L'intelligenza artificiale con lettura della mente utilizza Brain Implant per pensieri-a-parole

Sebbene sia incoraggiante dal punto di vista medico per le persone che sono paralizzate, la capacità di tradurre i pensieri in parole ha gravi conseguenze per l'era della tecnocrazia in cui nulla è nascosto alla dittatura scientifica. ⁃ Editor TN

Un'intelligenza artificiale può tradurre accuratamente i pensieri in frasi, almeno per un vocabolario limitato di 250 parole. Il sistema potrebbe avvicinarci di più al ripristino del discorso alle persone che hanno perso la capacità a causa della paralisi.

Joseph Makin dell'Università della California, San Francisco, e i suoi colleghi hanno usato algoritmi di apprendimento profondo per studiare i segnali cerebrali di quattro donne mentre parlavano. Le donne, che hanno tutte l'epilessia, avevano già elettrodi attaccati al cervello per monitorare le convulsioni.

Ad ogni donna è stato chiesto di leggere ad alta voce da una serie di frasi mentre il team misurava l'attività cerebrale. Il più grande gruppo di frasi conteneva 250 parole uniche.

Il team ha alimentato questa attività cerebrale con un algoritmo di rete neurale, addestrandolo per identificare schemi che si verificano regolarmente che potrebbero essere collegati ad aspetti ripetuti del discorso, come vocali o consonanti. Questi schemi sono stati quindi inviati a una seconda rete neurale, che ha cercato di girare li in parole per formare una frase.

Ogni donna ha ripetuto le frasi almeno due volte e la ripetizione finale non faceva parte dei dati di addestramento, consentendo ai ricercatori di testare il sistema.

Ogni volta che una persona pronuncia la stessa frase, l'attività cerebrale associata sarà simile ma non identica. "Memorizzare l'attività cerebrale di queste frasi non sarebbe di aiuto, quindi la rete deve invece imparare cosa c'è di simile in loro in modo che possa generalizzare a questo esempio finale", dice Makin. Tra le quattro donne, la migliore prestazione dell'IA è stata una percentuale media di errori di traduzione del 3%.

Makin afferma che l'uso di un piccolo numero di frasi ha reso più facile per l'IA imparare quali parole tendono a seguire gli altri.

Ad esempio, l'IA è stata in grado di decodificare che la parola "Turner" è sempre stata in grado di seguire la parola "Tina" in questo insieme di frasi, dalla sola attività cerebrale.

Leggi la storia completa qui ...




Snowden: AI Plus Coronavirus è "chiavi in ​​mano per la tirannia"

Le compagnie di sorveglianza orientate al tecnocrate sono "nella zona" con i governi più disposti che mai ad acquistare le loro tecnologie di IA e di sorveglianza. Una volta inseriti nella società, saranno utilizzati contro i cittadini molto tempo dopo la scomparsa del coronavirus. ⁃ Editor TN

I governi di tutto il mondo stanno usando misure di sorveglianza ad alta tecnologia per combattere l'epidemia di coronavirus. Ma ne valgono la pena?

Edward Snowden non la pensa così.

L'ex appaltatore della CIA, le cui perdite hanno messo in luce la scala dei programmi di spionaggio negli Stati Uniti, avverte che una volta che questa tecnologia sarà rimossa dalla scatola, sarà difficile rimetterla.

"Quando vediamo passare le misure di emergenza, in particolare oggi, tendono ad essere appiccicose", ha detto Snowden in un intervista al Copenhagen International Documentary Film Festival.

L'emergenza tende ad essere estesa. Quindi le autorità si sentono a proprio agio con qualche nuovo potere. Cominciano a piacere.

I sostenitori delle misure draconiane sostengono che le normali regole non sono sufficienti durante una pandemia e che i rischi a lungo termine possono essere affrontati una volta contenuta l'epidemia. Ma una breve sospensione delle libertà civili può essere prorogata rapidamente.

I servizi di sicurezza troveranno presto nuovi usi per la tecnologia. E quando la crisi passa, i governi possono imporre nuove leggi che rendere permanenti le regole di emergenza e sfruttali per reprimere il dissenso e l'opposizione politica.

Prendi le proposte per monitorare l'epidemia monitorando i dati sulla posizione del telefono cellulare.

Questo potrebbe rivelarsi un potente metodo per tracciare la diffusione del virus e i movimenti delle persone che lo hanno. Ma sarà anche uno strumento allettante per rintracciare i terroristi - o qualsiasi altro potenziale nemico degli stati.

L'IA diventa "chiavi in ​​mano per la tirannia"

L'intelligenza artificiale è diventata un modo particolarmente popolare di monitorare la vita sotto la pandemia. In Cina, scanner termici installati nelle stazioni ferroviarie identificare i pazienti con febbre, mentre in Russia, i sistemi di riconoscimento facciale individuano le persone che infrangono le regole di quarantena.

Il coronavirus ha persino dato a Clearview AI la possibilità di ripristinare la sua reputazione. La controversa startup di social media scraping è in trattativa con i governi sull'uso della sua tecnologia per tracciare i pazienti infetti, secondo il Wall Street Journal.

