Transhuman Dreams: AI "To Resing People Back To Life"

La maggior parte della "ricerca" transumana viene svolta in istituzioni accademiche finanziate dai soldi dei contribuenti e dalle sovvenzioni delle fondazioni. L'obiettivo è: l'immortalità. Mentre la tecnocrazia cerca di trasformare la società, il transumanesimo cerca di trasformare l'uomo. ⁃ TN Editor

Il capo della tecnologia Eugenia Kuyda afferma che i Simpson hanno di nuovo capito bene e che l'intelligenza artificiale "davvero inquietante" utilizzerà presto i selfie per creare avatar digitali 3D per "riportare le persone in vita"

AI "riporterà in vita le persone" in modo inquietante e presto utilizzerà i selfie per creare il digitale 3D cloni, dice un esperto.

Il capo della tecnologia Eugenia Kuyda afferma che siamo un coppia di anni dall'avere avatar online come previsto dai Simpsons.

Nell'episodio 2014 di Days of Future Future della commedia a cartoni animati, Marge carica il clone di Homer su un computer dopo essersi stufata di clonare in vita il marito incline agli incidenti.

La signora Kuyda, che ha già caricato il suo più caro amico Roman Mazurenko su una delle sue creazioni dopo la sua morte in un incidente d'auto, ha detto che la previsione sarà un'altra che lo spettacolo ha corretto.

Alla domanda se l'intelligenza artificiale "riporterà in vita le persone", ha detto al podcast di Lex Fridman "è probabilmente lungo la strada".

Ha aggiunto: "Tra poco saremo in grado di mostrare solo una foto di una persona a cui vuoi che appaia l'avatar e genererà solo un modello 3D.

"È un gioco da ragazzi, è quasi arrivato, mancano un paio d'anni."

La co-fondatrice di un chatbot compagno di intelligenza artificiale Replika ha raccontato di come ha caricato più di 10,000 testi tra lei e Roman su un chatbot basato sull'intelligenza artificiale nel 2016.

Leggi la storia completa qui ...




Transumanesimo: i super ricchi "biohacker" iniettano il sangue degli adolescenti per rimanere giovani

Il transumanesimo sta entrando nella corrente principale del pensiero in tutto il mondo mentre i ricchi e i super-ricchi spendono le loro fortune in bio-hack per il miglioramento della vita, molti dei quali sono molto bizzarri. Le trasfusioni di sangue da adolescenti rasentano la follia.

Ho messo in evidenza il transumanesimo e il suo stretto legame con la tecnocrazia per mostrare il pensiero estremo dietro questi movimenti. Sono radicali, esclusivi e simili a un culto e, cosa più importante, stanno spingendo il corso della storia in una dittatura scientifica distopica. ⁃ TN Editor

Ti piacerebbe vivere per sempre?

Dalle sessioni quotidiane in criocamere sotto zero all'iniezione di cellule staminali e alle trasfusioni di SANGUE degli adolescenti, i loro bizzarri tentativi di diventare sovrumani hanno alimentato un'industria multimilionaria.

Può sembrare uscito da un romanzo di fantascienza, ma c'è una crescente banda di miliardari della Silicon Valley che crede di poter raggiungere la vita eterna attraverso il "biohacking", il processo di alterazione del tuo corpo per mantenerlo più giovane.

Il nuovo dramma di Netflix Biohackers, pubblicato giovedì (20 agosto), coglie la tendenza terrificante immaginando un laboratorio segreto dove una giovane studentessa, interpretata da Luna Wedler, scopre un sinistro esperimento utilizzando le tecniche su un'intera città.

Qui incontriamo i veri biohacker della Silicon Valley, gli uomini che vogliono essere immortali.

Peter Thiel - Sete di sangue giovane

Il fondatore di Paypal Peter Thiel ha un piano raccapricciante per raggiungere la vita eterna, iniettando il sangue degli adolescenti.

La pratica, nota come parabiosi, non è così impossibile come sembra: nel 2016, una start up chiamata Ambrosia ha iniziato a offrire trasfusioni di "plasma giovane" per £ 6,000 alla volta.

Il magnate miliardario, 53 anni, ha detto: “Sto esaminando le cose sulla parabiosi, che penso sia davvero interessante. È qui che hanno fatto il sangue giovane nei topi più anziani e hanno scoperto che aveva un enorme effetto ringiovanente ".

