Strong Cities Network: connessioni trilaterali, CFR, Rothschild

Nota TN: questo articolo è apparso in New American

Come riportato su 6 di ottobre, la Strong Cities Network (SCN) è un programma lanciato dal Dipartimento di Giustizia in cui il controllo delle forze dell'ordine locali viene consegnato a un think-tank di Londra chiamato Institute for Strategic Dialogue (ISD).

In Europa, ISD ha guadagnato la reputazione di essere impegnata nell'identificazione e nel targeting di "estremisti di estrema destra". Ora, quattro città americane - New York, Atlanta, Denver e Minneapolis - sono entrate a far parte della Strong Cities Network dell'ISD.

Per quanto riguarda i legami dell'organizzazione con le Nazioni Unite, si consideri l'annuncio del procuratore generale Loretta Lynch alle Nazioni Unite, in cui ha dichiarato:

Connettere queste località l'una all'altra - come sta facendo la Strong Cities Network - non è solo un modo efficace per rafforzare le nostre comunità in tutto il mondo. Invia anche un messaggio su chi siamo e cosa aspiriamo a essere - come un'alleanza di nazioni e come una comunità globale.

Non è solo una vecchia alleanza che sta dietro l'ISD. Una rapida ricerca nel sito Web del gruppo rivela l'identità del suo Consiglio di fondazione: un gruppo di internazionalisti che non è secondo a nessuno.

Tra i membri del consiglio di amministrazione di 14 troviamo Charles Guthrie, barone Guthrie di Craigiebank, membro della House of Lords, che attualmente ricopre il ruolo di direttore non esecutivo del finanziatore globale, NM Rothschild & Sons, e rappresenta l'interesse dell'azienda nei confronti della Commissione trilaterale.

Guthrie ha anche parlato alla riunione 2011 del gruppo Bilderberg.

Non è l'unico direttore dell'ISD con un curriculum internazionale di grande impatto. Considera la buona fede dell'Insider del membro del consiglio di amministrazione della DSI Dr. Gary Samore.

Come riportato sul sito web ISD:

Da 2006 a 2009, il Dr. Samore è stato Vice Presidente per gli Studi presso il Council on Foreign Relations (CFR) di New York, dove ha ricoperto la cattedra Maurice R. Greenberg e diretto il David Rockefeller Studies Program. Prima di entrare in CFR, il Dr. Samore è stato vicepresidente per la sicurezza e la sostenibilità globali presso la John D. e Catherine T. MacArthur Foundation di Chicago, e da 2001 a 2005, è stato Direttore degli Studi e Senior Fellow per la non proliferazione internazionale Institute for Strategic Studies (IISS) a Londra. All'IISS, ha prodotto tre "dossier strategici" su Iran (2005), Corea del Nord (2004) e Iraq (2002), che sono considerati valutazioni autorevoli ed esemplari di programmi nucleari, biologici, chimici e missilistici in quei paesi.

Ricorda, ora ci sono quattro principali metropoli americane che hanno consegnato il controllo della loro politica e prassi di contrasto all'Institute for Strategic Dialogue, che a sua volta è controllato da un who's who di alto livello globalista, governo mondiale, CFR, Trilateral , Bilderberg, broker di potere Rothschild.

Leggi la storia completa ...




Flashback 2001: la truffa della crescita intelligente

Nota TN: la crescita intelligente è un pilastro di Agenda 21 e dello sviluppo sostenibile ed è stata implementata in tutti gli Stati Uniti. I rischi della crescita intelligente sono stati esposti per molti anni, ma pochi hanno ascoltato. Questo è un aspetto importante all'indietro per vedere che gli argomenti critici di 2001 sono ancora validi oggi.

Il trasporto è essenziale per la vita quotidiana di quasi tutti gli americani. Milioni di persone affollano le autostrade e le strade per compiere innumerevoli compiti ogni giorno. Gli americani adorano le loro macchine. Nessun altro modo di trasporto offre le stesse scelte personalizzate, gli orari e la comodità generale dell'automobile.

Nonostante gli ovvi vantaggi del trasporto automobilistico, politici e ambientalisti continuano a lodare il trasporto di massa. Citano tutti i tipi di dati volti a denigrare il trasporto automobilistico sostenendo che il trasporto pubblico funziona meglio ed è più efficiente. Tuttavia, anche se miliardi di dollari sono stati spesi per tali sistemi, continuano a perdere denaro e passeggeri. Lo sforzo più recente della folla del trasporto pubblico è quello di spingere per la costruzione di sistemi di metropolitana leggera nelle aree urbane. Questi progetti sono terribilmente costosi e offrono pochi benefici alle comunità in cui sono costruiti. A partire da 1998, la spesa annuale per il trasporto pubblico è stata di $ 4.6 miliardi e tale importo dovrebbe salire a $ 8.2 miliardi di 2002 secondo i termini del Transportation Efficiency Act per 21st Century. [1]

L'attenzione alla riduzione dell'uso automobilistico deriva da preoccupazioni ambientali. Gli ambientalisti suggeriscono che le automobili sono semplicemente dannose per l'ambiente. In verità, l'agenda ambientale è più ampia della semplice riduzione dell'uso dell'automobile. Le politiche di "crescita intelligente" hanno lo scopo di cambiare in modo significativo gli stili di vita americani. Pertanto, il trasporto pubblico è solo un pezzo del puzzle che gli ambientalisti intendono utilizzare per curare i mali creati dall'uso automobilistico individuale. Tuttavia, gli argomenti di questi progetti non sono supportati dai dati e non seguono un'analisi costi-benefici. In effetti, il trasporto pubblico non funziona, né funzionerà, indipendentemente da quanti soldi gli vengano gettati. Senza il continuo afflusso di finanziamenti pubblici, molti di questi sforzi di trasporto pubblico fallirebbero e fallirebbero in modo spettacolare.

I recenti sforzi per promuovere un aumento del trasporto pubblico derivano da politiche di "nuovo urbanismo", note anche come "crescita intelligente". L'ex vicepresidente Al Gore è tra i molti sostenitori di questi piani. La scrittrice ambientalista del libero mercato Randal O'Toole ha riassunto i dettagli della crescita intelligente delineando ciò che questi ingegneri sociali moderni credono possano derivare dall'attuazione delle loro idee. Secondo i sostenitori della crescita intelligente, le aree metropolitane dovrebbero essere più dense. A tale scopo, sarebbe stata emanata una legislazione per vietare la costruzione di nuovi terreni al di fuori dell'area urbana principale e i trasporti verrebbero reindirizzati da strade personalizzate verso percorsi di trasporto di massa. Lo scopo è quello di eliminare tutti i mezzi di trasporto privati, ad eccezione di passeggiate e passeggiate in bicicletta.

In sostanza, i sostenitori cercano di eliminare la libertà individuale. A tale scopo, i riformatori vogliono vietare gli investimenti nella costruzione di nuove strade e deviare i ricavi generati dalle tasse sulla benzina verso progetti di trasporto pubblico, vale a dire la metropolitana leggera. Qualsiasi investimento destinato alle strade sarebbe utilizzato per ridurne la capacità. Gli attivisti della crescita intelligente si riferiscono a questa distruzione delle strade come a un "sistema di moderazione del traffico". A dire il vero, i veicoli sulla strada non si muoveranno molto velocemente, ma dubitiamo seriamente che i conducenti siano calmi. [2]

I nuovi sviluppi residenziali sarebbero orientati al transito e focalizzati su complessi plurifamiliari ad alta densità vicino alle stazioni ferroviarie o lungo i corridoi di transito. Questi sviluppi sarebbero progettati per rendere difficile l'uso della propria automobile. In altre parole, avranno strade strette e ampi marciapiedi. I negozi si troverebbero di fronte al marciapiede e ci sarebbero pochi, se del caso, parcheggi. [3] Il chiaro obiettivo di tali progetti è costringere le persone a utilizzare i servizi di trasporto forniti dallo stato, limitando così la loro mobilità e libertà.

A sostegno del loro programma di crescita intelligente, gli utopisti ambientali sostengono che l'espansione urbana è la causa di molti mali della società. Questi includono l'aumento della disuguaglianza di reddito, l'insicurezza del lavoro, il declino della città centrale, l'aumento dei costi delle abitazioni, i lunghi spostamenti, i problemi ambientali (in particolare il riscaldamento globale), l'estinzione delle specie, la perdita di terreni agricoli, un senso di isolamento, elevata pressione sanguigna, tensione muscolare, intolleranza, disorientamento psicologico e persino omicidio e caos. [4] Presumibilmente, la crescita intelligente è il farmaco necessario per curare queste malattie. Tuttavia, un programma del genere curerà qualcosa?

Falsificato dai dati

Gli argomenti di questa agenda sono intrinsecamente imperfetti e possono essere prontamente esposti come falsi quando i dati vengono esaminati. Wendell Cox sostenne in modo convincente che i cosiddetti mali associati all'espansione urbana sarebbero stati ingigantiti solo da politiche di crescita intelligente. Innanzitutto, la congestione del traffico è maggiore nella città compatta. "Le aree urbane con livelli più elevati di congestione del traffico, misurate dall'indice di congestione stradale del governo federale, hanno densità di popolazione più elevate". [5] Poiché le auto inquinano di più quando sono bloccate nel traffico, un maggiore inquinamento accompagnerà le città a densità più elevata. Forzare più persone su meno spazio stradale non farà che rallentare il traffico e aumentare l'inquinamento atmosferico. [6] Ciò è confermato dai dati dell'Agenzia per la protezione ambientale, che indicano che l'inquinamento atmosferico metropolitano è più estremo nelle aree più fitte e inesistente in quelle che sono meno denso.

Leggi la storia completa qui ...




'Ghost City' sarà costruita nel New Mexico

Nota TN: questo è il laboratorio di prova definitivo per una città sostenibile, dove verranno installate e testate nuove tecnologie "sostenibili" prima di essere lanciate nelle città reali. Il capo del progetto, Pegasus Global Holdings, collabora con entità governative e grandi società globali in tutto il mondo per fornire soluzioni tecnologiche all'avanguardia.

Una città in grado di ospitare appena sotto i residenti di 40,000 è ancora sulla buona strada per essere sviluppata a ovest di Las Cruces. La stranezza è che nessuno dei potenziali residenti di 40,000 si trasferirà mai lì.

Il davanzale di Pegasus Global Holdings prevede di proseguire con la costruzione della città fantasma che comprenderà circa 18 miglia quadrate di terra che si troveranno a cavallo tra la contea di Doña Ana e la linea di Luna County lungo l'Interstate 10, ha affermato l'amministratore delegato di Pegasus Robert Brumley. La struttura, nota come CITE, il Centro per l'innovazione, i test e la valutazione, si estenderà lungo un rettangolo di sei miglia che si trova a circa sei miglia a nord di I-10.

Il progetto, con un potenziale impatto economico regionale di $ 1 miliardi, è in lavorazione da 2011 ed è stato sospeso in 2012 prima di essere ripreso in 2014.

Brumley la scorsa settimana ha detto che le notizie di Sun-News sono in corso, i clienti vengono ricercati e, con un po 'di fortuna, la costruzione della città disabitata da 400 a 500 acri potrebbe iniziare alla fine di quest'anno. La struttura potrebbe essere operativa già nei primi tempi di 2018.

L'anno scorso, la CITE era inattiva in attesa dell'approvazione del monumento nazionale Organ Mountains-Desert Peaks, ha detto Brumley. I confini del monumento furono stabiliti in 2014. Il prossimo passo per Pegasus è garantire ai clienti di testare nella città fantasma, che si trova fuori dal monumento.

La città su larga scala senza residenti sarà utilizzata per la ricerca scientifica, testando tutto, dalle tecnologie innovative ai materiali da costruzione e alle energie rinnovabili. Sarà aperto alle aziende private per testare i prodotti in situazioni di vita reale e su una scala più ampia e realistica di quella che può essere replicata nei laboratori. L'anno scorso, Brumley ha dichiarato che gli investimenti in costruzioni potrebbero arrivare a $ 600 milioni.

CITE includerà zone specializzate per lo sviluppo di nuove forme di agricoltura, energia e trattamento delle acque. Una rete di raccolta dati sotterranea fornirà feedback dettagliati e in tempo reale. Il progetto è stato valutato e sono state prese in considerazione le posizioni dal ranch di Corralitos a ovest di Las Cruces, a Hobbs, West Mesa di Albuquerque, Gallup e Roswell, prima dell'atterraggio nelle contee di Doña Ana e Luna, ha detto Brumley.

Leggi la storia completa qui ...




Network Strong Cities dell'ONU lanciato a settembre 29, 2015

Nota TN: questa è una nuovissima iniziativa delle Nazioni Unite che coinvolge città, condivisione dei dati, nuove strutture di governance e altro ancora. Come tale, dovrebbe essere guardato attentamente perché è probabile che si diffonda in tutto il mondo come un incendio. Il grassetto è inserito di seguito per evidenziare le caratteristiche chiave che potrebbero essere allarmanti per coloro che studiano tali cose. L'intera iniziativa sarà gestita da una ONG chiamata la Institute for Strategic Dialogueo ISD.

Dal Ufficio del procuratore generale, Dipartimento di Giustizia

WASHINGTON - Le città sono partner vitali negli sforzi internazionali per costruire la coesione sociale e la resilienza all'estremismo violento. Le comunità e le autorità locali sono le voci più credibili e persuasive per sfidare l'estremismo violento in tutte le sue forme e manifestazioni nei loro contesti locali. Mentre molte città e autorità locali stanno sviluppando risposte innovative per affrontare questa sfida, non sono stati realizzati sforzi sistematici per condividere esperienze, mettere in comune risorse e costruire una comunità di città per ispirare l'azione locale su scala globale.

"La rete Strong Cities fungerà da strumento vitale per rafforzare lo sviluppo delle capacità e migliorare la collaborazione", ha affermato il procuratore generale Loretta E. Lynch. "Mentre continuiamo a contrastare una serie di minacce terroristiche nazionali e globali, questa piattaforma innovativa consentirà alle città di apprendere le une dalle altre, di sviluppare le migliori pratiche e di costruire coesione sociale e resilienza della comunità qui a casa e in tutto il mondo."

The Strong Cities Network (SCN) - che lancia 29 di settembreth alle Nazioni Unite - autorizzerà gli enti municipali a colmare questa lacuna lavorando con la società civile e salvaguardando i diritti dei cittadini e delle comunità locali.

Vedere il sito Web di Strong Cities Network

La SCN rafforzerà la pianificazione e le pratiche strategiche per affrontare l'estremismo violento in tutte le sue forme promuovendo la collaborazione tra città, comuni e altre autorità subnazionali.

"Per contrastare l'estremismo violento abbiamo bisogno di un'azione decisa a tutti i livelli di governance" ha dichiarato il sindaco di governo Stian Berger Røsland di Oslo commentando la loro partecipazione alla SCN. "Per avere successo, dobbiamo coordinare i nostri sforzi e cooperare oltre confine. Lo farà il Strong Cities Network consentire alle città di tutto il mondo di mettere insieme le nostre risorse, conoscenze e migliori pratiche insieme e così ci lasciamo in piedi più forti nella lotta contro una delle maggiori minacce per la società moderna ".

L'SCN collegherà le città, i professionisti a livello di città e le comunità che rappresentano attraverso una serie di seminari, corsi di formazione e partenariati cittadini sostenuti. I partecipanti alla rete contribuiranno inoltre e trarranno vantaggio da un archivio online di buone pratiche a livello comunale e moduli di formazione basati sul web e potranno beneficiare di sovvenzioni a sostegno di iniziative e strategie locali innovative che contribuiranno a costruire la coesione sociale e la resilienza all'estremismo violento.

il colore del pollice SCN includerà un comitato direttivo internazionale di circa 25 città e altre entità subnazionali di diverse regioni che forniranno a SCN la sua direzione strategica. il colore del pollice SCN convocherà anche un comitato consultivo internazionale, che comprende rappresentanti di reti focalizzate sulla città, per garantire che SCN si basi sul loro lavoro. Sarà gestito dal Institute for Strategic Dialogue (ISD), un importante carro armato internazionale "pensa e fai" con una lunga tradizione di lavoro per prevenire l'estremismo violento:

"La SCN offre una nuova opportunità unica per applicare le nostre lezioni collettive nella prevenzione dell'estremismo violento a sostegno delle comunità locali e delle autorità di tutto il mondo", ha affermato il CEO Sasha Havlicek dell'ISD. "Non vediamo l'ora di sviluppare questa piattaforma internazionale per l'innovazione congiunta per avere un impatto su questa sfida urgente."

"È con grande convinzione che Montréal ha accettato di unirsi ai fondatori della Strong Cities Network", ha dichiarato l'onorevole sindaco Denis Coderre di Montreal. “Questa rete globale è progettata per basarsi su approcci basati sulla comunità per affrontare l'estremismo violento, promuovere l'apertura e la vigilanza ed espandere iniziative locali come l'Osservatorio internazionale sulla convivenza internazionale dei sindaci di Montréal. Sono lieto che attraverso la Strong Cities Network, la città di Montréal condividerà più attivamente informazioni e migliori pratiche con una rete globale di leader su questioni critiche che devono affrontare le nostre comunità ".

La rete Strong Cities verrà lanciata su 29 a settembre, da 4: 00 pm a 5: 30 pm EDT, seguendo la Leader' Vertice sulla lotta contro l'ISIL e l'estremismo violento. Commenti di benvenuto saranno offerti dall'Alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, dal principe Zeid Ra'ad Al Hussein e dal sindaco Bill de Blasio di New York City, che introdurrà anche un discorso programmatico del procuratore generale degli Stati Uniti Lynch. A seguito di questo evento, il Comitato direttivo internazionale Strong Cities, composto da circa sindaci 25 e altri leader di città e altre entità subnazionali di tutto il mondo, terrà la sua riunione inaugurale su settembre 30, 2015, da 9: 00 am a 4: 00 pm EDT.




Ordine del giorno 21 per le città: 300 condomini quadrati per $ 275,000

Nota TN: lo sviluppo sostenibile nei centri urbani richiede di stipare persone in appartamenti e condomini quadrati 300-400. Non sorprende che siano anche incredibilmente costosi. Un piccolo condominio ovviamente restringe lo stile di vita, quindi la loro impronta di carbonio risultante è minima.

Mentre più millennial si diplomano in posti di lavoro meglio retribuiti, matrimonio e genitorialità, gli sviluppatori immobiliari stanno facendo tutto il possibile per attirare questa generazione di nazione affittata nella proprietà domestica.

Ciò significa rendere le case urbane più accessibili, il che significa ridurle. Il minuscolo movimento di casa potrebbe essere ancora una novità per gli spettacoli televisivi di ristrutturazione, ma nel centro di Washington, DC, come in altre grandi città, il minuscolo movimento condominiale si sta rapidamente spostando nel mainstream.

“Notano sicuramente che è più piccolo, quindi è una spiegazione; ci vuole un po 'di adattamento ”, ha affermato Chris Ballard, preside della McWilliams / Ballard, una società di marketing. Ballard collabora con Peterson Cos., Lo sviluppatore di Ontario 17, un nuovo edificio condominiale nel giovane e vivace quartiere di Adams Morgan a Washington.

L'edificio condominiale, il cui esterno è ancora in fase finale, è venduto per circa il 70 percento. Mentre le sue unità attico sono andate più veloci, i suoi piccoli studi, appena più grandi di 300 piedi quadrati, stanno ricevendo una seria attenzione millenaria - specialmente con un prezzo di soli $ 275,000, circa la metà del prezzo medio del quartiere, secondo Long e Foster Real Estate.

"Le cose stanno diventando più piccole e le persone stanno iniziando a capire", ha dichiarato Laina Lee, uno dei responsabili delle vendite dell'Ontario 17. "Circa il 80 percento di tutti i nostri acquirenti, compresi i nostri studi e le nostre camere da letto, sono stati tutti acquirenti di case per la prima volta."