Una grande attrazione dell'IA è la sua efficienza assegnando le probabilità a diversi gruppi di persone. Ma troppa efficienza può essere una minaccia alla libertà, motivo per cui limitiamo i poteri di polizia attraverso misure come warrant e probabile causa di arresto.

L'alternativa è polizia algoritmica ciò giustifica una forza eccessiva e perpetua la profilazione razziale.

Snowden è particolarmente preoccupato per i servizi di sicurezza che aggiungono l'IA a tutte le altre tecnologie di sorveglianza di cui dispongono.

"Sanno già cosa stai guardando su Internet", ha detto. "Sanno già dove si sta spostando il telefono. Ora sanno qual è la frequenza cardiaca, qual è il polso. Cosa succede quando iniziano a mescolarli e ad applicare l'intelligenza artificiale?

Leggi la storia completa qui ...




Robert Epstein

La Big Tech ha davvero il potere di disfare Donald Trump?

Il dott. Robert Epstein, un democratico, ha scritto che Big Tech renderà impossibile la rielezione di Trump nel 2020. Manca il fatto che i Big Tech siano tecnocrati che intendono dominare completamente la società, ovunque. ⁃ Editor TN

Quando si tratta di manipolazione elettorale, le società tecnologiche americane di sinistra fanno sembrare i russi come dei dilettanti.

Non importa quale candidato debole il Democratici alla fine nominare, e anche con L'aiuto della Russia, Il presidente Donald Trump non può vincere le elezioni del 2020. Del resto, nelle gare a livello nazionale in cui i margini di vincita previsti sono piccoli, diciamo meno del 5 percento circa,Repubblicani, in generale, rischiano di perdere.

Ciò è dovuto alle nuove forze di influenza che Internet ha reso possibile negli ultimi decenni e quello Big Tech aziende-Google più aggressivo di qualsiasi altro - sono stati determinati a perfezionare dal giorno dell'Armageddon - oh, scusa, il giorno delle elezioni - nel 2016.

Per la cronaca, non sono né un conservatore né un sostenitore di Trump. Ma io amo democrazia e l'America più di quanto io ami un particolare partito o candidato, e ricerca rigorosa che dirigo dal 2013 dimostra che le aziende Big Tech hanno ora un potere senza precedenti per influenzare le elezioni.

Mentre apprezzo il fatto che il 95 percento delle donazioni da parte di aziende tecnologiche e dei loro dipendenti vada ai democratici, non posso stare a guardare queste società minare la democrazia. Finché respiro ancora, farò tutto il possibile per impedire che ciò accada e, per la cronaca, NON sono suicida.

La minaccia che queste aziende rappresentano è tutt'altro che banale. Per prima cosa, possono spostare opinioni e voti numerosi modi che la gente non riesce a rilevare.

Ricordi le voci su quel cinema nel New Jersey che ha portato la gente a comprare più Coca-Cola e popcorn usando messaggi subliminali incorporati in un film? Bene, quelle voci erano un po 'esagerate - quei messaggi in realtà avevano un effetto minimo - ma Google e la banda ora stanno controllando una vasta gamma di metodi subliminali di persuasione che possono, in pochi minuti, spostare le preferenze di voto del 20 percento o più elettori indecisi senza che nessuno abbia la minima idea di essere stato manipolato.

Peggio ancora, possono usare queste tecniche senza lasciare una traccia cartacea che le autorità possano rintracciare. Nel una perdita di email di Google al Wall Street Journal nel 2018, un googler chiede ai suoi colleghi come la società può utilizzare le "esperienze effimere" per cambiare le opinioni delle persone sul divieto di viaggio di Trump.

Le esperienze effimere sono quelle fugaci che viviamo ogni giorno quando visualizziamo contenuti online generati al volo e non archiviati ovunque: feed di notizie, suggerimenti di ricerca, risultati di ricerca e così via. Nessuna autorità può tornare indietro nel tempo per vedere quali suggerimenti di ricerca o risultati di ricerca sono stati mostrati, ma decine di randomizzati, controllati, in doppio cieco esperimenti Ho condotto dimostrazioni sul fatto che tali contenuti possono cambiare radicalmente opinioni e preferenze di voto. Vedi il problema?

A proposito di contenuti, mi sto stancando di vedere i titoli sulle interferenze russe nelle nostre elezioni. A meno che i russi non capiscano improvvisamente come hackerare in maniera massiccia le nostre macchine per il voto - e vergognarci se siamo abbastanza incompetenti da permettere che ciò accada - non ci sono prove che attori cattivi come la Russia o l'ormai defunta Cambridge Analytica possano spostare più di un qualche migliaio di voti qua e là. In generale, tutto ciò che possono fare è lanciare alcuni contenuti distorti su Internet. Ma contenuto non è più il problema.

Tutto ciò che conta ora è chi ha il potere di decidere quali contenuti vedranno o non vedranno le persone (censura) e in quale ordine vengano presentati i contenuti. Tale potere è quasi interamente nelle mani degli arroganti dirigenti di due società statunitensi. I loro algoritmi decidono quale contenuto viene soppresso, l'ordine in cui viene mostrato il contenuto e quale contenuto diventa virale. Puoi contrastare un annuncio TV con un altro annuncio TV, ma se i dirigenti tecnici supportano un candidato o un partito, non puoi contrastare le loro manipolazioni.

Dimentica i russi. Come ho detto quando io testimoniato prima del Congresso l'estate scorsa, se quest'anno le nostre stesse compagnie tecnologiche favoriscono lo stesso candidato presidenziale — e questo sembra probabile — calcolo che possano facilmente spostarsi 15 milioni di voti a quel candidato senza che la gente lo sappia e senza lasciare una traccia cartacea.

A proposito, più conosci qualcuno, più è facile manipolarlo. Google e Facebook avere milioni di informazioni su ogni elettore americano, e prenderanno di mira le loro manipolazioni a livello individuale per ogni singolo elettore in ogni stato swing. Nessuno al mondo tranne Google e Facebook può farlo.

Nel famoso discorso d'addio del 1961 del presidente Eisenhower, egli avvertì non solo dell'ascesa di un complesso militare-industriale; ha anche messo in guardia sulla nascita di una "élite tecnologica" che un giorno potrebbe controllare il nostro paese senza che lo sappiamo.

Quel giorno è arrivato, amici miei, ed è troppo tardi perché qualsiasi legge o regolamento faccia la differenza, almeno nelle prossime elezioni. A questo punto c'è solo un modo per convincere queste aziende a togliere le loro cifre dalla bilancia, e quello è fare loro quello che fanno a noi e ai nostri figli ogni giorno: monitorarli in modo aggressivo.

Leggi la storia completa qui ...




The Creepy Line

Google, The 'Creepy Line' e le elezioni del 2020

Google ha il potere di influenzare le elezioni, ma lo sta già utilizzando nel ciclo elettorale 2020? La natura della "linea inquietante" è paragonabile alla "Zona del Crepuscolo", dove la realtà e l'illusione sono sfocate al punto che è impossibile saperlo con certezza. ⁃ Editor TN

La Creepy Line è un termine particolarmente sinistro usato in un'osservazione non custodita dall'ex CEO di Google Eric Schmidt nel 2010. A posteriori, ciò che più preoccupa del commento è il modo in cui ha spiegato casualmente la politica di Google relativa all'invasione della privacy dei suoi clienti e clienti.

"La politica di Google su molte di queste cose", afferma Schmidt circa 45 secondi nell'introduzione, "è di arrivare fino alla linea inquietante e non attraversarla". Puntatore temporale necessario.

The Creepy Line è un documentario di 80 minuti disponibile attraverso diverse opzioni disponibili al seguente link. Per ora, è disponibile gratuitamente su Amazon Prime, ma non sono sicuro di quanto tempo sarà offerto lì considerando molte preoccupazioni attuali riguardo alla censura dei temi anti-stabilimento su varie piattaforme di social media. Questo film offre uno sguardo molto franco alla prima fonte di notizie nel nostro paese: Facebook e Google.

All'inizio del film, scoprirai come Google ha acquisito un'enorme e permanente cache di dati sugli utenti. Inizialmente, i dati venivano utilizzati per perfezionare gli algoritmi di ricerca utilizzati per aiutare a indicizzare i siti Web e le informazioni caricati sul World Wide Web. Ora, tuttavia, viene utilizzato per ottimizzare gli annunci e i contenuti che più si adattano ai tuoi interessi, archiviando le informazioni per fornirti suggerimenti di contenuti. Ma questo film ti darà un'idea davvero inquietante (almeno dovrebbe) su cos'altro potrebbero fare con tali dati.

Inizialmente, Google era semplicemente il motore di ricerca più popolare, sostanzialmente il più grande algoritmo di "indicizzazione" disponibile in rete. Quindi, Google ha creato Google Chrome, un browser, per tracciare e registrare non solo ciò che cerchi, ma anche dove vai e ogni sequenza di tasti che fai mentre sei lì. In effetti, Google ha capito di poterti servire al meglio se sa cosa stai facendo anche quando sei offline, motivo per cui il sistema Android può seguirti ovunque porti il ​​tuo telefono. Con tutte le app gratuite disponibili e utilizzate a livello globale, Google ha un quadro molto preciso di come appare la vita quotidiana di tutti in qualsiasi parte del mondo.

A intervalli durante la presentazione, il professor Jordan Peterson offre spunti della propria esperienza con i social media e l'impostazione dell'agenda. Per coloro che non hanno familiarità con Peterson, è stato spinto alla fama quando ha rifiutato pubblicamente di usare i nuovi pronomi di genere approvati dalla politica politica corretta del Canada. Il chiaro rifiuto di Peterson di arrendersi al pensiero della polizia lo ha portato a essere intervistato come portavoce del Millennial Mindset, in particolare la loro volontà di accettare nuove tecnologie senza metterle in discussione.

“Questi sono tutti "libero" servizi, ma ovviamente non lo sono ”, osserva Peterson, durante il suo commento, mentre discute l'impatto sulla sua vita della sua improvvisa notorietà e della pubblicità negativa che Google e You Tube hanno causato per lui. Discute della propria battaglia con la depressione e delle intuizioni sulle esperienze di sua figlia con i social media, il che gli dà una visione psichiatrica speciale dell'angoscia adolescenziale (millenaria), forse. Alcuni potrebbero trovare la sua sincera apertura sulle questioni scoraggianti, ma si presenta a me come un uomo che ha attraversato l'inferno e non lo fa volere parlarne, ma ha deciso lui lo farà, se siete interessati. Trovo che il punto di vista di Peterson sia estremamente rilevante, soprattutto alla luce delle notizie riguardanti la decostruzione della piattaforma di Peak Prosperity oggi e delle implicazioni per le nostre fonti di informazione future.

Non è il principale oratore durante il film, ma Peterson fa un ottimo lavoro spiegando come funziona il modello di business della sorveglianza. Questo porta a una discussione su come Google Maps, Google Docs e l'uso di Gmail (anche bozze di e-mail che non invii!) combinano insieme per formare e modellare i tuoi pensieri e comportamenti, in modo simile a un gruppo di persone in una sala di controllo con quadranti che monitorano e controllano ogni tua interazione con il mondo. (15)

A meno di dieci minuti dal film, potresti aver già deciso di passare a motori di ricerca non Google, ma non c'è speranza che tu recuperi tutte le informazioni che hanno già su di te. Appartiene a loro, un punto legale discusso più volte durante la presentazione.

Leggi la storia completa qui ...




Oren Etzioni

La Super-AI potrebbe emergere come il Coronavirus per distruggere la civiltà

Gli stessi tecnocrati che in primo luogo ci hanno portato l'IA stanno ora valutando se una "super-AI" possa improvvisamente emergere che distruggerebbe la civiltà. Per una risposta più affidabile, forse dovrebbero chiedere ad Alexa. ⁃ Editor TN

Il CEO di Allen Institute per l'IA, il professor Oren Etzioni, ha emesso una serie di potenziali segnali di avvertimento che ci avvertirebbero che la "superintelligenza" è dietro l'angolo.

Gli umani devono essere pronti per i segni della super-intelligenza robotica ma dovrebbero avere abbastanza tempo per affrontarli, ha avvertito un grande scienziato informatico.

Oren Etzioni, CEO di Allen Institute for AI, ha scritto un recente documento intitolato: “Come sapere se intelligenza artificiale sta per distruggere la civiltà ".

Scrisse: “Potremmo svegliarci storditi dal fatto che un'intelligenza artificiale superpotente sia emersa, con conseguenze disastrose?

“Libri come Superintelligence di Nick Bostrom e Life 3.0 di Max Tegmark, così come articoli più recenti, sostengono che la super-intelligenza malevola è un rischio esistenziale per l'umanità.

“Ma si può speculare all'infinito. È meglio porre una domanda più concreta ed empirica: cosa ci avvertirebbe che la super-intelligenza è davvero dietro l'angolo? ”

Ha paragonato i segnali di avvertimento ai canarini nelle miniere di carbone, che sono stati utilizzati per rilevare il monossido di carbonio perché sarebbero crollati.

Il prof. Etzioni ha affermato che questi segnali di avvertimento arrivano quando i programmi di intelligenza artificiale sviluppano una nuova capacità.

Ha continuato per la revisione del MIT: “Il famoso test di Turing potrebbe servire da canarino? Il test, inventato da Alan Turing nel 1950, presuppone che l'IA a livello umano sarà raggiunta quando una persona non riesce a distinguere la conversazione con un essere umano dalla conversazione con un computer.

“È un test importante, ma non è un canarino; è piuttosto il segno che l'IA a livello umano è già arrivata.

“Molti scienziati informatici credono che se arriva quel momento, la superintelligenza seguirà rapidamente. Abbiamo bisogno di più traguardi intermedi. ”

Ma ha avvertito che la "formulazione automatica dei problemi di apprendimento" sarebbe il primo canarino, seguito da auto a guida autonoma.

Leggi la storia completa qui ...




Brookings Institution

Brookings: chiunque vincerà la corsa all'IA governerà il mondo

Non sarà l'intelligenza degli uomini a guidare il mondo futuro, ma piuttosto un'intelligenza artificiale programmata per creare una dittatura scientifica globale. Questa è la natura e il futuro della tecnocrazia.

Il Brookings Institution è un think tank di vecchia generazione strettamente allineato con la Commissione Trilaterale che originariamente concepì il Nuovo Ordine Economico Internazionale; oggi questo è noto come sviluppo sostenibile, noto anche come tecnocrazia.

L'implicazione di base è che ci sarà un vincitore nell'intelligenza artificiale che governerà il mondo. Non importa davvero chi lo sta controllando, perché tutto il mondo soccomberà. ⁃ Editor TN

Un paio d'anni fa, Vladimir Putin ha avvertito i russi che il paese che ha guidato le tecnologie che usano l'intelligenza artificiale dominerà il mondo. Aveva ragione a essere preoccupato. La Russia è ora un giocatore minore, e la gara sembra ora essere principalmente tra gli Stati Uniti e la Cina. Ma non contare ancora l'Unione Europea; l'UE è ancora un quinto dell'economia mondiale e ha sottovalutato i punti di forza. La leadership tecnologica richiederà grandi risorse investimenti digitali, rapido innovazione dei processi aziendalied efficiente sistemi fiscali e di trasferimento. La Cina sembra avere il vantaggio nel primo, gli Stati Uniti nel secondo e l'Europa occidentale nel terzo. Uno su tre non lo farà, e anche due su tre non saranno sufficienti; chi fa tutti e tre i migliori dominerà il resto.

