L'OMS ammette: nessuna maschera a prova diretta previene l'infezione virale

Youtube.
Per favore, condividi questa storia!
La pseudo-scienza che promuove blocchi, maschere facciali, distanze sociali e chiusure aziendali viene smascherata mentre cade a pezzi. Il mondo è stato "avuto" da tecnocrati megalomani che hanno trattato la loro scienza come una sorta di dio che è onnisciente, infallibile e immutabile. ⁃ TN Editor

Secondo il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, la vita non tornerà presto alla tua vecchia normalità. Inoltre, le cose andranno solo peggio a meno che il pubblico non segua consigli sulla salute come indossare maschere di distanza sociale. Il cupo annuncio è arrivato durante una conferenza stampa del 13 luglio 2020 (sopra).

Questo, nonostante il fatto che il promemoria dell'OMS del 5 giugno 20201 sull'uso della maschera facciale non vi sono prove dirette che il mascheramento universale di persone sane sia un intervento efficace contro le malattie respiratorie.

Inoltre, le persone sono esortate a usare maschere di stoffa o bandane (apparentemente per prevenire carenze tra il personale sanitario), nessuna delle quali è conforme a nessun tipo di standard di qualità, e secondo le poche prove scientifiche disponibili è stato dimostrato di fornire solo circa la metà della poca protezione che si può ottenere da una mascherina chirurgica.

Nessuna prova diretta a supporto dell'uso della maschera universale

SARS-CoV-2 è un beta-coronavirus con un diametro compreso tra 60 nanometri (nm) e 140 nm, o da 0.06 a 0.14 micron (micrometri).2 Questa è circa la metà delle dimensioni della maggior parte dei virus, che tendono a misurare tra 0.02 micron e 0.3 micron.3

La saliva carica di virus o le goccioline respiratorie espulse quando si parla o si tossisce misurano tra 5 e 10 micron,4 ed è proprio queste goccioline che le maschere chirurgiche e i respiratori possono bloccare.

Ad esempio, le maschere N95 possono filtrare particelle fino a 0.3 micron,5 quindi possono impedire la fuoriuscita della maggior parte delle goccioline respiratorie. Tuttavia, non possono bloccare i virus aerosolizzati che si trovano nell'aria stessa. Inoltre, molte maschere N95 proteggono solo chi le indossa, poiché hanno porte di espirazione che consentono di espirare aria non filtrata.

Test di laboratorio6 ha dimostrato che le maschere chirurgiche 3M possono bloccare fino al 75% delle particelle che misurano tra 0.02 micron e 1 micron, mentre le maschere in tessuto bloccano tra il 30% e il 60% delle particelle respiratorie di queste dimensioni. Come notato nel promemoria dell'OMS:7

"Le meta-analisi nelle revisioni sistematiche della letteratura hanno riportato che l'uso di respiratori N95 rispetto all'uso di maschere mediche non è associato a un rischio inferiore statisticamente significativo di esiti di malattie respiratorie cliniche o influenza confermata in laboratorio o infezioni virali ...

L'uso di maschere in tessuto (indicate come maschere in tessuto in questo documento) in alternativa alle maschere mediche non è considerato appropriato per la protezione degli operatori sanitari sulla base di prove disponibili limitate ...

Al momento, non ci sono prove dirette (da studi su COVID-19 e su persone sane nella comunità) sull'efficacia del mascheramento universale di persone sane nella comunità per prevenire l'infezione da virus respiratori, incluso COVID-19 ".

Curiosamente, mentre le maschere di stoffa e le coperture per il viso sono molto meno efficaci per bloccare le goccioline respiratorie, l'OMS raccomanda che le maschere di stoffa o non mediche "dovrebbero essere considerate solo per il controllo della fonte (utilizzate da persone infette) in contesti comunitari e non per la prevenzione".8

Neanche la revisione della politica del CDC ha trovato prove di utilità

Un documento di revisione delle politiche9 pubblicato su Emerging Infectious Diseases nel maggio 2020 - la rivista del Center for Disease Control and Prevention - ha anche esaminato "la base di prove sull'efficacia delle misure di protezione personale non farmaceutiche ... in contesti non sanitari" e anche loro non hanno trovato prove di beneficio :

"Sebbene gli studi meccanicistici supportino il potenziale effetto dell'igiene delle mani o delle maschere per il viso, le prove di 14 studi randomizzati controllati di queste misure non supportano un effetto sostanziale sulla trasmissione dell'influenza confermata in laboratorio".

Le pagine da 970 a 972 della recensione includono le seguenti citazioni:10

"Nella nostra revisione sistematica, abbiamo identificato 10 RCT [studi randomizzati controllati] che riportavano stime dell'efficacia delle maschere facciali nel ridurre le infezioni da virus influenzali confermate in laboratorio nella comunità dalla letteratura pubblicata nel periodo 1946-27 luglio 2018. Nell'analisi aggregata, non abbiamo riscontrato una riduzione significativa della trasmissione dell'influenza con l'uso di maschere facciali ...

Le maschere mediche monouso (note anche come maschere chirurgiche) sono dispositivi larghi che sono stati progettati per essere indossati dal personale medico per proteggere la contaminazione accidentale delle ferite del paziente e per proteggere chi lo indossa da schizzi o spruzzi di fluidi corporei ...

