Breggin: il rapimento globale della medicina americana trasforma gli ospedali in campi di sterminio

Per favore, condividi questa storia!
È imperativo per gli americani riconoscere che la tecnocrazia globale è il pericolo chiaro e presente per tutta la società e costringere i responsabili politici a rifiutare tutte le politiche dei tecnocrati su tutta la linea. L'assalto pandemico è solo la prima ondata di attacchi di un colpo di stato più ampio per lanciare il Great Reset entro il 2030. Il tempo stringe. ⁃ Editore TN

Le campagne terroristiche, il bullismo, gli ordini arbitrari e in continua evoluzione provenienti dall'Organizzazione Mondiale della Sanità e dalle nostre amministrazioni federali e statali hanno portato alla distruzione del sistema sanitario americano di livello mondiale.

Negli Stati Uniti, a marzo 2020, ci è stato detto che dovevamo chiudere per due settimane per proteggere i nostri ospedali dall'essere inondati di pazienti malati e morenti di covid-19. Ci è stato anche detto in modo assertivo la nuova pandemia potrebbe causare fino a 2.2 milioni di morti solo negli Stati Uniti. Quel modello era difettoso all'inizio. Autore Neil Ferguson del Imperial College di Londra era noto per i suoi precedenti “stime di morte sensazionali dovute al morbo della mucca pazza, all'influenza aviaria e all'influenza suina.” Tre strike e avrebbe dovuto essere eliminato. Invece di eliminarlo, il suo modello imperfetto ha fornito gran parte della giustificazione per stabilire e far rispettare le regole draconiane di blocco.

Da allora, i cittadini sono stati traditi più e più volte dal sistema sanitario pubblico, rappresentanti della medicina e della salute pubblica negli Stati Uniti, tra cui Anthony Fauci, Deborah Birx, direttori del CDC, NIH e dirigenti del Dipartimento della salute e dei servizi umani . Abbiamo appreso di molteplici tradimenti e manipolazioni di dati da riviste mediche internazionali, università, centri medici e funzionari della sanità pubblica. La prevenzione e i trattamenti della pandemia sono stati ordinati dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, un'agenzia specializzata istituita dalle Nazioni Unite per proteggere la salute globale e coordinare le questioni sanitarie internazionali, comprese le epidemie o le pandemie.

Se i professionisti medici avessero mantenuto la linea, avessero sostenuto la loro etica e il giuramento di Ippocrate, avessero richiesto trattamenti razionali per i loro pazienti e si fossero opposti al bullismo da parte dei loro amministratori e funzionari statali della sanità pubblica, la qualità dell'assistenza sanitaria locale sarebbe stata preservata, e la fredda e spietata qualità delle "cure" mediche della catena di montaggio sarebbe stata respinta.

In America, con tutte le sue tutele dei diritti dei pazienti, ci sono casi di crisi di pazienti molto malati ricoverati in pericolo di vita negli ospedali del paese le cui famiglie richiedono interventi medici per i sintomi del covid-19. Gli ospedali hanno rifiutato le richieste della famiglia e le richieste del medico personale per i migliori trattamenti disponibili.

Ci sono casi in cui gli ospedali impongono ai pazienti ordini di non rianimare, nonostante la famiglia e il paziente li rifiutino. Alcuni casi sono stati vinti in tribunale, e i pazienti sono stati salvati dalla pre-morte dalle cure che i tribunali hanno ordinato agli ospedali di fornireAltri pazienti erano morti quando niente ha spostato l'ospedale cambiare il suo corso d'azione.

"È nichilismo terapeutico dire che i medici non possono fare nulla", ha detto il dottor Paul Marik. "Le cure di supporto non sono affatto cure". Il dottor Marik, sessantatré anni, è il professore dotato presso la Eastern Virginia Medical School e un ricercatore clinico di fama mondiale. È stato descritto come “Il medico di terapia intensiva più pubblicato d'America [che] ha fatto alcune delle più grandi scoperte della pandemia, salvando innumerevoli vite in tutto il mondo. "

Come documentato meticolosamente nel nostro libro COVID-19 e i predatori globali: siamo la preda, coraggiosi medici di coscienza stavano sviluppando piani di trattamento precoci che prevenissero il peggiore dei processi della malattia covid-19, mantenendo i pazienti al sicuro a casa e in fase di guarigione. Due percorsi principali di trattamento si sono evoluti attraverso la brillantezza e la tenacia di medici eroici: idrossiclorochina con zinco, azitromicina, ivermectinaaltri supplementi. Si sono rivelati farmaci miracolosi che, una volta somministrati, hanno portato al recupero da alcuni dei sintomi peggiori e mortali che hanno portato i pazienti negli ospedali, sui ventilatori e soffocati dalla mancanza di ossigeno. Sono stati sviluppati ulteriori piani di trattamento e tutti i piani sono consolidati, mantenuti e aggiornati dal Fondazione verità per la salute.