Siamo sulla cuspide di cambiamenti colossali. Ma non devi accettare la parola del signor Putin, né la mia. Questo è ciò che Erik Brynjolfsson, direttore dell'Iniziativa MIT sull'economia digitale e uno studente serio sugli effetti delle tecnologie digitali, dice:

“Questo è un momento di scelta e opportunità. Potrebbero essere i migliori 10 anni davanti a noi che abbiamo mai avuto nella storia umana o uno dei peggiori, perché abbiamo più potere di quanto non abbiamo mai avuto prima ”.

Per capire perché questo è un momento speciale, dobbiamo sapere come questa ondata di tecnologie è diversa da quelle precedenti e come è la stessa. Dobbiamo sapere cosa significano queste tecnologie per persone e aziende. E dobbiamo sapere cosa possono fare i governi e cosa stanno facendo. Con i miei colleghi Wolfgang Fengler, Kenan Karakülah e Ravtosh Bal, ho cercato di sminuire le ricerche di studiosi come David Autor, Erik Brynjolfsson e Diego Comin fino alle lezioni per i laici. Questo blog utilizza il lavoro per prevedere le tendenze nel prossimo decennio.

4 ONDE, 3 FATTI

È utile pensare al cambiamento tecnico come avvenuto in quattro ondate dal 1800, provocato da una sequenza di "tecnologie di uso generale" (GPT). I GPT sono meglio descritti da economisti come "cambiamenti che trasformano sia la vita familiare che i modi in cui le aziende conducono affari". I quattro GPT più importanti degli ultimi due secoli sono stati il ​​motore a vapore, l'energia elettrica, la tecnologia informatica (IT) e l'intelligenza artificiale (AI).

Tutti questi GPT hanno ispirato innovazioni complementari e cambiamenti nei processi aziendali. I fatti solidi e rilevanti sul progresso tecnologico hanno a che fare con il suo ritmo, i suoi prerequisiti e i suoi problemi:

  • Il cambiamento tecnologico sta diventando più veloce. Mentre il ritmo dell'invenzione potrebbe non aver accelerato, il tempo tra l'invenzione e l'implementazione si è ridotto. Sebbene i ritardi di implementazione medi siano difficili da misurare con precisione, non sarebbe una grossolana semplificazione affermare che sono stati dimezzati con ogni ondata GPT. Sulla base delle prove, il tempo tra l'invenzione e l'uso diffuso è stato ridotto da circa 80 anni per il motore a vapore a 40 anni per l'elettricità e quindi a circa 20 anni per l'IT (Figura 1). Vi sono ragioni per ritenere che il ritardo nell'implementazione delle tecnologie legate all'IA sarà di circa 10 anni. Con l'accelerazione del cambiamento tecnologico e i vantaggi della prima mossa come sempre, la necessità di investimenti grandi e coordinati sta crescendo.
  • Saltare è praticamente impossibile. Mentre una tecnologia per scopi speciali come i telefoni di rete fissa può essere saltata a favore di una nuova tecnologia che fa la stessa cosa, ad esempio, i telefoni cellulari, è difficile per i paesi scavalcare le tecnologie di uso generale. Perché un paese ne superi un altro, deve prima recuperarlo. Il progresso tecnologico è un processo cumulativo. Le innovazioni dei processi aziendali necessarie per utilizzare il motore a vapore erano necessarie per consentire alle aziende di sfruttare l'energia elettrica. Più ovviamente, l'elettricità era un prerequisito per la tecnologia dell'informazione. Le normative che facilitano o impediscono il progresso tecnico, l'istruzione e le infrastrutture e gli atteggiamenti nei confronti del cambiamento sociale che accompagna le nuove tecnologie contano tanto quanto le tecnologie, indicando la necessità di politiche complementari che modella l'economia e la società.
  • L'automazione sta riducendo la quota di lavoro, non lo spostamento del lavoro. Mentre oggi la preoccupazione più comunemente espressa è che la diffusione dell'intelligenza artificiale sostituirà i lavoratori con macchine intelligenti, gli effetti dei precedenti GPT sono meglio sintetizzati riducendo la quota di guadagni della manodopera nel valore aggiunto. Ma il le prove suggeriscono anche che dagli anni '1970 l'automazione in economie relativamente avanzate ha messo sotto pressione i guadagni della manodopera. In altre parole, la preoccupazione non dovrebbe essere la disoccupazione diffusa, ma il fatto che i redditi stiano diventando sempre più distorti a favore del capitale sul lavoro. Ciò significa che i paesi che hanno accordi efficaci per affrontare le preoccupazioni distributive hanno un vantaggio rispetto a quelli che non lo fanno.

Leggi la storia completa qui ...




L'intelligenza artificiale legge la mente, crea video dei tuoi pensieri

Gli scienziati affermano che l'IA può imparare cosa stai pensando analizzando gli impulsi cerebrali e quindi riprodurre l'immagine in un video. Per quanto rudimentale, potrebbe abbattere l'enclave più privata dell'umanità: i tuoi pensieri personali. ⁃ Editor TN

Uno strumento di lettura della mente alimentato dall'intelligenza artificiale ha prodotto un video sbalorditivo dei pensieri umani in tempo reale.

Ricercatori russi hanno addestrato il programma per indovinare ciò che la gente pensa in base alle onde cerebrali.

Hanno addestrato l'IA usando clip di oggetti diversi e l'attività delle onde cerebrali dei partecipanti che li guardavano.

Ai partecipanti sono state quindi mostrate clip di scene della natura, persone su moto d'acqua ed espressioni umane.

L'intelligenza artificiale ha quindi ricreato i video utilizzando un cappuccio di elettroencefalogramma (EEG), riferisce New Scientist.

Tra i tentativi di 234, 210 è stato classificato con successo dal video.

Colori e forme grandi sono stati ritenuti i più riusciti, aggiunge il rapporto.

Ma i volti umani erano più difficili da ricreare con molti distorti, hanno detto i ricercatori.

Il video è emerso per la prima volta il mese scorso.

Ma da allora Victor Sharmas, all'Università dell'Arizona, ha commentato il video e ha detto che stiamo ancora guardando solo la superficie del pensiero umano.

Ha detto: "Quello che stiamo vedendo attualmente è una caricatura di esperienza umana, ma nulla assomiglia a una ricreazione accurata da remoto."

Il dott. Ian Pearson, un futurologo ed ex ingegnere della cibernetica, ci ha detto: "Penserei che in un laboratorio siamo probabilmente a dieci anni di distanza da 15 (tecnologia).

“Non credo che passerà molto tempo prima che la polizia lo usi negli interrogatori, facendo entrare qualcuno per l'interrogatorio.

“Invece di un ufficiale di polizia che fa domande, si attaccheranno un elmetto per decidere cosa ti passa per la testa.

Leggi la storia completa qui ...




Woof: Spot The Robot Police Dog

A corto di leggi o regolamenti per il controllo dei dipartimenti di polizia, la robotica svolgerà una parte importante della futura applicazione. Spot il cane robot è visto come una valida sostituzione per i punti di polizia. Le future armi sono quasi certe. ⁃ Editor TN

La polizia ha da tempo avuto cani e robot per aiutarli a fare il loro lavoro. E ora hanno un cane robot.

La polizia di stato del Massachusetts è la prima agenzia di polizia del paese a utilizzare il robot simile a un cane di Boston Dynamics, chiamato Spot. Mentre l'uso della tecnologia robotica non è nuovo per la polizia di stato, l'acquisizione temporanea di Spot - un robot personalizzabile che alcuni hanno detto "Terrificante" - sta sollevando domande da parte dei sostenitori dei diritti civili su quanta supervisione dovrebbe esserci sui programmi di robotica della polizia.

La squadra di bombe dello stato ha avuto Spot in prestito dalla Boston Dynamics di Waltham per tre mesi a partire da agosto fino a novembre, secondo i registri ottenuto dalla American Civil Liberties Union of Massachusetts e revisionato da WBUR.

I documenti non rivelano molti dettagli sull'uso esatto del cane robot, ma un portavoce della polizia di stato ha detto che Spot, come gli altri robot del dipartimento, è stato utilizzato come "dispositivo di osservazione a distanza mobile" per fornire ai soldati immagini di dispositivi sospetti o potenzialmente luoghi pericolosi, come dove potrebbe nascondersi un sospetto armato.

"La tecnologia dei robot è uno strumento prezioso per l'applicazione della legge grazie alla sua capacità di fornire consapevolezza situazionale di ambienti potenzialmente pericolosi", ha scritto il portavoce della polizia di stato David Procopio.

la polizia di Tate afferma che Spot è stato utilizzato in due incidenti, oltre ai test.

Il vicepresidente dello sviluppo commerciale di Boston Dynamics, Michael Perry, ha affermato che la società vuole che Spot abbia molti usi diversi, in settori che vanno dalle compagnie petrolifere e del gas, alle costruzioni, all'intrattenimento. Immagina che la polizia mandi Spot in aree troppo pericolose per un essere umano - una fuoriuscita di sostanze chimiche, o vicino a una bomba sospetta, o in una situazione di ostaggio.

"In questo momento, il nostro interesse principale è l'invio del robot in situazioni in cui si desidera raccogliere informazioni in un ambiente in cui è troppo pericoloso inviare una persona, ma non interagire fisicamente con lo spazio", ha affermato Perry.

Spot è un robot "generico", con un'API aperta. Ciò significa che i clienti, siano essi un dipartimento di polizia o un operatore di magazzino, possono personalizzare Spot con il proprio software. (La polizia di stato afferma di non aver utilizzato questa funzione.) Ha una telecamera 360, con scarsa illuminazione e un braccio.

