Ricaricare i veicoli elettrici di notte potrebbe rendere instabile la rete elettrica

Per favore, condividi questa storia!
L'energia alternativa non va bene di notte perché il sole non splende. L'energia notturna è prodotta principalmente da combustibili tradizionali che sono già sotto assedio. Ricaricare un veicolo elettrico equivale a far funzionare un condizionatore d'aria in estate. Riesci a vedere il problema? Alla fine, i proprietari di veicoli elettrici si pentiranno di essere mai stati coinvolti nella truffa dell'energia alternativa. ⁃ Editore TN

Lasciare la tua auto elettrica in carica durante la notte per averla pronta al mattino sembra in teoria una buona idea. Ma in realtà, la ricerca suggerisce che ciò fa più danni a lungo termine. Lo dicono gli scienziati di Stanford è più costoso per caricare la tua auto elettrica di notte e potrebbe stressare la tua rete elettrica locale.

Invece, i ricercatori suggeriscono che i conducenti dovrebbero passare alla ricarica del veicolo al lavoro o nelle stazioni di ricarica pubbliche. Un altro vantaggio aggiuntivo della ricarica durante il giorno in una stazione pubblica è che riduce le emissioni di gas serra.

Con gli effetti del cambiamento climatico più evidenti che mai: frequenti incendi boschivi, inondazioni diffuse e uragani più forti—le aziende automobilistiche si aspettano che le persone inizino a investire in auto elettriche in futuro. Ad esempio, i residenti della California dovrebbero acquistare più auto elettriche poiché lo stato prevede di vietare la vendita di auto a benzina e autocarri leggeri nel 2035.

"Incoraggiamo i responsabili politici a considerare le tariffe dei servizi pubblici che incoraggiano la tariffazione giornaliera e incentivano gli investimenti nelle infrastrutture di ricarica per spostare i conducenti da casa al lavoro per la ricarica", afferma il co-autore senior dello studio, Ram Rajagopal, professore associato di ingegneria civile e ambientale presso la Stanford University , in un ..

Finora, le auto elettriche rappresentano un milione o il 6% delle vendite di automobili in California. L'obiettivo dello stato è aumentare quel numero a cinque milioni di veicoli elettrici entro il 2030. Tuttavia, gli autori dello studio affermano che il passaggio dal gas all'elettrico causerà una tensione nella rete elettrica quando c'è dal 30% al 40% di auto sulla strada.

“Siamo stati in grado di dimostrare che con meno ricariche domestiche e più ricariche diurne, gli Stati Uniti occidentali avrebbero bisogno di meno capacità di generazione e stoccaggio e non sprecherebbero così tanto solare ed eolica”, spiega Siobhan Powell, dottore in ingegneria meccanica e autore principale dello studio. “E non sono solo la California e gli stati occidentali. Tutti gli stati potrebbero dover ripensare le strutture dei prezzi dell'elettricità man mano che le loro esigenze di ricarica dei veicoli elettrici aumentano e la loro rete cambia".

Se la metà dei veicoli negli Stati Uniti occidentali fosse elettrica, il team stima che ci vorrebbero oltre 5.4 gigawatt di accumulo di energia, equivalenti a cinque grandi reattori nucleari, per caricare le auto. Tuttavia, se le persone caricare le loro auto elettriche al lavoro invece che a casa, la domanda elettrica dovrebbe scendere a 4.2 gigawatt.

La California attualmente utilizza le tariffe relative al tempo di utilizzo per incoraggiare le persone a utilizzare l'elettricità di notte, ad esempio accendere la lavastoviglie e caricare le auto. Tuttavia, gli autori lo sostengono con una domanda crescente delle auto elettriche, questa strategia è obsoleta e presto comporterà un'elevata domanda con una scarsa offerta. Più specificamente, i team affermano che se un terzo delle case dovesse caricare le proprie auto elettriche alle 11:XNUMX o ogni volta che le tariffe dell'elettricità scendono, la rete locale diventerebbe instabile.

“I risultati di questo documento hanno due profonde implicazioni: la prima è che i segnali di prezzo non sono allineati con ciò che sarebbe meglio per la rete e per i contribuenti. Il secondo è che richiede di prendere in considerazione investimenti in un'infrastruttura di ricarica per il luogo in cui le persone lavorano", afferma Ines Azevedo, professore associato di scienze energetiche e ingegneria e co-autore senior.

"Dobbiamo muoverci rapidamente verso la decarbonizzazione del settore dei trasporti, che rappresenta la maggior parte delle emissioni in California", aggiunge Azevedo. “Questo lavoro fornisce informazioni su come arrivarci. Assicuriamoci di perseguire politiche e strategie di investimento che ci consentano di farlo un modo che sia sostenibile. "

Lo studio è pubblicato in natura Energia.

Leggi la storia completa qui ...

Informazioni sull'editor

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

3 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Ray Mc Mullen

Sono deluso dal fatto che tu perpetui la bugia che è AGW.

[…] Ricaricare i veicoli elettrici di notte potrebbe rendere instabile la rete elettrica […]