Grace Schara era una giovane donna di diciannove anni con la sindrome di Down. Suo padre, Scott Schara, era l'avvocato del paziente di Grace ai sensi dell'Americans with Disabilities Act, quindi è stato in grado di stare con lei quando è stata ricoverata in ospedale per covid nel settembre 2021. Nonostante tutti gli sforzi del padre, "se avesse saputo allora quello che sa ora, sua figlia sarebbe ancora viva. Non riesce a spiegare perché un ospedale dovrebbe dettare le cure sulla base di apparecchiature mediche difettose, isolare Grace dai sostenitori dell'ADA, impedirle di mangiare al punto da aver bisogno di un sondino per l'alimentazione, trattenerla, etichettare unilateralmente il suo DNR, somministrare un sedativo in terapia intensiva per un lungo periodo tempo e infine combinarlo con narcotici che hanno rapidamente posto fine alla sua vita ", ha detto un rapporto nel New American. "Sono d'accordo che i farmaci hanno ucciso tua figlia", è stato detto a Scott da un intensivista dopo una revisione dei suoi record. “Quello che è successo a Grace è terribile e scandaloso; sfortunatamente, questo è ciò che sta accadendo in tutto il paese. Gli ospedali sono diventati luoghi pericolosi per i pazienti”. Dalla sua morte, suo padre ha continuato a parlare degli abusi, dell'abbandono e del danno totale causato dall'ospedale in cui è morta Grace e ha sostenuto il ritorno al trattamento incentrato sul paziente.

Nicole Sirotek è un'infermiera di volo registrata addestrata per supervisionare un ventilatore e ha lavorato a maggio 2020 in prima linea a New York City al culmine della prima ondata di ricoveri per covid-19. È rimasta inorridita dalle morti a cui ha assistito in due ospedali che, secondo lei, erano dovute a "cattiva gestione medica" e "grave negligenza". Ha emesso un video di ventiquattro minuti dettagliando le morti mal gestite a cui stava assistendo e che fu successivamente lascia andare i suoi doveri. Da allora ha fondato Infermieri americani in prima linea. lei testimoniato nel gennaio del 2022 davanti al pannello del senatore Ron Johnson al Senato degli Stati Uniti.

Peter A. McCullough MD, MPH, è un internista, cardiologo ed epidemiologo. È un medico curante per i pazienti con covid e ora anche per i pazienti che hanno sviluppato reazioni avverse alle vaccinazioni contro il covid. Ha affermato, "il corpo umano ha un incredibile sistema di molecole di riconoscimento della superficie cellulare chiamato il complesso maggiore di istocompatibilità (MHC), che è progettato per consentire alle nostre cellule immunitarie di riconoscere le nostre cellule sane da agenti patogeni come batteri o altri microrganismi invasori . Con i vaccini genetici, in particolare l'mRNA, per la prima volta le cellule umane sono costrette a produrre una proteina spike altamente anormale e patogena. Il corpo reagisce a questo quasi immediatamente con un attacco a qualsiasi cellula che ha assorbito l'mRNA ed esprime la proteina spike. "

