Big Tech: "Non lasciano tracce cartacee alle autorità da rintracciare"

Per favore, condividi questa storia!
Epstein suggerisce giustamente che il monopolio di Google sulle informazioni potrebbe essere immediatamente infranto dichiarando il suo database di ricerca un "bene comune", consentendo un accesso trasparente a qualsiasi altro servizio.

Il fatto che Google abbia eseguito la scansione di Internet per accumulare questo database non è collegato alla sua manipolazione dei dati per influenzare e ingannare il mondo nel percepire una realtà che non è la realtà. Nascondere, offuscare, occultare, consentire selettivamente, ecc. Sono tutte operazioni successive al database. ⁃ TN Editor

"Esperienze effimere": potresti non aver mai sentito questa frase, ma è un concetto molto importante. Si tratta di brevi esperienze online in cui il contenuto appare brevemente e poi scompare, senza lasciare traccia. Questi sono i tipi di esperienze che abbiamo conservato nei nostri progetti di monitoraggio elettorale. Non puoi vedere i risultati di ricerca che Google ti ha mostrato il mese scorso. Non sono conservati da nessuna parte, quindi non lasciano tracce cartacee che le autorità possano rintracciare. Le esperienze effimere sono, a quanto pare, uno strumento di manipolazione piuttosto potente.

Le persone in aziende come Google sono consapevoli del potere che hanno? Assolutamente ... nelle e-mail trapelato da Google a Wall Street Journal nel 2018, un dipendente dice ad altri: "Come possiamo utilizzare le esperienze effimere per cambiare le opinioni delle persone sul divieto di viaggio di Trump?" C'è quella frase, "esperienze effimere".

Durante un periodo di giorni prima delle elezioni del 2020, abbiamo scoperto che sulla home page di Google inviava promemoria "vai a votare" solo ai liberali. Questo è un potente messaggio effimero, e nessuno è andato ai conservatori. Come facciamo a saperlo? Perché stavamo registrando il contenuto che i nostri 700 "agenti sul campo" vedevano sugli schermi dei loro computer. Quello era un gruppo eterogeneo di elettori registrati che avevamo reclutato in tre stati oscillanti chiave. Google inviava quei promemoria di voto solo ai liberali. Questa è una potente manipolazione che è del tutto invisibile alle persone, a meno che un gruppo come il nostro non abbia trovato un modo per monitorare ciò che le persone vedono.

Un'analisi preliminare delle oltre 500,000 esperienze effimere che abbiamo conservato in Arizona, North Carolina e Florida, ha rivelato alcune cose inquietanti. Numero uno, abbiamo riscontrato un forte pregiudizio liberale nei risultati di ricerca che le persone vedevano su Google quando cercavano argomenti politici; questo pregiudizio era assente su Bing e Yahoo. Il 92% delle ricerche viene condotto su Google e sappiamo da anni di esperimenti che abbiamo condotto che i risultati di ricerca distorti possono facilmente spostare le preferenze di voto degli elettori indecisi, e queste sono le persone che decidono i risultati delle elezioni ravvicinate. Negli esperimenti, possiamo facilmente spostare il 20% o più degli elettori indecisi dopo una sola ricerca mostrando loro risultati di ricerca distorti.

In uno studio nazionale che abbiamo condotto nel 2013, in un gruppo demografico - repubblicani moderati - abbiamo ottenuto uno spostamento dell'80% dopo una sola ricerca, quindi alcune persone si fidano particolarmente dei risultati di ricerca e Google lo sa. L'azienda può facilmente manipolare gli elettori indecisi usando tecniche come questa, in altre parole, persone che sono vulnerabili all'influenza.

Anche prima che le persone vedano i risultati della ricerca, ricerca parziale suggerimenti - quelle frasi che Google ti mostra quando inizi a digitare un termine di ricerca - possono cambiare pensiero e comportamento. Abbiamo dimostrato in esperimenti controllati che suggerimenti di ricerca distorti possono trasformare una divisione 50-50 tra gli elettori indecisi in una divisione 90-10, senza che nessuno abbia la minima idea di essere stati manipolati.

Le persone non hanno idea che vengano utilizzate manipolazioni come queste. Stanno semplicemente facendo quello che fanno sempre: digitando un termine di ricerca, facendo clic (a volte) su un suggerimento di ricerca e quindi facendo clic su un risultato di ricerca di alto rango, che li porta a una pagina web. Si fidano di ciò che è alto nei risultati di ricerca, di solito fanno clic sul primo o sul secondo elemento e credono che questa sia la risposta migliore alla loro domanda.

Sfortunatamente, le persone credono erroneamente che l'output del computer debba essere imparziale e obiettivo. Le persone si fidano particolarmente di Google per fornire loro risultati accurati. Pertanto, quando le persone indecise fanno clic su un risultato di ricerca di alto livello e vengono indirizzate a una pagina Web che supporta un candidato, tendono a credere alle informazioni che vengono visualizzate. Non hanno idea che potrebbero essere stati spinti a quella pagina web da risultati di ricerca altamente distorti che favoriscono il candidato che Google sta supportando.

