cina sta spingendo per ridurre i costi sanitari che aumentano con l'invecchiamento della popolazione, mettendo a dura prova il sistema assicurativo statale.

Allo stesso tempo, Pechino ha promesso un migliore accesso alle cure sanitarie e migliorate di base Care - nonostante la mancanza di medici di famiglia - che ha portato la tecnologia sotto i riflettori come un modo di massimizzare le risorse tese.

"L'istruzione dei medici richiederà troppo tempo", ha affermato Rogier Janssens, direttore generale con sede a Pechino del business biofarmaceutico della tedesca Merck KGaA in Cina. Egli ha aggiunto che gli smartphone potrebbero contribuire a fornire cure primarie più rapido ed economico.

"Ci sono centinaia di milioni di persone che continuano a non prendersi cura di malattie relativamente semplici".

sistema sanitario cinese è da tempo prese con una carenza di medici, aggravata da bassi salari e una carenza di cliniche locali e medici di medicina generale. Ciò significa che i pazienti spesso si affollano in grandi ospedali specializzati anche per disturbi minori.

Pechino ha cercato di risolvere il problema, fissando obiettivi per aumentare il numero di medici di famiglia in tutto il paese.

Tuttavia, il governo ha tardato ad abbracciare la tecnologia all'interno del sistema sanitario, frenato dalla sfida di digitalizzare un sistema ospedaliero tentacolare e frammentato, ancora dominato da ospedali pubblici e aziende statali.

I venti politici potrebbero iniziare a cambiare. Negli ultimi due anni Pechino ha adottato una legislazione che prevede un forte sostegno ai servizi sanitari di base basati su Internet.

Il premier Li Keqiang ha affermato quest'anno che la tecnologia sanitaria potrebbe "aiutare ad alleviare il problema dei servizi sanitari pubblici inaccessibili e costosi che sono stati a lungo una grande preoccupazione".

Ora, Pechino potrebbe approvare la vendita di alcuni farmaci da prescrizione online, creando una grande opportunità per le aziende locali e globali, secondo le aziende del settore.

Janssens di Merck KGaA ha affermato che la società aveva "buone indicazioni" sul fatto che i responsabili delle politiche stavano affrontando la questione del commercio elettronico farmaceutico "mentre parliamo".

Li Tiantian, fondatore e presidente di DXY, ha detto che il ministero della salute ha incontrato aziende sanitarie come la sua e ha pianificato di rilasciare presto una politica sugli "ospedali Internet", che avrebbe aperto alcune vendite online.

“Penso che la nuova politica sarà rilasciato molto presto, potenzialmente nel mese di luglio”, ha detto.

La politica consentirebbe agli ospedali autorizzati di consultare, prescrivere e vendere farmaci online ai pazienti con patologie croniche. Tuttavia, le preoccupazioni normative in materia di sicurezza e respingimento da parte dei distributori statali hanno messo a segno un piano simile diversi anni fa.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti