La Cina copre il Tibet con un massiccio progetto di geoingegneria della pioggia

Come tecnocrazia, la Cina ha una soluzione scientifica per tutto, compresa la sua percepita mancanza di acqua dolce. La loro soluzione è installare decine di migliaia di camere per la semina di nuvole in Tibet che creeranno nuvole per scaricare la pioggia sulla Cina. Il progetto è sviluppato da China Aerospace Science and Technology Corporation, un appaltatore della difesa di proprietà statale. Questo articolo è stato riportato nel South China Morning Post. ⁃ Editor TN

La Cina ha bisogno di più acqua. Quindi sta costruendo una rete per la pioggia tre volte più grande della Spagna
Un vasto sistema di camere sull'altopiano tibetano potrebbe inviare abbastanza particelle nell'atmosfera per consentire la formazione di estese nuvole.

La Cina sta testando una tecnologia di difesa all'avanguardia per sviluppare un sistema di modifica del tempo potente ma relativamente a basso costo per portare sostanzialmente più pioggia sull'altopiano tibetano, la più grande riserva d'acqua dolce dell'Asia.

Il sistema, che coinvolge un'enorme rete di camere a combustibile installate in alto sulle montagne tibetane, potrebbe aumentare le precipitazioni nella regione fino a 10 miliardi di metri cubi all'anno - circa 7 per cento del consumo totale di acqua della Cina - secondo i ricercatori coinvolto nel progetto.

Decine di migliaia di camere saranno costruite in posizioni selezionate attraverso l'altopiano tibetano per produrre precipitazioni su una superficie totale di circa 1.6 milioni di chilometri quadrati (620,000 miglia quadrate), o tre volte la dimensione della Spagna. Sarà il più grande progetto del mondo.

Le camere bruciano combustibile solido per produrre ioduro d'argento, un agente che semina le nuvole con una struttura cristallina molto simile al ghiaccio.

Le camere si trovano su ripide dorsali montuose di fronte al monsone umido dell'Asia meridionale. Quando il vento colpisce la montagna, produce un tiraggio verso l'alto e spazza le particelle nelle nuvole per indurre pioggia e neve.

“[Finora] più di bruciatori 500 sono stati installati su pendii alpini in Tibet, Xinjiang e altre aree per uso sperimentale. I dati che abbiamo raccolto mostrano risultati molto promettenti ", ha detto un ricercatore che lavora al sistema Messaggio del mattino della Cina meridionale.

Il sistema è stato sviluppato dalla società statale cinese Aerospace Science and Technology Corporation, un importante appaltatore spaziale e di difesa che sta conducendo anche altri ambiziosi progetti nazionali, tra cui l'esplorazione lunare e la costruzione della stazione spaziale cinese.

Gli scienziati spaziali hanno progettato e costruito le camere utilizzando la tecnologia militare all'avanguardia del motore a razzo, consentendo loro di bruciare in modo sicuro ed efficiente il combustibile solido ad alta densità in un ambiente scarso di ossigeno a un'altitudine di oltre 5,000 metri (piedi 16,400), secondo la ricercatore che ha rifiutato di essere nominato a causa della sensibilità del progetto.

Sebbene l'idea non sia nuova - altri paesi come gli Stati Uniti hanno condotto test simili su piccoli siti - la Cina è la prima a tentare un'applicazione così ampia della tecnologia.

Il funzionamento quotidiano delle camere sarà guidato da dati in tempo reale altamente precisi raccolti da una rete di piccoli satelliti meteorologici 30 che monitorano le attività dei monsoni sull'Oceano Indiano.

La rete terrestre utilizzerà anche altri metodi di seeding cloud utilizzando aerei, droni e artiglieria per massimizzare l'effetto del sistema di modifica meteorologica.

I giganteschi ghiacciai e gli enormi bacini sotterranei che si trovano sull'altopiano tibetano, che viene spesso definito la torre d'acqua dell'Asia, lo rendono la fonte della maggior parte dei più grandi fiumi del continente - tra cui il Giallo, Yangtze, Mekong, Salween e Brahmaputra.

I fiumi, che scorrono attraverso Cina, India, Nepal, Laos, Myanmar e molti altri paesi, sono un'ancora di salvezza per quasi la metà della popolazione mondiale.

Ma a causa della carenza in tutto il continente, l'altopiano tibetano è anche visto come un potenziale punto di infiammabilità mentre le nazioni asiatiche lottano per garantire il controllo delle risorse di acqua dolce.

Nonostante il grande volume di correnti d'aria ricche d'acqua che passano ogni giorno sull'altopiano, l'altopiano è uno dei luoghi più aridi della Terra. La maggior parte delle aree riceve meno di 10cm di pioggia all'anno. Un'area che vede meno di 25cm di pioggia ogni anno è definita come un deserto dall'indagine geologica degli Stati Uniti.

La pioggia si forma quando l'aria umida si raffredda e si scontra con particelle che galleggiano nell'atmosfera, creando pesanti gocce d'acqua.

Leggi la storia completa qui ...