Per tutto il suo potenziale, Boston Dynamics non vuole che Spot sia armato. Perry ha affermato che i contratti di locazione prevedono una clausola che impone che il robot non venga utilizzato in modo da "danneggiare fisicamente o intimidire le persone".

"Parte del nostro processo di valutazione iniziale con i clienti consiste nell'assicurarci di trovarci sulla stessa pagina per l'utilizzo del robot", ha affermato. "Così in anticipo, siamo molto chiari con i nostri clienti che non vogliamo che il robot venga utilizzato in un modo che possa danneggiare fisicamente qualcuno".

Questo è uno dei motivi per cui la società sta optando per contratti di locazione, piuttosto che una vendita, ha detto Perry. Boston Dynamics vuole essere selettivo in base al quale le aziende hanno accesso a Spot e avere la possibilità di riprendere le attrezzature in caso di violazione del contratto di locazione.

Preoccupazioni per i robot armati

Tramite Procopio, la polizia di stato ha affermato che il dipartimento non ha mai armato i suoi robot, incluso Spot.

Ma mentre Spot e altri robot tattici non sono progettati per uccidere, possono ancora farlo. A 2016, la polizia di Dallas ha inviato un robot per lo smaltimento delle bombe armato di esplosivi uccidere un cecchino che aveva sparato a poliziotti e ne aveva uccisi cinque. Gli esperti hanno affermato che era la prima volta che un robot non militare veniva utilizzato per uccidere intenzionalmente una persona.

Quel potenziale mortale e la mancanza di trasparenza sul programma generale di robotica della polizia di stato, preoccupa Kade Crockford, direttore del programma di tecnologia per la libertà presso l'ACLU del Massachusetts. Crockford ha dichiarato di voler vedere una politica della polizia statale sull'uso della robotica e una conversazione su come e quando usare i robot. La polizia di stato non ha detto se esiste una politica attuale sull'uso dei robot e la richiesta di documenti dell'ACLU all'agenzia non è stata presentata.

"Semplicemente non sappiamo abbastanza su come la polizia statale lo sta usando", ha detto Crockford. "E la tecnologia che può essere utilizzata in concerto con un sistema robotico come questo è quasi illimitata in termini di quali tipi di sorveglianza e potenzialmente anche operazioni di armamento possono essere consentite."

Leggi la storia completa qui ...




Lavoratore della conoscenza

L'intelligenza artificiale potrebbe interessare maggiormente i "lavoratori della conoscenza"

I tecnocrati che stanno inventando algoritmi di intelligenza artificiale a centinaia potrebbero inavvertitamente far sostituire il proprio lavoro con le proprie invenzioni. Conoscenza e colletti bianchi sono ora nel mirino per la sostituzione del lavoro. ⁃ Editor TN

La rivoluzione dei robot è stata a lungo considerata apocalittica per gli operai i cui compiti sono manuali e ripetitivi. Un ampiamente citato Studio 2017 McKinsey ha affermato che il 50 percento delle attività lavorative era già automatizzabile utilizzando la tecnologia attuale e che le attività erano maggiormente prevalenti nella produzione. Nuovi dati suggeriscono che i colletti bianchi - anche quelli il cui lavoro presuppone più pensiero analitico, stipendi più elevati e relativa sicurezza del lavoro - potrebbero non essere al sicuro dall'inesorabile tamburo dell'automazione.

Questo perché l'intelligenza artificiale - una potente tecnologia informatica come l'apprendimento automatico che può prendere decisioni simili all'uomo e utilizzare dati in tempo reale per apprendere e migliorare - ha un colletto bianco nel mirino, secondo un nuovo studio dall'economista della Stanford University Michael Webb e pubblicato da Brookings Institution. La portata dei lavori potenzialmente interessati dall'intelligenza artificiale va ben oltre i lavori per colletti bianchi come il telemarketing, un campo che è già stato decimato dai robot, in lavori che in precedenza si pensava fossero esattamente nella provincia umana: lavoratori della conoscenza come ingegneri chimici, fisici e analisti di ricerche di mercato.

La nuova ricerca esamina la sovrapposizione tra le coppie soggetto-sostantivo nei brevetti AI e descrizione del lavoro per vedere quali lavori hanno maggiori probabilità di essere influenzati dalla tecnologia AI. Quindi, ad esempio, le descrizioni dei lavori per l'analista di ricerche di mercato - una posizione relativamente comune con un alto tasso di esposizione all'IA - condividono numerosi termini in comune con i brevetti esistenti, che allo stesso modo cercano di "analizzare i dati", "monitorare il marketing" e "identificare mercati “.

È più lungimirante di altri studi in quanto analizza brevetti per tecnologia che potrebbe non essere ancora completamente sviluppata o implementata.

In genere, stime degli effetti dell'automazione sulla forza lavoro, che variano ampiamente a seconda dello studio, si sono concentrati su quali lavori potrebbero essere automatizzati utilizzando le tecnologie esistenti. I risultati sono stati generalmente più dannosi per i lavoratori con salari più bassi e con istruzione inferiore, in cui la robotica e il software hanno spesso eliminato parte o tutti i lavori.

