parco eolico

WEF: la pandemia può portare a un sistema economico sostenibile a basse emissioni di carbonio

Il World Economic Forum promuove il suo piano d'azione portando la "leadership multistakeholder alla pandemia di COVID-19" ma ha l'obiettivo generale di convertirsi in un sistema economico a basse emissioni di carbonio, basato su risorse come lo sviluppo sostenibile, noto anche come Technocracy. ⁃ Editor TN

Mentre il coronavirus si diffonde nelle aree urbane del mondo, i governi, le imprese e la società civile stanno iniziando ad agire per aiutare le città a gestire questa crisi e mitigare le conseguenze.

Condividi le conoscenze, salva vite

Mentre COVID-19 ha viaggiato in tutto il mondo, città dopo città ha visto stranamente simili schemi di diffusione virale e le drastiche risposte politiche. La capacità di condividere le conoscenze e le migliori pratiche è fondamentale per le città per evitare errori e ottimizzare la risposta, in particolare nelle prime fasi della diffusione. È inestimabile per le aree metropolitane esplorare l'implementazione di strategie di successo implementate da altre città - come distanza sociale sono fondamentali per rallentare la diffusione del virus e "appiattire la curva.

Il Città possibile rete, gestita da Mastercard, ha organizzato incontri regolari dei decisori municipali di tutto il mondo per scambiare strategie su come affrontare la crisi nelle loro comunità. Allo stesso modo, C40 - una rete di megalopoli impegnata nella lotta ai cambiamenti climatici - ha lanciato un portale COVID-19 dedicato affinché le città condividano le conoscenze e le migliori pratiche per la gestione della crisi.

Questi collegamenti da città a città realizzati a breve termine saranno vitali per la necessaria transizione verso un sistema economico più sostenibile ea basse emissioni di carbonio a lungo termine. Città per la salute globale, guidato da Metropoli e supportato da UCLG, consente alle città di condividere iniziative locali di successo per rispondere alle emergenze sanitarie - COVID-19 o altro.

In contatto con esperti

Poiché alcuni governi nazionali hanno difficoltà a rispondere, le città possono essere lasciate a far fronte alla sola minaccia COVID-19. Ecco perché è fondamentale connettere i decisori locali agli esperti di salute.

Bloomberg Philanthropies sta colmando questo divario informativo con il Iniziativa di risposta locale del coronavirus, che collega le città degli Stati Uniti con esperti di salute pubblica, ricercatori e clinici di tutta la rete della Johns Hopkins University per trasmettere le informazioni più importanti e aggiornate dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC). L'organizzazione sta anche lavorando con il Conferenza dei sindaci degli Stati Uniti e l'Associazione nazionale dei funzionari del trasporto urbano sul Programma di risposta ai trasporti fornire strumenti di risposta rapida, aggiornamenti in tempo reale e assistenza tecnica per fornire servizi urbani essenziali.

Come altro esempio, Città per tutti, una rete globale focalizzata sulla creazione di città inclusive e accessibili, ospita una serie di webinar esperti aiutare le città a elaborare e coordinare strategie per proteggere gli anziani e le persone con disabilità. Rete globale di città resilienti, un'iniziativa sostenuta dalla Fondazione Rockefeller dedicata a sostenere la resilienza urbana, ha anche organizzato una serie di relatori settimanali con la Banca mondiale sulle risposte globali, nonché un programma per facilitare piani di ripresa a lungo termine resilienti tra le città membri.

Grazie alle informazioni più recenti fornite dagli esperti, le città possono pianificare e attuare efficacemente le strategie necessarie per rallentare la diffusione del virus e tornare ancora più forti.

Malattia vs. dati

La trasformazione tecnologica delle città non è rallentata durante la pandemia. Le organizzazioni incentrate sul boom delle "città intelligenti" hanno semplicemente ampliato le aree di esplorazione per includere modi per mitigare la crisi COVID-19. Quantela, una start-up di intelligenza artificiale focalizzata sui servizi urbani, ha creato COPERCHIO, una piattaforma di risposta alle emergenze basata sull'intelligenza artificiale per assistere i funzionari governativi nella diagnosi, nel monitoraggio e nella localizzazione delle persone con la malattia, nonché nel comunicare e collaborare con le comunità.

Leggi la storia completa qui ...




Scienziati su pandemie: "La natura ci sta inviando un messaggio"

Le Nazioni Unite affermano che “i governi devono cogliere l'opportunità "ricostruire meglio" dopo la pandemia creando società più sostenibili e resistenti. Qualunque sia il problema, lo sviluppo sostenibile è sempre la risposta.

L'ovvio pregiudizio di alcuni scienziati attivisti radicali si sta esaurendo nella mente pubblica. Questi scienziati hanno trasformato la scienza in una religione strettamente associata al mito di Gaia, la dea greca primordiale che personifica la terra. Si ritiene che la terra sia un organismo vivente capace di pensieri senzienti. ⁃ Editor TN

È probabile che la pandemia di coronavirus sia seguita da focolai di malattie ancora più mortali e distruttive a meno che la loro causa principale - la dilagante distruzione del mondo naturale - non venga rapidamente arrestata, hanno avvertito i principali esperti di biodiversità del mondo.

"C'è una sola specie responsabile della pandemia di Covid-19 - noi", hanno detto. “Le pandemie recenti sono una diretta conseguenza dell'attività umana, in particolare i nostri sistemi finanziari ed economici globali che premiano la crescita economica ad ogni costo. Abbiamo una piccola finestra di opportunità, per superare le sfide della crisi attuale, per evitare di seminare i semi di quelli futuri. "

I professori Josef Settele, Sandra Díaz e Eduardo Brondizio hanno guidato il controllo sanitario planetario più completo mai intrapreso, pubblicato nel 2019 dalla Piattaforma intergovernativa di politica scientifica sulla biodiversità e i servizi ecosistemici (IPBES). Ha concluso che la società umana era in pericolo a causa del rapido declino dei sistemi naturali di supporto vitale della Terra.

In un articolo pubblicato lunedì, con il dott. Peter Daszak, che sta preparando il prossima valutazione IPBES, scrivono: "La deforestazione dilagante, l'espansione incontrollata dell'agricoltura, l'agricoltura intensiva, lo sviluppo delle miniere e delle infrastrutture, nonché lo sfruttamento delle specie selvatiche hanno creato una" tempesta perfetta "per lo spargimento di malattie."

Queste attività causano pandemie portando più persone a contatto e in conflitto con gli animali, da cui provengono il 70% delle malattie umane emergenti. In combinazione con l'urbanizzazione e la crescita esplosiva del trasporto aereo globale, ciò ha permesso a un virus innocuo nei pipistrelli asiatici di portare “indicibili sofferenze umane e fermare economie e società in tutto il mondo. Questa è la mano umana nell'emergenza pandemica. Eppure [Covid-19] potrebbe essere solo l'inizio. "

"È probabile che le future pandemie si verifichino più frequentemente, si diffondano più rapidamente, abbiano un maggiore impatto economico e uccidano più persone se non siamo estremamente attenti ai possibili impatti delle scelte che facciamo oggi", hanno detto.

Gli scienziati hanno affermato che i pacchetti di ripresa economica multitrilioni di dollari lanciati dai governi devono essere utilizzati per rafforzare e applicare la protezione ambientale: “Potrebbe essere politicamente opportuno allentare gli standard ambientali e sostenere settori come agricoltura intensiva, compagnie aeree e settori energetici dipendenti dai combustibili fossili, ma farlo senza richiedere un cambiamento urgente e fondamentale sostanzialmente sostiene l'emergere di future pandemie. "

Un approccio globale "One Health" deve anche essere ampliato, hanno detto. “La salute delle persone è intimamente connessa alla salute della fauna selvatica, alla salute del bestiame e alla salute dell'ambiente. In realtà è una sola salute ", ha detto Daszak.

Inoltre, i programmi di sorveglianza e i servizi sanitari devono essere adeguatamente finanziati nelle nazioni in prima linea nel rischio di pandemia, hanno detto: "Questo non è semplice altruismo - è un investimento vitale nell'interesse di tutti per prevenire futuri focolai globali".

Leggi la storia completa qui ...




Uccidere il capitalismo: migliaia di imprese statunitensi sono state definitivamente chiuse

Ondate di fallimenti stanno per spazzare l'America mentre ristoranti, fattorie, piccoli produttori, società di servizi, centri commerciali e altro ancora gettano la spugna per sempre. La vita e il sostentamento di queste persone vengono sacrificati con impazienza sull'altare della scienza mentre combattono il COVID-19.

Le imprese con meno di 20 dipendenti impiegano circa il 90% di tutti i dipendenti statunitensi. La scorsa settimana ha registrato altri 4.4 milioni di richieste di disoccupazione, portando il totale a 26.5 milioni dall'inizio del blocco a metà marzo. Ciò cancella il 100 percento dei guadagni di lavoro dalla Grande Recessione nel 2007-2008.

La maggior parte delle persone infette da COVID-19 guarirà entro giorni o settimane senza alcun danno permanente. Le persone che perdono la propria attività - in molti casi fattorie familiari generazionali - sono segnate a morte e non si riprenderanno mai. Questi rappresentano milioni mentre COVID-19 rappresenta migliaia.

È importante ribadirlo: l'obiettivo principale della pandemia saturata dalla paura non è quello di "salvare vite" ma di distruggere il capitalismo e la libera impresa. Lo sappiamo perché le Nazioni Unite hanno chiaramente affermato che questo è il suo obiettivo: sostituire l'intero sistema economico con lo sviluppo sostenibile, noto anche come tecnocrazia. ⁃ Editor TN

Questa recessione economica si sta rivelando molto più profonda e molto più grave di quanto la maggior parte degli esperti avesse inizialmente previsto. Più di 22 milioni di americani hanno presentato richieste di indennità di disoccupazionee gli economisti ci stanno dicendo che l'economia americana si sta contraendo al tasso più veloce che abbiamo mai visto dalla seconda guerra mondiale. Stiamo già iniziando a vedere alcune aziende di alto profilo orientarsi verso il fallimento, ma la vera storia è ciò che sta accadendo a migliaia e migliaia di piccole e medie imprese a causa dei blocchi. Molti di loro sopravvivevano a malapena anche prima di questa pandemia, e ora questi blocchi hanno provocato un colpo mortale.

L'industria della ristorazione è un esempio perfetto. Prima della pandemia, c'erano più di un milione di ristoranti negli Stati Uniti e circa la metà di essi erano indipendenti. Quei ristoranti indipendenti impiegavano circa 11 milioni di lavoratori e ora la stragrande maggioranza di questi lavoratori è stata licenziata.

Una volta terminati i blocchi, sarebbe meraviglioso se tutti quei ristoranti indipendenti tornassero in vita, ma i risultati di un recente sondaggio suggeriscono che semplicemente non accadrà. In effetti, quel sondaggio lo ha scoperto Il 28 percento di tutti i ristoranti indipendenti probabilmente non sopravviveranno se i blocchi durano per un altro mese ...

Un sondaggio pubblicato giovedì dalla James Beard Association ha scoperto che i ristoranti indipendenti hanno licenziato il 91% dei loro dipendenti orari e quasi il 70% dei dipendenti stipendiati a partire dal 13 aprile - aumenti a due cifre in entrambe le categorie da marzo. Il sondaggio di 1,400 ristoranti piccoli e indipendenti ha rilevato che il 38% ha chiuso temporaneamente o permanentemente e il 77% ha visto le sue vendite scendere della metà o peggio.

Forse il più preoccupante: il 28% dei ristoranti ha dichiarato di non credere di poter sopravvivere un altro mese di chiusura, e solo 1 su 5 è certo di poter sostenere le proprie attività fino a quando le normali operazioni non potranno riprendere.

Il 28 percento di 500,000 è di 140,000, e quindi se questi blocchi non verranno presto risolti, potremmo trovarci di fronte a uno scenario in cui decine di migliaia di ristoranti indipendenti si perdono per sempre.

Ovviamente molti ristoranti che riapriranno dovranno affrontare una lotta davvero dura perché la paura del coronavirus manterrà i clienti lontani per il prossimo futuro. Quindi, anche se domani venissero revocati tutti i blocchi, l'industria della ristorazione non si riprenderebbe completamente.

Purtroppo, lo stesso si può dire per l'industria del fitness. In effetti, abbiamo appena appreso che una delle più grandi catene di fitness della nazione si sta preparando a presentare istanza di fallimento...

La catena di palestre 24 Hour Fitness sta lavorando con i consulenti della banca d'investimento Lazard e dello studio legale Weil, Gotshal & Manges per valutare le opzioni tra cui un fallimento che potrebbe verificarsi non appena nei prossimi mesi, le persone che hanno familiarità con la questione dicono alla CNBC.

La catena è alle prese con un pesante carico di debiti, deterioramento delle prestazioni e una pandemia di coronavirus che l'ha costretta a chiudere i suoi oltre 400 club.

Sì, un certo segmento della popolazione è piuttosto ansioso di riprendere tutte le normali attività pre-pandemiche, ma anche un calo del 20-30% delle entrate sarà fatale per molte palestre.

E la verità è che molte persone semplicemente non saranno dell'umore giusto per condividere le attrezzature sportive con gli altri per molto tempo a venire.

Anche l'industria dell'intrattenimento, del turismo e della vendita al dettaglio è stata colpita duramente da questa pandemia. L'altro giorno sono rimasto piuttosto sbalordito quando ho saputo che Neiman Marcus "Secondo quanto riferito è pronto a archiviare il fallimento"...

Secondo quanto riferito, il Gruppo Neiman Marcus, uno dei maggiori rivenditori negli Stati Uniti, è pronto a dichiarare bancarotta in mezzo alla pandemia di COVD-19 dopo aver inadempiuto milioni di pagamenti di obbligazioni la scorsa settimana e aver licenziato 14,000 dipendenti.

Neiman Marcus sarebbe diventato il primo grande magazzino americano a sgretolarsi tra le recessioni economiche dell'epidemia di coronavirus.

No, le cose sicuramente non torneranno alla "normalità" in America, e ci saranno molti più grandi nomi corporativi tra le vittime nei prossimi giorni.

Leggi la storia completa qui ...




Sviluppo sostenibile Obiettivo 1

Fallimento: obiettivo n. 1 di sviluppo sostenibile "porre fine alla povertà ovunque"

L'obiettivo n. 1 delle Nazioni Unite di "Porre fine alla povertà in tutte le sue forme ovunque" è sulla roccia mentre COVID-19 ha chiuso l'economia globale. Altre 500 milioni di persone affonderanno nella misera povertà e le Nazioni Unite possono ringraziare la propria agenzia, l'OMS, per la battuta d'arresto. ⁃ Editor TN

La ricaduta economica della pandemia di coronavirus potrebbe spingere in povertà mezzo miliardo di persone in più a meno che non vengano prese misure urgenti per dare un reale supporto ai paesi in via di sviluppo, ha affermato Oxfam oggi. L'agenzia chiede ai leader mondiali di concordare un "pacchetto di salvataggio economico per tutti" per tenere a galla i paesi poveri e le comunità povere, in vista delle riunioni chiave della Banca mondiale, del Fondo monetario internazionale (FMI) e dei ministri delle finanze del G20 della prossima settimana.

Il nuovo rapporto di Oxfam 'Dignità non destituzione' presenta nuove analisi che suggeriscono che tra il 30 e l'XNUMX% della popolazione mondiale potrebbe essere costretto alla povertà mentre i governi chiudono intere economie per gestire la diffusione del virus. Ciò potrebbe arretrare la lotta alla povertà di un decennio e fino a XNUMX anni in alcune regioni come l'Africa sub-sahariana e il Medio Oriente e il Nord Africa. Oltre la metà della popolazione mondiale potrebbe vivere in condizioni di povertà a seguito della pandemia.

L'analisi, pubblicata oggi, è stata condotta su suggerimento di Oxfam dai ricercatori del King's College di Londra e della Australian National University.

Un "pacchetto di salvataggio di emergenza per tutti" consentirebbe ai paesi poveri di sostenere la propria gente attraverso azioni come contributi in denaro a coloro che hanno perso il proprio reddito e potrebbero essere pagati attraverso una varietà di misure, inclusa la cancellazione immediata di $ 1 trilione di dollari di pagamenti del debito dei paesi in via di sviluppo nel 2020.

Rachael Le Mesurier, direttore esecutivo di Oxfam Nuova Zelanda, ha dichiarato: “Le famiglie di tutto il mondo e qui in Nuova Zelanda si sentono stressate e spaventate. Ciò che questa pandemia di coronavirus mostra è come la povertà e la crisi si combinino. Quando vivi in ​​un campo profughi o in un insediamento di abusivi in ​​un paese povero, vivi faccia a faccia. Il tuo governo non può permettersi di fornire misure di protezione sociale, quindi quando perdi il lavoro sei da solo.

“Questa è la realtà per molte persone in tutto il mondo e nel nostro vicinato. Ad esempio, quasi la metà dell'economia di Vanuatu dipende dal turismo e dall'ospitalità, che ora è stata cancellata dalle restrizioni alle frontiere per fermare il coronavírus - molte persone hanno perso il lavoro.

“Inoltre, ora migliaia di persone sono ammassate nei centri di evacuazione dopo il ciclone tropicale di categoria 5 Harold. Le case sono state schiacciate e i mezzi di sussistenza distrutti. Con il rallentamento economico del coronavirus e ora questo, si trovano ad affrontare catastrofi gemelle e il rischio che se il coronavírus fosse nel paese, si diffonderebbe come un incendio con persone che si rifugiano in spazi ristretti e acqua tagliata in luoghi colpiti. "

Jose Maria Vera, direttore esecutivo ad interim internazionale di Oxfam, ha dichiarato:

“La devastante ricaduta economica della pandemia si fa sentire in tutto il mondo. Ma per i poveri dei paesi poveri che stanno già lottando per sopravvivere non ci sono quasi reti di sicurezza per impedire loro di cadere nella povertà. "

Molte nazioni ricche hanno introdotto pacchetti di stimolo economico da svariati miliardi di dollari per sostenere imprese e lavoratori, ma la maggior parte delle nazioni in via di sviluppo non ha la potenza di fuoco finanziaria per seguire l'esempio. Le Nazioni Unite stimano che circa la metà di tutti i posti di lavoro in Africa potrebbe andare persa. Micah Olywangu, un tassista e padre di tre figli di Nairobi, in Kenya, che non ha avuto una tariffa da quando il blocco ha chiuso l'aeroporto, i bar e i ristoranti, ha detto a Oxfam che "questo virus ci farà morire di fame prima che ci faccia male".

Fornire $ 2.5 trilioni di dollari che le stime delle Nazioni Unite sono necessarie per sostenere i paesi in via di sviluppo attraverso la pandemia richiederebbero anche ulteriori $ 500 miliardi di dollari in aiuti all'estero. Ciò include $ 160 miliardi di dollari che Oxfam ritiene necessari per potenziare i sistemi di salute pubblica dei paesi poveri e $ 2 miliardi per il fondo umanitario delle Nazioni Unite.

“I governi devono imparare le lezioni della crisi finanziaria del 2008 in cui i salvataggi per le banche e le società sono stati pagati dalla gente comune a causa della perdita di posti di lavoro, della retribuzione piatta e dei servizi essenziali come l'assistenza sanitaria tagliata all'osso. I pacchetti di stimolo economico devono sostenere i lavoratori ordinari e le piccole imprese e i salvataggi per le grandi società devono essere condizionati all'azione per costruire economie più eque e sostenibili ”, ha aggiunto Veraa.

Leggi la storia completa qui ...




Il capitalismo è accusato di morti COVID-19

La sinistra politicamente verde della sinistra politica sta prevedibilmente incolpando il capitalismo e la libera impresa per COVID-19 e augurando a entrambi buon senso. L'unica alternativa offerta è lo sviluppo sostenibile, noto anche come tecnocrazia. ⁃ Editor TN

Non esitando a sfruttare una pandemia di salute per far avanzare la loro agenda ideologica, giacobino la rivista il 26 marzo ha pubblicato un articolo che tenta di incolpare proattivamente "il capitalismo" di "milioni" di morti per coronavirus.

Intitolato "Come il capitalismo uccide durante una pandemia, "L'articolo promuove slogan stanchi sul libero mercato che mette" profitti al di sopra delle persone ", sostenuto da argomentazioni errate e talvolta contraddittorie che si rivelano poco convincenti.

Per impostare il tono più allarmante possibile, l'autore Nick French inizia avvertendo il lettore che il coronavirus "probabilmente ucciderà milioni di persone solo negli Stati Uniti".

Questa previsione seleziona la più minacciosa di tali proiezioni, basandosi irresponsabilmente sul rapporto di Londra Squadra di risposta COVID-19 dell'Imperial College, i cui autori hanno ammesso includono proiezioni che sono "nel peggiore dei casi", combinate con l'avvertenza incredibilmente irrealistica che "non ci sono interventi o cambiamenti nel comportamento delle persone". Il rapporto ha inoltre ammesso che "I tempi epidemici sono approssimativi, date le limitazioni dei dati di sorveglianza in entrambi i paesi", in sostanza avvertendo che tali previsioni saranno contestate una volta che saranno disponibili ulteriori dati sufficienti. (Il giacobino l'articolo è stato pubblicato prima di un autore principale del rapporto ha modificato le sue previsioni basato sulle risposte drammatiche imposte nei paesi di tutto il mondo.)

Con il lettore sufficientemente scioccato dalla proiezione nel caso peggiore delle vittime basata su dati parziali e ipotesi non realistiche, il francese assegna rapidamente il cattivo: “Molte di queste vittime potrebbero essere evitate se avessimo un ordine sociale che ponesse i bisogni delle persone sul profitto ", Dichiara.

Aiutando a plasmare l'immagine da fumettista del capitalismo malvagio dei lettori, l'articolo ci informa: "i capitalisti danno la priorità ai profitti rispetto al benessere dei loro lavoratori e dell'umanità nel suo insieme" e aggiunge: "Inquineranno l'ambiente con tossine mortali e pianeta- distruggere i gas serra prima di spendere soldi per processi di produzione sicuri ".

La morte di massa non è che un effetto collaterale non considerato nel sistema senza cuore del capitalismo. Tale è la definizione che il francese stabilisce.

Questo porta alle sue critiche specifiche:

"Primo, case farmaceutiche avrebbe potuto iniziare a sviluppare un vaccino per il virus anni fa. Il romanzo coronavirus che ora sta devastando il mondo è in realtà uno di una famiglia di coronavirus (inclusi SARS e MERS) con cui conosciamo da tempo, "Note francesi. “Sarebbe stato possibile iniziare la ricerca sui vaccini e le cure per i coronavirus in generale, dandoci un vantaggio sui trattamenti per l'epidemia attuale. Ma le aziende farmaceutiche non hanno portato avanti questa ricerca, perché la prospettiva di una cura non era sufficientemente redditizia ".

Due elefanti nella stanza restano senza indirizzo in questa discussione. In primo luogo, se un vaccino contro il virus salverebbe milioni di vite solo negli Stati Uniti, potenzialmente decine di milioni di vite in tutto il mondo, perché quel prodotto non sarebbe redditizio? L'autore pensa onestamente che un prodotto che potrebbe letteralmente salvare la vita non sarebbe molto richiesto?

In secondo luogo, perché la colpa per non aver sviluppato un vaccino ricade direttamente sulle società farmaceutiche private? Che dire di tutte le altre nazioni sviluppate che hanno una qualche forma di sistema sanitario unico o universale che il giacobino la folla pensa che ci salverà tutti? Perché nessuno di loro ha sviluppato un vaccino?

Successivamente, l'articolo affronta le preoccupazioni in merito alle conseguenze della chiusura economica imposta all'economia americana. "Perdere un lavoro potrebbe comportare la perdita della copertura sanitaria o l'impossibilità di pagare i prestiti agli studenti", scrive French. Questa preoccupazione è del tutto giustificabile.

Ma in qualche modo il francese non vede l'ironia nel lamentare lo stretto legame tra il proprio lavoro e la copertura assicurativa sanitaria - un risultato della politica governativa che rende esentasse la copertura assicurativa - come in qualche modo colpa del "capitalismo". Senza interferenze governative, una copertura assicurativa sanitaria molto maggiore sarebbe di proprietà di privati, non fornita dai datori di lavoro.

Inoltre, anche la crisi del debito dei prestiti studenteschi è in gran parte un fenomeno governativo. Decenni di sussidi governativi e prestiti a basso interesse hanno contribuito a far aumentare le tasse universitarie e il governo federale possiede oltre il 90 percento di tutti i prestiti studenteschi debito.

La Francia incolpa il "capitalismo" per aver messo gli individui in situazioni precarie che sono fortemente esacerbate dalla crisi pandemica, ma le radici si trovano nell'intervento del governo.

Successivamente, incolpa i proprietari capitalisti avidi per aver costretto i lavoratori ad andare al lavoro e a rischiare la loro salute perché altrimenti farebbe "male ai profitti dei capi".

Leggi la storia completa qui ...




Global Digital ID in arrivo su Heels Of Coronavirus Panic Of 2020

Il requisito n. 6 del corso di studio di tecnocrazia originale del 1934 affermava, "Fornire una registrazione specifica del consumo di ogni individuo, oltre a un record e una descrizione dell'individuo." Grazie al grande panico del 2020, questo è stato attraversato dalla ferrovia.

Questo articolo del collaboratore europeo di TN, Jacob Nordangård, PhD, è assolutamente da leggere per comprendere l'intento globalista di attuare uno sviluppo sostenibile in piena regola, noto anche come Technocracy. Questo è il chiaro e attuale pericolo per il sistema economico mondiale: controllo totale su tutte le risorse fisiche, compresi gli esseri umani. ⁃ Editor TN

Un'identità digitale per tutti i cittadini del mondo è stata identificata dalla Banca mondiale e dal Forum economico mondiale come una parte importante nella realizzazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile. Il diritto all'identità legale fa parte dell'obiettivo globale 16 (pace, giustizia e istituzioni forti). Uno sforzo per raggiungere questo obiettivo è l'Alleanza ID2020. Un partenariato pubblico-privato tra agenzie delle Nazioni Unite, Forum economico mondiale, fondazioni e grandi società tecnologiche. Il loro grande obiettivo, tuttavia, solleva alcune preoccupazioni sulla perdita di privacy, sorveglianza di massa e controllo della popolazione. Viene fornito con un prezzo che potrebbe avere gravi implicazioni per la libertà dell'uomo.

ID2020 è stata fondata a New York 2014 da John Edge, un esperto su come i partenariati pubblico-privato possono risolvere gli obiettivi di sostenibilità con l'aiuto delle tecnologie blockchain e dell'intelligenza artificiale.

L'organizzazione, che è stata supportata dallo studio legale Kaye Scholer, conglomerato tecnologico Red Rose Corporation e la banca mercantile Broadhaven, hanno tenuto il loro primo incontro a settembre 2015. La loro missione dichiarata era quella di dare un'identità digitale a tutti attraverso "sfruttando i modelli di avvio" e alla fine creare un sistema che avrebbe attraversato il globo, incluso il miliardo di persone che attualmente non hanno corretta identificazione.

Il loro primo incontro, in coincidenza con l'adozione dell'agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile, è stato collegato all'obiettivo globale 16 con il suo obiettivo secondario 9 a "entro il 2030, fornire un'identità legale per tutti, compresa la registrazione delle nascite".

ID2020 ha ottenuto un terreno più solido al vertice annuale delle Nazioni Unite del 20 maggio 2016, riunendo leader del settore, ONG, governi, pionieri della tecnologia emergenti ed esperti intersettoriali per "favorire una conversazione globale e costruire una coalizione funzionante per identificare e costruire le condizioni abilitanti per la creazione di un'identità digitale legale per tutti gli individui a rischio. " Sono intervenuti relatori da The World Bank Group, The European Association for e-Identity & Security, Commonwealth Secretariat, Center for Information Assurance and Cybersecurity, MIT, PSG Solutions, LLC., Verizon. Molti di loro hanno anche contribuito al World Economic Forum, che da allora ha svolto un ruolo importante nello sviluppo di un ID digitale.

Gli argomenti principali discussi sono stati il ​​modo in cui le identità per i rifugiati potrebbero essere gestite e come gli obiettivi globali potrebbero essere fatti avanzare attraverso partenariati pubblico-privato. La crisi dei migranti in Europa nel 2015 aveva messo in luce il problema con persone che non potevano dimostrare la propria identità ("rifugiati senza carta"). La soluzione era a portata di mano. Un ID digitale sarebbe presto possibile con l'aiuto di tecnologie emergenti come blockchain e connettività a banda larga in tutto il mondo.

La rapida proliferazione di dispositivi intelligenti a livello globale, combinata con una potenza di elaborazione sempre crescente e una copertura della banda larga in rapida espansione, consente nuovi metodi di registrazione e facilita l'interazione continua tra gli individui e i loro dati di identità.

Le nuove tecnologie, inclusa la blockchain, se utilizzate insieme a tecnologie collaudate da tempo, come la biometria, ora consentono a tutte le persone di avere accesso a una forma di tecnologia sicura, verificabile e persistente. (ID2020, "identità digitale")

L'anno seguente, in occasione del vertice annuale 2017 presso la Camera ECOSOC delle Nazioni Unite, ID2020 ha adottato "la piattaforma del cambiamento" e ha avviato l'Alleanza ID2020, con il finanziamento di importanti donatori Fondazione Rockefeller e la società di consulenza in tecnologia digitale Accenture. Altri soci fondatori lo erano GAVI - The Vaccine Alliance, microsoft e IDEO.org (una società di progettazione e consulenza con partner come The Rockefeller Foundation, Bill & Melinda Gates Foundation e The Bezos Family Foundation). Partecipanti inclusi Intel, IBM, Verizon, Samsung, NEC e LINFA. L'Alleanza presentava un legame molto stretto tra le grandi aziende tecnologiche, le fondazioni e gli interessi dei vaccini e della salute.

L'alleanza ha iniziato a sviluppare un piano per testare nuove soluzioni di identificazione e collaborare con governi e agenzie per implementarle:

Entro il 2030, l'Alleanza intende facilitare il ridimensionamento di un sistema di identità digitale sicuro, verificabile e persistente, in linea con l'obiettivo di sviluppo sostenibile 16.9. Dal 2017 al 2020, il lavoro dell'Alleanza si concentrerà su due aree: sviluppo e test delle migliori soluzioni tecnologiche per l'identità digitale; e, lavorando con i governi e le agenzie esistenti e stabilite per implementare queste soluzioni.

Tra i relatori c'erano rappresentanti dei partner citati e agenzie delle Nazioni Unite come UNDP, L'agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati e Ufficio per il coordinamento degli affari umanitari (OCHA). Al vertice una domanda chiave era cosa impediva loro di "risolvere questa sfida?" Avevano, tuttavia, l'ultimo problema per la loro soluzione nelle loro tasche. In un rapporto pubblicato dal World Economic Forum lo stesso anno è stato affermato che:

Nell'attuale contesto geopolitico e di sicurezza globale, la questione della sicurezza è in primo piano. Dal terrorismo a la paura delle pandemiegoverno, imprenditori e viaggiatori sono preoccupati per la sicurezza mentre attraversano i confini. (WEF, Bordi digitali che consentono un viaggio sicuro, senza soluzione di continuità e personalizzato)

Membri del consiglio ID2020 inclusi Dr. Seth Berkley Amministratore delegato di The Global Alliance for Vaccines and Immunization (GAVI), membro del Council on Foreign Relations e precedentemente coinvolto con l'International AIDS Vaccine Initiative (IAVI), la Health Science Division presso la Rockefeller Foundation, Center for Infectious Diseases e i Centri statunitensi per il controllo delle malattie (CDC). Seth Berkley è stato / è anche un collaboratore di lunga data e partecipante al World Economic Forum. Altri membri del consiglio hanno avuto esperienze dal Dipartimento della Difesa, JP. Morgan Chase, UBS, Microsoft, Accenture e Morgan Stanley.

GAVI è stata fondata da Bill e Melinda Gates Foundation, Rockefeller Foundation, UNICEF, The World Bank e WHO durante l'incontro annuale a Davos nel 2000 con la missione di vaccinare i bambini nei paesi più poveri del mondo. Era nato da The Children's Vaccine Initiative (fondata nel 1990), supportata da Rockefeller. Il controllo della vaccinazione e delle malattie infettive doveva diventare uno dei pilastri per raggiungere un regime di identificazione digitale.

Un'altra intrigante coincidenza è che uno dei consiglieri di ID2020 sia futurista Peter Schwartz. Uno specialista "nella pianificazione degli scenari, che collabora con aziende, governi e istituzioni per creare prospettive alternative per il futuro e sviluppare solide strategie per un mondo in evoluzione e incerto" e attualmente impiegato come vicepresidente senior per le relazioni governative globali e la pianificazione strategica presso Salesforce. Schwartz ha guidato il team di scenari della Royal Dutch Shell negli anni '1980, in modo famoso previsto la caduta dell'Unione Sovietica. Il suo rapporto sui cambiamenti climatici, scritto per il Pentagono nel 2004, prevedeva che le città europee sott'acqua e la Gran Bretagna come terra desolata siberiana entro il 2020, tuttavia, in qualche modo disonora la sua reputazione.

Come presidente della ditta Rete commerciale globale è stato coinvolto nel rapporto della Rockefeller Foundation Scenari per il futuro della tecnologia e dello sviluppo internazionale dal 2010 che conteneva lo scenario Lock Step. Questo scenario descrive un mondo colpito da una pandemia che porta al panico, un controllo del governo dall'alto verso il basso più stretto, una leadership più autoritaria e misure di sorveglianza tecnologica. La somiglianza di ciò che è accaduto durante la crisi della Corona è piuttosto scioccante. Come scrisse Peter Schwartz nella prefazione al rapporto:

La Fondazione Rockefeller ha già utilizzato questo progetto come un'opportunità per chiarire e far progredire il rapporto tra tecnologia e sviluppo. Attraverso interviste e seminari sugli scenari, hanno coinvolto un gruppo diversificato di persone - provenienti da diverse aree geografiche, discipline e settori - per identificare le forze chiave che guidano il cambiamento, esplorare le incertezze più critiche e sviluppare scenari e implicazioni sfidanti ma plausibili. Hanno allungato il loro pensiero ben oltre i modelli teorici di innovazione e diffusione della tecnologia, al fine di immaginare come la tecnologia potrebbe effettivamente cambiare la vita delle persone da molti ceti sociali.

A quanto pare, la Rockefeller Foundation vede la crisi come un'opportunità per cambiare il sistema. La trasformazione potrebbe ferire, ma alla fine la loro promessa Utopia digitale sorgerà dalle ceneri del vecchio sistema obsoleto. Ciò che ora si svolge fa parte di un'agenda di controllo della popolazione secolare che è stata avviata dalle fondazioni di Rockefeller e ora sono svolte da partner stretti come la Bill & Melinda Gates Foundation (un'agenda descritta e analizzata nel mio libro Rockefeller - Controllo del gioco).

Prima che la crisi della Corona iniziasse a produrre un impatto e creare scompiglio nell'economia mondiale, il CEO di GAVIs Seth Berkley ha scritto un articolo per il World Economic Forum (Abbiamo tutti un interesse quando si tratta di sicurezza sanitaria globale, pubblicato il 16 gennaio 2020) con un'indicazione di ciò che ci aspetta:

In un momento di crescente nazionalismo e di rifiuto del globalismo, le malattie infettive ci ricordano che siamo interconnessi e tutti abbiamo un interesse nella sicurezza sanitaria globale. (Seth Berkely, GAVI)

L'epidemia di COVID19, con tutte le sue tragiche conseguenze, è stata l'evento di innesco perfetto per mostrare al mondo la necessità di un coordinamento e una gestione globali del pianeta, nonché la necessità di un regime di sorveglianza tecnologica al fine di tracciare e monitorare tutte le persone e malattie (e le catene del valore globali). Il rimedio prevede una sorveglianza e un controllo più rigorosi. Come Bill Gates è stato citato dicendo in una conversazione con il CEO di TED Talk, Chris Anderson:

Alla fine ne avremo alcuni certificati digitali per mostrare chi è guarito o è stato testato di recente o quando abbiamo un vaccino che lo ha ricevuto. (Fonte)

Bill aveva una profonda conoscenza di ciò di cui stava parlando. Le misure per affrontare la pandemia si aprono per la certificazione ID2020 e, alla fine, per una cittadinanza digitale globale - un pilastro fondamentale nella società intelligente tecnocratica (4IR) spinto dal World Economic Forum per sostenere gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.

L'articolo di Berkley ha coinciso con la pubblicazione del Libro bianco del World Economic Forum Reinventare l'identità digitale: un imperativo strategico. Un documento scritto con il supporto finanziario del partner ID2020 Accenture con il messaggio che il mondo ha bisogno di un'identificazione digitale più sicura a causa di "frode, furto di identità e uso improprio o abuso di dati personali" negli attuali sistemi frammentati.

Il white paper fa parte di "La piattaforma per una buona identità digitale" in uso dal 2018 al fine di "far progredire identità digitali incentrate sull'utente". I partner includono ID2020, Accenture, Bill & Melinda Gates Foundation, Cisco, The World Bank, Commissione europea, Nazioni Unite e gruppi di difesa di nuova costituzione come Un'identità mondiale, Rete di identità mondiale e Security Identity Alliance. È una grande spinta che, oltre all'identificazione dei rifugiati e al controllo delle malattie, sia confezionato come una soluzione a questioni riguardanti la tratta di esseri umani e i matrimoni di minori. Ma ha un prezzo. Come spiega il partner The World Bank:

Le tecnologie digitali, come il cloud computing, la biometria, le reti e i dispositivi mobili e le smart card, possono aumentare la sicurezza, l'accuratezza e la comodità di identificare e autenticare le persone. Man mano che i fornitori di servizi pubblici e privati ​​passano sempre più nel regno digitale, la capacità di dimostrare chi sei sarà essenziale per la partecipazione all'ambiente digitale. (La Banca Mondiale)

Nella società intelligente utopica che è attualmente in costruzione, sarà richiesta l'identità digitale per accedere a tutti i servizi umani di base come assistenza sanitaria, e-commerce, viaggi, servizi finanziari e piattaforme sociali. Senza di essa, non puoi partecipare. Questo sistema può quindi essere collegato al "Piattaforme di fidelizzazione e ricompensa dei cittadini abilitate alla Blockchain"Che ha il World Economic Forum previsto venire. Questo, a loro avviso, porterà "pace e ordine" nel mondo ... proprio come il Sistema di credito sociale in Cina.

L'implementazione di una piattaforma di dati globale per valutare il livello di "rischio" dei viaggiatori, se non attraverso dati reali, attraverso un tipo di "punteggio di credito", fornirebbe ai governi informazioni più accurate sui passeggeri e proteggere meglio i loro confini e cittadini.

La capacità di anticipare efficacemente la maggior parte dei passeggeri consentirebbe alle agenzie governative e di controllo delle frontiere di individuare più facilmente quelle che richiedono ulteriori indagini. (Forum economico mondiale, Bordi digitali che consentono un viaggio sicuro, senza soluzione di continuità e personalizzato)

Alcuni paesi, come la Svezia e l'Estonia, sono visti come buoni esempi in quanto sono avanti rispetto al resto del mondo in questo senso, con quasi tutto fatto in digitale con quantità molto piccole di denaro in circolazione. In Svezia, diventa sempre più difficile prendere parte ai servizi e pagare i biglietti per il parcheggio o i biglietti del treno senza smartphone e identificazione digitale. La dittatura comunista anche la Cina è stata in prima linea con l'uso di sistemi di pagamento biometrici (e ora viene introdotto anche in Danimarca). Sulla scia della crisi di Corona, le persone in tutto il mondo (e in parti che sono molto indietro in termini di digitalizzazione) sono ora improvvisamente invitate a passare dal denaro al denaro digitale per "evitare il contagio".

Diventare transumano

Dispositivi di smart phone, smart card e biometria sono stati utilizzati nella maggior parte dei progetti precedenti per l'identificazione, ma poiché uno smartphone e una scheda possono essere rubati o persi, non è inverosimile espellere ciò che richiede metodi di identificazione più sicuri, come i tatuaggi intelligenti e gli impianti, diventeranno più diffusi man mano che ci avvicineremo al 2030. Questo è uno sviluppo che il World Economic Forum ha anche previsto nella loro visione della Quarta rivoluzione industriale. Nei prossimi dieci anni i dispositivi tecnologici intelligenti saranno integrati con i nostri organismi per il monitoraggio del comportamento, i dati sulla posizione, le funzioni sanitarie e l'identificazione in tempo reale (Klaus Schwab, La quarta rivoluzione industriale, Maiusc 1: tecnologie impiantabili).

Tatuaggi intelligenti e altri chip unici potrebbero aiutare con l'identificazione e la posizione.

I tatuaggi digitali non solo hanno un bell'aspetto ma possono svolgere attività utili, come lo sblocco di un'auto, l'inserimento di codici di telefonia mobile con la punta di un dito o il monitoraggio dei processi corporei. (Klaus Schwab, La quarta rivoluzione industriale, World Economic Forum, 2016)

Nell'articolo "Migliaia di svedesi stanno scambiando carte d'identità con microchip" (pubblicato dal World Economic Forum nel 2018) il fondatore del gruppo svedese di biohacking Bionyfiken, Hannes Sjöblad, disse:

Chi vuole portare uno smartphone o uno smartwatch goffo quando puoi averlo nell'unghia? Penso che sia la direzione in cui sta andando. (Hannes Sjöblad, Bionyfiken)

Start-up come lo svedese Biohax International dal 2014 realizzano impianti RFID nell'uomo e ditta danese Bichip hanno sviluppato un chip che può essere collegato a Internet e ha un ID univoco per l'identificazione generale. Può anche essere utilizzato come sistema di pagamento "integrabile con i portafogli di criptovaluta".

BiChip è il primo e unico microchip umano leggibile a distanza con connettività Internet. Bichip ha un ID univoco per l'identificazione generale e può archiviare dati medici, patente di guida e passaporto. Può anche essere usato come un sistema di pagamento alternativo integrabile con i portafogli di criptovaluta. (Bichip.com)

Queste tecnologie invasive, tuttavia, non fanno ancora parte del progetto ID2020 e sono maggiormente realizzate su base volontaria per "praticità" e curiosità da adattatori e appassionati di tecnologia. Il movimento dei biohacker è organizzato dal 2014 conferenze e la loro iniziativa Chipster organizza feste lì le persone vengono "aggiornate". Per ora, sono solo un piccolo gruppo marginale con il suo più grande seguito nei paesi nordici progressisti. Ma tra qualche anno potrebbe cambiare. Tutto ciò che serve, per parafrasare il Club di Roma, è una crisi adatta allo scopo.

COVID-19 riflette una tendenza più ampia: stanno arrivando più crisi planetarie. Se confondiamo ogni nuova crisi mantenendo lo stesso modello economico che ci ha portato qui, gli shock futuri alla fine supereranno la capacità dei governi, delle istituzioni finanziarie e dei gestori delle crisi aziendali di rispondere. In effetti, la "coronacrisi" l'ha già fatto. (Il Club di Roma, 2020)

La spinta verso un ID digitale rischia alla fine di rimodellare fondamentalmente il nostro posto nella società, con una razza umana che è più o meno costretta o costretta a migrare dal regno fisico a quello digitale. Se come individuo non accetti l'ID, rischi di non avere accesso ai servizi di base e una vita dignitosa.

L'Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile è alla fine un piano tecnocratico per raggiungere il dominio mondiale - Un nuovo sistema economico con un regime di sorveglianza digitale che ha gravi conseguenze per la libertà e il futuro dell'uomo. È essenzialmente una dittatura scientifica che richiede che tutte le cose siano collegate digitalmente alla funzione. La Corona Crisis del 2020 è stata un evento scatenante su una scala mai vista prima nella storia dell'umanità e l'Alleanza ID2020 e il World Economic Forum non hanno perso tempo ad usarlo per promuovere la loro agenda.

Dobbiamo davvero chiederci se questo è il futuro we volere? In caso contrario, è il momento di agire e dire NO a questo sviluppo adesso.

Leggi la storia completa qui ...




Sviluppo sostenibile

Sviluppo sostenibile: The Evil Facing America

Il 23 luglio 2004 ho partecipato alla quinta conferenza annuale sulla Freedom 21 a Reno, in Nevada. Freedom 21 è stata la prima coalizione di gruppi limitati di difesa della proprietà privata / governativa. Freedom 21 alla fine sponsorizzò 10 conferenze nazionali e istruì e formò un gruppo di leader per combattere l'Agenda 21. Ma nel 2004, George Bush era alla Casa Bianca e stava ancora spingendo le politiche sostenibili due anni dopo la devastazione della libertà individuale, della libera impresa e del privato proprietà che ha definito la presidenza di Clinton. Eppure, anche allora, così tanti americani non sono riusciti a capire la minaccia che hanno dovuto affrontare. Il nostro movimento era diviso in problemi fratturati. Anche la maggior parte delle principali organizzazioni conservatrici ha rifiutato di menzionare l'Agenda 21 (e molti ancora rifiutano di usare il termine).

Quindi, a questo incontro di Freedom 21, ho consegnato una chiamata alle armi. Avevamo circondato i carri così strettamente che sembrava che ne rimanesse solo uno. Ho detto che dovevamo caricare! Smetti di essere sulla difensiva. Vai dritto dai sostenitori. Portalo alla gente. Sorprendentemente, questo è stato cinque anni prima che le tattiche che avevo richiesto nel 2004 iniziassero a prendere forma attraverso la creazione del Partito TEA. Quel movimento ha riunito il nostro popolo in una forza unificata e sono stato in grado di aiutarli a concentrarsi sui pericoli dello sviluppo sostenibile. Alla fine, il problema ha iniziato ad attirare l'attenzione nazionale. Spokane, Washington è diventata una delle prime comunità a iniziare a discutere di politica sostenibile. Quindi Richard Rothschild e i suoi galanti compagni commissari nella contea di Carroll, nel Maryland, hanno sparato il primo vero colpo quando hanno posto fine all'adesione della contea all'ICLEI, il primo a farlo. Più di 150 comunità hanno seguito, intraprendendo la stessa azione contro il principale autore di politiche sostenibili nelle comunità locali. Diverse legislature statali hanno iniziato a introdurre una legislazione per fermare la diffusione dello sviluppo sostenibile. E gli autori come ICLEI e l'American Planning Association sono diventati "preoccupati".

