stephen hawking

La saggezza di Stephen Hawking: "Dobbiamo lasciare la terra"

Il crescente culto di "Dobbiamo lasciare la terra" è guidato da magnati della scienza e della tecnologia di alto livello, come Stephen Hawking, Elon Musk, Ray Kurzweil, Peter Thiel, ecc. Apparentemente la lussuria di Marte non è soddisfatta da qualcosa che non vada effettivamente lì . Dovremmo offrire a tutti loro addio nella speranza che possano stabilirsi lì permanentemente. Editor TN

Gli esseri umani dovranno colonizzare un altro pianeta entro cento anni per garantire la nostra sopravvivenza, secondo il professor Stephen Hawking.

L'astrofisico ha realizzato un nuovo documentario, Expedition New Earth, nell'ambito della nuova stagione scientifica della BBC Tomorrow's World. In esso affermerà che il tempo sta per scadere per la Terra e se l'umanità deve sopravvivere ai cambiamenti climatici, agli attacchi di asteroidi, alle epidemie e alla sovrappopolazione, dovremo lasciare il nostro pianeta e avventurarci oltre.

Nella serie storica, il Prof Hawking e il suo ex studente Christophe Galfard viaggeranno per il mondo per scoprire come gli umani potrebbero vivere nello spazio.

Sono passati 14 anni da quando la BBC ha cancellato la sua serie sul futuro Il mondo di domani dopo 38 anni in onda, ma la società e gli scienziati coinvolti promettono che la nuova stagione sarà ancora migliore.

Il professor Brian Cox, l'astrofisico e presentatore televisivo che ha contribuito a curare la serie, ha dichiarato: “L'originale Tomorrow's World ha ispirato una generazione - mi ha sicuramente ispirato a tornare negli 1970, ma quello era un singolo programma TV.

"Il 21st century Tomorrow's World rappresenta molto di più: rappresenta le istituzioni della Gran Bretagna che si uniscono per ispirare le generazioni attuali e future, per convincerle ad abbracciare le opportunità che la scienza offre, a promuovere uno spirito di curiosità e tolleranza e ad abbracciare il sconosciuto non nella paura ma nella meraviglia. "

La BBC ha unito le forze con la Royal Society, la Open University, il Museo della scienza di Londra e il Wellcome Trust, per "collegare il pubblico con le menti e le istituzioni più brillanti nella scienza e nella tecnologia".

"Ci siamo riuniti dietro un'ambizione semplice e molto audace: fornire a tutti noi la conoscenza e la comprensione di cui abbiamo bisogno per dare un senso alla nostra vita e al futuro", ha affermato Tony Hall, direttore generale della BBC.

"Che si tratti dell'ascesa della robotica o della morte degli antibiotici, del viaggio su Marte o dell'arrivo del cibo stampato 3D, la scienza sta cambiando il mondo a un ritmo straordinario."

Leggi l'articolo completo qui ...




Sheikh Mohammed Bin Rashid Al Maktoum

Gli Emirati Arabi Uniti costruiranno la prima città su Marte di 2117

Non pensare mai che gli stati islamici siano bloccati nelle civiltà passate; piuttosto, stanno guidando il mondo nello sviluppo sostenibile e nella tecnocrazia. Editor TN

Gli Emirati Arabi Uniti costruiranno la prima città su Marte nell'ambito del progetto 2117 Mars in collaborazione con organizzazioni internazionali specializzate e istituti scientifici.

Il progetto Mars 2117 è stato annunciato da Sua Altezza lo Shaikh Mohammad Bin Rashid Al Maktoum, Vice-Presidente e Primo Ministro degli Emirati Arabi Uniti e Righello di Dubai, e da Sua Altezza lo Shaikh Mohammad Bin Zayed Al Nahyan, Abu Dhabi Crown Prince e Vice Comandante Supremo del Forze armate degli Emirati Arabi Uniti.

Come parte di un programma nazionale 100, gli Emirati Arabi Uniti stabiliranno un piano per preparare quadri nazionali in grado di realizzare scoperte scientifiche per facilitare il trasporto di persone sul Pianeta Rosso nei prossimi decenni.

Il piano annuale 100 coinvolgerà programmi di ricerca scientifica per coltivare quadri nazionali specializzati in scienze spaziali nelle università degli Emirati Arabi Uniti. Rafforzerà anche la passione per lo spazio nelle giovani generazioni.

L'annuncio è stato fatto a margine del Vertice del governo mondiale alla presenza di rappresentanti dei governi di 138, di sei importanti organizzazioni internazionali e di importanti società tecnologiche internazionali.

Il nuovo progetto sarà associato a temi di ricerca riguardanti l'esplorazione di mezzi di trasporto, energia e cibo su Marte. Cercherà anche di trovare metodi di trasporto più veloci per viaggiare da e verso Marte.

Durante l'annuncio è stata fatta una presentazione virtuale raffigurante un concetto preliminare per la città su Marte.

L'iniziativa scientifica sarà prima implementata da un team scientifico degli Emirati e alla fine si espanderà fino a includere scienziati e ricercatori internazionali che correranno in parallelo con il coordinamento degli sforzi di ricerca umana nel campo dell'esplorazione e dell'abitare Marte.

“L'atterraggio di persone su altri pianeti è stato un sogno a lungo per gli umani. Il nostro obiettivo è che gli Emirati Arabi Uniti promuoveranno gli sforzi internazionali per trasformare questo sogno in realtà ", ha affermato Shaikh Mohammad Bin Rashid.

Ha sottolineato che il progetto dà la priorità alla costruzione delle capacità scientifiche degli Emirati e alla trasformazione delle nostre università in centri di ricerca, consolidando così la passione della leadership nelle nostre generazioni future.

Shaikh Mohammad Bin Rashid ha affermato che gli Emirati Arabi Uniti sono tra i nove paesi più importanti al mondo che investono in scienze spaziali e il nostro obiettivo è accelerare le ricerche umane in questo campo.

"Le ambizioni umane non hanno limiti e chiunque guardi alle scoperte scientifiche del secolo in corso crede che le capacità umane possano realizzare il sogno umano più importante", ha aggiunto.

"Il nuovo progetto è un seme che stiamo piantando oggi e prevediamo che le prossime generazioni ne raccoglieranno i frutti", ha affermato Shaikh Mohammad Bin Rashid.

Leggi la storia completa qui ...