Dwight D. Eisenhower non ha parlato dei suoi successi nel suo famoso discorso di addio del 1961. Invece, ci ha avvertito dell'ascesa di una "élite tecnologica" che potrebbe controllare la politica pubblica senza che nessuno lo sappia. Ci ha avvertito di un futuro in cui la democrazia sarebbe stata priva di significato. Quello che devo dirti è questo: l'élite tecnologica ora ha il controllo. Semplicemente non lo sai. Big Tech ha avuto la capacità di spostare 15 milioni di voti nel 2020 senza che nessuno sapesse che lo avevano fatto e senza lasciare una traccia cartacea che le autorità potessero rintracciare. I nostri calcoli suggeriscono che in realtà hanno spostato almeno sei milioni di voti al presidente Biden senza che la gente lo sappia. Questo rende le elezioni libere e corrette - una pietra angolare della democrazia - un'illusione.

Non sono un conservatore, quindi dovrei essere entusiasta di ciò che stanno facendo queste società. Ma nessuno dovrebbe essere entusiasta, non importa quale sia la propria politica. Nessuna azienda privata dovrebbe avere questo tipo di potere, anche se, al momento, ti stanno appoggiando.

Queste aziende pensano di essere in carica? Stanno progettando un futuro che solo loro conoscono per tutti noi? Sfortunatamente, ci sono molte indicazioni che le risposte a queste domande siano sì. Uno degli elementi trapelati da Google nel 2018 era un video di otto minuti chiamato "Il libro mastro egoista, "Che dovrebbe essere accessibile qui. Ho anche realizzato un file trascrizione del film.

Questo video non è mai stato concepito per essere visto al di fuori di Google e riguarda il potere che Google ha di rimodellare l'umanità, per creare software per computer che "non solo tiene traccia del nostro comportamento ma offre una direzione verso un risultato desiderato".

Come ci proteggiamo da aziende come questa? È più difficile di quanto potresti pensare. Come controlli una macchina per il controllo mentale, dopotutto? Potresti aver sentito la frase "acquisizione normativa": una vecchia pratica in cui una grande azienda che sta affrontando la punizione del governo lavora con il governo per elaborare un piano normativo adatto l'azienda.

Quando parli, ad esempio, di "smantellare" Google, tutto ciò significa che li costringeremo a vendere un paio delle centinaia di aziende che hanno acquistato. In media, Google acquista un'altra azienda ogni settimana. Li costringiamo a vendere alcune società, i principali azionisti si arricchiscono di miliardi di dollari e l'azienda ha ancora lo stesso potere e pone le stesse minacce che fa oggi: minacce alla democrazia, alla libertà di parola e persino all'autonomia umana.

La tecnologia si muove alla velocità della luce, ma la regolamentazione e la legge si muovono lentamente. È dubbio che le normative e le leggi saranno mai in grado di proteggerci dalle tecnologie emergenti. Ma immagina se queste aziende sapessero che lo siamo monitoraggio su larga scala 365 giorni all'anno - che eravamo, in effetti, facendo loro la stessa cosa che fanno a noi e ai nostri figli 24 ore al giorno.

Immagina di stare, in effetti, guardando alle spalle di migliaia di persone reali (con il loro permesso), proprio come fa la Nielsen Company con la sua rete di famiglie per monitorare la loro visione della televisione. Immagina se queste aziende tecnologiche sapessero di essere monitorate, che anche le risposte che stanno dando alle persone su assistenti personali come Alexa di Amazon e Siri di Apple sarebbero state monitorate. Pensi che rischierebbero di inviare promemoria di voto mirati ai membri di un solo partito politico? Ne dubito molto, perché li prenderemmo immediatamente e segnaleremmo la loro manipolazione alle autorità e ai media.

Il 30 ottobre 2020, pochi giorni prima delle elezioni del 3 novembre, abbiamo reso pubblici alcuni dei risultati del nostro monitoraggio elettorale e abbiamo convinto Google a fare marcia indietro. Dal 31 in poi, Google ha iniziato a inviare quei promemoria di voto a tutti, non solo ai liberali.

Ricorda che tutti i soliti imbrogli elettorali sono intrinsecamente competitivi: manomettere voti, posta e macchine per il voto. Ma il tipo di influenza che ho scoperto e studiato dal 2013 lo è non competitivo. Questa è la differenza. In altre parole, se Google stessa vuole favorire una causa o un candidato, non c'è modo di contrastare ciò che stanno facendo. In effetti, senza sistemi di monitoraggio in atto, non puoi nemmeno individuare Le manipolazioni di Google, anche se possono spostare le opinioni ei voti di milioni di persone. E le persone non hanno idea di essere manipolate, il che rende questo tipo di manipolazioni particolarmente pericolose. Le persone finiscono per concludere di aver preso una decisione quando in realtà non l'hanno fatto.

Abbiamo condotto esperimenti controllati con decine di migliaia di persone che coprono cinque elezioni nazionali. Sappiamo quanto siano potenti queste nuove forme di influenza. Sappiamo che le persone non possono vederli. Sappiamo che le persone finiscono per credere erroneamente di aver preso una decisione quando in realtà siamo stati noi a decidere quale candidato avrebbero sostenuto.

Cosa possiamo fare? A mio parere, la soluzione a quasi tutti i problemi che queste aziende presentano è istituire sistemi di monitoraggio su larga scala e renderli permanenti, non solo negli Stati Uniti, ma in tutto il mondo. Poiché il monitoraggio è tecnologia, può tenere il passo con tutto ciò che le nuove società tecnologiche ci stanno lanciando e, per quanto ci minacciano, possiamo farle smettere.

Sto immaginando una nuova organizzazione senza scopo di lucro specializzata nel monitoraggio di ciò che le società tecnologiche stanno mostrando agli elettori, alle famiglie e ai bambini, proteggendo la democrazia, l'autonomia e l'indipendenza di tutti i cittadini. Potrebbe anche esserci uno spin-off a scopo di lucro che potrebbe fungere da fonte di finanziamento permanente per l'organizzazione non profit. Lo spinoff a scopo di lucro potrebbe fornire servizi commerciali a campagne, studi legali, candidati, ricercatori e molti altri.

E c'è un altro modo per eliminare completamente le minacce che Google pone alla democrazia e all'umanità. Come ho notato in un articolo che ho pubblicato in Bloomberg Businessweek nel 2019, e come ho testimoniato davanti al Congresso di quell'anno, il nostro governo potrebbe porre fine rapidamente al monopolio di Google sulla ricerca dichiarando che il database che Google utilizza per generare i risultati di ricerca è un "bene comune", accessibile a tutti. È un concetto giuridico molto antico ed è una forma di regolamentazione leggera. Porterebbe rapidamente alla creazione di migliaia di piattaforme di ricerca concorrenti, ciascuna attraente per un pubblico diverso.

Il 5 novembre 2020, tre senatori statunitensi - il senatore Mike Lee, il senatore Ron Johnson e il senatore Ted Cruz - hanno inviato una lettera sul Senato degli Stati Uniti stazionaria al CEO di Google. La lettera parla di alcuni dei risultati di un progetto di monitoraggio delle elezioni online del 2020 in cui io e il mio team avevamo scoperto diverse cose.

Avevamo rilevato, proprio come nelle elezioni precedenti, un forte pregiudizio liberale nei risultati di ricerca di Google, ma non nei risultati di ricerca su Bing o Yahoo. Questo è importante per scopi di confronto. Era un pregiudizio liberale sufficiente per aver spostato nel tempo almeno sei milioni di voti verso Biden e verso altri candidati democratici.

Abbiamo anche trovato una pistola fumante. Questo è ciò su cui si concentra la lettera dei senatori. Abbiamo scoperto che per un periodo di giorni prima delle elezioni, sulla home page di Google la società inviava un promemoria di "voto favorevole" solo ai liberali. Nessuno è andato ai conservatori. Come facciamo a saperlo?

Perché avevamo reclutato 733 agenti sul campo negli stati chiave dell'oscillazione: Arizona, Florida e North Carolina. Gli agenti erano elettori registrati. Erano diversi, politicamente e in altri modi demograficamente. Sapevamo chi erano i liberali, chi erano i conservatori e chi erano i moderati.

Con il loro permesso, avevamo installato sui loro computer un software speciale che ci permetteva, in effetti, di guardarsi alle spalle mentre facevano cose politicamente correlate su Internet. Abbiamo aggregato quei dati. Ciò che ci interessa particolarmente sono quelle che vengono chiamate "esperienze effimere". Quella frase viene direttamente da a fuga di messaggi di posta elettronica da Google a The Wall Street Journal.

Esperienze effimere: è un concetto molto importante. È così che Google e altre società tecnologiche spostano opinioni e voti senza che le persone lo sappiano. Stavamo preservando questi eventi fugaci che ci colpiscono ogni giorno e che normalmente poi scompaiono, senza lasciare traccia. Normalmente, questo tipo di eventi - come risultati di ricerca, suggerimenti di ricerca, feed di notizie o messaggi provenienti da Facebook o Google - normalmente, eventi come questi compaiono, hanno un impatto su di noi, scompaiono e vengono persi per sempre. Non puoi tornare indietro nel tempo e vedere quali sono stati questi eventi. Non puoi guardare indietro ai risultati di ricerca che Google ti ha mostrato il mese scorso.

Da quasi otto anni conduco studi controllati randomizzati sull'impatto di esperienze effimere su comportamento, pensiero e voto, quindi ho imparato molto su come funzionano e sono potenti. Le persone in aziende come Google sono consapevoli del potere che hanno? Assolutamente.

Nelle e-mail trapelate da Google nel 2018, un dipendente dice ad altri: "Come possiamo utilizzare le esperienze effimere per cambiare le opinioni delle persone sul divieto di viaggio di Trump?" C'è quella frase: "esperienze effimere".

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti