Progetto di testo verde del New Deal proposto per 116th Congress

New Deal verde
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
I sostenitori del New Deal di Radical Green non hanno perso tempo nel loro tentativo di impadronirsi dell'agenda legislativa alla Camera dei rappresentanti. È uno sviluppo sostenibile radicalizzato e più estremo di qualsiasi altra cosa vista prima al Congresso. ⁃ Editor TN

PROGETTO DI TESTO PER L'ADDENDUM PROPOSTO ALLE REGOLE DELLA CASA PER IL CONGRESSO 116TH DEGLI STATI UNITI

SEC. [_____]. COMITATI, COMMISSIONI E UFFICI DELLA CASA.

(a) Istituzione del comitato ristretto per un nuovo affare verde.

(1) STABILIMENTO; COMPOSIZIONE.-

(A) STABILIMENTO. — Viene istituito un Comitato ristretto per un New Deal verde (di seguito in questa sezione denominato "comitato ristretto").

(B) COMPOSIZIONE — Il comitato ristretto sarà composto da 15 membri nominati dal Presidente, di cui 6 possono essere nominati su raccomandazione del Leader della minoranza. Il Presidente designerà un membro del comitato ristretto come suo presidente. Un posto vacante nella composizione del comitato ristretto deve essere coperto allo stesso modo della nomina originale.

(2) GIURISDIZIONE; FUNZIONI.

(A) GIURISDIZIONE LEGISLATIVA.

(i) Il comitato selezionato avrà l'autorità di sviluppare un dettagliato piano nazionale, industriale, di mobilitazione economica (di seguito in questa sezione denominato "Piano per un New Deal verde" o "Piano") per la transizione degli Stati Uniti l'economia per rendere neutre le emissioni di gas a effetto serra e attirare in modo significativo i gas a effetto serra dall'atmosfera e dagli oceani e promuovere la giustizia e l'uguaglianza economica e ambientale. A seguito di quanto precede, il Piano dovrà: (a) essere preparato in consultazione con esperti e leader di imprese, lavoro, governi statali e locali, nazioni tribali, università e gruppi e comunità della società civile ampiamente rappresentativi; (b) guidato dal governo federale, in collaborazione, co-creazione e partenariato con imprese, lavoro, governi statali e locali, nazioni tribali, istituti di ricerca e gruppi e comunità della società civile; (c) essere eseguito entro e non oltre 10 anni dall'inizio dell'esecuzione di tale Piano; (d) offrire opportunità di lavoro ad alto reddito, imprenditorialità e proprietà cooperativa e pubblica; e (e) inoltre, rispondere alle e in conformità con gli obiettivi e le linee guida relative alla giustizia sociale, economica, razziale, regionale e di genere e all'uguaglianza di cui al paragrafo (6).

(ii) Oltre a preparare il Piano come indicato nel paragrafo (2) (A) (i), il comitato selezionato elabora un progetto di legge per l'attuazione del Piano (di seguito in questa sezione denominato "progetto di legge" ), conformemente a questa sezione. Tale progetto di legge può essere preparato in concomitanza con lo sviluppo del Piano, o come altrimenti ritenuto appropriato dal comitato ristretto, a condizione che tale progetto di legge finalizzato sia completato secondo i tempi stabiliti nel paragrafo (5) (B) (ii) ).

(iii) Il comitato selezionato non ha giurisdizione legislativa e non ha l'autorità per intraprendere azioni legislative su qualsiasi disegno di legge o risoluzione, a condizione che quanto precede non pregiudichi la capacità del comitato selezionato di preparare progetti di legge in conformità con il paragrafo (2) (A ) (i) e (2) (A) (ii).