Tieni a mente tutto ciò mentre leggi questo discorso, tenuto così presto nel combattimento, quando non avevamo fatto alcun progresso nella nostra battaglia. Questo accadeva quando persino le persone del nostro stesso movimento pensavano che fossimo teorici pazzi della cospirazione. Come recita il titolo del mio primo libro (che copre gran parte dell'attività durante questo periodo) "Now Tell Me I Was Wrong!" Soprattutto, prenderlo a cuore, perché potrei ancora tenere questo discorso oggi, chiedendo le stesse azioni. Abbiamo fatto molti progressi quando abbiamo unito le forze e combattuto insieme. Ma oggi vedo il ritorno della frattura mentre il nostro movimento dimentica ancora una volta le radici delle politiche a cui ci opponiamo e torna a combattere i rami. Di conseguenza, la politica sostenibile sta imperversando attraverso i governi locali e statali perché la nostra opposizione non è unificata. Vinceremo solo quando ci uniremo in un potente pugno per spazzare via l'agenda completa che li lega tutti insieme - il nemico che affrontiamo è lo sviluppo sostenibile. - Tom DeWeese

Discorso alla Conferenza nazionale Freedom 21, 23 luglio 2004

Di Tom DeWeese

Amici miei, oggi veniamo qui da molti ceti sociali. Una grande varietà di ragioni ha portato ognuno di noi a intraprendere la strada dell'attivismo. Alcuni di noi hanno iniziato semplicemente perché abbiamo notato qualcosa di divertente sul curriculum di nostro figlio a scuola. Alcuni di noi erano indignati dal governo che cercava di toglierci le armi. Molti di noi hanno improvvisamente trovato agenti del governo e membri di gruppi privati ​​che pianificavano di portare via la nostra terra. Alcuni hanno sequestrato il loro bestiame. Alcuni si sono trovati di fronte alla prigione solo per aver fatto ciò che i loro padri e nonni avevano fatto sulla stessa terra per decenni.

Alcuni di noi volevano solo avere il permesso di andare in chiesa, pregare Dio e celebrare il Natale senza essere multati. Alcuni di noi vorrebbero persino poter andare in un ristorante e ordinare cibo che ci piace, anche se è grasso, ingrassante e pieno di carboidrati e calorie.

Tutti noi vogliamo solo vivere in un'America in cui i nostri diritti e la ricerca della felicità siano protetti. E così combattiamo. E ora ci siamo trovati qui oggi in una stanza con centinaia di altri nella stessa barca.

Non possiamo vincere in questo modo

Ho una cosa da dirti. Non vincerai nel modo in cui stiamo combattendo ora, perché l'altra parte ci ha tagliato in piccoli pezzi. Ci hanno diviso e conquistato.

Ci sono riusciti perché pensi che la tua lotta sia contro il controllo delle armi. Perché pensi che la tua lotta sia contro le cattive scuole. Perché pensi che la tua lotta sia contro l'Endangered Species Act e i programmi senza strade, i regolamenti sulle zone umide, i diritti idrici e le aree del patrimonio. Perché pensi che la tua lotta sia contro i democratici e non i repubblicani. Perché pensi che sia una lotta tra liberali malvagi e conservatori di bravi ragazzi.

Hai torto. La tua lotta è contro un'agenda ben pianificata e ben orchestrata per la completa trasformazione dell'America. E a meno che tu non impari questo fatto ora, oggi ... e se non ti istruisci completamente su ogni aspetto di quell'agenda e combatti alle giuste condizioni ... allora non puoi vincere!

Sono qui per dirti che ognuno di questi problemi che stai affrontando è correlato. C'è un'agenda in corso di attuazione sotto i tuoi occhi. Si chiama sviluppo sostenibile. E ti dirò ora, se vuoi conservare le tue armi, la tua proprietà, i tuoi figli e il tuo Dio, se ami la libertà, allora lo Sviluppo Sostenibile è il tuo nemico!

Cos'è lo sviluppo sostenibile? Immagina un'America in cui viene creato uno specifico "principio dominante" per decidere la condotta sociale adeguata per ogni cittadino. Tale principio verrebbe utilizzato per considerare tutto ciò che mangi, ciò che indossi, il tipo di casa in cui vivi, il metodo di trasporto utilizzato per andare al lavoro, il modo in cui smaltisci i rifiuti, forse il numero di bambini che potresti avere, persino le tue decisioni in materia di istruzione e occupazione.

Lo sviluppo sostenibile è quel "principio dominante" per l'implementazione di ciò che l'ex vicepresidente Al Gore ha affermato che dobbiamo soffrire tutti per purificare la nostra nazione dagli orrori della rivoluzione industriale del XX secolo. Nel suo libro, Terra in bilico, Gore l'ha definita una "trasformazione sconvolgente della società". Quelle sono parole piuttosto potenti che dovrebbero riguardare chiunque apprezzi la libertà. È un avvertimento che le regole stanno cambiando e che una nuova élite di potere sta prendendo il controllo.

Forse stai cominciando a notare tali cambiamenti man mano che vai avanti nella tua routine quotidiana, ma non hai capito da dove provengano quei cambiamenti e le idee che li stanno dietro. Ma lo sviluppo sostenibile è un concetto molto difficile da comprendere. È scritto in una lingua quasi straniera, progettato per fuorviare e astenersi dall'allarmarti.

Vorrei metterlo nella lingua più semplice possibile. La dieta Atkins non è sostenibile. Ora, perché lo dico? Perché a pagina 350 del Rapporto di valutazione della biodiversità globale delle Nazioni Unite si afferma che il pascolo del bestiame, tra cui mucche, pecore, capre e cavalli, non è sostenibile. Uno dei motivi di questo concetto è perché i sostenitori sostengono che gli animali inquinano i corsi d'acqua e danneggiano le sponde del fiume. Chiederci di smettere di mangiare carne bovina è un grande sforzo necessario per attuare pienamente l'agenda sostenibile. Dal momento che sono codardi che temono la tua reazione a un divieto assoluto di mangiare carne, devono cercare di indurti a pensare che non mangiare carne sia la tua idea. Quindi usano tattiche spaventose. Per anni ti hanno detto che mangiare carne aumenta il colesterolo. Il grasso fa male. La carne provoca attacchi di cuore. Con l'aiuto di PeTA riuscirono a trasformarci tutti in piccole femminucce, a mangiare insalate.

Poi arriva il dottor Atkins che ci mostra che una dieta a base di manzo a basso contenuto di carboidrati ti aiuterà a perdere peso in modo sano. Improvvisamente la nazione è diventata pazza di Atkins. Le vendite di carne bovina sono alle stelle. I sostenitori sono in contropiede. Hanno perso il controllo delle tue abitudini alimentari. Ora guarda cosa stanno facendo per rimetterti in carreggiata. Improvvisamente vengono pubblicati rapporti sulle principali riviste femminili sul fatto che Atkins è pericoloso per la salute. Le cause legali hanno iniziato a manifestarsi contro la dieta.

Vedi come funziona? Ecco come viene implementata l'agenda sullo sviluppo sostenibile. Modifica del comportamento basata sulla paura. La libertà di scelta non fa parte dello sviluppo sostenibile. E così ripeto, la dieta Atkins non è sostenibile.

Sviluppo sostenibile: un piano di vita scelto da qualcun altro

  • Ora, forse capirai perché ci sono documenti, linee guida e regolamenti sullo sviluppo sostenibile che impongono il principio dominante:
  • Sul nostro sistema di istruzione pubblica - per preparare i nostri bambini a vivere in un mondo sostenibile.
  • Sulla nostra economia - per creare partenariati tra imprese e governo, assicurando che le imprese diventino uno strumento per aiutare ad attuare le politiche.
  • Sull'ambiente - portando a controlli su proprietà e affari privati.
  • Sull'assistenza sanitaria - la nuova spinta contro l'obesità sta conducendo direttamente verso i controlli su ciò che mangiamo
  • Sull'agricoltura - Le politiche di sviluppo sostenibile incidono sulla capacità degli agricoltori di produrre più colture regolando o vietando le pratiche agricole gratuite che hanno alimentato l'America e il mondo per 200 anni.
  • Nel nostro ambiente sociale e culturale - in cui la correttezza politica controlla la politica, comprese le pratiche di assunzione, la politica sull'immigrazione, il multiculturalismo, le leggi sul matrimonio, ecc.
  • Sulla nostra mobilità - con enfasi su carpools e trasporti pubblici e lontano dalla libertà di trasporto personale.
  • E in materia di sicurezza pubblica - in cui lo stato di diritto e il sistema giudiziario sono contestati da nuove norme che incidono sul diritto alla privacy e alla ricerca e ai sequestri irragionevoli.

È importante capire che questi problemi principali che affrontiamo oggi non sono solo preoccupazioni casuali che si fanno strada in prima linea nel dibattito politico. Sono tutti interconnessi alle politiche di sviluppo sostenibile. E devi capire che lo sviluppo sostenibile è il politica ufficiale del governo degli Stati Uniti d'America - e di tutti gli stati, città e piccoli borghi della nazione. È completamente bi-partigiano. Viene ugualmente attuato da repubblicani e democratici. Indipendentemente dall'esito di qualsiasi elezione, l'agenda per lo sviluppo sostenibile procede senza sosta.

Quello che ti sto dicendo oggi è che lo sviluppo sostenibile non è solo una politica sull'uso del territorio. È una trasformazione completa della società americana; lontano dallo stato di diritto; lontano dagli ideali di proprietà, libera impresa, viaggi gratuiti e persino libera associazione.

Applicazione furtiva passo-passo

E lo sviluppo sostenibile non è un mito, una teoria o una cospirazione - come ho sentito alcuni nel nostro stesso movimento chiamarlo. Dagli anni '1970 sono stati presentati letteralmente centinaia di pubblicazioni, carte, linee guida e trattati in decine di incontri internazionali, ognuno dei quali è diventato un elemento fondamentale nella creazione di quello che alla fine diventerebbe Sviluppo sostenibile. Finalmente nel 1992, il Vertice della Terra delle Nazioni Unite in Brasile ha riunito tutte queste idee in due importanti documenti chiamati Agenda 21 e sulla Trattato sulla biodiversità. Qui le idee sono state presentate ufficialmente ai leader mondiali secondo cui tutto il governo, a tutti i livelli, doveva essere trasformato in controllo dall'alto verso il basso su alloggi, produzione alimentare, energia, acqua, proprietà privata, istruzione, controllo della popolazione, controllo delle armi, trasporti, sociali benessere, cure mediche e letteralmente ogni aspetto della nostra vita.

Per avere un quadro completo, aggiungere a questi, la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell'infanzia e la Convenzione sull'eliminazione di tutte le forme di discriminazione nei confronti delle donne, entrambe le quali creano mandati delle Nazioni Unite su aborto, educazione dei figli e interferenza del governo su famiglie.

Nel 1993, il presidente Clinton ha creato il President's Council on Sustainable Development. Da quel Consiglio venne un'ondata di documenti politici e raccomandazioni per imporlo come politica governativa. E l'amministrazione Clinton non aveva bisogno del Congresso per entrare in azione. Tutto ciò che i funzionari del gabinetto hanno dovuto fare è stato modificare alcune formulazioni dei programmi esistenti e reindirizzare i finanziamenti già approvati per iniziare l'attuazione dell'agenda senza Congresso e senza dibattito. L'ex segretario al commercio, Ron Brown, ha dichiarato a una riunione del Consiglio del Presidente che avrebbe potuto attuare il 67% dell'agenda sullo sviluppo sostenibile nella sua agenzia senza una nuova legislazione. Altre agenzie come Interior, EPA, HUD e altre hanno fatto la stessa cosa. Per aiutarlo, Clinton emise una bufera di neve di ordini esecutivi.

L'American Heritage Rivers Initiative è nata in questo modo. Così sono state progettate politiche senza strade progettate per fermare il disboscamento nelle foreste nazionali. I parchi nazionali sono diventati riserve fondamentali della biosfera progettate per escludere qualsiasi attività umana. E le zone cuscinetto intorno a loro sono progettate per bloccare l'attività umana esistente, permettendo al nucleo di crescere continuamente come un tumore canceroso.

Ogni possibile scusa per controllare lo sviluppo o le attività umane ha cominciato a spuntare - dalle rotaie alle piste ciclabili - ai regolamenti sulle terre bagnate - ai progetti di conservazione storica. Le specie in via di estinzione, reali o inventate, sono state utilizzate per chiudere l'industria e rubare terre private. Le preziose risorse naturali sono state rinchiuse nei parchi e nelle riserve nazionali. In questo modo, un'agenda internazionale per trasformare il mondo in governance globale nell'ambito della politica di sviluppo sostenibile prese piede e divenne la politica ufficiale degli Stati Uniti d'America.

Gli stati rossi delle elezioni del 2000 sono composti da disperati americani che si sono precipitati alle urne sperando di prendere una boccata d'aria fresca - un campione per ribaltare queste politiche soffocanti. Ma in quattro anni, oltre a gettare qualche osso in aree senza strade, il presidente Bush non ha ancora annullato un singolo ordine esecutivo di Clinton sullo sviluppo sostenibile. È ancora la politica ufficiale del governo degli Stati Uniti.

Ogni giorno viene implementata una maggiore quantità di agenda. Questo è ciò che stai combattendo a casa - non importa quale sia il problema. Quasi tutte le comunità in America hanno ora una sorta di "visione visionaria" progettata per controllare lo sviluppo e l'uso delle proprietà, dettando regole per affari, trasporti, uso dell'acqua, produzione alimentare e molto altro.

Le nostre scuole pubbliche sono state trasformate, lontano dalle istituzioni accademiche, diventando invece fabbriche che pompano una classe operaia per soddisfare le esigenze di un'economia sostenibile controllata a livello centrale. Il cristianesimo è stato attaccato perché è il fondamento della civiltà occidentale, che è la radice delle idee di governo limitato e libertà individuale. Questi ideali devono essere schiacciati nel nuovo mondo sostenibile in cui il pensiero individuale trasformerebbe la società ben ordinata dello sviluppo sostenibile in caos. E in un mondo simile, non osi avere cittadini armati. Come ho detto, è tutta una trasformazione schiacciante derivante dall'Agenda 21 e dallo Sviluppo sostenibile.

È un castello di carte e loro lo sanno!

Ma così tanti di noi non riescono a vederlo. Ci concentriamo solo sul nostro unico problema, rifiutando di vedere che stiamo combattendo un'enorme struttura di potere. Pensi che sia solo una coincidenza che il curriculum scolastico non abbia senso? Se è così, stai vedendo tutto sbagliato. Pensi ancora che le scuole dovrebbero insegnare ai tuoi figli accademici. Pensi che il tuo compito sia solo quello di correggere alcune politiche sbagliate. Il fatto è che il sistema scolastico pubblico funziona perfettamente per quello per cui è stato progettato. E, se capisci l'agenda del Sustainablist, tutto avrà perfettamente senso.

Pensi che sia solo una coincidenza che tutte queste normative ambientali siano spuntate per bloccare la terra? Leggere Agenda 21 e scoprirai che ogni problema che affronti, dalle specie in via di estinzione, alle zone umide, alla politica del pascolo, alla politica delle acque, alla crescita intelligente all'espansione dei parchi nazionali, è descritto in dettaglio. Leggilo e tutto sarà chiaro come una road map. Ignoralo e verrai aggiornato sul tuo singolo problema.

Se non capisci il fatto che hai a che fare con un'agenda che sta guidando tutti questi problemi - e che non sono solo singoli problemi - non puoi vincere! Non sto dicendo di cambiare le questioni in cui sei coinvolto. Naturalmente, continua a combattere sui tuoi problemi individuali come hai sempre fatto, ma sappi solo che c'è un'agenda globale dietro i tuoi avversari. Riesci a immaginare cosa potremmo fare se tutti “capissimo”? Se arrivassimo tutti alla consapevolezza che stiamo combattendo lo stesso nemico, la stessa agenda? Diviso perdiamo. Uniti possiamo abbattere il loro castello di carte. Perché è quello che è, un castello di carte costruito su bugie e una pessima politica.

Lo sai che, mentre siamo seduti qui a sentirci giù e un po 'senza speranza, che l'altra parte è terrorizzata da te? Temono che finalmente capirai la loro agenda e che ti unirai e inizierai a combattere come una forza efficace piuttosto che in un gruppo di gruppi frammentati. Sapevi che il web si è riempito di e-mail e memo su questo incontro di Freedom 21 qui questa settimana a Reno, al Nugget? Vedete, il Nugget è stato il sito di una serie di incontri negli anni Novanta chiamati il ​​movimento saggio. Quelle riunioni furono i primi tentativi per i difensori dei diritti di proprietà, gli allevatori, le industrie del legno e delle miniere di organizzare e combattere. Quelle riunioni sono state ciò che ha portato me e molte altre persone in questa stanza a combattere.

I sostenitori hanno fatto tutto il possibile per diffamarci come reazionari violenti che volevano solo pavimentare la Terra. Ci chiamano la "folla astro-tappeto erboso". Ora, eccoci di nuovo con alcuni degli organizzatori originali del Wise Use Movement sul nostro programma. Ciò ha fatto scattare le campane di allarme nei circoli del Sustainablist. Ma ora ci sono tre volte di più e non siamo solo allevatori e gente del legname. Credo che l'inclusione del Niger Innis e del Congresso sull'uguaglianza razziale (CORE) sia uno degli sviluppi più importanti degli ultimi dieci anni per il nostro movimento. Inoltre, abbiamo unito le forze con i sostenitori del secondo emendamento e gli attivisti dell'educazione accademica e molti altri.

Giù al politburo, le loro teste girano. Uno dei gruppi, che ha inviato promemoria di briefing isterici su Freedom 21, è la Lega anti-diffamazione, uno dei gruppi più viziosi della nazione. Ci sono molti altri gruppi coinvolti, ma ho visto personalmente quelli dell'ADL, quindi li menziono. Si considerano i custodi del pensiero morale e ti considerano uguale al KKK.

Scegliamo la libertà

Alcuni dei loro lacchè potrebbero essere tra noi oggi con la missione di riferire ai loro gestori su ciò che viene detto qui in Freedom 21. Bene, ecco il messaggio che voglio che riprendano. Di 'loro che questa settimana su Freedom 21 il nostro movimento è rinato. Spiega loro che i diritti di proprietà e gli attivisti multiuso comprendono che l'agenda per lo sviluppo sostenibile è il fulcro di tutte le singole problematiche legate all'uso del territorio che ci stanno di fronte; gli attivisti per i diritti di proprietà "ottengono" e scelgono la libertà rispetto allo sviluppo sostenibile.

Spiega loro che gli attivisti dell'istruzione ora comprendono che la vera agenda non è solo una cattiva istruzione, ma una trasformazione del processo per attuare l'agenda del Sustainablist. Gli attivisti dell'educazione “ottengono” e scelgono la libertà sullo sviluppo sostenibile.

Spiega loro che i cristiani comprendono che l'attacco alla loro religione è necessario per distruggere la cultura occidentale al fine di sostituirla con il sostenibilismo. I cristiani "capiscono" e scelgono la libertà sullo sviluppo sostenibile.

Spiega loro che i proprietari di armi comprendono che l'impulso universale a disarmare la nazione è necessario per attuare l'agenda del Sustainablist. I possessori di armi "ottengono" e scelgono la libertà sullo sviluppo sostenibile.

Spiega loro che il Niger Innis e il Congresso sull'uguaglianza razziale comprendono che lo sviluppo sostenibile sta morendo di fame e uccidendo neri in tutto il mondo e distruggendo le speranze e i sogni dei neri qui in America. CORE “capisce” e sceglie la libertà sullo sviluppo sostenibile.

Questo è il messaggio che voglio che i lacchè riportino a coloro che lavorano ogni ora del risveglio per far valere la loro filosofia di morte sugli americani liberi.

Come combattere

Ora, lascia che ti dia rapidamente un'idea che potremmo usare per combattere efficacemente e fermare lo sviluppo sostenibile. C'è un difetto nel loro sistema di implementazione. Il fatto è che il Congresso non approva leggi che rendono i regolamenti obbligatori per l'attuazione dell'agenda sullo sviluppo sostenibile. Ciò costituirebbe una violazione del decimo emendamento. Per aggirare il problema, il Congresso istituisce un sistema di sovvenzioni fornite con le stringhe. Per ottenere i soldi devi "volontariamente" rispettare le regole che ne derivano. Il sistema è stato istituito con l'aiuto di gruppi come il Sierra Club, la National Education Association e la Planned Parenthood, solo per citarne alcuni. Tutti comprendono appieno il gioco e le sue regole. E hanno oltre 10 organizzazioni associate a livello statale e locale per agitare e far rispettare tali regole facendo pressione sui consiglieri e sui commissari della comunità locale. È così che l'agenda per lo sviluppo sostenibile viene implementata in ogni singola comunità e scuola della nazione.

Amici miei, ci sono circa 3,300 contee in questa nazione. Propongo che mentre continuiamo a fare pressioni sul Congresso e sulle Case di Stato sulle questioni da noi scelte, dedichiamo gran parte dei nostri sforzi all'elezione dei commissari di contea e dei consiglieri comunali. Dobbiamo trovare uomini e donne integri che comprendano l'agenda del Sustainablist. Dovrebbero essere attivisti che potrebbero resistere alla pressione e non accettare il cavallo di Troia federale per ottenere denaro. Se potessimo farlo con successo in solo 10 o anche 5 contee nel paese, la notizia si spargerebbe come un incendio e altri si unirebbero a noi.

No, non impedirà alle squadre SWAT di Forest Service e Park Service di invadere la tua terra, ma inizierà a cambiare le dinamiche della battaglia. Il Congresso risponderà. Sia che tu stia supportando una terza parte o facendolo attraverso una delle due principali parti, costruiremmo una base di potere inarrestabile che si diffonderebbe in tutta la nazione. Ora posso dirti che se continuiamo a cercare di fare pressione sul Congresso come nostra unica tattica o tentiamo di eleggere un presidente che ascolterà, falliremo.

Per salvare la libertà in America, lo sviluppo sostenibile deve essere fermato. Dobbiamo iniziare a livello locale, dove i nostri sforzi di base sono più forti. Dove è più facile vincere. Possiamo trovare cinque commissari di contea. Possiamo farli eleggere uno alla volta. E poi ottieni di più per unirti a loro. E possiamo iniziare a costruire un fuoco di prateria in tutta la nazione.

Fai queste cose, amici miei, per prima cosa capite che qualsiasi problema per il quale avete scelto di combattere fa parte del programma di sviluppo sostenibile. Armatevi di tale conoscenza, quindi procedete passo dopo passo per eleggere rappresentanti locali che resisteranno all'agenda del Sustainablist e al suo denaro. Il denaro è la chiave. Riprendi le tue comunità e in questo modo, passo dopo passo, riprendi l'America.




Le Nazioni Unite utilizzeranno la tecnologia Blockchain per obiettivi di sviluppo sostenibile

Parlare di tecnologia blockchain e criptovaluta alle Nazioni Unite è indicativo dei suoi sforzi per trasformare il mondo in sviluppo sostenibile, noto anche come tecnocrazia. Fintech è il modello per il futuro finanziamento della green economy. ⁃ Editor TN

Di recente, le Nazioni Unite sono state riconosciute per l'uso della tecnologia blockchain nella seconda di Forbes Elenco Blockchain 50. L'organizzazione di 75 anni, che ha un ruolo importante da svolgere negli sforzi umanitari globali, ha cercato di sfruttare la tecnologia emergente in diversi settori.

Dall'assistenza nella lotta ai cambiamenti climatici all'erogazione di fondi ai rifugiati siriani utilizzando scansioni dell'iride verificate con blockchain anziché carte d'identità, le Nazioni Unite hanno cercato di far avanzare la sua causa con l'aiuto di una tecnologia che sta ancora trovando la sua nicchia.

L'idea della blockchain per il bene non è estranea, poiché la tecnologia ha un potenziale dirompente di così vasta portata che è stata spesso mirata a esercizi di beneficenza e situazioni in cui il bene può essere raggiunto, o almeno messo in evidenza, attraverso questa nuova tecnologia.

Le Nazioni Unite, al vertice degli sforzi globali per ulteriori cause umanitarie, hanno dimostrato la loro volontà di entrare a far parte della tecnologia blockchain come una forza più efficace. In effetti, il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres ha disse il gigante intergovernativo deve abbracciare la blockchain.

È diventato evidente che attualmente ci si siede sul precipizio di una nuova rivoluzione industriale che sarà basata sull'avanzamento delle tecnologie nuove e attualmente emergenti. Intelligenza artificiale, Internet of Things, Blockchain e altri, stanno tutti trovando piede in questa nuova era digitale.

Soprattutto per la blockchain, si sta diffondendo in molti settori diversi, con il suo impatto fortemente sentito e ricercato nel settore finanziario grazie al lato delle criptovalute. Tuttavia, le imprese hanno anche iniziato a riconoscere il potenziale per la tecnologia di rafforzare il business, e neanche le Nazioni Unite stanno lasciando che questo scivoli via.

"Affinché le Nazioni Unite possano svolgere meglio il nostro mandato nell'era digitale, dobbiamo abbracciare tecnologie come la blockchain che possono aiutare ad accelerare il raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile", disse Guterres nella dichiarazione fornita esclusivamente a Forbes.

Leggi la storia completa qui ...




Panopticon digitale

Technocracy: il panopticone digitale del World Economic Forum

Il Forum economico mondiale sostiene totalmente tutti gli Obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS) delle Nazioni Unite, noti anche come Technocracy. Ecco un'analisi dalla A alla Z di ogni SDG e cosa significano realmente.

Per favore, prenditi il ​​tempo di leggere ogni punto, ascoltare ogni breve video e poi condividere il più ampiamente possibile. Si noti inoltre che questo articolo introduce il nuovo collaboratore di TN, Jacob Nordangård, PhD svedese. ⁃ Editor TN

Una settimana prima della riunione del Forum economico mondiale 2020, il rapporto Tecnologia di sblocco per gli obiettivi globali è stato rilasciato dal gruppo di lavoro Global Future Council del WEF su 4IR ​​per i beni pubblici globali. Il rapporto, scritto in collaborazione con la società di revisione e consulenza PwC, esamina come le tecnologie avanzate della Quarta rivoluzione industriale (4IR) contribuiranno al raggiungimento degli obiettivi del 17 Sviluppo Sostenibile Obiettivi (OSS) delle Nazioni Unite.

Il lavoro fa parte della nuova iniziativa di WEF Frontier 2030, guidato dalla danese Anne Marie Engtoft Larsen (che ha anche contribuito al libro di Klaus Schwab Dare forma alla quarta rivoluzione industriale). Degno di nota è che sei dei sette principali autori del rapporto sono donne. La Grande Madre viene in nostro soccorso?

Il mondo, se tutto va secondo i piani, deve essere completamente trasformato nel corso di un decennio. Proprio come Maurice Strong alla prima Conferenza di Stoccolma del 1972, le Nazioni Unite affermano che abbiamo "solo dieci anni" per salvare il mondo, e sia le Nazioni Unite che il WEF hanno doppiato i prossimi dieci anni Decennio di azione.

Questa campagna è molto ben coordinata e comprende governi, organizzazioni internazionali e rappresentanti della "società civile". A bordo ci sono anche i grandi giganti della tecnologia che vedono tutti grandi opportunità di profitto (leggi: decine o addirittura centinaia di miliardi di dollari) nel "salvare e migliorare il mondo". Tutto secondo il principio del partenariato pubblico-privato di WEF (originario di Mussolini, implementato in Svezia e propagato con successo a livello internazionale da David Rockefeller).

I 17 obiettivi globali delle Nazioni Unite forniscono un piano per ciò che dobbiamo fare globalmente e collettivamente se vogliamo porre fine alla povertà estrema, proteggere il nostro ambiente naturale, ripristinare i cambiamenti climatici e creare un futuro più sostenibile, equo e prospero per tutti. (Tecnologia di sblocco per gli obiettivi globali)

Quindi, in cosa consiste questa soluzione tecnologica?

Il rapporto offre una panoramica di come 4IR potrebbe aiutare a raggiungere i 17 SDG. Questo è un piano che promette Utopia ma offre solo la tecnocrazia come soluzione, senza altre opzioni disponibili.

Il rapporto presenta una società tecnocratica in cui l'intero mondo deve essere controllato e governato con l'aiuto di AI, satelliti, robotica, droni, Internet of Things e cibo artificiale nel menu. Un panopticon digitale globale in cui tutte le attività umane devono essere registrate, analizzate e corrette con l'aiuto di Crediti sociali - si, anche qui in Occidente!

La Quarta rivoluzione industriale è ora apertamente mostrata come un'arma potente contro le masse con un dio digitale (AI) che ci giudicherà e ci controllerà in tempo reale. Questa è l'ultima forma di ingegneria sociale e una seria minaccia alla libertà dell'umanità.
In questa visione, anche l'uomo deve essere modificato per diventare qualcosa di diverso da un essere umano.

È concepibile, d'altra parte, che la geocibernetica seguirà corsi completamente diversi (o complementari) che si trovano maggiormente nel regno della gestione sociale. Qui il problema demografico prevale su altri temi: esiste un numero ottimale di esseri umani che devono essere supportati dall'ecosfera? Qual è il giusto mix di condensare le persone nelle città e disperderle attraverso i paesaggi? (Hans Joachim Schellnhuber)

La soluzione WEF per ciascuno degli obiettivi di sviluppo sostenibile

Ecco alcuni esempi delle molte misure della 4a Rivoluzione industriale per l'obiettivo 1-16 proposte dal World Economic Forum (con esempi tratti da Youtube delle società che commercializzano la loro versione di ciascuna soluzione).

Obiettivo 1. Nessuna povertà

"Alleviamento della povertà e protezione sociale"

Soluzioni:

  • Impronta digitale abilitata all'intelligenza artificiale per l'accesso al credito / denaro mobile
  • Blockchain soluzioni di identità digitale per consentire identità economiche, incl. per i rifugiati

= Il primo esempio include un'intelligenza artificiale che analizza il rating del credito di una persona attraverso la sua impronta digitale (Facebook, Twitter, ecc.). Il secondo include la raccolta di informazioni sugli individui attraverso la tecnologia Blockchain per garantire il loro background, abilità e anche implicitamente cattive abitudini e comportamenti. Quindi, lo stesso sistema dei crediti sociali in Cina, che iniziò come Zhima Credits sviluppato da Ant Financial per valutare l'affidabilità creditizia dei clienti. Ant Financial (precedentemente Alipay) è la società finanziaria di Alibaba. Alibaba è un partner strategico del World Economic Forum e il suo fondatore Jack Ma fa parte del Consiglio di fondazione WEF).

Obiettivo 2. Fame zero

"Accesso al cibo, migliore nutrizione e sicurezza della produzione alimentare"

Soluzioni:

  • Proteine ​​sintetiche a basso costo e basse emissioni di GHG.
  • AI, sensori e blockchain per eliminare il deterioramento / perdita nella catena del valore degli alimenti, inclusa la conservazione intelligente degli alimenti

= Sostituisci ancora più cibo reale con edibili sintetici e usa la tecnologia per monitorare tutti i processi che gestiscono il cibo, risultando idealmente a zero spreco o rischio che i negozi esauriscano le scorte di cibo (sintetico).

Obiettivo 3. Buona salute e benessere

"Promuovere la salute globale per tutte le età e servizi sanitari"

Soluzioni:

  • Assistenza domiciliare intelligente, dispositivi indossabili intelligenti e assistenti sanitari virtuali
  • Monitoraggio e previsione di metriche sanitarie e malattie, inclusi impianti intelligenti, dispositivi indossabili

= Fatti diagnosticare da un medico artificiale e fai controllare il tuo corpo tramite sensori impiantati.

Obiettivo 4. Istruzione di qualità

"Accesso inclusivo all'istruzione, qualità dell'istruzione e strutture di apprendimento"

Soluzioni:

  • Valutazioni basate sull'intelligenza artificiale per consentire la fornitura di feedback continuo
  • Programmi digitali, piani didattici e contenuti progettati dall'IA su tutti i dispositivi

= Lascia l'indottrinamento a un'intelligenza artificiale. Non si stanca mai e ti tormenterà fino a quando non ti arrendi.

Obiettivo 5. Parità di genere

"Facilitare l'uguaglianza di genere, proteggere e responsabilizzare donne e ragazze"

Soluzioni:

  • Analisi dei dati di genere in tempo reale abilitate all'intelligenza artificiale
  • AI per identificare una selezione imparziale a supporto dell'inclusività

= Sostituisci l'intelligenza umana con un'intelligenza artificiale per evitare giudizi errati. Analizzare i dati per identificare e correggere rappresentazioni di genere sbilanciate.

Obiettivo 6. Acqua pulita e servizi igienico-sanitari

"Accesso e gestione sostenibile delle risorse idriche e servizi igienico-sanitari"

Soluzioni:

  • Modellazione di scenari potenziata dall'IA per i rischi e le prestazioni dell'infrastruttura idrica
  • Manutenzione predittiva intelligente delle infrastrutture idriche

= Monitora tutti i sistemi idrici. Non importa a chi non ha affatto acqua.

Obiettivo 7. Energia pulita e accessibile

"Adozione di energia sostenibile e ottimizzazione del sistema energetico"

Soluzioni:

  • Gestione della rete energetica decentralizzata e coordinata abilitata per 4IR, incl. IoT, AI
  • Infrastruttura intelligente per efficienza operativa e manutenzione

= Monitora tutti i sistemi energetici in tempo reale.

Obiettivo 8. Lavoro dignitoso e crescita economica

"Creazione di posti di lavoro sostenuta e inclusiva e produttività e miglioramento dei diritti dei lavoratori"

Soluzioni:

  • Robotica per l'automazione di processo per una maggiore produttività
  • Hub di supporto digitale abilitati all'intelligenza artificiale per i lavoratori

= Sostituisci i lavoratori con i robot e usa l'IA per guidare la forza lavoro rimanente.

Obiettivo 9. Industria, infrastrutture e innovazione

"Costruire infrastrutture e industria inclusive, resilienti e sostenibili"

Soluzioni:

  • Tracciamento e ottimizzazione abilitati IoT di macchinari industriali
  • Robotica per l'automazione dei processi di produzione e costruzione

= Monitorare tutti i processi industriali e automatizzare per rendere le persone sempre più irrilevanti.

Obiettivo 10. Disuguaglianze ridotte

"Facilitare l'uguaglianza e la collaborazione internazionale"

Soluzioni:

  • Impronta digitale abilitata all'intelligenza artificiale per l'accesso al denaro mobile
  • Analisi dei dati demografici di nuova generazione

= Analizzare i dati per identificare e correggere le differenze indesiderate tra paesi e regioni.

Obiettivo 11. Città e comunità sostenibili

"Costruire sistemi urbani intelligenti, inclusivi, sicuri e resilienti"

Soluzioni:

  • "Gestione di reti basate su sensori e reti urbane basate su AI (inquinamento, rifiuti, acqua, energia)"
  • "Rilevazione e gestione di landuse satellitari, drone e IoT di nuova generazione"

= Sviluppa Smart Cities con monitoraggio in tempo reale utilizzando AI, droni e satelliti; telecamere di sorveglianza con riconoscimento facciale e auto a guida autonoma.

Obiettivo 12. Consumo e produzione responsabili

"Ottimizzazione della catena di approvvigionamento e modelli di consumo sostenibili"

Soluzioni:

  • "Analisi dei dati di consumo e di produzione abilitate per AI e IoT"
  • "Reti logistiche e di distribuzione ottimizzate per l'IA per ridurre al minimo costi, emissioni e rifiuti"

= Monitorare e analizzare le abitudini di consumo di tutti al fine di ridurre l'impronta di carbonio di ciascun individuo.

Obiettivo 13. Azione per il clima

"Lotta al cambiamento climatico e ai suoi impatti"

Soluzioni:

  • "Piattaforma di big data per la gestione della terra, ad es. Monitoraggio delle emissioni di carbonio"
  • "Gestione intelligente e trasparente dell'uso del territorio"

= Crea un panopticon globale per monitorare tutti i processi del sistema terrestre.

Obiettivo 14. Vita sott'acqua

"Conservare e gestire l'uso degli habitat e delle risorse marine"

Soluzioni:

  • "Monitoraggio e analisi degli habitat (ad es. Monitoraggio del pH e dell'inquinamento)"
  • "Piattaforme di dati abilitate all'intelligenza artificiale per monitorare e gestire l'attività e la conformità della pesca"

= Monitorare i mari e sanzionare i colpevoli di attività illegali.

Obiettivo 15. Vita sulla terra

"Protezione e ripristino degli ecosistemi terrestri"

Soluzioni:

  • "Mappatura in tempo reale dell'habitat e dell'uso del suolo, monitoraggio e individuazione di attività illegali o avverse"
  • "Monitoraggio, monitoraggio, analisi e previsione di modelli e rilevamento in tempo reale della fauna selvatica 4IR, ad esempio malattia, cattura di animali"

= Controlla tutte le foreste e penalizza le persone ritenute colpevoli di attività illegali.

Obiettivo 16. Pace, giustizia e istituzioni forti

"Promuovere la società pacifica, costruire istituzioni efficaci"

Soluzioni:

  • "Identificazione della frode fiscale sull'identità abilitata all'IA (utilizzando i dati di navigazione, i dati di vendita al dettaglio e la cronologia dei pagamenti)"
  • "Piattaforme di fidelizzazione e ricompensa dei cittadini abilitate alla Blockchain"

= Introdurre crediti sociali per creare obbedienza alle autorità e punire comportamenti indesiderati.

Inoltre, sono elencate alcune tecnologie in fase di sviluppo (bassa maturità) che potrebbero essere potenzialmente utilizzate per raggiungere gli obiettivi. Qui troviamo, tra le altre cose:

  • Salvataggio genetico e modifica del genoma per specie e resilienza minacciate ed estinte
  • Proteine ​​sintetiche a basso costo e basse emissioni di GHG (AI e biologia sintetica)
  • Decodifica benessere e longevità utilizzando AI e sensori per mappe sanitarie personalizzate e genomi sequenziati e dati fenotipici
  • Editing genico (ad es. CRISPR) per affrontare le malattie umane causate dalla mutazione genetica

Obiettivo 17: partenariati per gli obiettivi

"Costruire partenariati globali sostenibili"

Quest'ultimo obiettivo non è incluso nella tabella WEF delle soluzioni 4IR, ma sia le Nazioni Unite che il Gruppo di 20 (G20) vengono rafforzati a un ritmo rapido e le soluzioni 4IR per ciascun obiettivo introdotte prima del vertice del G2019 del 20 sono sorprendentemente simili .

Society 5.0 per SDGx

Rischi della nuova tecnologia

Il rapporto WEF vede alcuni rischi con il loro Brave New World:

Nonostante tutto l'enorme potenziale offerto dalle tecnologie della quarta rivoluzione industriale in scala per accelerare l'azione per raggiungere gli obiettivi globali, queste tecnologie hanno anche il potenziale per esacerbare molte sfide sociali esistenti e creare nuovi rischi che potrebbero ostacolare gli obiettivi globali.

  • Il sistema tecnologico basato sull'intelligenza artificiale può agire prevenuto e distorto.
  • È difficile raggiungere la piena occupazione se tutto deve essere automatizzato.
  • Il controllo e il potere sulla tecnologia rischiano di concentrarsi su pochi attori.

Le soluzioni tecnologiche, tra cui AI, blockchain, IoT, servizi cloud, 5G e computazione quantistica possono consumare grandi quantità di energia a causa della potenza di elaborazione del computer richiesta e del numero di operazioni o sensori che si alimentano nel sistema digitale o nella rete.

  • Il sistema tecnologico avanzato consuma enormi quantità di energia.
  • L'intelligenza artificiale e la visione artificiale possono essere utilizzate per trovare e sfruttare materie prime rare invece di proteggere la natura.
  • I rottami elettronici da tutti i computer, i sensori e i dispositivi necessari per la soluzione tecnologica possono causare inquinamento ambientale.

Nel 2021, si prevede che la quantità di rifiuti elettronici generati crescerà a 52.2 milioni di tonnellate, 71 con solo il 20% di riciclaggio formale.

  • L'abuso dei dati personali raccolti può danneggiare reputazione, finanze e sicurezza.
  • Gli attacchi informatici possono paralizzare il sistema.

Altri avvertimenti

Dirk Helbing, capo del progetto UE FuturICT, ha avvertito per alcuni anni che sta per essere costruito uno stato di sorveglianza fascista, più avanzato di qualsiasi altra cosa mai vista nella storia. Helbing osserva che tutte le funzioni di cui uno stato fascista potrebbe aver bisogno sono già state implementate digitalmente o vengono implementate e possono essere utilizzate su scala universale in qualsiasi momento.

Siamo di fronte all'emergere di un nuovo tipo di totalitarismo di dimensioni globali che deve essere fermato immediatamente. Un'operazione di emergenza è inevitabile, se vogliamo salvare la democrazia, la libertà e la dignità umana. (...) Argomenti come terrorismo, minacce informatiche e cambiamenti climatici sono stati usati per minare la nostra privacy, i nostri diritti e la nostra democrazia.

Le pecore hanno affidato il controllo del pianeta ai lupi. Ora dobbiamo riprenderlo.

Proprio come le Nazioni Unite hanno dichiarato il Decennio di azione, è tempo per tutti coloro che si battono per la libera umanità e per respingere lo stato di sorveglianza globale tecnocratico che ora minaccia tutti noi.




L'era della bicicletta fallisce: gli incidenti mortali colpiscono il massimo di 25 anni

Questa è "sostenibilità"? Prima di tutto, di 'a tutti di scaricare auto e andare in bicicletta. In secondo luogo, costruisci piste ciclabili ovunque in modo che possano. Terzo, guarda il bilancio delle vittime salire. I pianificatori hanno mai considerato questa ovvia conseguenza? ⁃ Editor TN

Accanto alla crescente popolarità delle quote di bici e del ciclismo fitness in California arriva una statistica che fa riflettere: dal 2016 al 2018, un numero maggiore di ciclisti è morto in incidenti stradali in tutto lo stato rispetto a qualsiasi periodo di tre anni negli ultimi 25 anni.

Gli incidenti stradali hanno ucciso 455 ciclisti in California dal 2016 al 2018, secondo i nuovi dati della National Highway Traffic Safety Administration. Le cifre si traducono in circa 3.9 decessi per incidente in bicicletta per milione di persone, il tasso più alto in un periodo di tre anni dalla metà degli anni '1990, prima che molte città costruissero ampie reti di biciclette.

A livello nazionale, il tasso di incidenti mortali era inferiore, ma anche in aumento. Dal 2016 al 2018, 2,516 ciclisti sono morti in incidenti stradali, con un tasso di circa 2.6 per milione di persone. Quello era il più alto tasso di mortalità a tre anni dalla metà degli anni 2000.

Gli esperti indicano una convergenza di fattori per l'aumento: a aumento sostenuto di quanto guidano gli americani, i prevalenza di guida distratta e un pronunciato spostamento del consumatore verso grandi camion e veicoli utilitari sportivi. Alcuni analisti hanno anche affermato che ci sono semplicemente più bici sulla strada.

"C'è stato sicuramente un aumento della popolarità del ciclismo", ha dichiarato Julia Griswold, ricercatrice presso il Centro di ricerca e istruzione sul trasporto sicuro dell'Università di California-Berkeley. "E poi anche da quando l'economia si è ripresa dall'incidente del 2008, c'è stato un aumento della guida".

Con il tasso di disoccupazione vicino ai minimi storici, sempre più persone si recano al lavoro, intensificando il mix di auto e biciclette sulle strade cittadine. Programmi di bike sharing sono ora comuni in molte città. Allo stesso tempo, il avvento di servizi di autoveicoli ha portato un numero maggiore di guidatori a girare in attesa del prossimo pick-up.

"Più persone guidano, maggiore è la probabilità di un incidente", ha affermato Jennifer Boldry, direttore della ricerca presso PeopleForBikes, un'organizzazione no profit nazionale che sostiene un maggiore accesso e sicurezza in bicicletta.

Esacerbare i rischi: gli smartphone sono onnipresenti in gran parte dell'America e migliaia di persone muoiono ogni anno in incidenti causati da guida distratta. Boldry ha citato a recente studio dal National Transportation Safety Board che mostra che le collisioni "a metà corsa" - i relitti nelle aree tra le intersezioni, dove le velocità sono più elevate - tendono a causare lesioni maggiori ai ciclisti. Spesso, i conducenti coinvolti in questo tipo di relitti affermano di non aver visto il ciclista che hanno colpito.

"La mia conclusione è: è davvero difficile vedere qualcuno se stai guardando il tuo telefono", ha detto Boldry.

Inoltre, le auto più grandi come i SUV hanno spesso punti ciechi più grandi di quelli delle auto più piccole, rendendo più difficile vedere un ciclista. Si siedono anche più in alto, il che può influenzare l'area di impatto. "Pensa a dove un SUV ti colpisce in bici contro dove una berlina molto bassa potrebbe colpirti", ha detto Boldry. "Vieni colpito alla gamba, la ferita è molto meno grave che se ti colpiscono al petto."

Come con altri tipi di incidenti mortali che coinvolgono automobili, i ciclisti maschi in America muoiono in incidenti molto più spesso delle donne. Dal 2016 al 2018 in California, quasi otto uomini sono morti in incidenti ciclistici per ogni donna morta. Nello stato, gli uomini hanno circa il doppio delle probabilità delle donne di recarsi al lavoro in bicicletta, mostrano le ultime cifre del censimento.

Gli esperti hanno citato diversi modi per ridurre il numero di vittime della bicicletta, iniziando con una soluzione relativamente semplice: ridurre i limiti di velocità. "La maggior parte delle persone sopravviverà a un incidente se vengono colpite a 20 miglia all'ora", ha detto Griswold. "Ma il tasso di sopravvivenza diminuisce considerevolmente ad ogni aumento della velocità oltre."

Investire in infrastrutture adeguate - create per supportare un mix di auto, transito, biciclette e pedoni - è un'altra chiave. Il recente studio NTSB richiede un aumento del numero di piste ciclabili separate e incroci ben segnalati. Boldry ha osservato che l'aumento del numero di passeggeri in bici, specialmente se combinato con una buona infrastruttura, può effettivamente migliorare la sicurezza. Le ragioni non sono chiare, ha detto Boldry, ma potrebbe essere, in parte, perché i conducenti si abituano a vedere le bici e ad adottare comportamenti di guida più sicuri.

Dave Snyder, direttore esecutivo della California Bicycle Coalition, o CalBike, ha affermato che molte città della California hanno fatto progressi significativi nel miglioramento delle infrastrutture negli ultimi anni, dando vita a strade più sicure per i ciclisti. Tuttavia, ha detto, bisogna fare di più in più posti.

Alcune persone "vedono veicoli da 2,000 libbre o più grandi che vanno da 40 a 60 miglia all'ora a pochi metri da loro, e pensano, 'Assolutamente no. Non è sicuro e non è divertente '', ha detto Snyder. “Non c'è motivo per cui debba essere così. Non c'è motivo per cui non possiamo creare reti di piste ciclabili, anche sulle strade principali, protette da quel traffico ad alta velocità ".

Un altro modo per ridurre gli incidenti mortali è attraverso la tecnologia. Il rapporto NTSB raccomanda ai ciclisti di usare indumenti riflettenti e caschi da bici. Anche i sensori di automobili in grado di rilevare oggetti nel punto cieco di un guidatore sono un vantaggio, sebbene a volte questa tecnologia sia migliore nel vedere le auto che nel vedere biciclette e persone.

Boldry ha affermato che fare un ampio ricorso a questi sistemi per migliorare invece di migliorare le infrastrutture sarebbe un errore.

"Siamo ottimisti che aiuteranno, ma vogliamo assicurarci di fare tutto il possibile sul fronte della progettazione per eliminare quei conflitti in primo luogo mentre stiamo aspettando che la tecnologia diventi abbastanza buona da avere un impatto positivo ", ha detto.

Leggi la storia completa qui ...