I pazienti subiscono gravi lesioni e, troppo spesso, la morte per aver ricevuto le vaccinazioni sperimentali covid mRNA o DNA, che sono state trasferite attraverso la FDA sulla base di un'autorizzazione all'uso di emergenza. Un numero crescente di ricerca documenti che documentano i danni e le lesioni da vaccinazione covid sono stati pubblicati. Una delle pubblicazioni più recenti è stata scritta dalla professoressa del MIT Stephanie Seneff insieme ad altri tre coautori, tra cui Peter A. McCullough, MD. Afferma in parte: “I vaccini mRNA SARS-CoV-2 sono stati immessi sul mercato in risposta alle crisi di salute pubblica del covid-19. L'utilizzo dei vaccini mRNA nel contesto delle malattie infettive non ha precedenti. Le numerose alterazioni nell'mRNA del vaccino nascondono l'mRNA dalle difese cellulari e promuovono un'emivita biologica più lunga e un'elevata produzione della proteina spike. Tuttavia, la risposta immunitaria al vaccino è molto diversa da quella di un'infezione da SARS-CoV-2. In questo carta, presentiamo prove che la vaccinazione induce una profonda compromissione della segnalazione dell'interferone di tipo I, che ha diverse caratteristiche conseguenze negative per la salute umana. "

Molti di questi stessi medici coraggiosi e altri infermieri coraggiosi e operatori sanitari curanti sono stati minacciati e accusati nei loro stati di origine di disinformazione e altre pretese citazioni da parte delle commissioni mediche statali.

I dottori di coscienza ovunque sono diventati l'unico ostacolo al grande piano vaccinale. Se i primi trattamenti fossero stati consentiti e incoraggiati dallo stato e dal governo federale, i nuovi vaccini mRNA e DNA mai provati non sarebbero mai stati rilasciati. Una volta rilasciati, sarebbero stati richiamati entro un mese o due a causa del numero senza precedenti di feriti e decessi correlati al vaccino.

La corruzione dei trattamenti covid e della cura dei pazienti covid si è riversata sull'assistenza clinica e ospedaliera non covid? Sì.

A livello di terra, i pazienti riferiscono modelli di mancanza di rispetto da parte di medici, infermieri e altri operatori sanitari. Ho sentito diverse segnalazioni di pazienti che sono stati castigati verbalmente per non essere stati vaccinati o per aver usato idrossiclorochina o ivermectina. Molti medici che lavoravano in questo stato blu di New York se ne sono andati a causa dei mandati di vaccinazione dei dipendenti. Ci sono carenze infermieristiche.

In una clinica locale, il personale del front office e le infermiere chiamano l'infermiera praticante "dottore", sebbene la sua più alta credenziale sia un Master of Science in Infermieristica. Questa non è una cosa da poco. È una frode e una violazione diretta della carta dei diritti dei pazienti dello stato. Laddove prima si facevano sforzi per accogliere la famiglia o gli amici del paziente, ora sono a malapena tollerati o rifiutati del tutto.

Diritti dei pazienti e altri impegni di attenzione alle cure individuali devono ancora essere offerte e i pazienti sono tenuti a firmare un documento di cui è stata offerta loro una copia, ma le regole vengono spesso violate.

Peggio sono i veri e propri maltrattamenti dei pazienti. Un paziente oncologico ricoverato su un deambulatore con gravi complicazioni post-chirurgiche addominali è stato dimesso. Quando il suo familiare non è arrivato "abbastanza rapidamente", le è stato ordinato di salire su un MedVan, un trasporto medico non di emergenza. Era fisicamente compromessa, non mobile e spaventata dall'autista, che era ad alta voce e verbalmente offensivo.

Un altro paziente che ha avuto problemi di mobilità improvvisamente emergenti nella parte bassa della schiena è stato ignorato dal suo internista primario per diverse settimane quando ha richiesto un rinvio a un neurologo. Dopo molteplici richieste, alla fine è stata organizzata la neurologia e la risonanza magnetica della colonna vertebrale è stata vista da un chirurgo che ha raccomandato un intervento chirurgico per il paziente senza eseguire alcun esame fisico. La maggior parte delle persone con cui parlo post-covid è diventata detestata per vedere il proprio medico o cercare aiuto in un ospedale.

Il nostro sistema sanitario malconcio e rotto può essere riparato, ma dobbiamo respingere il pericoloso e dannoso controllo autoritario diretto dalle agenzie federali e internazionali durante la pandemia.

Invece, l'attuale amministrazione statunitense sta attivamente aiutando a realizzare la brama di potere dell'OMS sulle nazioni sovrane. James Roguski ha scritto a Colonna sottomagazzino documentare gli emendamenti proposti da un burocrate presso il Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti. Questi emendamenti saranno votati dal 22 al 28 maggio di quest'anno alla 75a Assemblea Mondiale della Sanità (l'organo di governo dell'OMS). Questi emendamenti stabiliscono una gerarchia di autorità ancora più forte, con l'OMS al vertice e superiore a qualsiasi nazione o stato.