(B) GIURISDIZIONE INVESTIGATIVA. - In attuazione del mandato di cui al paragrafo (2) (A), il comitato ristretto avrà l'autorità di indagare, studiare, fare scoperte, convocare esperti e leader dell'industria, del mondo accademico, delle comunità locali, lavoro, finanza, tecnologia e qualsiasi altra industria o gruppo che il comitato ristretto ritenga essere una risorsa rilevante. Il comitato ristretto può, a sua discrezione e secondo quanto ritenuto opportuno dai suoi membri, tenere udienze pubbliche in relazione a qualsiasi aspetto delle sue funzioni investigative.

(3) PROCEDURA.

(A) Salvo quanto specificato nel paragrafo (2), il comitato ristretto avrà le autorità e le responsabilità di, e sarà soggetto alle stesse limitazioni e restrizioni di un comitato permanente della Camera, e sarà considerato un comitato della Casa per tutti gli scopi di legge o regola.

(B) (i) Regole [da confermare con riferimento al pacchetto complessivo delle Regole della Camera] (Organizzazione dei comitati) e [da confermare con riferimento al pacchetto complessivo delle Regole della Casa] (Procedure di comitati e affari incompiuti) si applicano alla selezione comitato ove non in contrasto con la presente risoluzione.

(ii) Il servizio nel comitato selezionato non deve essere conteggiato nei limiti del servizio di comitato o sottocomitato nella Regola [da confermare in riferimento al pacchetto complessivo delle Regole della Camera] (Organizzazione dei Comitati).

(4) FINANZIAMENTI. — Per consentire al comitato ristretto di realizzare gli scopi di questa sezione—

(A) Il comitato selezionato può avvalersi dei servizi del personale della Camera e può, a sua discrezione e come i suoi membri ritengono opportuno, utilizzare i servizi di consulenti esterni o esperti a supporto del proprio mandato;

(B) Il comitato ristretto sarà eleggibile per il finanziamento provvisorio ai sensi della clausola [da confermare con riferimento al pacchetto generale delle regole della casa] del regolamento [da confermare con riferimento al pacchetto generale delle regole della casa] (Finanziamento provvisorio - Organizzazione dei comitati); e

(C) Senza limitare quanto precede, il comitato ristretto può, in qualsiasi momento e di volta in volta nel corso del suo mandato, richiedere all'Assemblea un budget dedicato aggiuntivo per espletare il proprio mandato.

(5) RELAZIONE INTERMEDIA; PRESENTAZIONE DEL PIANO DI UNA NUOVA OFFERTA VERDE; PRESENTAZIONE DEL PROGETTO DI LEGISLAZIONE

(A) Il comitato ristretto può riferire alla Camera o a qualsiasi Commissione della Camera che ritenga opportuno di volta in volta i risultati delle sue indagini e studi, insieme a tali risultati dettagliati e raccomandazioni provvisorie o piano proposto o progetto di legge (o parte di esso) come può ritenere opportuno.

(B) (i) Il comitato selezionato dovrà completare il Piano per un New Deal verde entro una data non superiore a gennaio 1, 2020.

(ii) Il comitato selezionato deve completare il progetto di legge finalizzato entro una data non successiva alla data che è 90 giorni di calendario dopo che il comitato selezionato ha completato il Piano in conformità con il paragrafo (5) (B) (i) e, in qualsiasi evento, entro e non oltre marzo 1, 2020.

(iii) Il comitato selezionato assicurerà e farà in modo che il Piano e il progetto di legge preparati in conformità con la presente sezione, al termine in conformità con i paragrafi (5) (B) (i) e (ii), siano messi a disposizione del pubblico in formati ampiamente accessibili (incluso, a titolo esemplificativo, tramite almeno un sito Web dedicato e una pubblicazione stampata) entro una data non oltre i giorni di calendario 30 successivi alle rispettive date di completamento di cui ai paragrafi (5) (B) (i ) e (ii).

(6) AMBITO DEL PIANO PER UNA NUOVA OFFERTA VERDE E IL PROGETTO DI LEGISLAZIONE.