Leggi la storia completa qui ...




Le città intelligenti potrebbero segnalare la fine della democarcia

Nota TN: questa importante storia di Il guardiano nel Regno Unito è apparso a dicembre, 2014, ma è importante comprendere i rischi delle cosiddette "città intelligenti". Il concetto di Smart City è spinto principalmente da grandi organizzazioni di ingegneria, tecnologia e consulenza, come ad esempio Siemens, Honeywell, IBM, Accenture, ecc. L'investimento in Smart City è prevede di raggiungere $ 2 trilioni di 2020.

Una donna guida alla periferia della città e sale direttamente su un treno; la sua auto elettrica si avvia poi a parcheggiare e ricaricare. Un uomo ha un attacco di cuore in strada; i servizi di emergenza inviano un drone dotato di un defibrillatore per arrivare minuti cruciali prima che un'ambulanza possa farlo. Una famiglia di robot di manutenzione volanti vive in cima a un condominio - in grado di riparare autonomamente crepe o perdite e rimuovere le foglie dalle grondaie.

Tali visioni utopiche e urbane aiutano a guidare la retorica della "città intelligente" che, negli ultimi dieci anni circa, è stata promulgata in modo più energico da grandi aziende tecnologiche, ingegneristiche e di consulenza. Il movimento si basa sull'onnipresente banda larga wireless e sull'integrazione di sensori computerizzati nel tessuto urbano, in modo che rastrelliere per biciclette e lampioni, TVCC e semafori, nonché elettrodomestici geek come frigoriferi Internet e sistemi di riscaldamento telecomandati parte della cosiddetta "Internet delle cose" (il mercato globale per il quale è ora stimato in $ 1.7tn). Una vita migliore attraverso la biochimica lascia il posto a un sogno di una vita migliore attraverso i dati. Puoi persino prendere un Master in Smart Cities all'University College di Londra.

Eppure ci sono anche critiche distopiche su ciò che questa visione intelligente della città potrebbe significare per il comune cittadino. La stessa frase ha scatenato una battaglia retorica tra tecno-utopisti e fiordi postmoderni: la città dovrebbe essere un panopticon ottimizzato o un melting pot di culture e idee?

e che ruolo avrà il cittadino? Quello di un impiegato di dati non retribuito, che fornisce volontariamente informazioni a un database urbano monetizzato da società private? Il cittadino è meglio visualizzato come un pixel in movimento regolare, in viaggio per lavoro, negozi e casa di nuovo, su un display grafico 3D colorato? O il cittadino è giustamente una fonte imprevedibile di richieste e affermazioni di diritti ostili? "Perché le città intelligenti offrono solo miglioramenti?" chiede l'architetto Rem Koolhaas. "Dov'è la possibilità di trasgressione?"

Il concetto di smart city risale probabilmente almeno all'invenzione dei semafori automatizzati, che sono stati inizialmente impiegati in 1922 a Houston, in Texas. Leo Hollis, autore di Le città sono buone per te, afferma che l'unico risultato indiscutibilmente positivo del pensiero intelligente in stile urbano nei tempi moderni sono le schede degli indicatori dei treni della metropolitana di Londra. Ma nell'ultimo decennio, grazie all'ascesa dell'onnipresente connettività Internet e alla miniaturizzazione dell'elettronica in dispositivi ormai comuni come i tag RFID, il concetto sembra essersi cristallizzato in un'immagine della città come un robot vasto ed efficiente: una visione che ha avuto origine, secondoAdam Greenfield at Città LSE, con società tecnologiche giganti come IBM, Cisco e Software AG, che speravano tutti di trarre profitto da grandi contratti comunali.

"La nozione di smart city nella sua piena forma contemporanea sembra aver avuto origine in queste attività", osserva Greenfield nel suo libro 2013 Against the Smart City, "anziché con qualsiasi parte, gruppo o individuo riconosciuto per il loro contributo alla teoria o pratica della pianificazione urbana. "

Leggi la storia completa qui ...




Perché le Nazioni Unite hanno creato obiettivi di sviluppo sostenibile per le città

Le Nazioni Unite hanno creato gli Obiettivi di sviluppo sostenibile a seguito della conferenza dell'Agenda 2030. Le città (tecnici) sono il grande sogno dei tecnocrati in cui la società può essere veramente "scientificamente progettata". Sfortunatamente, nessuno ha chiesto agli abitanti della città cosa ne pensassero. Editor TN

La gestione quotidiana delle città è un affare complicato. Budget limitati, processi di acquisizione onerosi e una carenza di talenti rendono estremamente difficile l'esecuzione efficace. Aggiungete a ciò un elenco sempre crescente di sfide: i sistemi di trasporto soffocati troppo spesso associati alla mancanza di alloggi a prezzi accessibili o spazi pubblici accessibili; disuguaglianza, ingiustizia e cambiamenti climatici, indipendentemente dal fatto che i gestori delle città scelgano o meno di affrontarli. Per coloro che sono incaricati di trovare soluzioni a questi problemi, scoccare un dito su quali dovrebbero essere le tue priorità può essere piuttosto fastidioso. Ma questo è esattamente ciò che il Sviluppo Sostenibile Obiettivi fare. E sono attesi da tempo.

Trasformare il nostro mondo: l'agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile è un "piano d'azione per le persone, il pianeta e la prosperità". L'adozione di questa agenda segna il X compleanno di 70 per le Nazioni Unite in occasione del vertice sullo sviluppo sostenibile, che si svolgerà Settembre 25 -27 durante l'Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York. (Unisciti a UN Habitat, Global Urban Futures Project all'interno della New School, New America e Next City a settembre 25, 2015 per una discussione su città più sicure e sviluppo sostenibile.)

il colore del pollice SDGs costruire sull'orizzonte 15 degli obiettivi anti-povertà 21 stabiliti in 2000 dagli otto obiettivi di sviluppo del millennio (MDGS). Qual è il SDGLo scopo di raggiungere è quello di riprendere da dove MDGs lasciato, quindi non solo sradicando la povertà e creando pari opportunità per donne e ragazze, ma anche proteggendo il pianeta e preparando la strada per un futuro resiliente. E a differenza del MDGs, gli obiettivi 17 e gli obiettivi 169 che compongono il SDGnon sono stati sviluppati a porte chiuse. Anche i gruppi civici hanno fornito un contributo sostanziale, contribuendo a sviluppare un'agenda che lega la politica all'azione e integra soluzioni e approcci sviluppati a livello comunitario, non solo negli uffici governativi.

Soprattutto, come Javier Solana spiega, i SDGs creare una base più equa tra paesi sviluppati e in via di sviluppo. Mentre il SDGs certamente riconoscono le disuguaglianze globali, ritengono che i paesi sviluppati siano maggiormente responsabili delle pratiche e delle politiche interne. In tal modo, il SDGs creano anche un quadro più inclusivo per riconoscere gli avanzamenti nei luoghi in cui le risorse e i finanziamenti sono più limitati. Da un lato ho creduto a lungo che i leader delle città degli Stati Uniti potessero imparare e basarsi sui risultati dimostrati dai loro colleghi internazionali, e non solo dall'Europa.

Quindi quale posto devono avere le Nazioni Unite, un'organizzazione internazionale con supervisione e autorità limitate, per dire ai sindaci e al suo staff cosa dovrebbero fare nelle loro città e comunità locali? Risulta molto.

il colore del pollice SDGs può aiutare i gestori delle città a prendere decisioni migliori. Possono anche ridurre la probabilità che gli investimenti oggi siano solo soluzioni temporanee o peggio, che devono essere annullati a causa della scarsa pianificazione e attuazione all'inizio. Prendi, per esempio, Goal 11 rendere città e comunità inclusive, sicure, resilienti e sostenibili. Con 95 percento dell'espansione urbana nei prossimi decenni nei paesi in via di sviluppo, gli obiettivi 10 di Goal 11 forniscono un modello per superare le sfide sistemiche e migliorare il sostentamento di tutti, non solo quelli che possono permetterselo.

Leggi l'intera storia qui ...