Non è noto se Thiel abbia agito secondo il suo impulso, ma in precedenza ha ammesso di assumere l'ormone della crescita umano per rallentare il suo declino nella vecchiaia, e si oppone all '"ideologia dell'inevitabilità della morte".

Nota del redattore: leggi di seguito su Elon Musk, Jack Dorsey, Ben Greenfield, Dave Asprey, Rich Lee, ecc.

Leggi la storia completa qui ...




I gemelli siamesi della tecnocrazia e del transumanesimo

Tecnocrazia e transumanesimo sono sempre stati uniti all'anca. La tecnocrazia usa la sua "scienza dell'ingegneria sociale" per fondere tecnologia e società. Il transumanesimo usa il suo campo di NBIC per fondere la tecnologia direttamente negli esseri umani.

Per dirla in un altro modo, la tecnocrazia è per la società ciò che il transumanesimo è per gli umani che ci vivono.

Il transumanesimo come filosofia è cresciuto per secoli, ma solo nel regno metafisico. Il suo obiettivo finale è che gli umani sfuggano alla morte e vivano per sempre in uno stato di immortalità. Con il progresso della scienza negli ultimi 30 anni, i transumani sono migrati naturalmente dal metafisico al fisico per convertire le loro convinzioni in realtà.

Crackpot, dici? Fai attenzione a ciò che ridicolizzi perché sia ​​la tecnocrazia che il transumanesimo hanno il controllo del corso della storia umana in questo preciso momento. Poiché ho scritto ampiamente su entrambi per molti anni, questo è in fermento da molto tempo.

NBIC sta per Nano (nano-tecnologia), Bio (bio-tecnologia), Info (tecnologia dell'informazione) e Cogno (scienze cognitive). Queste quattro discipline scientifiche sono rimaste percorsi di studio separati nelle università di tutto il mondo fino all'inizio degli anni '1970. Oggi, NBIC è diventata una disciplina consolidata nella maggior parte delle principali università con il personale fornito da ogni dipartimento separato.

Perché NBIC? Perché il linguaggio sottostante a ciascun campo è di natura digitale. La genetica (DNA, RNA) è espressa in termini digitali. Il cervello (Cogno) è considerato digitale, come un supercomputer biologico. La nanotecnologia è digitale mentre gli scienziati scoprono come manipolare la materia stessa con la tecnologia informatica.

Tutti insieme, NBIC offre un calderone scientifico ai Transumani nella loro ricerca per creare Umani 2.0.

Quando NBIC è compreso, non sorprende che il tecnocrate Elon Musk abbia fondato Neuralink. La realtà di Musk è connettere la tecnologia informatica (Info) direttamente nel cervello (Bio) utilizzando fili microscopici (Nano) che vengono cuciti nel cranio. Questa è la tecnologia che è nata dalla scienza dell'NBIC.

Non c'è da meravigliarsi inoltre che il prossimo vaccino per COVID-19 prodotto da Moderna utilizzi anche la scienza NBIC per realizzare una fusione del corpo umano con una tecnologia avanzata. L'amministrazione Trump lo ha fatto contratto con Moderna per fornire 100 milioni di dosi del suo vaccino sperimentale, apparentemente per essere equipaggiato e trasportato nella nazione dall'esercito americano.

Il vaccino di Moderna ha modificato l'RNA (Bio), il precursore della formazione del DNA, da somministrare con micro-aghi (Nano) per posizionare il vaccino più marcatori digitali permanenti nella pelle che sono codificati con informazioni digitali (Info). Secondo la sua visita il sito web,

L'RNA messaggero, o mRNA, gioca un ruolo fondamentale nella biologia umana, trasferendo le istruzioni immagazzinate nel DNA per produrre le proteine ​​richieste in ogni cellula vivente. Il nostro approccio consiste nell'utilizzare farmaci mRNA per istruire le cellule del paziente a produrre proteine ​​che potrebbero prevenire, trattare o curare le malattie.

Nel video qui sotto, la dottoressa Carrie Madej offre una prospettiva medica sul prossimo vaccino di Moderna e sul fatto che è l'agenda transumana a guidarlo. Si noti che il nome Moderna è una contrazione di "Mod" e "RNA".

Secondo Time Magazine,

I ricercatori di Moderna hanno cablato a caldo questo processo imballando il loro vaccino con mRNA, il materiale genetico che proviene dal DNA e produce proteine. L'idea di Moderna è di caricare il suo vaccino contro il coronavirus con mRNA che codifica per le proteine ​​corrette del coronavirus e quindi iniettarlo nel corpo. Le cellule immunitarie nella linfa possono elaborare quell'mRNA e iniziare a produrre la proteina nel modo giusto in modo che altre cellule immunitarie le riconoscano in modo che possano montare una risposta contro un'effettiva infezione virale. Il dottor Stephen Hoge, presidente di Moderna, lo spiega "L'mRNA è davvero come una molecola software in biologia." "Quindi il nostro vaccino è come il programma software per il corpo, che poi va a produrre le proteine ​​[virali] che possono generare una risposta immunitaria". (enfasi aggiunta)

È anche degno di nota il fatto che i "Collaboratori strategici" di Moderna includono il DARPA (Defense Advanced Research Projects Agency) del Pentagono, la sua controparte civile, BARDA (Biomedical Advanced Research and Development) e il non governativo Bill e Melinda Gates Foundation.

In modo indipendente, la Gates Foundation ha finanziato lo sviluppo del cosiddetto "Quantum Dot Tattoo " tecnologia al MIT in grado di monitorare chi aveva ricevuto la vaccinazione o meno.

Conclusione

Lo scopo di questo articolo è aumentare la consapevolezza degli obiettivi comuni di Tecnocrazia e Transumanesimo e mostrare le connessioni tra entrambi. I tecnocrati stanno guidando la pandemia come il "Grande panico del 2020" per chiudere l'economia globale per far posto al grande ripristino nello sviluppo sostenibile, alias Tecnocrazia. I transumani stanno portando i propri obiettivi alla pandemia per innescare Humans 2.0.

Per ripetere la mia dichiarazione di cui sopra, "La tecnocrazia è per la società ciò che il transumanesimo è per gli umani che ci vivono". Entrambi sono estremamente pericolosi per tutta l'umanità e devono essere respinti prima che sia troppo tardi per fermarli.




Transhuman Elon Musk: il tuo cervello avrà la sua porta USB-C

Elon Musk è un consumato tecnocrate e transumanista che cerca la fusione della tecnologia e del corpo umano con lo scopo ultimo di raggiungere l'immortalità. Il suo progetto Neuralink sperimenta con Brain Machine Interfaces (BMI) mette letteralmente il silicio nel tuo cranio e lo collega al mondo esterno. ⁃ TN Editor

Il tuo cervello, con una porta USB-C al suo interno. Questa è la visione di Elon Musk per Brain Machine Interfaces (BMI). In un controverso White paper di luglio 2019 ha affermato che la sua azienda Neuralink ha compiuto un enorme passo avanti verso la creazione di un "sistema BMI scalabile a larghezza di banda elevata" che consentirebbe al cervello umano di "trasmettere dati elettrofisiologici a banda larga completa" a una rete, utilizzando una combinazione di sonde polimeriche ultrafini, un robot neurochirurgico che li cuce dentro il cervello e l'elettronica personalizzata ad alta densità.

Un "singolo cavo USB-C fornisce lo streaming di dati a larghezza di banda completa dal dispositivo" osservava il documento: il dispositivo è stato cucito, in teoria, alla corteccia cerebrale. I neuroscienziati erano di varie sfumature: incuriositi, sconvolti e sprezzanti: l'hardware personalizzato avrebbe solo captato il rumore, hanno suggerito: l'interpretazione delle onde cerebrali semplicemente non era così avanzata; le questioni etiche erano pronunciate; l'organismo rifiuterebbe questo livello di intervento; dov'era la revisione tra pari del documento?

Un anno dopo, Musk ha promesso un aggiornamento di Neuralink.

Questo è stato cripticamente annunciato da Musk nel luglio 2020, con il tweets: "Se non puoi batterli, unisciti a loro Dichiarazione di missione Neuralink" e "Aggiornamento sui progressi del 28 agosto". Dieci giorni prima della rivelazione, abbiamo deciso di fare il punto sul lavoro di Neuralink e sulla discussione in corso sul potenziale del BMI; parlando con una serie di specialisti del settore su dove stava andando il lavoro e quanto fosse realistica la visione di Musk.

Neuralink è nato come un modo per far progredire la tecnologia del BMI: descritto da un'organizzazione, la Mayo Clinic, come una tecnologia che "acquisisce segnali cerebrali, li analizza e li traduce in comandi che vengono inoltrati a dispositivi di output che eseguono le azioni desiderate". (Molti osservatori sospettano che l'aggiornamento in sospeso avrà a che fare con la parte "analizzali" di quella dichiarazione, e l'affermazione "se non puoi batterli" di Musk si riferisce alle sue preoccupazioni ben documentate sul potere dell'IA.)