(A) Il Piano per un New Deal verde (e il progetto di legge) devono essere sviluppati con l'obiettivo di raggiungere i seguenti risultati all'interno della finestra obiettivo di 10 anni dall'inizio dell'esecuzione del Piano:

  1. Espandere drasticamente le fonti di energia rinnovabili esistenti e implementare nuove capacità produttive con l'obiettivo di soddisfare l'100% della domanda di energia nazionale attraverso fonti rinnovabili;
  2. costruzione di una rete nazionale, efficiente dal punto di vista energetico, "intelligente";
  3. potenziamento di ogni edificio residenziale e industriale per efficienza energetica, comfort e sicurezza all'avanguardia;
  4. eliminare le emissioni di gas serra dalle industrie manifatturiere, agricole e di altro tipo, anche investendo nell'agricoltura su scala locale nelle comunità di tutto il paese;
  5. eliminare le emissioni di gas a effetto serra da, riparare e migliorare i trasporti e altre infrastrutture e migliorare le infrastrutture idriche per garantire l'accesso universale all'acqua pulita;
  6. finanziamento di ingenti investimenti nella riduzione dei gas a effetto serra;
  7. rendere la tecnologia, l'industria, le competenze, i prodotti e i servizi "verdi" un'importante esportazione degli Stati Uniti, con l'obiettivo di diventare il leader indiscusso internazionale nell'aiutare gli altri paesi a passare a economie completamente neutre rispetto ai gas a effetto serra e realizzare un New Deal verde globale.

(B) Il Piano per un Green New Deal (e la bozza di legislazione) deve riconoscere che una mobilitazione economica nazionale, industriale, di questa portata e scala è un'opportunità storica per eliminare virtualmente la povertà negli Stati Uniti e per creare prosperità, ricchezza e sicurezza economica a disposizione di tutti coloro che partecipano alla trasformazione. A sostegno di quanto precede, il Piano (e il progetto di legge) dovrà:

  1. offrire a tutti i membri della nostra società, in tutte le regioni e tutte le comunità, l'opportunità, la formazione e l'istruzione per partecipare pienamente e in modo equo alla transizione, anche attraverso un programma di garanzia del lavoro per assicurare un lavoro salariato a tutti coloro che lo desiderano;
  2. diversificare le economie locali e regionali, con particolare attenzione alle comunità in cui l'industria dei combustibili fossili detiene un controllo significativo sul mercato del lavoro, per garantire ai lavoratori gli strumenti, le opportunità e l'assistenza economica necessari per avere successo durante la transizione energetica;
  3. richiedere una forte applicazione del lavoro, della sicurezza sul posto di lavoro e degli standard salariali che riconoscano i diritti dei lavoratori di organizzarsi e di sindacalizzarsi liberi da coercizione, intimidazione e molestia e creazione di occupazione significativa, di qualità e professionale;
  4. garantire una `` giusta transizione '' per tutti i lavoratori, le comunità a basso reddito, le comunità di colore, le comunità indigene, le comunità rurali e urbane e le comunità in prima linea più colpite dai cambiamenti climatici, dall'inquinamento e da altri danni ambientali, anche assicurando che l'attuazione locale di la transizione è guidata dal livello di comunità e dando priorità alle soluzioni che pongono fine ai danni che le comunità in prima linea devono affrontare a causa del cambiamento climatico e dell'inquinamento ambientale;
  5. proteggere e far rispettare i diritti sovrani e i diritti fondiari delle nazioni tribali;
  6. mitigare le disuguaglianze razziali, regionali e di genere profondamente radicate nel reddito e nella ricchezza (incluso, a titolo esemplificativo, garantire che gli investimenti federali e di altro genere vengano equamente distribuiti a comunità storicamente povere, a basso reddito, deindustrializzate o emarginate in modo tale da creare ricchezza e proprietà a livello di comunità);
  7. includere misure aggiuntive quali programmi di reddito di base, programmi di assistenza sanitaria universale e qualsiasi altro che il comitato ristretto ritenga opportuno promuovere la sicurezza economica, la flessibilità del mercato del lavoro e l'imprenditorialità; e
  8. coinvolgere profondamente i sindacati nazionali e locali affinché assumano un ruolo guida nel processo di formazione professionale e impiego dei lavoratori.

(C) Il Piano per un Green New Deal (e la bozza di legislazione) deve riconoscere che le strutture pubbliche innovative e di finanziamento di altro tipo sono una componente cruciale per il raggiungimento e la promozione degli obiettivi e delle linee guida relative alle questioni sociali, economiche, razziali, regionali e di genere giustizia e uguaglianza e proprietà cooperativa e pubblica di cui ai paragrafi (2) (A) (i) e (6) (B). Il Piano (e il progetto di legge) dovrà, di conseguenza, garantire che la maggior parte del finanziamento del Piano sia realizzato dal governo federale, utilizzando una combinazione della Federal Reserve, una nuova banca pubblica o un sistema di banche pubbliche regionali e specializzate, fondi di venture capital pubblici e altri veicoli o strutture che il comitato ristretto ritenga appropriati, al fine di garantire che gli interessi e gli altri ritorni di investimento generati dagli investimenti pubblici effettuati in relazione al Piano siano restituiti alla tesoreria, ridurre il carico dei contribuenti e consentire investimento.


DOMANDE FREQUENTI

Perché abbiamo bisogno di un ampio programma di investimenti Green New Deal? Perché non possiamo semplicemente fare affidamento solo su regolamenti e tasse, come una tassa sul carbonio o un eventuale divieto sui combustibili fossili?

  • Le normative e le tasse possono, infatti, cambiare alcuni comportamenti. È certamente possibile sostenere che, se avessimo messo in atto normative mirate e aumentando progressivamente le tasse sul carbonio e tasse simili diversi decenni fa, l'economia avrebbe potuto trasformarsi ormai. Ma che sia vero o no, non l'abbiamo fatto e ora il tempo è scaduto.
  • Data l'entità della sfida attuale, gli strumenti di regolamentazione e fiscalità, usati isolatamente, non saranno sufficienti per realizzare rapidamente e senza intoppi la trasformazione che dobbiamo vedere.
  • In poche parole, non dobbiamo semplicemente smettere di fare alcune cose che stiamo facendo (come usare i combustibili fossili per esigenze energetiche); dobbiamo anche iniziare a fare cose nuove (come la revisione di interi settori o l'adeguamento di tutti gli edifici per l'efficienza energetica). Iniziare a fare cose nuove richiede un investimento iniziale. Allo stesso modo in cui un'azienda che sta cercando di cambiare il modo in cui opera può avere bisogno di fare grandi investimenti di capitale in anticipo oggi per ottenere benefici futuri (ad esempio, costruire un nuovo stabilimento per aumentare la produzione o acquistare totalmente nuovo hardware e software modernizzare il suo sistema IT), un paese che sta cercando di cambiare il modo in cui funziona la sua economia dovrà fare grandi investimenti oggi per far ripartire e sviluppare nuovi progetti e settori per alimentare la nuova economia.
  • Il progetto di risoluzione stabilisce un elenco (non esaustivo) di numerosi importanti progetti che devono essere completati rapidamente. Questi includono l'upgrade praticamente di ogni casa e edificio per l'efficienza energetica, la costruzione di un sistema di generazione di energia neutra ai gas serra 100%, l'industria della decarbonizzazione e l'agricoltura e altro ancora. Questi progetti richiederanno tutti investimenti.
  • Non stiamo dicendo che non c'è posto per la regolamentazione e le tasse (e questi continueranno ad essere strumenti importanti); stiamo dicendo che dobbiamo aggiungere alcuni nuovi strumenti al toolkit.

Perché il governo dovrebbe avere un ruolo importante nel guidare e fare gli investimenti necessari? Perché non incentivare il settore privato a investire attraverso, ad esempio, sussidi fiscali e simili?

  • Due motivi principali: scala (1) e tempo (2).
  • Primo: scala. Il livello di investimento richiesto sarà enorme. Anche se tutti i miliardari e le aziende si unissero e fossero disposti a riversare tutte le risorse a loro disposizione in questo investimento, il valore aggregato degli investimenti che potrebbero fare non sarebbe sufficiente. Ad esempio, il piano "$ 1 trilione in 10 anni" per gli investimenti nell'economia verde che è stato lanciato da alcuni responsabili politici è stato criticato dagli esperti di clima come un livello di investimento del tutto inadeguato - $ 1 trilione è l'intera capitalizzazione di mercato di Amazon, una delle più grandi aziende di tutti i tempi (ed è molto più avanti dei suoi concorrenti più vicini in termini di dimensioni del mercato).
  • Seconda volta. La velocità degli investimenti richiesti sarà enorme. Anche se tutti i miliardari e le aziende potessero fare gli investimenti richiesti, non sarebbero in grado di mettere insieme una risposta coordinata nel ristretto lasso di tempo necessario per avviare nuovi grandi progetti e nuovi importanti settori.
  • Gli orizzonti temporali contano in un altro modo: per loro natura, le società private sono diffidenti nel fare investimenti massicci in ricerca e tecnologie non provate; il governo, tuttavia, ha l'orizzonte temporale per poter effettuare pazientemente investimenti in nuove tecnologie e R&S, senza necessariamente avere in mente un risultato commerciale o un'applicazione al momento dell'investimento. I principali esempi di investimenti governativi nella "nuova" tecnologia che successivamente hanno stimolato un boom nella sezione privata includono i progetti DARPA, la creazione di Internet e, forse più recentemente, l'investimento del governo in Tesla.
  • Abbiamo anche visto che semplicemente incentivare il settore privato non funziona - ad esempio, gli incentivi fiscali e le sovvenzioni concesse ai progetti eolici e solari sono stati un prezioso stimolo alla crescita nel settore delle energie rinnovabili degli Stati Uniti ma, anche con tali sussidi per la promozione degli investimenti, il livello attuale di tali progetti è semplicemente inadeguato per la transizione a un'economia completamente neutra rispetto ai gas a effetto serra il più rapidamente necessario.
  • Ancora una volta, non stiamo dicendo che non esiste un ruolo per gli investimenti del settore privato; stiamo solo dicendo che il livello di investimento richiesto richiederà a tutti gli attori di intervenire e che il governo è nella posizione migliore per essere il pilota principale.

Come pagherà il governo per questi investimenti?

  • Molti diranno: “Massicci investimenti governativi! Come possiamo pagare per questo nel mondo? ”La risposta è: nello stesso modo in cui abbiamo pagato il salvataggio della banca 2008 e esteso i programmi di allentamento quantitativo, gli stessi modi in cui abbiamo pagato per la Seconda Guerra Mondiale e molte altre guerre. La Federal Reserve può estendere il credito per alimentare questi progetti e investimenti, possono essere create nuove banche pubbliche (come nella seconda guerra mondiale) per estendere il credito e può essere impiegata una combinazione di vari strumenti fiscali (comprese le tasse sul carbonio e altre emissioni e le imposte sulla ricchezza progressiva) .
  • Oltre ai tradizionali strumenti di debito, esiste anche uno spazio in cui il governo può assumere un ruolo di equità nei progetti, come già fanno diverse istituzioni affiliate al governo e al governo.

Perché abbiamo bisogno di un comitato ristretto? Abbiamo già comitati con giurisdizione sull'argomento, ad esempio Energia e commercio, Risorse naturali e scienza, Spazio e tecnologia. La semplice creazione di un altro comitato non sembra necessaria.