Scienziati: il piano di "Planet Hacking" per l'atmosfera potrebbe mantenere la terra abitabile più a lungo

Le teorie speculative sulle scie chimiche sono abbondate da anni perché le persone sono troppo pigre o troppo mal equipaggiate per fare la ricerca adeguata sulle vere radici della manomissione atmosferica, vale a dire la geoingegneria scientifica. La vera storia dietro la geo-ingegneria è molto più inquietante di qualsiasi teoria della cospirazione. Gli scienziati di Technocrat sono intenzionati a hackerare l'atmosfera per "salvare" il pianeta. Ci sono molti scienziati di geoingegneria che si oppongono a questo schema di crackpot. ⁃ Editor TN

È 2055. Una fila di aeroplani attraversa il cielo. Sono appena visibili perché volano molto al di sopra del solito traffico di aerei di linea, palloncini da trasporto e droni di consegna.

La missione è di rilasciare una nuvola di minuscole particelle nell'atmosfera. La nuvola crea una barriera che riflette la luce solare nello spazio, impedendole di essere assorbita sulla Terra, dove riscalderebbe ulteriormente il pianeta.

Gli aerei lo fanno ogni giorno, come hanno fatto per anni.

Sono efficaci. A causa di questi aerei, ci sono meno ondate di calore assassino. Alcuni rapporti dicono che la perdita di ghiaccio ai poli è rallentata. Ci sono effetti collaterali dell'alterazione dell'atmosfera. Le massicce siccità hanno causato carestie e alcuni temono che la stessa tecnologia possa essere utilizzata come arma.

Quella scena, che descrive la geoingegneria, non sta accadendo oggi, contrariamente a quanto potrebbero dire alcuni teorici della cospirazione. Ma presto potrebbe. Alcuni scienziati pensano che la geoingegneria potrebbe essere la nostra ultima risorsa per prevenire gli effetti più catastrofici del cambiamento climatico.

Per quanto possa sembrare, abbiamo già visto una forma minore di esperimenti correlati con il seeding delle nuvole - un modo per far piovere facendo cadere ioni d'argento nell'atmosfera - dai governi in Cina e negli Emirati Arabi Uniti. Ma si sta già lavorando alla modifica su scala molto più ampia dell'atmosfera.

[the_ad id = "11018"]

Quest'anno, un team di scienziati di Harvard spera di lanciare quello che sarà il primo volo di prova di ingegneria per uno dei primi esperimenti di geoingegneria che modificano il cielo all'aperto. Sanno che la tecnologia è così rischiosa che potrebbe non essere mai abbastanza sicura da usare, e ci sono importanti considerazioni etiche su chi può decidere quale parte del pianeta riceve questo trattamento, perché gli effetti sarebbero globali.

Ciò che scoprono potrebbe un giorno cambiare il corso della storia planetaria.

Modifica del cielo con la tecnologia

Il termine geoingegneria si riferisce all'uso della tecnologia per modificare l'atmosfera del pianeta, e si presenta in due forme: rimozione dell'anidride carbonica dall'atmosfera e tecnologie più controverse (come nello scenario sopra) che modificano i cieli per raffreddare temporaneamente il mondo.

I sostenitori della ricerca sulla geoingegneria sostengono che dobbiamo andare avanti con gli studi in modo da poter modellare i rischi e i benefici della tecnologia. La modifica del cielo potrebbe frenare il riscaldamento che il mondo sta vivendo. La maggior parte degli scienziati afferma che non influirebbe sui processi che stanno rendendo il mondo più caldo, che sono principalmente guidati dalle emissioni di gas serra causate dalla combustione di combustibili fossili. Ma potrebbe temporaneamente arrestare o rallentare il peggioramento di tali effetti.

Gli oppositori sostengono che i rischi persino di sperimentare la geoingegneria solare (nota anche come gestione delle radiazioni solari) sono troppo elevati, che le alternative non sono state adeguatamente esplorate e che gli esperimenti all'aperto sono politicamente pericolosi e potrebbero infine portare all'uso militare dell'alterazione meteorologica tecnologia.

Ad ogni modo, non sappiamo se la geoingegneria funzionerà. L'esperimento di Harvard potrebbe cambiarlo.

Leggi la storia completa qui ...




Scienziati: il parasole gigante nel cielo potrebbe risolvere il riscaldamento globale

Gli scienziati di Technocrat stanno finalmente esponendo i loro schemi di crackpot per raffreddare il pianeta Terra, anche se esperimenti limitati sono stati condotti per decenni. I tecnocrati credono che non vi siano problemi che non possano essere risolti dalla scienza, compresi i falsi problemi come il riscaldamento globale. Dicono che "salveranno" la terra, ma le loro politiche producono i risultati polari opposti. ⁃ Editor TN

Sembra roba da fantascienza: la creazione, usando palloncini o getti, di un parasole atmosferico creato dall'uomo per proteggere i paesi più vulnerabili del sud globale dagli effetti peggiori del riscaldamento globale.

Ma tra l'interesse crescente per "solare geoingegneria"- non ultimo tra le università occidentali - un gruppo di scienziati dei paesi in via di sviluppo ha lanciato un appello energico a dire qualcosa in più nella direzione della ricerca sui cambiamenti climatici, sostenendo che i loro paesi sono quelli maggiormente coinvolti.

Gli scienziati sanno da tempo che eventi artificiali come l'inquinamento atmosferico, il fumo degli incendi boschivi e le eruzioni vulcaniche possono creare un effetto rinfrescante.

Ciò ha portato gli scienziati dell'Università di Harvard a proporre il proprio esperimento, che chiamano "effetto perturbazione controllata dalla stratosfera", o Scopex in breve. Implica l'uso di un pallone per testare la controversa proposizione secondo cui gli aerosol rilasciati ad un'altezza di 20km nell'atmosfera terrestre possono alterare le proprietà riflettenti della copertura nuvolosa.