Esistono prove limitate della loro efficacia nel prevenire la trasmissione del virus dell'influenza sia quando indossati dalla persona infetta per il controllo della fonte, sia quando indossati da persone non infette per ridurre l'esposizione.

La nostra revisione sistematica non ha rilevato alcun effetto significativo delle maschere facciali sulla trasmissione dell'influenza confermata in laboratorio ... In questa revisione, non abbiamo trovato prove a sostegno di un effetto protettivo delle misure di protezione personale o delle misure ambientali nel ridurre la trasmissione dell'influenza.

Questi errori minano le maschere di protezione che possono fornire

Se e quando usi una maschera, devi seguire i protocolli appropriati, altrimenti puoi annullare la poca protezione che offrono contro goccioline respiratorie potenzialmente infettive. Come dettagliato nel promemoria dell'OMS, devi assicurarti che la tua maschera medica sia:11

  • Cambiato se bagnato, sporco o danneggiato
  • Intatto. Non regolarlo o spostarlo dal tuo viso per nessun motivo. “Se ciò accade, la maschera deve essere rimossa e sostituita in modo sicuro; e igiene delle mani eseguita "
  • Scartato e modificato dopo aver preso cura di qualsiasi paziente in precauzioni da contatto / goccioline per altri patogeni

Il promemoria sottolinea inoltre che "Il personale che non lavora in aree cliniche non ha bisogno di utilizzare una mascherina medica durante le attività di routine (ad esempio, personale amministrativo)". Ora, se il personale ospedaliero amministrativo non ha bisogno di indossare maschere, perché le persone in buona salute dovrebbero indossarle quando si cammina, specialmente nelle aree all'aperto?

La contea di Broward, in Florida, è arrivata al punto di emettere un ordine di emergenza12 obbligando maschere da indossare all'interno della propria residenza. Ma perché, se il personale ospedaliero amministrativo non è nemmeno consigliato di indossarli al lavoro?

In sintesi, è probabile che le maschere non siano del tutto inutili in tutte le circostanze. Tuttavia, la letteratura suggerisce piuttosto fortemente che l'utilità delle maschere dipende da un numero significativo di fattori - tipo, adattamento, durata d'uso, scopo e circostanze - che sono effettivamente impossibili da spiegare nelle politiche pubbliche di mascheramento universale.

La scienza, contrariamente alle banalità ignoranti da cui siamo bombardati, NON ha dimostrato che il mascheramento universale è efficace per il contenimento virale, e ha invece fornito motivi sostanziali per scetticismo su tale politica.

Leggi la storia completa qui ...

Informazioni sull'editor

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

10 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Sapere Audete

Anche metà della verità è una bugia. Non ci sono virus! Dobbiamo distruggere le fondamenta del loro piano.

chris

Dottor Mercola,
Per favore, non si tratta di goccioline, si tratta di overdose di CO2 e mancanza di O2 !!!

Kat

L'ho detto dall'inizio che sono inutili, lo dice anche sulla scatola! Si tratta di persone di controllo. Svegliati e renditi conto. Ti stanno guardando da vicino per vedere chi si conforma al loro bullspit radicale. A loro piacciono le pecore che obbediscono. Quindi possono limitare la tua vita ancora di più! È ora di alzarsi e combattere, abbandonare la maschera! Il che fa di me una pecora nera immagino dal momento che non obbedirò. I virus sono una parte della vita e il vero motivo per cui abbiamo un sistema immunitario. Nutrilo bene e ci vorrà molta cura... Per saperne di più »

Paolo Mydonick

È tutto un mucchio di BS, una prova per il marchio della bestia. So chi veglia su di me. SHALOM

STEPHEN

In qualche modo la canzone di Chris Rea: "Questa non è una svolta tecnologica - QUESTA è la strada per l'INFERNO!" viene in mente.

STEPHEN

Questo non è un guasto tecnologico: questa è la strada per l'INFERNO!
https://www.youtube.com/watch?v=FoK0zbsYSB0

Andrea

270 scienziati parlano del problema che la scienza sta affrontando oggi. Come il denaro dirige la narrativa della scienza:
https://www.vox.com/2016/7/14/12016710/science-challeges-research-funding-peer-review-process

La scienza e gli scienziati vengono spesso acquistati in modo che le ricerche ei loro risultati corrispondano alla narrativa:
https://business.financialpost.com/opinion/lawrence-solomon-scientists-are-often-bought

Un gruppo commerciale chiamato Sugar Research Foundation (SRF) ha pagato gli scienziati di Harvard per rivedere ciò che diceva la letteratura sul ruolo di grassi e zuccheri sulle malattie cardiache.
https://www.theverge.com/2018/2/23/17039780/sugar-industry-conspiracy-heart-disease-research-mark-hegsted-harvard

Charles

Apprezzo quello che stai facendo qui Patrick, ma per favore, per l'amor di Dio .. cita le tue fonti. Ho trovato la copia dello stesso articolo incollata su diversi siti Web, ma fortunatamente sono riuscito a trovare l'originale di Mercola CON tutte le citazioni in fondo. Per favore, ricordati di farlo nei prossimi articoli. Ho dovuto mettere in dubbio la tua credibilità per un secondo perché non sono riuscito a trovare alcun link qui. Se vedo un piccolo (1) accanto a un paragrafo, mi aspetto di vedere effettivamente la fonte. Per chiunque altro, ecco l'articolo ufficiale con tutti... Per saperne di più »