  • Questo è un grosso problema con molte parti. Il fatto stesso che più comitati abbiano giurisdizione su parti del problema significa che è difficile per uno qualsiasi di quei comitati esistenti generare un piano globale e coerente che funzionerà effettivamente per trasformare l'economia americana in modo da diventare neutra nei gas a effetto serra nel tempo che abbiamo lasciato .
  • Non avere una visione 360 ° completa e approccio alla questione (e avere solo l'autorità su una parte della questione) significa che le soluzioni del comitato permanente sarebbero frammentarie, date le dimensioni e la portata del problema. Un'amministrazione e un Congresso democratici in 2020 non avranno il tempo di smistare e combinare tutte quelle soluzioni nella breve finestra di opportunità che dovranno agire.
  • I comitati selezionati, secondo le parole dei Servizi di ricerca del Congresso, svolgono la funzione specifica di "esaminare [le] questioni emergenti che non rientrano chiaramente nelle giurisdizioni esistenti dei comitati permanenti o oltrepassano i confini giurisdizionali. "(vedere: https://www.senate.gov/CRSpubs/312b4df4-9797-41bf-b623-a8087cc91d74.pdf)
  • Le sfide che il comitato ristretto per un nuovo affare verde è incaricato di affrontare rientrano perfettamente in questo spazio.
  • Non è necessario che sia una proposta a somma zero tra i comitati. Così come Markey-Waxman era collaborativo tra il capo del comitato ristretto e il comitato permanente per l'energia e il commercio, anche questo può essere collaborativo. Di più è di più. Un comitato ristretto garantisce un'attenzione costante al cambiamento climatico poiché il comitato permanente si occupa di questo e di molti altri problemi del giorno, come incendi selvaggi in California, infrastrutture, problemi di acqua pulita, ecc.

Perché non dovremmo essere soddisfatti dello stesso approccio utilizzato dal precedente comitato ristretto (ovvero il comitato ristretto per l'indipendenza energetica e il riscaldamento globale)? Perché abbiamo bisogno di un nuovo approccio?

  • Il precedente comitato selezionato non aveva il mandato di sviluppare un piano per la trasformazione della nostra economia in modo da renderla carbon neutral. Ha tenuto principalmente audizioni per attirare l'attenzione sul problema del cambiamento climatico. Era già troppo tardi per 2007-11 quando il comitato era attivo.
  • Il lavoro del precedente comitato selezionato può essere sintetizzato come segue (vedi: https://www.congress.gov/bill/111th-congress/house-resolution/5/text, il vecchio comitato selezionato è istituito nella sezione 4):
  • La "sola autorità" che aveva era di "investigare, studiare, fare scoperte e sviluppare raccomandazioni su politiche, strategie, tecnologie e altre innovazioni, intese a ridurre la dipendenza degli Stati Uniti da fonti di energia straniere e raggiungere sostanziali e permanenti riduzioni delle emissioni e di altre attività che contribuiscono al cambiamento climatico e al riscaldamento globale. "
  • Da marzo 2007 a dicembre 2010 - 3.5 anni interi - hanno svolto il lavoro che erano stati incaricati di svolgere e hanno tenuto udienze e preparato rapporti (vedi: https://www.congress.gov/committee/house-energy-independence-and-global/hlgw00 e  https://www.markey.senate.gov/GlobalWarming/index.html (in effetti, hanno tenuto audizioni e briefing su 80)
  • Secondo il loro sito web, "si impegnano [d] in attività di supervisione ed educazione attraverso audizioni, rapporti, briefing e altri mezzi intesi a sottolineare l'importanza di adottare politiche che riducano la nostra dipendenza dal petrolio straniero e le nostre emissioni di inquinamento da riscaldamento globale".
  • Quindi c'è già stato un comitato selezionato che ha svolto le indagini per evidenziare che era importante agire in qualche modo su questo problema: è ora il momento di passare dall'indagine e dalla segnalazione all'azione.
  • Il vecchio comitato ristretto aveva anche (anche nell'ambito del suo mandato investigativo limitato) il limite di concentrarsi su strategie per ridurre la dipendenza energetica dall'estero e ridurre le emissioni, piuttosto che trattare le questioni climatiche come la sfida sociale, economica e scientifica integrata che è.