Ora una dozzina di studiosi, provenienti da paesi come il Bangladesh, il Brasile, la Cina, l'Etiopia, l'India, la Giamaica e la Thailandia, si sono uniti al dibattito, sostenendo sulla rivista Nature che i paesi poveri dovrebbero assumere un ruolo guida nel campo poiché hanno più da guadagnare o perdere dalla tecnologia.

L'effetto di raffreddamento è noto da tempo in fenomeni come le "tracce delle navi" - strette nuvole artificiali di inquinamento, create dalle emissioni delle navi, che contengono gocce d'acqua sempre più piccole rispetto alle nuvole tipiche, rendendole più luminose e più riflettenti della luce solare.

"La geoingegneria solare - l'iniezione di particelle di aerosol nella stratosfera per riflettere un po 'di luce solare in entrata - viene discussa come un modo per raffreddare il pianeta, velocemente", scrivono gli scienziati in Nature.

“La geoingegneria solare è stravagante e inquietante. Invoca tecnologie che sono alla base della fantascienza: getti che allacciano la stratosfera con particelle che bloccano la luce solare e flotte di navi che spruzzano acqua di mare in nuvole basse per renderle più bianche e luminose per riflettere la luce solare.

“Tuttavia, se tali approcci potessero essere realizzati tecnicamente e politicamente, potrebbero rallentare, arrestare o addirittura invertire l'aumento delle temperature globali entro uno o due anni.

"Il la tecnica è controversae giustamente ", aggiungono. “È troppo presto per sapere quali sarebbero i suoi effetti: potrebbe essere molto utile o molto dannoso. I paesi in via di sviluppo hanno più da guadagnare o perdere. A nostro avviso, devono mantenere la leadership climatica e svolgere un ruolo centrale nella ricerca e nelle discussioni sulla geoingegneria solare. "

Leggi la storia completa qui ...




Meteo geneticamente modificato: la storia dei batteri sintetici FROSTBAN ™

Il punto di questo articolo del MIT è che i batteri sono una parte incredibilmente importante del ciclo meteorologico e che aziende come la Monsanto da anni distribuiscono sostanze chimiche che pasticciano con i batteri, specialmente quelle che potrebbero tendere a raffreddare la terra. Questa è la geoingegneria causata dall'uomo nel peggiore dei casi, ma gli uomini in questo caso sono tecnocrati non spiegabili. ⁃ Editor TN

Domanda: Qual è stato il primo OGM introdotto nell'ecosistema?

Sono disposto a scommettere che non indovinerai mai bene.

Risposta: FROSTBAN ™ variante geneticamente modificata di Pseudomonas syringae (P. syringae) batteri.

Sì, il primo OGM era unicellulare batteri saprofiti progettato per mantenere il gelo lontano dalle colture.

Come è stato fatto?

  1. P. syringae's Il DNA è stato digerito con enzimi;
  2. I singoli segmenti di DNA sono stati trasformati in plasmidi, che sono stati inseriti in modo casuale per formare variazioni del DNA ricombinante;
  3. Altri batteri comuni sono stati trasformati con i plasmidi di DNA recobinanti, che sono poi diventati parte del DNA dei batteri;
  4. Il segmento gene-ghiaccio è stato identificato nel DNA ricombinante;
  5. Il gene del ghiaccio è stato amplificato tramite PCR (reazione a catena della polimerasi) tecnologia;
  6. La mutazione del gene del ghiaccio è stata effettuata per rimuovere il codice genetico che forma il ghiaccio;
  7. Quindi il codice genetico mutato (non formante il ghiaccio) è stato inserito nel P. syringae batterio per creare la varietà Ice-meno
  8. La varietà Ice-minus geneticamente modificata ora manca del rivestimento superficiale che aiuta a produrre gelo.

Questi fatti, da soli, sono noiosi. FROSTBAN ™ (mai venduto commercialmente - società originale fusa in Seminis Inc.), è noioso.

La storia a venire - te lo prometto - non noiosa.

Iniziamo con estratti dal NPR Research News ' 29 di gennaio, 2013 Story dal titolo: Uccello, aereo, batteri? I microbi prosperano nelle nuvole di tempesta...

“I microbi sono noti per essere in grado di prosperare in ambienti estremi, dall'interno dei vulcani infuocati fino al fondo dell'oceano. Ora gli scienziati hanno trovato un numero sorprendente di loro che vivono in nuvole di tempesta a decine di migliaia di piedi sopra la Terra. E quei microbi presenti nell'aria potrebbero svolgere un ruolo nel clima globale. "

Prenditi un momento per meditare su quell'idea. I microbi presenti nell'aria (che si trovano nelle nuvole di alta quota) potrebbero essere un fattore chiave nel clima globale.

"Athanasios Nenes, un chimico atmosferico del Georgia Institute of Technology, afferma che non sappiamo ancora molto su quali microbi vivono in alto nell'atmosfera o sull'oceano.

... Per scoprirlo, Nenes ha fatto in modo che alcuni dei suoi studenti facessero un giro su un aereo della NASA che era in missione per studiare gli uragani. Hanno effettuato voli multipli e sono stati in grado di raccogliere campioni di aria da circa 30,000 piedi sia sulla terra che sul mare. I campioni si sono rivelati contenere alcuni funghi e molti batteri. "E questa è stata una grande sorpresa perché non ci aspettavamo davvero di vedere molti batteri lassù", afferma Nenes.

… Di nuovo a terra, altri membri del gruppo di ricerca hanno usato tecniche genetiche per identificare i batteri. Uno di questi era il microbiologo della Georgia Tech Kostas Konstantinidis.

"Siamo stati in grado di vedere almeno vicino a diverse specie 100, di cui circa 20 erano presenti nella maggior parte dei campioni", afferma Konstantinidis. Alcune di quelle specie 100 provenivano dall'oceano. Altri venivano dal suolo e dall'acqua dolce. "

Va bene, quindi il GeorgiaTech ragazzi sono ai piedi di 30,000 con la NASA e trovano batteri dal suolo, dai laghi e dagli oceani. Perché è interessante? Perché i batteri svolgono un ruolo nella semina delle nuvole naturali. Cosa significa? Significa che i batteri sono un fattore nella pioggia e la nostra protezione naturale dal calore del sole - le nuvole! In breve, alcuni batteri presenti nell'aria creano nuvole e pioggia.

“Fino a circa 30,000 piedi, la maggior parte delle nuvole sono fatte di cristalli di ghiaccio, non di gocce d'acqua. Per iniziare a formarsi, quei cristalli di ghiaccio devono crescere attorno a una specie di particella. "

Ora l'importazione di questo racconto inizia a svolgersi.

Ma prima, un flashback a 1987, con Time Magazine's "L'uomo più odiato nella scienza"... Jeremy Rifkin.

“Nel campo delle politiche pubbliche, nessuno è migliore di Rifkin nelle arti marziali dell'attivismo sociale: azioni legali, petizioni, dibattiti, lezioni e manipolazioni dei media. Ogni anno i tre avvocati dello staff della sua sede di Washington Fondazione sulle tendenze economiche presentare circa sei cause legali e minacciare di più. Tra le altre cause, ha combattuto ... esperimenti agricoli che prevedono l'uso all'aperto di batteri geneticamente modificati.

... Teme che la società, ispirata dalla scienza, avrà una visione ridotta della vita umana come non più di qualche filamento di DNA. "Questa è una nuova tecnologia che va al cuore dei nostri valori", afferma. "Il risultato finale potrebbe benissimo essere un nuovo mondo coraggioso, molto dannoso per il nostro spirito umano." Andrew Kimbrell, avvocato della fondazione Rifkin, afferma: "Tutto ciò che vive ha un significato e deve riverenza e cura. Deve esserci un equilibrio tra efficienza ed empatia. Ci consideriamo come un aiuto per fornire questo equilibrio. "

... Uno dei primi assalti di Rifkin alla tecnologia del DNA era diretto a Steven Lindow, un patologo vegetale per l'Università della California, Berkeley. Lindow aveva scoperto un modo per sradicare un particolare gene dai batteri in modo tale che i microbi riprogettati resistessero alla formazione di gelo fino a 24 gradi F. Teoricamente, le colture spruzzate con i microbi potevano essere protette dagli schiocchi freddi. In 1983 Lindow ottenne il permesso dal NIH di testare i suoi bug, che chiamò ice-meno, su un piccolo appezzamento di patate nel nord della California.

Gli insetti di Lindow dovevano essere i primi batteri geneticamente modificati rilasciati nell'ambiente. Sebbene esistessero forti prove del fatto che i microbi fossero benigni, i biologi di Berkeley e dell'NIH non erano riusciti a considerare pienamente l'impatto ambientale dell'esperimento. La svista ha permesso a Rifkin di fare causa per bloccare l'esperimento. I tribunali hanno concordato e, grazie a Rifkin, i test sono stati rinviati di tre anni, mentre il NIH, il Dipartimento dell'Agricoltura e l'Agenzia per la protezione ambientale hanno lottato per elaborare regole in base alle quali i prodotti geneticamente modificati si sarebbero spostati dal laboratorio al campo.

Gli sforzi di Rifkin per bloccare i test sul campo di FROSTBAN ™ hanno portato alla prima attuazione di un divieto di utilizzo del territorio della contea sul rilascio di OGM nell'ambiente. In che modo Rifkin ha convinto Monterey County, in California, a istituire il divieto? UN storia nel numero di maggio di 1987 The Scientist - mentre agitava Rifkin - forniva alcune interessanti prime asserzioni di Rifkin che potrebbero spiegare come, mentre probabilmente facendo i suoi detrattori precedenti (30 anni dopo) ora devono mangiare le loro parole ...

“… [...] è intervenuta l'isteria ambientalista e gli attivisti anti-scienza hanno combattuto con successo i test all'aperto di ice-meno pseudomonas (marchio di fabbrica di Frostban) per più di un anno. Nel gennaio 1986, hanno affermato che gli organismi monocellulari possono causare "più morte e distruzione di tutte le guerre che abbiamo mai combattuto", che la ricerca che ha creato questa tecnologia è moralmente fallita e che "non è per scienziati, burocrati e gli industriali per interpretare Dio ". Jeremy Rifkin, della Foundation on Economic Trends, ha affermato che i batteri modificati "possono ridurre le precipitazioni". Tale eloquenza piena di vapore ebbe successo nella contea di Monterey, in California, e le autorità locali annullarono un test sulle piante di fragole in fiore da parte della società che sviluppò il minus di ghiaccio, Advanced Genetic Sciences (AGS) "[il mio accento è mio].

