Il parlamento canadese conferma le azioni tiranniche di Trudeau

Per favore, condividi questa storia!
E proprio così, il Canada è caduto in un regime tirannico in piena regola. Non è stato solo Trudeau a capovolgere. Il Parlamento ha votato 185-151 per sostenere le sue azioni, istituzionalizzando sostanzialmente la distruzione di tutte le proteste e la libertà di parola. Gli Stati Uniti riceveranno presto rifugiati in cerca di asilo da Trudeau e dalla sua banda di scagnozzi. ⁃ Editore TN

Il parlamento canadese ha votato lunedì sera per approvare la mozione del primo ministro Justin Trudeau di invocare l'Emergencies Act con 185 voti favorevoli e 151 contrari.

Trudeau invocato la legge, una mossa senza precedenti, che la scorsa settimana ha ritenuto necessario dissipare le proteste pacifiche legate al movimento Freedom Convoy, che chiede la fine delle violazioni dei diritti civili da parte del governo Trudeau presumibilmente necessarie per combattere il coronavirus cinese. Al momento della stampa di lunedì, non esistono proteste attive di Freedom Convoy da nessuna parte in Canada.

La mozione per sostenere l'invocazione dei poteri di emergenza del primo ministro Justin Trudeau è stata votata lunedì alla Camera dei Comuni canadese, con il Partito Liberale e l'NDP e altri alleati che hanno ottenuto 181 voti per la mozione.

La mozione è stata contrastata dal Partito Conservatore del Canada (CPC) e dal separatista Bloc Quebecois (BQ) e dai loro alleati, che hanno votato contro con 151 voti, emittente CBC rapporti.

L'approvazione del provvedimento alla Camera dei Comuni è il primo passo verso la conferma dell'uso della legge, che attribuisce al governo poteri significativi.

L'Emergencies Act è stato invocato per la prima volta nella storia canadese per fermare le proteste di Freedom Convoy in tutto il paese, che includevano il blocco dei valichi di frontiera in Ontario, Manitoba e Alberta, sebbene tutti i blocchi di confine siano terminati prima che l'Emergencies Act fosse formalmente invocato la settimana scorsa.

Invece, l'atto è stato ampiamente utilizzato pulire campo proteste nella capitale del Canada Ottawa durante il fine settimana ed era abituato congelare i conti correnti bancari di quelli legati al protesto. È stato anche utilizzato per costringere le aziende di carri attrezzi a rimuovere i camion a Ottawa che occupavano l'area intorno agli edifici del parlamento dopo che il governo aveva avuto problemi assunzione carri attrezzi in precedenza, poiché molti avrebbero rifiutato.

All'inizio della giornata di lunedì, il primo ministro Trudeau ha difeso il suo uso continuato dell'Emergencies Act, nonostante tutte le proteste fossero state cancellate o si fossero concluse prima della sua invocazione.

“Questo stato di emergenza non è finito. Continuano a esserci reali preoccupazioni per i prossimi giorni", ha detto Trudeau e ha aggiunto, "Le persone [sono] là fuori a indicare che sono pronte al blocco, a continuare le loro occupazioni illegali per sconvolgere la vita dei canadesi. Riteniamo che questa misura debba rimanere in vigore".

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

8 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

[…] Leggi l'articolo originale […]

Rick a Phoenix

Mi sciocca vedere il voto in Parlamento, pubblicato su Youtube, che ha portato all'approvazione del "War Measures Act"/aka Emergency Power Act. Non pensavo che sarebbe passato... ma dimostra quante Lib stanno partecipando alla Globalocrazia. Ho dovuto ridacchiare cupamente al commento sui rifugiati canadesi. Durante la rivolta dei camionisti, ero consapevole che questo sarebbe potuto finire in un disastro e così è stato. Allo stesso modo, anche la prevista versione americana provocherà una sorta di disastro... il che ha rinvigorito il mio pensiero su come resistere. Si scopre che orwell.city sta ricercando il... Per saperne di più »

[…] E proprio così, il Canada è caduto in un regime tirannico in piena regola. Non è stato solo Trudeau a capovolgere. Il Parlamento ha votato 185-151 per sostenere le sue azioni, istituzionalizzando sostanzialmente la distruzione di tutte le proteste e la libertà di parola. Gli Stati Uniti riceveranno presto rifugiati in cerca di asilo da Trudeau e dalla sua banda di scagnozzi. Notizie sulla tecnocrazia […]

elle

Schwab è corretto per un cambiamento. Lui e i suoi YGL si sono infiltrati in almeno 1/2 del governo della CN. La maggior parte sono nel gabinetto di Trudeau. Il resto stanno facendo soldi con i ritorni covid, i ritorni a CN che lo stesso Trudeau ha creato con le compagnie farmaceutiche.

Trudeau è davvero la PICCOLA puttana di GRANDI farmacie.

Pulcino del deserto

Negli anni '1960, le persone andavano in Canada per evitare di dover entrare nel tritacarne del Vietnam. Oggi, persone dal Canada verranno negli Stati Uniti per evitare la tirannia di Castro Jr e del suo compagno nazista Freeland, e dei loro Handlers!

Diane

MOLTO INTERESSANTE ! Questo è il motivo per cui Justin Trudeau ha appena abbandonato la dichiarazione dell'#EmergencyAct
Tutto ha senso ora. 
#IDDigitale
https://theconservativetreehouse.com/blog/2022/02/23/boom-trudeau-reversal-motive-surfaces-canadian-banking-association-was-approved-by-world-economic-forum-to-lead-the-digital-id-creation/

[…] Il Parlamento canadese conferma le azioni tiranniche di Trudeau […]

Pabloz

Potevo solo scuotere la testa incredulo. Oggi ha affermato che la guerra di Putin è stata una guerra contro la libertà e la democrazia. Voglio dire ciao la scorsa settimana il tuo paese. Ha visto una svastica e si è arrabbiato. Ma vede un'intera brigata di azov. Manda loro delle pistole. La franca citazione di Zappa L'illusione della democrazia è più azzeccata che mai