Lo spettro di una maggiore automazione ha sollevato preoccupazioni su come ampie strisce di americani saranno in grado di sostenersi quando i loro lavori saranno meccanizzati e se la perdita di posti di lavoro a basso reddito aumenterà la disparità di ricchezza. Questa nuova ricerca sui brevetti suggerisce che potrebbe essere l'impatto dell'automazione molto più ampio e influenzare i lavori ad alto rendimento dei colletti bianchi come pure.

Un avvertimento: alcuni brevetti di intelligenza artificiale potrebbero non essere mai utilizzati e potrebbero non essere utilizzati per le loro intenzioni iniziali. Inoltre, il proprio lavoro effettivo non è interamente definito dal testo della descrizione del lavoro originale. Ma questo studio fornisce un quadro con cui visualizzare l'esposizione generale all'automazione.

Come ha affermato Adam Ozimek, capo economista della piattaforma freelance Upwork, “Solo perché qualcuno ha brevettato un dispositivo, ad esempio, che utilizzava l'intelligenza artificiale per fare ricerche di mercato, ciò non significa che l'IA riuscirà effettivamente a questo scopo per un uso pratico del business. ”

Lo studio di Stanford, inoltre, non dice se questi lavoratori perderanno effettivamente il lavoro, solo che il loro lavoro potrebbe essere influenzato. Quindi è perfettamente possibile che queste tecnologie vengano utilizzate per aumentare i lavori anziché sostituirli.

Leggi la storia completa qui ...




Alexa

Hal 9000 di Amazon: Dave? Che c'è, Alexa?

Amazon è pronto a scavalcare la distopia di Facebook e passa direttamente al controllo personale; pensa Hal nel film, 2001: Odissea nello spazio. L'intelligenza artificiale di Alexa sarà adattata per modellare azioni, consumi e relazioni. ⁃ Editor TN

Amazon ha grandi progetti per il suo assistente virtuale. Un giorno, forse prima di quanto pensi, Alexa avrà un ruolo proattivo nel dirigere le nostre vite. Interpreterà i nostri dati, prenderà decisioni per noi ed evocherà us quando it ha qualcosa da dire.

Rohit Prasad, lo scienziato responsabile dello sviluppo di Alexa, ha recentemente dato MIT Technology Review's Karen Hao è uno dei più interviste terrificanti nel giornalismo moderno. Sappiamo quanto sia pericoloso lasciare che i cattivi attori si divertano con l'IA e i nostri dati - se hai bisogno di un aggiornamento, ricorda lo scandalo di Cambridge Analytica.

Questo non vuol dire che Prasad sia un cattivo attore o altro che uno scienziato di talento. Ma lui e la società per cui lavora probabilmente hanno accesso a più dei nostri dati rispetto a dieci Facebook e Twitter messi insieme. E, per parafrasare Kanye West, nessuna persona o compagnia dovrebbe avere tutto quel potere.

Hao scrive:

Parlando con la MIT Technology Review, Rohit Prasad, il capo scienziato di Alexa, ha ora rivelato ulteriori dettagli su dove Alexa sarà diretto dopo. Il punto cruciale del piano è che l'assistente vocale passi dalle interazioni passive a quelle proattive. Anziché attendere e rispondere alle richieste, Alexa anticiperà ciò che l'utente potrebbe desiderare. L'idea è quella di trasformare Alexa in un compagno onnipresente che modella e orchestra attivamente la tua vita. Ciò richiederà ad Alexa di conoscerti meglio che mai.

L'idea che Alexa sia una compagna onnipresente che cerca di orchestrare la tua vita dovrebbe probabilmente allarmarti. Ma, per ora, il lavoro che Prasad e il team di Alexa stanno facendo non lo è pauroso per suo merito. Se sei una delle otto o nove persone sul pianeta che non ha mai interagito con Alexa, ti stai perdendo entrambi e non ti stai davvero perdendo. Gli assistenti virtuali, oggi, sono parti uguali miracolosamente intuitive e frustranti limitate.

Con una interazione, dirai "Alexa, ascolta un po 'di musica" e l'assistente selezionerà' casualmente 'una playlist che tocca le profondità della tua anima, come se sapesse meglio di te di quello che dovevi ascoltare.

Ma la prossima volta che lo usi, potresti ritrovarti in una discussione di tre minuti sul fatto che tu voglia ascoltare la musica di Cher o acquistare una sedia beige (con spedizione gratuita di due giorni).

Dal punto di vista del consumatore, è difficile immaginare che Alexa diventi così utile che saremmo scappati quando it convocazione us. Ma la missione principale di Alexa sarà sempre quella di raccogliere dati. In poche parole: Amazon, Microsoft e Google sono tutte società da miliardi di dollari perché i dati lo sono la risorsa più preziosa nel mondo, e Alexa è tra i mondo più grandi collezionisti di dati.

Una volta che Alexa smette di ascoltare i comandi e inizia a dare suggerimenti, significa che Amazon non è più concentrato sulla creazione di una manciata di giganteschi database di formazione composti da dati provenienti da centinaia di milioni di utenti. Invece, indica che si concentra sulla costruzione di milioni di database di formazione composti da dati raccolti da singoli individui o gruppi di utenti molto piccoli.

Leggi la storia completa qui ...