Quindi, 30 anni prima che GeorgiaTech volasse dalla NASA ai piedi 30,000 e trovasse batteri terrestri che seminano nuvole ad alta quota, Rifkin suggerisce che i batteri OGM (anti-formazione di ghiaccio) potrebbero ridurre le precipitazioni.

È importante notare che uno dei motivi per cui FROSTBAN ™ alla fine fu abbandonato dal suo sviluppatore originale era che la società non poteva impedire all'OGM di sfuggire al sito di test e infettare altri batteri (fuori sede).

Cosa sembra essersi sviluppato al suo posto? Modifica genetica delle colture stesse per combattere il gelo e i batteri che aiutano a creare il gelo.

Ora, avanti veloce ad oggi e alla Monsanto Marchio Roundup di erbicidi a base di glifosato.

È stata recentemente riportato che l'erbicida a base di glifosato uccide i batteri benefici del suolo.

“[Gli] effetti negativi del glifosato sul suolo, ... comprendono la compattazione e il conseguente deflusso, l'uccisione di microbi e batteri benefici e l'esaurimento dei minerali necessari e di altri nutrienti richiesti dalle piante.

... In un'intervista per The Organic and Non-GMO Report,[Robert] Kremer ha spiegato come i glifosati non solo uccidono microbi e batteri benefici ma incoraggiano le spore che producono i funghi responsabili della sindrome della morte improvvisa che colpisce sia il mais che la soia. Il glifosato 'blocca' il manganese e altri minerali nel terreno in modo che non possano essere utilizzati dalle piante che ne hanno bisogno. È anche tossico per la rizobia, il batterio che fissa l'azoto nel terreno. Kremer ha scoperto che alcune colture pronte per Roundup sono più sensibili al Fusarium, un tipo di fungo che produce micotossine nelle colture di cereali che sono dannose, persino mortali, per l'uomo ".

Forse l'uccisione diffusa / globale o la modifica genetica accidentale di batteri benefici del suolo che aiutano a formare nuvole che ci proteggono dal sole - e ci danno la pioggia vivificante - non è poi una buona idea.

Leggi la storia completa qui ...




Gli scienziati discutono ora del merito di spruzzare aerosol in atmosfera per raffreddare va bene

Gli scienziati di Technocrat stanno discutendo a fondo dei benefici del raffreddamento dell'atmosfera con gli aerosol spruzzati nell'atmosfera, come se non fosse in modalità test da diversi anni ormai. Il mondo inferiore li conosce come "scie chimiche". ⁃ Editor TN

Mentre il mondo è alle prese con diverse strategie per mitigare il clima caldo, pochi hanno suscitato tanta controversia negli ultimi tempi come la geoingegneria solare.

Il piano proposto avrebbe utilizzato aerosol, lanciato nella stratosfera con velivoli ad alta quota, per raffreddare il pianeta bloccando le radiazioni del sole.

In sostanza imiterebbe gli effetti osservati dopo le eruzioni vulcaniche, ma un'analisi pubblicata all'inizio di quest'anno ha avvertito che l'approccio potrebbe avere gravi conseguenze.

Se il piano per raffreddare artificialmente la Terra venisse bruscamente fermato, gli esperti avvertirono che potrebbe innescare un riscaldamento estremo a tassi molto più drammatici di quanto il clima attuale stia cambiando, in un fenomeno noto come "shock di terminazione".

Ma ora, alcuni scienziati hanno reagito, sostenendo che il rischio potrebbe non essere come sembra.

La geoingegneria solare userebbe aerosol, sparati nella stratosfera con velivoli ad alta quota, per raffreddare il pianeta bloccando le radiazioni del sole. Imiterebbe essenzialmente gli effetti osservati dopo le eruzioni vulcaniche, ma è rimasto un argomento controverso

In un nuovo documento pubblicato sulla rivista Il futuro della Terra, una coppia di ricercatori dell'Institute for Advanced Sustainability Studies di Potsdam, Germania e della John A Paulson School of Engineering and Applied Sciences dell'Università di Harvard spiegano che le analisi attuali si concentrano sullo scenario peggiore.

E, mentre lo shock di terminazione sarebbe catastrofico, potrebbe essere principalmente evitato prendendo alcune semplici precauzioni.

"La maggior parte degli studi finora si è concentrata sugli estremi, come in una distribuzione su larga scala che è finita all'istante e in modo permanente", spiega il coautore Peter Irvine, della scuola di ingegneria di Harvard, in un video sul lavoro.

'Se la geoingegneria solare fosse dispiegata su piccola scala, diciamo raffreddando solo pochi decimi di grado Celsius, quindi se fosse finita non ci sarebbe un notevole riscaldamento.

'Se venisse gradualmente eliminato nel corso di decenni, non ci sarebbe un rapido riscaldamento, quindi anche questo non costituirebbe uno shock di terminazione.

"E se fosse stato spento per qualche motivo e poi riacceso, lo shock di terminazione potrebbe essere evitato."

Gli aerosol rimarranno nella stratosfera per mesi dopo che il loro spiegamento è terminato, dando una grande finestra di tempo per riavviare il processo prima che lo shock si fermi, osserva il ricercatore.

Mentre il mondo è alle prese con diverse strategie per mitigare il clima caldo, pochi hanno suscitato tanta controversia negli ultimi tempi come la geoingegneria solare. Foto del file

Data l'entità del piano, sarebbero coinvolti molti paesi e molti soldi.

E questo significa forti incentivi per un piano di backup, secondo il ricercatore.