Gli emendamenti conferiscono all'OMS poteri esecutivi per qualsiasi problema relativo alla salute che potrebbe costituire o sospettare di diventare un'emergenza. Abdicano all'autorità nazionale e al controllo dell'assistenza sanitaria statunitense.

Nel frattempo, il preambolo della Costituzione dell'Organizzazione Mondiale della Sanità codifica principi sanitari così ampi che l'OMS diventa completamente armata per ordinare gli stati-nazione e intraprende azioni esecutive che non sono definite, se gli stati si rifiutano di collaborare. L'OMS, e il suo più grande sostenitore, Cina, sono stati abbracciati con veemenza soluzioni totalitarie alla crisi sanitaria covid e ancora difendere le loro azioni.

Un'altra misura comune ma più drastica è stata preparata dal Direttore Generale dell'OMS Tedros. L'OMS sta incoraggiando le nazioni del mondo a concludere trattati legalmente vincolanti con l'agenzia delle Nazioni Unite, affidando interamente i loro sistemi sanitari alla governance dell'OMS. L'OMS diventerebbe l'autorità centrale dell'assistenza sanitaria mondiale, chiamata One Health, che tratterebbe tutti i cittadini come uguali agli animali e all'ambiente.

Queste due misure - in primo luogo, approvare gli emendamenti degli Stati Uniti per autorizzare l'OMS a indagare sui sospetti pericoli per la salute in qualsiasi paese indipendentemente dai suoi desideri dichiarati e, in secondo luogo, concludere trattati con il maggior numero possibile di paesi per cedere la propria sovranità sanitaria all'OMS - finiranno per erodere la sovranità di tutte le nazioni del mondo, lasciando che i predatori globali sfruttino tutti noi.

Abbiamo tutti avuto un assaggio della medicina totalitaria durante la recente pandemia e stiamo assistendo alla sua continua distruttività. A meno che il nostro governo non rifiuti di essere consumato da questa agenzia delle Nazioni Unite, gli Stati Uniti e tutti i suoi cittadini all'interno saranno ridotti in schiavitù da globalisti non eletti e le nostre precedenti libertà sanitarie non ci saranno mai restituite.


Il famoso psichiatra e riformatore medico Peter R. Breggin MD e il giornalista Ginger Breggin sono coautori del libro Covid-19 e i predatori globali: siamo noi la preda. È un'indagine straordinaria, documentata con più di mille note a piè di pagina, sulla corruzione trasformativa delle multinazionali farmaceutiche, del governo federale e delle élite globali guidate dal World Economic Forum, che ha orchestrato una pandemia mortale per la ricchezza e il potere. La coppia continua la loro indagine con una nuova serie sulla "strategia per conquistare il mondo mentre il mondo è cullato dal temporaneo allentamento delle restrizioni covid-19". Ginger Ross Breggin è l'autore principale di questo saggio. Puoi seguire il loro lavoro su RESCUE.

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

6 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

[…] Leggi di più: Breggin: il rapimento globale della medicina americana trasforma gli ospedali in campi di sterminio […]

[…] Leggi di più: Breggin: il rapimento globale della medicina americana trasforma gli ospedali in campi di sterminio […]

Documento interessato

Sono un medico in pensione che, 20 anni fa, ha iniziato ad avvertire i miei colleghi che, se tutti non ci fossimo opposti al governo e agli assicuratori sanitari privati, un giorno saremmo stati tutti dipendenti di ospedali, cliniche o agenzie governative e saremmo stati costretti ad accettare le linee guida pratiche ordinate dai nostri datori di lavoro. Diventeremmo essenzialmente lavoratori stipendiati della catena di montaggio tenuti a vedere un minimo di pazienti in un periodo di 8 ore, con il risultato finale di fondamentale importanza. La priorità della cura del paziente e "l'arte della medicina" sarebbero cose del passato. Tutte le procedure e i trattamenti medici sarebbero... Per saperne di più »

[…] Fonte Notizie sulla tecnocrazia maggio […]

[…] Breggin: il rapimento globale della medicina americana trasforma gli ospedali in campi di sterminio […]

[…] Il rapimento globale della medicina americana trasforma gli ospedali in campi di sterminio […]