Perché questo nuovo comitato ristretto deve preparare un progetto di legge? Non sono sufficienti indagini, udienze, briefing e relazioni?

  • Il vecchio comitato ristretto era incaricato semplicemente di indagare e preparare rapporti che altre persone e commissioni della Camera potessero leggere e agire.
  • L'idea era che (come per il vecchio sito Web delle commissioni selezionate) "ogni membro della commissione ristretta fa parte delle commissioni legislative che elaborano la legislazione e gli emendamenti che incidono sull'indipendenza energetica e sulle questioni relative al riscaldamento globale in altre commissioni" e presumibilmente, che tali membri avrebbero accettato del comitato selezionato e escogitare la legislazione nei propri comitati.
  • Tuttavia, questo approccio non ha avuto un grande impatto rispetto alla portata del problema che dobbiamo affrontare. L'unico atto legislativo che alla fine è uscito dal lavoro dei vecchi comitati selezionati: l'American Clean Energy and Security Act del 2009 (ACES) https://www.markey.senate.gov/GlobalWarming/legislation/index.html) era un disegno di legge "cap and trade" che era del tutto insufficiente per la portata del problema.
  • La Camera ha avuto la possibilità (dal 2007 al 2010) di provare una versione di un comitato ristretto che ha indagato su una questione e poi ha trasmesso la preparazione della legislazione ad altre commissioni - il risultato di quel processo non ispira alcuna fiducia che lo stesso processo dovrebbe essere seguito nuovamente se desideriamo elaborare un piano per affrontare la portata del problema che dobbiamo affrontare.
  • Il nuovo comitato ristretto continuerà anche ad avere giurisdizione investigativa, quindi la nuova proposta non toglie nulla a quella vecchia, ma aggiunge cose per rendere più efficace il comitato ristretto.

Qual è un esempio di un comitato selezionato con capacità di preparare la legislazione? Il nuovo comitato selezionato per un nuovo affare verde sembra rientrare in tale elenco?

  • Esempi recenti di comitati selezionati alla Camera includono: Comitato ad hoc sulla piattaforma continentale esterna (94th-95th Congress), Ad Hoc Select Committee on Energy (95th Congress), Select Committee on Homeland Security (107th Congress) e Select Committee sulla sicurezza interna (108th Congress).
  • Il Congressional Research Service rileva (nel discutere queste quattro commissioni selezionate recenti con giurisdizione legislativa) che “La principale spiegazione offerta nella creazione di ciascuna delle quattro commissioni selezionate con autorità legislativa è stata che la loro creazione ha risolto i problemi giurisdizionali. I sostenitori in ciascun caso hanno indicato che più commissioni hanno rivendicato la giurisdizione su un argomento e che l'Assemblea non sarebbe in grado di legiferare, o almeno legiferare in modo efficiente, in assenza di un comitato selezionato. "(Vedi: https://www.everycrsreport.com/reports/R40233.html#_Toc228679963)
  • L'oggetto e il mandato proposti per il comitato ristretto per un New Deal verde rientrano esattamente in questa descrizione generale per un comitato ristretto con la capacità e il mandato di preparare la legislazione.

Questo comitato selezionato non toglie il potere giurisdizionale agli altri comitati (permanenti, cioè permanenti) che hanno giurisdizione su almeno una parte della questione?

  • Tutti i comitati permanenti competenti saranno in grado di fornire input e rendere noti i loro desideri al comitato selezionato durante la creazione sia del piano che del progetto di legge, e quindi in un futuro Congresso, quando si tratta di creare e passare la legislazione finale, che il Congresso può prendere una decisione sul miglior meccanismo per portare quella legislazione finale a votazione e approvazione.
  • Consentire al comitato selezionato di redigere una legislazione non toglie alcuna giurisdizione agli attuali comitati permanenti, è del tutto additivo.
  • La legislazione elaborata dal comitato selezionato dovrebbe ancora essere citata e passare attraverso i comitati permanenti della Camera che hanno giurisdizione su parti dell'argomento.
  • Ad esempio, la legislazione elaborata dal comitato ristretto per la sicurezza interna doveva passare attraverso i comitati permanenti per l'agricoltura; stanziamenti; Servizi armati; Energia e commercio; Servizi finanziari; Riforma del governo; Intelligenza (selezione permanente); Relazioni internazionali; Giudiziario; Scienza; Trasporti e infrastrutture; Modi e mezzi (vedi: https://www.congress.gov/bill/107th-congress/house-bill/5005/committees)
  • Il vantaggio di un comitato selezionato in questo caso sarebbe anche che ci sarebbe un unico forum che potrebbe fungere da quarterback nel lavorare e risolvere eventuali commenti o problemi sollevati dagli altri comitati della Camera, il che semplificherebbe il processo di elaborazione di questo legislazione.

Ma un comitato selezionato esiste solo per la sessione congressuale che l'ha creato! Quindi, anche se questo comitato selezionato prepara la legislazione, probabilmente non verrà approvato in questa sessione da un Senato e dalla Casa Bianca repubblicani, quindi perché avere un comitato selezionato ora conta?

  • Il nuovo comitato selezionato proposto lavorerebbe in due fasi (che non dovrebbero necessariamente essere sequenziali):
  • In primo luogo, avrebbero messo insieme il piano generale per un Green New Deal - avrebbero avuto un anno per mettere insieme il piano, con il piano da completare entro il 1 ° gennaio 2020. Il piano stesso potrebbe essere sotto forma di rapporto o diversi rapporti.
  • In secondo luogo, potrebbero anche mettere insieme il progetto di legge che attua effettivamente il piano: potrebbero lavorare sul progetto di legislazione contemporaneamente al piano (dopo aver ottenuto una bozza iniziale del piano in corso) e dovrebbero completare il progetto di legislazione entro 90 giorni di completare il piano (ovvero entro il 1 marzo 2020 al più tardi)
  • Il comitato selezionato è inoltre tenuto a rendere il piano e il progetto di legge accessibili al pubblico entro 30 giorni dal completamento di ciascuna parte
  • Il piano e la bozza di legge non saranno sviluppati in segreto: sono specificatamente tenuti a essere sviluppati con un'ampia e ampia consultazione e input e il comitato ristretto può condividere bozze o parti del proprio lavoro con le altre commissioni della Camera in qualsiasi momento e di tanto in tanto, quindi il loro lavoro sarà condotto all'aperto, con molte opportunità di dare input lungo il percorso.
  • L'idea è che tra (a) sviluppare il piano e il progetto di legge (e tenere audizioni pubbliche e briefing lungo il percorso secondo necessità), (b) il piano che uscirà a gennaio 2020 e (c) il progetto di legge che uscirà a marzo 2020, i pertinenti comitati permanenti alla Camera, i membri della Camera, gli esperti e il pubblico avranno il tempo di impegnarsi, discutere, rivedere il progetto di legge tra marzo 2020 e la fine del 116 Congresso in modo che, entro la fine di questo mandato congressuale, ci sia un piano globale e una legislazione in vigore tutti allineati non appena il nuovo Congresso (democratico) si riunisce a gennaio 2021.

Cosa c'è di sbagliato nell'altra proposta di legislazione sui cambiamenti climatici? Non possiamo semplicemente passare una delle altre bollette sul clima che sono state introdotte in passato? Perché prepararne uno completamente nuovo?

  • La risposta più breve e accurata è che (1) nessuno di loro riconosce la misura in cui il clima e altri problemi sociali ed economici sono profondamente correlati e (2) anche se si considera il clima come un problema autonomo, nessuno di essi viene ridimensionato all'entità del problema.
  • Tra le altre proposte di legge, la legge OFF potrebbe essere un buon punto di partenza

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti