CDC confessa di mentire sui conteggi di morte di COVID-19

Wikimedia Commons, Jim Gathany
Per favore, condividi questa storia!
Mandati politici draconiani sono stati emessi sulla base di dati errati in tutta la nazione. I tecnocrati hanno consapevolmente promosso questi dati corrotti per alimentare la paura del pubblico e l'azione politica per promuovere politiche di chiusura oppressive. ⁃ TN Editor

Ci si può fidare delle statistiche governative sulle morti di COVID-19?

È una questione aperta ora che stiamo imparando che i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) altamente rispettati e di livello mondiale ci hanno mentito.

Questa rivelazione arriva pochi giorni dopo che ho scritto qui a Pensatore americano che New York City mentiva sulla morte di COVID-19. Le normali regole sulla denuncia dei decessi sono state violate da quella città nella fretta di gonfiare il conteggio delle vittime, presumibilmente per indirizzare più soldi dei contribuenti verso la Grande Mela.

Il fatto che il CDC non stia dicendo la verità agli americani non è una teoria del complotto: è proprio là fuori allo scoperto affinché tutti lo vedano. Il CDC ammette apertamente che sta falsificando le cifre sulla morte del COVID-19.

Lo sappiamo perché, tra gli altri che dicono la verità, un semplice medico di una piccola città di Kalispell, Montana, ha abbassato il sipario.

La dottoressa Annie Bukacek, MD, ha spiegato in una presentazione come vengono prodotti i certificati di morte. (Vedi "La dottoressa Annie Bukacek del Montana discute di come vengono manipolati i certificati di morte COVID-19", Youtube., Aprile 6)

Perché qualcuno dovrebbe preoccuparsi di come viene redatto un certificato di morte?

Tutti dovrebbero preoccuparsene "oggi, quando i governi stanno apportando enormi cambiamenti che riguardano i nostri diritti costituzionali e quei cambiamenti si basano su statistiche imprecise", dice Bukacek.

Il sistema è profondamente difettoso, sostiene.

Poche persone sanno quanto potere individuale e quanto margine di manovra viene concesso al medico, al medico legale o al medico legale che firma il certificato di morte. Come lo so? Compilo certificati di morte da oltre 30 anni.

Più spesso di quanto vogliamo ammettere, non sappiamo con certezza la causa della morte quando compiliamo i certificati di morte. Questa è solo la vita. Siamo medici, non Dio. Le autopsie vengono eseguite raramente e anche quando viene eseguita un'autopsia la vera causa della morte non è sempre chiara. I medici fanno della loro migliore stima e compilano il modulo. Quindi quella causa di morte elencata ... viene inserita in una banca dati dei record vitali da utilizzare per l'analisi statistica, che quindi fornisce numeri imprecisi, come puoi immaginare. Quei numeri imprecisi vengono quindi accettati come informazioni fattuali anche se in gran parte sono false.

Questo è stato il modo in cui è stato fatto per un po 'di tempo, dice Bukacek.

Quindi, anche prima di sentire di COVID-19, i certificati di morte erano basati su supposizioni e supposizioni plausibili che non vengono messe in dubbio. Quando si tratta di COVID-19 c'è lo spiedo di dati aggiuntivo, cioè - prendi questo - non esiste una definizione universale di morte per COVID-19. Il Centers for Disease Control, aggiornato da ieri, 4 aprile, afferma ancora che i dati sulla mortalità, citazioni non citate, includono sia casi confermati che presunti positivi di COVID-19. Questo è dal loro sito web.

Traduzione? Il CDC conta sia i veri casi di COVID-19 che le ipotesi speculative di COVID-19 allo stesso modo. Lo chiamano morte di COVID-19. Per loro stessa ammissione, sovrastimano automaticamente il numero di morti reali. Prima del COVID-19, le persone avevano maggiori probabilità di ottenere una precisa causa di morte scritta sul loro certificato di morte se morivano in ospedale. Perché più accurato quando un paziente muore in ospedale? Perché il personale ospedaliero dispone di laboratori per i risultati degli esami fisici, studi radiologici, eccetera, per fare un'ipotesi plausibile. Si stima che il 60% delle persone muoia in ospedale. Ma anche [con] quelle morti in ospedale, la causa della morte non è sempre chiara, soprattutto in qualcuno con più condizioni di salute, ognuna delle quali potrebbe causare la morte.

Bukacek si riferisce a un file 24 marzo Memo CDC di Steven Schwartz, direttore della Division of Vital Statistics per il National Center for Health Statistics, intitolato "COVID-19 Alert No. 2."

"L'assunzione della morte del COVID-19", dice, "può essere fatta anche senza test. Basandosi solo sul presupposto, la morte può essere segnalata al pubblico come un'altra vittima del COVID-19 ".

C'è una sezione di domande e risposte sul memo.

Una domanda è: "COVID-19 sarà la causa sottostante?"

La risposta è: “La causa sottostante dipende da cosa e dove le condizioni sono riportate sul certificato di morte. Tuttavia, ci si aspetta che le regole per la codifica e la selezione della causa di morte sottostante facciano sì che COVID-19 sia la causa sottostante il più delle volte ".

Un'altra domanda è: "Il 'COVID-19' dovrebbe essere riportato sul certificato di morte solo con un test confermato?"

La risposta è:

“Il COVID-19 dovrebbe essere riportato sul certificato di morte per tutti i deceduti in cui la malattia ha causato o si presume che abbia causato o contribuito alla morte. " [Grassetto nell'originale]

"Potresti vedere come queste statistiche siano state fatte per sembrare davvero spaventose quando è così facile aggiungere numeri falsi al database ufficiale", dice Bukacek. "Quei numeri falsi sono sanzionati dal CDC."

"Il numero reale di morti per COVID-19 non è ciò che viene detto alla maggior parte delle persone e ciò che poi pensano", dice.

“Quante persone sono effettivamente morte a causa di COVID-19 è un'ipotesi ... ma in base a come vengono compilati i certificati di morte, puoi essere certo che il numero è sostanzialmente inferiore a quello che ci viene detto. Sulla base di dati inesatti e incompleti, le persone vengono terrorizzate dai mercanti della paura facendogli rinunciare alle amate libertà ".

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite
7 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Kat

È proprio come il cancro, quando ho compilato tutti i certificati di morte per cancro dovevo elencare il cancro, quando ho saputo che il paziente era morto per insufficienza renale o qualcos'altro. Solitamente correlato a trattamenti contro il cancro. In effetti mia madre è morta di un enorme ictus, ma il suo certificato di morte dice che è morta di cancro ai polmoni perché è stata curata per questo. Di recente ho perso mio marito, su cui non hanno nemmeno fatto l'autopsia, che è morto da solo. L'ho trovato morto nel seminterrato. Poiché era in ospedale all'inizio di quest'anno con problemi cardiaci, hanno elencato la sua morte... Per saperne di più »