Hangout limitato: Bill Gates e The Frame Game

Per favore, condividi questa storia!
Bill Gates è famoso per aver parlato con entrambi i lati della bocca su una questione per portarti a una conclusione falsa. No, Bill, i tuoi "vaccini" non hanno salvato milioni di vite. In effetti, su base netta, hanno ucciso molte più persone di quante ne avrebbero potuto salvare. Vediamo attraverso di te, Bill Gates. ⁃ Editore TN

Qualche settimana fa, all'incontro del World Economic Forum (WEF) a Davos, Bill Gates ha detto alcune cose sorprendenti. Nel corso dell'a Tavola rotonda di 56 minuti lo straordinario spacciatore di vaccini ha ammesso (a partire dalle 18:22) che i vaccini Covid non bloccano l'infezione e che la durata di qualunque protezione portino in tavola è estremamente breve.

Ha poi parlato (a partire dalle 51:00) dell'assurdità di attuare qualsiasi programma di passaporto Covid - e si può logicamente dedurre qualsiasi altra misura per separare i vaccinati dai non vaccinati - quando le iniezioni non hanno mostrato alcuna capacità di fare il minimo che uno dovrebbe aspettarsi da un vaccino: prevenire l'infezione e la trasmissione.

Queste ammissioni scalzano violentemente le feci di sotto le argomentazioni a favore delle più aggressive e dannose “misure di contenimento” del Covid adottate negli ultimi due anni, molte delle quali sono ancora perseguite con implacabile vigore da funzionari pubblici, amministratori delegati e pedagoghi “leader” in tutto il mondo.

Dobbiamo credere che Bill Gates abbia avuto l'impulso improvviso di minare tutto ciò che ha usato i suoi miliardi per promuovere senza pietà negli ultimi due anni? E che stava dando a tutti coloro che stavano attualmente portando avanti quei piani il permesso di dimettersi?

È un bel pensiero. Ma non credo che sia così.

No. Bill si stava semplicemente impegnando in una delle tecniche più collaudate e vere di gestione delle informazioni d'élite, il ritrovo limitato, o quello che preferisco chiamare una spinta a "salvare la cornice" di una discussione che sta rapidamente prendendo acqua.

Dal momento che Bill e molte delle persone con cui ha collaborato per imporre i vaccini sperimentali e spesso dannosi nel mondo, possiedono effettivamente o hanno donato indicibili somme di denaro a molti dei media più importanti del mondo, sapeva in anticipo che non lo avrebbe fatto. deve preoccuparsi molto che le sue parole siano ampiamente diffuse.

E così è stato. Solo relativamente piccoli raccoglitori di notizie indipendenti hanno preso atto di ciò che ha detto.

Allora a chi stava rivolgendo le sue parole e perché?

Stava parlando ai compagni veri credenti e fornendo loro un modello retorico per gestire la perdita della fede che alcuni tra i loro ranghi stanno avendo di fronte al terribile fallimento dei vaccini.

La chiave per comprendere il gioco del frame qui è la clausola che Gates ha pronunciato subito prima del "ma" con la quale ha introdotto le sue parole veritiere sui "vaccini", le pietose capacità di blocco delle infezioni e la breve durata dell'efficacia: "I vaccini hanno salvato milioni di vite .”

Coloro che hanno familiarità con il lavoro del linguista cognitivo George Lakoff o le attività del sondaggista e del cosiddetto paroliere politico Frank Luntz sapranno di cosa sto parlando.

Ciò che questi due uomini hanno in comune, nonostante le loro divergenti alleanze politiche, è la loro fede nello straordinario potere dell'inquadratura retorica; cioè, la tendenza del cervello umano a subordinare l'analisi attenta di dettagli provati empiricamente all'abbraccio di una metafora cognitiva globale che fa appello ai loro valori culturali ed emotivi più profondi, anche se spesso non dichiarati.

È la differenza tra, ad esempio: "Gli Stati Uniti hanno invaso l'Iraq con false pretese e l'hanno distrutto, uccidendo centinaia di migliaia di persone innocenti". e "Nei suoi sforzi per portare la democrazia in Iraq, gli Stati Uniti hanno commesso una serie di tragici errori".

Il primo afferma una palese verità empirica. Il secondo offusca quella cruda realtà e la subordina alla nobile visione, tanto apprezzata dagli americani quando contemplano il loro ruolo nel mondo, di un paese che aiuta costantemente le persone in tutto il mondo a migliorare le proprie vite.

E con l'imposizione diffusa di cornici mentali come questa attraverso i media, "puf!" vai a tutti i dettagli cruenti sul campo e, con essi, cosa più importante, la necessità di interrogare effettivamente ciò che abbiamo fatto e come potremmo cercare di riparare le vite che abbiamo rotto.

Tornando a Davos, Bill stava effettivamente dicendo ai suoi tirapiedi: “Sei in una grande crociata morale. Abbiamo avuto dei piccoli problemi lungo la strada, ma non mollare, perché il mondo ha bisogno di noi per continuare a essere eroici e salvare più vite”.

E con quella cornice cognitiva in atto, tutti i dubbi striscianti che il pubblico potrebbe avere su ciò che hanno fatto e sulla loro missione futura, scompaiono proprio così.

Vediamo la stessa mossa usata quando il governo degli Stati Uniti lega inevitabilmente l'apparente tramonto della pandemia all'uso dei vaccini. Ecco, ad esempio, ciò che il CDC ha detto alla CNN poco dopo aver revocato l'obbligo di testare i cittadini statunitensi prima di tornare a casa dai viaggi all'estero:

"La pandemia di Covid-19 è ora passata a una nuova fase, a causa dell'adozione diffusa di vaccini Covid-19 altamente efficaci, della disponibilità di terapie efficaci e dell'accumulo di alti tassi di immunità indotta da vaccini e infezioni nella popolazione livello negli Stati Uniti. Ognuna di queste misure ha contribuito a ridurre il rischio di malattie gravi e di morte negli Stati Uniti”.

Non è un caso che il primo fattore addotto per spiegare l'inizio di giorni più felici, quello che fa da cornice a tutto ciò che seguirà, sia "l'adozione diffusa di vaccini Covid-19 altamente efficaci".

L'obiettivo qui, come nel caso di Gates a Davos, è preservare, a fronte di abbondanti prove empiriche contrarie, il quadro che presenta la somministrazione forzata di vaccini come il grande uccisore della pandemia e donatore del nostro libertà vinte e di trasformare quel suggerimento in un fatto stabilito attraverso la ripetizione costante.

Leggi la storia completa qui ...

Informazioni sull'editor

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

2 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Elle

Bella spiegazione del doppio discorso di Gates of Hell.

Tuttavia, i predatori WEF/OMS/ONU possono dire tutto ciò che vogliono purché abbiano il FakeSM che esegue l'interferenza per loro. E lo fanno. Questi individui spregevoli hanno spietatamente illuminato a gas gli intenzionalmente ignoranti e apertamente stupidi in tutto il mondo. Negli Stati Uniti i funzionari che sono fermi perseguire ciecamente le tattiche covid politiche che non hanno più senso continueranno a fare lo stesso perché vengono pagati da un governo illegittimo di agenzie di alfabeto che non hanno problemi ad uccidere bambini – ogni giorno. La FDA ha votato SÌ per ucciderli.

I SOLDI. Questo è il loro dio.

Ultima modifica 5 mesi fa di Elle

[…] Hangout limitato: Bill Gates e The Frame Game […]