Lo shock di terminazione avrebbe effetti drammatici sulla società e sulle specie in tutto il mondo, innescando rapidi cambiamenti climatici che potrebbero guidare tutto dal terrorismo e dal collasso economico alle catastrofi naturali.

Leggi la storia completa qui ...




USA Today: la creazione di nuvole per fermare il riscaldamento globale potrebbe creare scompiglio

Per contrastare il riscaldamento globale, gli umani un giorno potrebbero considerare di spruzzare anidride solforosa nell'atmosfera per formare nuvole - e raffreddare artificialmente la Terra.

L'idea alla base del processo, nota come geoingegneria, è di tenere sotto controllo il riscaldamento globale - con la soluzione ideale che consiste ancora nella riduzione delle emissioni di gas a effetto serra.

Tuttavia, interrompere all'improvviso che la nebulizzazione avrebbe un impatto globale "devastante" su animali e piante, potenzialmente portando persino all'estinzione, secondo il primo studio sui potenziali impatti biologici dell'intervento climatico.

"Il rapido riscaldamento dopo l'interruzione della geoingegneria sarebbe una grande minaccia per l'ambiente naturale e la biodiversità", ha affermato il co-autore dello studio Alan Robock della Rutgers University. "Se la geoingegneria si fermasse bruscamente, sarebbe devastante, quindi dovresti essere sicuro che potrebbe essere fermato gradualmente, ed è facile pensare a scenari che lo impedirebbero."

Il riscaldamento rapido ha costretto gli animali a muoversi. Ma anche se potessero muoversi abbastanza velocemente, potrebbero non essere in grado di trovare posti con abbastanza cibo per sopravvivere, secondo lo studio.

“Le piante, ovviamente, non possono muoversi ragionevolmente affatto. Alcuni animali possono muoversi e altri no ", ha detto Robock.

Se la geoingegneria climatica stratosferica viene dispiegata ma non sostenuta, i suoi impatti su specie e comunità potrebbero essere molto peggiori del danno evitato.

Mentre gli animali sarebbero in grado di adattarsi agli effetti di raffreddamento della spruzzatura, se si fermasse il riscaldamento aumenterebbe troppo velocemente perché gli animali potessero tenere il passo.

I ricercatori nello studio hanno utilizzato modelli computerizzati per simulare cosa accadrebbe se la geoingegneria portasse al raffreddamento del clima e poi cosa accadrebbe se la geoingegneria si fermasse improvvisamente.

Iniziare la geoingegneria e poi interromperla improvvisamente non è necessariamente inverosimile.

"Immagina grandi siccità o inondazioni in tutto il mondo che potrebbero essere incolpate della geoingegneria e richiede che si fermi. Possiamo mai rischiare? ”, Ha detto Robock.

L'idea alla base di questo tipo di geoingegneria sarebbe quella di creare una nuvola di acido solforico nell'atmosfera superiore che è simile a ciò che producono eruzioni vulcaniche, ha detto Robock. Le nuvole, formate dopo che gli aeroplani spruzzano anidride solforosa, riflettono la radiazione solare e quindi raffreddano il pianeta.

Leggi la storia completa qui ...




Università: spruzzare aerosol in atmosfera causerà il "caos climatico"

La geoingegneria è già in corso e si sta dimostrando estremamente pericolosa per l'ecosistema mondiale. Gli scienziati dell'Università di Exeter stanno fischiando e chiedendo una regolamentazione rigorosa prima che vengano commessi danni irraggiungibili. Fino a questo punto, la mentalità di Technocrat sul bagnare chimicamente l'atmosfera è stata che poiché hanno ragione (solo nella loro mente), non hanno bisogno di alcun permesso o consultazione con qualcun altro. Editor TN

Una nuova ricerca ha dimostrato che il raffreddamento artificiale della Terra per contrastare il riscaldamento globale è una "strategia rischiosa".

Gli scienziati hanno precedentemente suggerito che imitare le eruzioni vulcaniche per sparare aerosol nell'atmosfera contribuirebbe a raffreddare il pianeta.

Gli aerosol, una delle molte tecniche di "geoingegneria" proposte come modo per affrontarle cambiamento climatico, raffredderebbe la Terra bloccando la radiazione solare in arrivo.

Ma questo potrebbe avere un effetto devastante sulle regioni globali inclini a violente tempeste o prolungati periodi di siccità, hanno dimostrato nuove ricerche.

Se gli aerosol vengono iniettati nell'emisfero settentrionale, potrebbero causare gravi siccità in Africa, mentre se fossero iniettati nell'emisfero meridionale, potrebbero innescare un'ondata di cicloni tropicali nelle regioni settentrionali del globo.

In risposta, i ricercatori dell'Università di Exeter hanno invitato i responsabili politici di tutto il mondo a regolamentare rigorosamente qualsiasi programma di geoingegneria su larga scala in futuro.

Dicono che ciò impedirà ai funzionari di indurre accidentalmente catastrofi naturali in diverse parti del mondo.

Il dott. Anthony Jones, esperto di scienze climatiche dell'Università di Exeter e autore principale del documento, ha dichiarato: "I nostri risultati confermano che la geoingegneria solare regionale è una strategia altamente rischiosa che potrebbe contemporaneamente avvantaggiare una regione a scapito di un'altra.

"È fondamentale che i responsabili politici prendano sul serio la geoingegneria solare e agiscano rapidamente per installare una regolamentazione efficace".

Gli innovativi centri di ricerca sull'impatto dei metodi di geoingegneria solare che iniettano aerosol nell'atmosfera possono avere sulla frequenza dei cicloni tropicali.

L'approccio controverso, noto come iniezione di aerosol stratosferico, è progettato per riflettere un po 'di luce solare prima che raggiunga la superficie terrestre.

Le proposte imitano le conseguenze delle eruzioni vulcaniche, quando gli aerosol vengono iniettati naturalmente nell'atmosfera.

Nello studio, i ricercatori utilizzano simulazioni sofisticate con un modello atmosfera-oceano completamente accoppiato per studiare l'effetto dell'iniezione di aerosol stratosferica emisferica sulla frequenza del ciclone tropicale del Nord Atlantico.

Leggi la storia completa qui ...




geoingegneria

Crazy Talk: la geoingegneria si diffonde alla conferenza TED, suscitando polemiche

Raffreddare la terra bloccando la luce solare ridurrebbe drasticamente la produzione di cibo, aumenterebbe la migrazione, i conflitti regionali e le guerre. I geoingegneri sono apparentemente caduti nel culto anti-umano che non ha alcun riguardo per la vita umana. Sostengono che stanno 'salvando' il mondo, ma in realtà lo distruggeranno. Editor TN

Al TED, una conferenza sulle grandi idee cui hanno partecipato in gran parte i luminari della tecnologia, era inevitabile che venisse fuori la geoingegneria - l'idea di cambiare l'atmosfera terrestre per arrestare o invertire il cambiamento climatico. Durante i colloqui 2017 TED a Vancouver, in Canada, diversi oratori hanno sollevato idee di geoingegneria, ma uno scienziato del clima ha respinto.

Mercoledì mattina teorico informatico Danny Hillis salì sul palco e propose una serie di idee per quello che chiamava un "termostato per abbassare la temperatura della terra".

Hillis, il partner fondatore della società di innovazione tecnologica Invenzione applicata, scatenò una serie di concetti di geoingegneria che sono sorti negli ultimi anni, tra cui la costruzione di ombrelloni giganti nello spazio, l'immissione di acqua gassata nell'oceano e l'invio di gesso nell'atmosfera in modo che possa riflettere la luce solare e teoricamente raffreddare la terra.

"Dovremmo alzare il ritmo ad un ritmo di 10 teragrammi all'anno per annullare gli effetti di CO2 che abbiamo già pubblicato", ha detto. Ecco come l'ha visualizzato sul palco:

"Sarebbe come un tubo per l'intera Terra", ha detto.

Ci sono innumerevoli ragioni per cui schemi di geoingegneria come questo potrebbero essere pericolosi. C'è il timore che le persone smetteranno di provare a ridurre le emissioni se pensano che ci sia una soluzione più rapida per il problema e ci sono anche molti rischi che derivano dal fare casino con il pianeta in modi che non comprendiamo appieno. Anche i sostenitori tendono a riconoscere questi problemi.

"Ho alcuni ottimi amici tra il pubblico che rispetto molto che non pensano davvero che dovrei parlarne", ha ammesso Hillis.

Dopo che Hillis ha finito di parlare, il curatore del TED Chris Anderson ha invitato il primo oratore della sessione, la scienziata climatica Kate Marvel, di nuovo sul palco a discutere le idee di Hillis.

"Danny, sembri così gentile, e spero che possiamo essere amici, e tu mi terrorizzi", ha detto.

La geoingegneria, ha detto, è come andare da un dottore che dice 'Hai la febbre, so esattamente perché hai la febbre e non lo tratteremo. Ti daremo l'ibuprofene e anche il tuo naso cadrà. " È, secondo Marvel, un cerotto per il problema accompagnato da conseguenze che attualmente non possiamo immaginare.

Leggi la storia completa qui ...




Geoingegneria

Gli ingegneri di Harvard pianificano un nuovo esperimento di geoingegneria del "mondo reale"

L'iniziativa Technocrat di geoingegneria sta finalmente iniziando a uscire dall'armadio. Nonostante il danno già fatto, gli scienziati sono disposti a raddoppiare su ulteriori sperimentazioni. Gli abitanti della terra sono stati consultati sulla fattibilità di questo? Ovviamente no. Editor TN

In una recente conferenza di geoingegneria, due ingegneri di Harvard hanno annunciato piani per un esperimento di ingegneria del clima nel mondo reale a partire da 2018.

La scienza della geoingegneria è diventata sempre più parte della conversazione pubblica sul cambiamento climatico e un argomento sempre controverso all'interno della comunità scientifica. La geoingegneria è un tipo di modifica del tempo (o ingegneria del clima) che è stata studiata, ma, fino a poco tempo fa, è stata considerata troppo imprevedibile per tentare su larga scala. Secondo un congressuale 2013 rapporto:

Il termine "geoingegneria" descrive questa serie di tecnologie che mirano, attraverso modifiche deliberate e su larga scala del bilancio energetico della Terra, a ridurre le temperature e contrastare i cambiamenti climatici antropogenici. La maggior parte di queste tecnologie sono in fase concettuale e di ricerca e la loro efficacia nel ridurre le temperature globali non è stata ancora dimostrata. Inoltre, sono stati pubblicati pochissimi studi che documentano i costi, gli effetti ambientali, gli impatti socio-politici e le implicazioni legali della geoingegneria. Se si dovessero implementare tecnologie di geoingegneria, si prevede che potrebbero potenzialmente causare significativi effetti transfrontalieri.

In generale, le tecnologie di geoingegneria sono classificate come un metodo di rimozione dell'anidride carbonica (CDR) o un metodo di gestione della radiazione solare (SRM) (o modifica dell'albedo). I metodi CDR affrontano gli effetti di riscaldamento dei gas a effetto serra rimuovendo l'anidride carbonica (CO2) dall'atmosfera. I metodi CDR comprendono la fecondazione oceanica, la cattura e il sequestro del carbonio. I metodi SRM affrontano i cambiamenti climatici aumentando la riflettività dell'atmosfera o della superficie terrestre. L'iniezione di aerosol e i riflettori basati sullo spazio sono esempi di metodi SRM. I metodi SRM non rimuovono i gas serra dall'atmosfera, ma possono essere implementati più velocemente con risultati di raffreddamento globale relativamente immediati rispetto ai metodi CDR.

La cautela del governo degli Stati Uniti nei confronti dei programmi di geoingegneria sembra spostarsi, come indicato da un nuovo annuncio relativo a un prossimo esperimento di ingegneria del clima nel mondo reale. Al recente "Forum sulla ricerca sulla geoingegneria solare", l'ingegnere di Harvard (e coerente sostenitore dell'ingegneria del clima) David Keith ha annunciato il suo piano per un nuovo progetto che valuterà i rischi e i benefici dell'implementazione della geoingegneria su larga scala pubblica. Keith e il suo collega ingegnere, Frank Keutsch, effettueranno ricerche sui benefici e sui rischi spruzzando particelle come biossido di zolfo, allumina o carbonato di calcio da un pallone ad alta quota sopra l'Arizona durante 2018.

Il passaggio ai test nel mondo reale della geoingegneria non dovrebbe sorprendere, dato che negli ultimi giorni dell'amministrazione dell'ex presidente Obama il Il programma di ricerca sul cambiamento globale degli Stati Uniti ha pubblicato un rapporto illustrando in dettaglio il percorso della ricerca sui cambiamenti climatici, compresa la nuova ricerca sulla geoingegneria. Con la pubblicazione del loro rapporto, il GCRP è diventato il primo scienziato del governo federale a raccomandare formalmente studi di geoingegneria. "La mossa probabilmente normalizzerà ulteriormente la discussione di armeggiare deliberatamente con l'atmosfera per raffreddare il pianeta e di raccogliere direttamente il carbonio dal cielo, entrambi gli argomenti una volta verboten nella comunità delle scienze del clima", Scienza Mag previsto al momento.

David Keith ha dichiarato che entro i prossimi mesi 18 ci sarà un piano multifase per la ricerca e lo svolgimento di test nel mondo reale. Keith ha anche chiesto la spruzzatura stratosferica entro tre anni e la spruzzatura continua per almeno un secolo. Revisione della tecnologia rapporti che Keith ha detto che il suo team è già in fase di "progettazione ingegneristica con la società di palloncini di prova World View Enterprises in Arizona" e sta discutendo della "struttura di governance appropriata per un simile esperimento".

Leggi la storia completa qui ...




aerosol chimico

Gli scienziati affermano apertamente che la geoingegneria è la risposta al riscaldamento globale

Gli scienziati di Technocrat hanno sperimentato la geoingegneria per anni, ma ora è finalmente all'aperto, come riporta Bloomberg. Il direttore della CIA ha anche recentemente discusso di irrorare l'atmosfera al Council on Foreign Relations. Editor TN

Come temperature medie globali a lungo termine salire costantementee gli sforzi internazionali per affrontarli costantemente cadere a breve, alcuni scienziati e ingegneri stanno lavorando a soluzioni sempre più disperate per i sintomi del cambiamento climatico globale.

Un approccio alla "geoingegneria" della terra è quello di imitare il naturale effetto di raffreddamento atmosferico che tende a seguire la massiccia dispersione di anidride solforosa nell'aria durante un'eruzione vulcanica. Ci sono alcuni ovvi problemi con questo approccio. Ad esempio, non è chiaro quale nazione o ente internazionale sarebbe autorizzato a rilasciare l'anidride solforosa. Il prodotto chimico è anche un inquinante che può causare piogge acide. Potrebbe indirettamente mangiare via allo strato di ozono che protegge gli esseri viventi dalla luce ultravioletta e riscaldare la parte inferiore della stratosfera sopra i tropici, a circa 19 miglia.

https://www.youtube.com/watch?v=r-zJH1_–rY

Un gruppo di ricercatori di Harvard guidato da David Keith, professore di fisica applicata e politiche pubbliche, ha appena proposto una soluzione diversa nel Atti della National Academy of Sciences. Un aerosol di carbonato di calcio avrebbe un effetto di raffreddamento simile al biossido di zolfo nell'atmosfera superiore e aiuterebbe a proteggere lo strato di ozono come bonus.

L'approccio è simile a dare all'atmosfera una manciata di compresse antiacido. L'aerosol bloccherebbe un po 'di energia solare in entrata e neutralizzerebbe le particelle di acido nell'aria che sono dannose per l'ozono.

Il nuovo studio apre le opzioni di semina dell'atmosfera al mondo oltre l'anidride solforosa, che ha causato molti dibattiti all'interno e all'esterno della comunità scientifica. Passando a un composto di calcio che è tra i più comuni sulla terra "potrebbe avere un rischio ambientale significativamente inferiore rispetto all'aerosol di solfato", scrivono gli autori.

Leggi la storia completa su Bloomberg ...