Queste "azioni desiderate" potrebbero essere come muovere una sedia a rotelle senza l'uso delle braccia o come controllare gli arti bionici: "È plausibile immaginare che un paziente con una lesione del midollo spinale possa controllare abilmente un mouse e una tastiera digitali" ha scritto Musk in il documento del 2019. “Se combinato con tecniche di stimolazione spinale in rapido miglioramento, in futuro questo approccio potrebbe plausibilmente ripristinare la funzione motoria. Le interfacce neurali ad alta larghezza di banda dovrebbero consentire una varietà di nuove possibilità terapeutiche ”.

Anche se questo potrebbe essere il punto di partenza per Neuralink, le ambizioni di coloro che lavorano a stretto contatto sul BMI includono, per alcuni, la speranza che la tecnologia possa eventualmente essere utilizzata per connettere la razza umana tramite una "rete neurale" autentica; consentire alle persone di comunicare utilizzando pensieri e immagini piuttosto che parole, e persino di cedere la loro funzione motoria ad altri, con il loro consenso *. Le idee alla base di questo hanno le loro radici in un vertiginoso transumanesimo. Nel frattempo, i problemi fisici sono rimasti un ostacolo ...

Silicio nel cranio

Il chip BMI invasivo più comunemente usato, Utah Array, comprende un elettrodo con piccoli aghi di silicone incredibilmente affilati, che vengono spinti nel cervello, dopo che un cranio è stato tagliato via. Esistono modi meno invasivi per raccogliere dati sull'attività cerebrale, ma in termini generali, più la tecnologia è invasiva, più dati dal cervello gli scienziati possono catturare. La tecnologia di Neuralink è simile, ma progettata per raccogliere ancora più dati su come funziona il cervello. Gli elettrodi sono fili lunghi piuttosto che aghi corti, che consentono di seguire i contorni e cuciti nel cervello piuttosto che posizionati sopra.

(Il robot di Musk può cucire accuratamente sei fili del sensore, o elettrodi, al minuto nel cervello umano, tramite piccoli fori nel cranio: "Il robot registra i siti di inserimento in una cornice di coordinate comune con punti di riferimento sul cranio, che, se combinati con la profondità tracciamento, consente un puntamento preciso di strutture cerebrali anatomicamente definite. Una suite software personalizzata integrata consente la preselezione di tutti i siti di inserzione, consentendo la pianificazione dei percorsi di inserzione ottimizzati per ridurre al minimo grovigli e tensioni sui fili. ")

Questi tipi di progressi nell'IMC sono stati in gran parte evitati dai neuroscienziati a qualsiasi scala significativa a causa della loro invasività; sebbene siano in corso test su ratti e scimpanzé. Le conseguenze di sbagliare le cose sono significative. Come ha avvertito il dottor Henry Marsh, uno dei principali neurochirurghi inglesi, in un'intervista dopo la pubblicazione del documento iniziale: “Il cervello non guarisce nel modo in cui guariscono ossa, muscoli e pelle. Ogni volta che tagli il cervello lo danneggi e non si riprenderà ... "

Tuttavia, ci sono vari gradi di danno a seconda dei materiali utilizzati. Co-fondatore e CSO della piattaforma di interfaccia neurale full stack BIOS, Oliver Armitage, ha spiegato le differenze rispetto a Computer Business Review come segue: "Con il materiale esistente, quando si utilizzano materiali rigidi come silicone, substrati di silicone e metalli, più il tessuto è sottile, appuntito e profondo, maggiore è il danno tu crei. Con alcune delle nuove tecnologie basate su elettrodi polimerici morbidi, quel compromesso [tra invasività e accuratezza dei dati] non regge più ”.

Leggi la storia completa qui ...




DNA Bonanza: Blackstone sta acquistando Ancestry.com per $ 4.7 miliardi

Blackstone Group rappresenta l'apice della globalizzazione e dell'élite super ricca che la controlla. Con Ancestry.com, una serie di Tecnocrati avrà accesso al più vasto insieme di informazioni sul DNA e sulle relazioni familiari nel mondo. Questa è una miniera d'oro di marketing e ingegneria sociale per Tecnocrazia. ⁃ TN Editor

Blackstone Group, Inc. ha dichiarato mercoledì di aver accettato di acquisire il fornitore di genealogia Ancestry.com Inc da rivali di private equity per $ 4.7 miliardi, debito incluso, scommettendo sulla caccia all'albero genealogico e sulla medicina personalizzata.

Ancestry.com è il più grande fornitore al mondo di servizi di DNA, che consente ai clienti di tracciare la propria genealogia e identificare i rischi per la salute genetica con test inviati a casa loro.

Blackstone spera che più consumatori rimasti a casa durante la pandemia di COVID-19 si rivolgeranno ad Ancestry.com per i suoi servizi.

"Riteniamo che Ancestry abbia una pista significativa per un'ulteriore crescita in quanto persone di tutte le età e background diventano sempre più interessate a saperne di più sulle loro storie familiari e su se stesse", ha affermato in una nota David Kestnbaum, amministratore delegato senior di Blackstone.

L'accordo è la prima acquisizione di Blackstone da Blackstone Capital Partners VIII, il più grande fondo di private equity di sempre che ha raccolto 26 miliardi di dollari dagli investitori lo scorso anno.

Ancestry.com ha più di 3 milioni di clienti paganti in circa 30 paesi e guadagna oltre 1 miliardo di dollari di entrate annuali. Lanciato nel 1996 come sito di storia familiare, ha sfruttato i progressi nei test del DNA e nelle app per telefoni cellulari nei due decenni successivi per espandere la sua offerta.

Leggi la storia completa qui ...




Il transumanesimo è la nuova religione della tecnocrazia

Il transumanesimo è un sistema di credenze metafisiche secondo cui l'immortalità può essere raggiunta applicando la scienza avanzata alla condizione umana. Si basa sullo scientismo, così come la tecnocrazia. L'utopia della tecnocrazia sarebbe apparentemente popolata dai transumani. ⁃ Editor TN

In un recente saggio del Wall Street Journal, "In attesa della fine dell'umanità", Adam Kirsch rappresenta una spinta tecnologica, spinta dalla pandemia globale di coronavirus, che abolirebbe la morte:

La vita eterna attraverso la tecnologia avanzata sembra un sogno irrealizzabile per una società che, fino a poco tempo fa, aveva difficoltà a produrre maschere sufficienti per salvare la vita di medici e infermieri. Eppure Covid-19 potrebbe rivelarsi proprio il tipo di crisi necessaria per sovralimentare gli sforzi per creare quello che i suoi sostenitori chiamano un futuro "transumano". Con la nostra fragilità biologica più ovvia che mai, molte persone saranno pronte ad abbracciare il messaggio del Dichiarazione transumanista, un programma in otto punti pubblicato per la prima volta nel 1998: "Prevediamo la possibilità di ampliare il potenziale umano superando l'invecchiamento, le carenze cognitive, la sofferenza involontaria e il nostro confinamento sul pianeta Terra".

Vi è abbondanza di pensatori ben rispettati che Credere questo è possibile, tra cui Bill Maris, fondatore di Google Ventures, citato nell'articolo, e Yuval Noah Harari, nel suo Homo Deus, che ha dato presto il tono dichiarando:

Nel ventunesimo secolo, è probabile che gli umani facciano un'offerta seria per l'immortalità ... Gli umani muoiono sempre a causa di un problema tecnico ... Nulla di metafisico al riguardo. Sono tutti problemi tecnici.

Quindi, naturalmente, nessuna discussione sul tecnoutopismo sarebbe completa senza Ray Kurzweil, che presenta una "singolarità tecnologica" che fornirebbe un universo personalizzato e totalmente controllato per ogni essere umano, in cui sarebbero in completo controllo per sperimentare tutto ciò che desideravano , per tutta l'eternità, una volta caricati tutti le nostre coscienze nella nuvola.

Il pezzo WSJ colpisce sullo stesso tema:

Oggi, gli scienziati cognitivi spesso confrontano il cervello con l'hardware e la mente con il software che lo esegue. Ma un programma software è solo informazione, e in linea di principio non c'è motivo per cui l'informazione della coscienza debba essere codificata nei neuroni.

Il progetto Human Connectome, lanciato nel 2009 dal National Institutes of Health, si descrive come "uno sforzo ambizioso per mappare i percorsi neurali che sono alla base della funzione del cervello umano". Se tali percorsi potessero essere completamente mappati e tradotti in 0 e 1 digitali, i dati potrebbero essere caricati su un computer, dove potrebbero sopravvivere indefinitamente.

Qualcuno di questo suona come il paradiso? O il paradiso? Valhalla? Ciò non sorprende perché lo scientismo (distinto dall'esplorazione e dalla scoperta usando il metodo scientifico) ha inaugurato una nuova era di riduzionismo materiale in modo che la religione, la spiritualità o qualsiasi altro aspetto non materiale della realtà che non possa essere facilmente quantificato siano stati privati ​​di rilevanza e significato nel nostro nuovo mondo coraggioso.

qualcosa deve riempire il vuoto che l'assenza di religione e spiritualità lascerà libero. Nel mio prossimo libro, La singolarità è stata #Canceled, Suppongo che questo vuoto sarà colmato di pensiero tecno-utopico, che porterà avanti l'utopia e la felicità eterna dalla prossima vita, e attraverso la promessa di una tecnologia gestita da esperti, lo trasformerà in questo.

Leggi la storia completa qui ...




Mentre il mondo brucia, gli scienziati transumani perseguono l'immortalità

La scienza transumana dell'immortalità è una fantasia utopica che è resa possibile solo dal mio contribuente e dai finanziamenti istituzionali. È simile all'utilizzo dell'IA per trovare potenziali criminali in base alle loro caratteristiche facciali. ⁃ Editor TN

Realtà virtuale, robot, chatbot e ologrammi potrebbero permetterci di esistere per sempre. Se dovremmo scegliere l'opzione è una storia diversa.

Nel 2016, la giovane figlia di Jang Ji-sung Nayeon è deceduta per una malattia correlata al sangue. Ma a febbraio, la madre sudcoreana si è riunita con sua figlia nella realtà virtuale. Gli esperti hanno costruito una versione di suo figlio usando la tecnologia di motion capture per a documentario. Indossando un visore VR e guanti tattili, Jang è stata in grado di camminare, parlare e giocare con questa versione digitale di sua figlia.

"Forse è un vero paradiso" Disse Jang del momento in cui i due si sono incontrati in VR. “Ho incontrato Nayeon, che mi ha chiamato con un sorriso, per un tempo molto breve, ma è un momento molto felice. Penso di aver avuto il sogno che ho sempre desiderato. "

Una volta in gran parte la preoccupazione della fantascienza, più persone sono ora interessate all'immortalità, sia che mantenga vivo il tuo corpo o la tua mente per sempre (come esplorato nella nuova commedia di Amazon Prime Caricare) o nella creazione di una sorta di memoriale vivente, come un robot basato sull'intelligenza artificiale o una versione di chatbot di te stesso o della persona amata. La domanda è: dovremmo farlo? E se lo facciamo, come dovrebbe essere?

L'interesse moderno per l'immortalità iniziò negli anni '1960, quando emerse l'idea della crionica: congelare e conservare un cadavere o una testa umana con la speranza di far risorgere quel perone in un lontano futuro. (Mentre alcune persone hanno scelto di congelare il proprio corpo dopo la morte, nessuna è stata ancora ripresa.)

"A quel tempo ci fu un cambiamento nella scienza della morte e l'idea che in qualche modo o un'altra morte è qualcosa che gli umani possono sconfiggere", ha dichiarato John Troyer, direttore del Center for Death and Society dell'Università di Bath e autore di Tecnologie del cadavere umano.

Tuttavia, nessuna ricerca peer-reviewed suggerisce che vale la pena versare milioni di dollari nel tentativo di caricare il nostro cervello o trovare modi per mantenere in vita i nostri corpi, ha detto Troyer. Almeno non ancora. Uno studio del 2016 pubblicato sulla rivista PLoS ONE ha scoperto che esporre un cervello conservato a sonde chimiche ed elettriche potrebbe far funzionare di nuovo il cervello, in una certa misura.

"È tutta una scommessa su ciò che è possibile in futuro", ha detto Troyer. "Non sono convinto che sia possibile nel modo in cui [le aziende tecnologiche] stanno descrivendo o desiderabile".

L'effetto specchio nero

C'è una grande differenza tra le persone che cercano attivamente di caricare il loro cervello per provare a vivere per sempre e quelle che muoiono i cui parenti o il pubblico provano a resuscitarle in qualche modo attraverso la tecnologia.

Nel 2015 Eugenia Kuyda, co-fondatrice e CEO della società di software replica, perse il suo migliore amico Roman dopo essere stato investito da un'auto a Mosca. Come parte del processo di lutto, si è rivolta alla tecnologia. Kuyda ha addestrato un chatbot su migliaia di messaggi di testo che i due avevano condiviso nel corso degli anni, creando una versione digitale di Roman che poteva ancora "parlare" con la famiglia e gli amici.

La prima volta che ha inviato messaggi al bot, Kuyda ha detto che era sorpresa di quanto fosse vicina la sensazione di parlare di nuovo con la sua amica. "È stato molto emozionante", ha detto. "Non mi aspettavo di sentirmi così, perché ho lavorato su quel chatbot, sapevo come è stato costruito."

Leggi la storia completa qui ...




I robot potrebbero ottenere un occhio artificiale che "vede" come un essere umano

L'invenzione a lungo cercata di un occhio artificiale potrebbe essere molto più vicina e, se completata, trasformerebbe completamente la robotica, così come gli impianti umani che potrebbero essere collegati al nervo ottico per alimentare i segnali nel cervello. ⁃ Editor TN

Gli scienziati hanno sviluppato un occhio artificiale che potrebbe fornire una visione per umanoide roboto addirittura fungere da occhio bionico per i non vedenti in futuro.

I ricercatori dell'Università di Scienza e Tecnologia di Hong Kong hanno costruito l'ElectroChemical Eye - soprannominato EC-Eye - per assomigliare alle dimensioni e alla forma di un occhio biologico, ma con un potenziale enormemente maggiore.

L'occhio imita l'iride umana e la retina usando una lente per focalizzare la luce su una fitta schiera di nanofili sensibili alla luce. Le informazioni vengono quindi passate attraverso i fili, che agiscono come la corteccia visiva del cervello, a un computer per l'elaborazione.

Durante i test, il computer è stato in grado di riconoscere le lettere 'E', 'I' e 'Y' quando sono state proiettate sull'obiettivo.

In teoria, l'occhio artificiale potrebbe essere collegato a un nervo ottico per trasmettere informazioni a un cervello umano, hanno detto i ricercatori, migliorando allo stesso tempo gli occhi basati su telecamera attualmente utilizzati sui robot.

"Gli occhi biologici sono probabilmente l'organo sensibile più importante per la maggior parte degli animali su questo pianeta", hanno scritto i ricercatori in un documento che descrive la svolta.

“Imitando gli occhi umani, i sistemi di visione artificiale sono altrettanto essenziali nelle tecnologie autonome come robotica. Soprattutto per i robot umanoidi, il sistema di visione dovrebbe assomigliare a quello di un essere umano in apparenza per consentire un'interazione amichevole uomo-robot, oltre ad avere caratteristiche superiori del dispositivo. "

Il dispositivo proof-of-concept ha attualmente una bassa risoluzione, poiché ciascuno dei 100 nanofili utilizzati nella sua costruzione rappresenta solo un pixel.

Leggi la storia completa qui ...




Neuralink

Interfaccia cerebrale Neuralink di Elon Musk pronta in mesi?

Il bambino poster di Technocracy, Elon Musk, esplora lo spazio prendendo di mira Marte e lo spazio interno prendendo di mira il tuo cervello. Neuralink è follemente invasivo e spinge l'ignoto, ma Musk intende portare il suo primo prodotto sul mercato quest'anno. ⁃ Editor TN

Sicuro di sapere tutto su Tesla e SpaceX, ma quanto sai dell'avvio di Neuralink di Elon Musk? Tra i molti progetti eccentrici su cui Musk sta attualmente lavorando, Neuralink prende sicuramente il sopravvento. L'ambiziosa start-up sembra lavorare a qualcosa uscito da un film di fantascienza.

Se Neuralink raggiungesse il suo obiettivo, la società potrebbe finire per inaugurare una nuova era di "cognizione sovrumana". Ma, abbastanza con la suspense. A cosa sta esattamente lavorando la società Neuralink?

Neuralink è una società creata da Elon Musk nel 2016 che sta esplorando il cervello umano e come può essere collegato a un'interfaccia del computer. Operando su una scala molto più piccola di Tesla o SpaceX, questa startup concettuale mira a utilizzare questa interfaccia cervello-macchina per integrare l'uomo con l'intelligenza artificiale impiantando chirurgicamente processori nel nostro cervello con una procedura che si dice non sia più invasiva di qualcosa come LASEK chirurgia.

Le interfacce cervello-macchina non sono completamente nuove e hanno il potenziale per aiutare milioni di persone. Come indicato nel documento pubblicato su Neuralink, "Le interfacce cervello-macchina (BMI) promettono il ripristino della funzione sensoriale e motoria e il trattamento dei disturbi neurologici". Tuttavia, il motivo per cui gli esseri umani potrebbero voler collegare il loro cervello al computer si riduce a una potenziale minaccia esistenziale, l'intelligenza artificiale.

Esperti, leader aziendali e ricercatori in tutto il mondo ritengono che l'intelligenza artificiale abbia il potere di cambiare il mondo in meglio, incidendo su quasi tutti i settori del mondo. Eppure, alcuni di questi stessi leader, incluso Elon Musk, credono che l'IA potrebbe diventare una minaccia a livello di fantascienza se non camminiamo con attenzione.

In parole semplici, Neuralink offrirebbe aggiornamenti al cervello umano che potrebbero potenzialmente renderci più competitivi contro l'IA con intelligenza a livello umano o superiore.

Leggi la storia completa qui ...




I Borg

Gli scienziati ottengono il primo passo nella creazione di cyborg

Questa svolta tecnologica è rivoluzionaria per i transumanisti che vorrebbero costruire avatar, trasferire loro il cervello e vivere per sempre. Se hai difficoltà a capire questo articolo, pensa a "The Borg" della serie Star Trek. ⁃ Editor TN

Gli scienziati hanno collegato due neuroni artificiali a base di silicio con uno biologico in più paesi in una rete completamente funzionale. Usando protocolli Internet standard, stabilirono una catena di comunicazione in base alla quale un neurone artificiale controlla uno vivente, biologico, e trasmette le informazioni a un altro artificiale.

Whoa.

Abbiamo parlato molto delle interfacce cervello-computer e nuovi chip per computer che assomigliano al cervello. Abbiamo spiegato come quei chip "neuromorfi" potrebbero collegarsi in entità di elaborazione tremendamente potenti, usando nodi di comunicazione ingegnerizzati chiamati artificiale sinapsi.

Mentre la legge di Moore sta morendo, abbiamo persino detto che il calcolo neuromorfico è un percorso verso il futuro di un calcolo basato su rete neurale artificiale estremamente potente ea basso consumo energetico - nell'hardware - che potrebbe teoricamente collegarsi meglio con il cervello. Poiché i chip "parlano" il linguaggio del cervello, in teoria potrebbero diventare hub di neuroprotesi molto più avanzati e "naturali" di qualsiasi cosa sia attualmente possibile.

Questo mese, un team internazionale ha messo insieme tutti quegli ingredienti, trasformare la teoria in realtà.

I tre laboratori, sparsi tra Padova, Italia, Zurigo, Svizzera e Southampton, in Inghilterra, hanno collaborato per creare una rete neurale artificiale-biologica ibrida completamente autocontrollata che comunicava usando principi biologici, ma su Internet.

La rete dei tre neuroni, collegata attraverso sinapsi artificiali che emulano la realtà, è stata in grado di riprodurre un classico esperimento di neuroscienza che è considerato la base dell'apprendimento e della memoria nel cervello. In altre parole, i "chip" di neuroni artificiali e sinapsi sono progrediti al punto in cui possono effettivamente utilizzare un intermediario di neuroni biologici per formare un circuito che, almeno in parte, si comporta come la cosa reale.

Ciò non significa che i cervelli di cyborg arriveranno presto. La simulazione ha ricreato solo una piccola rete che supporta la trasmissione eccitatoria nell'ippocampo - una regione critica che supporta la memoria - e la maggior parte delle funzioni cerebrali richiede un enorme dialogo tra numerosi neuroni e circuiti. Tuttavia, lo studio è una dimostrazione sbalorditiva di quanto siamo arrivati ​​a ricreare neuroni biologici e sinapsi nell'hardware artificiale.

E forse un giorno, l'hardware neuromorfo attualmente "sperimentale" sarà integrato nei circuiti neurali biologici rotti come ponti per ripristinare il movimento, la memoria, la personalità e persino un senso di sé.

The Artificial Brain Boom

Una cosa importante: questo studio si basa fortemente su un decennio di ricerche sull'informatica neuromorfa o sull'implementazione delle funzioni cerebrali all'interno dei chip dei computer.

L'esempio più noto è forse IBM TrueNorth, che ha sfruttato i principi computazionali del cervello per costruire un computer completamente diverso da quello che abbiamo oggi. I computer di oggi funzionano su un'architettura von Neumann, in cui i moduli di memoria e di elaborazione sono fisicamente separati. Al contrario, il calcolo e la memoria del cervello sono simultaneamente raggiunti in sinapsi, piccoli "hub" su singoli neuroni che parlano con quelli adiacenti.

Leggi la storia completa qui ...