Olimpiadi di Pechino: la Cina ha accesso al DNA dei migliori atleti statunitensi

Foto per gentile concessione: Xinhua
Per favore, condividi questa storia!
I tecnocrati in Cina raccolgono da tempo DNA occidentale da Stati Uniti, Canada ed Europa. Ora hanno accesso diretto al DNA dei migliori atleti. Le applicazioni militari futuristiche includono lo sviluppo di armi biologiche avanzate che prendono di mira specificamente le razze non asiatiche. ⁃ Editore TN

Sigillati dal resto di Pechino in una bolla "a circuito chiuso", oltre 200 atleti americani ricevono quotidianamente lo screening COVID per le Olimpiadi invernali. Ma alcuni esperti temono che il DNA degli olimpionici statunitensi possa essere raccolto dal Partito Comunista Cinese (CCP).

Patricia Adams, direttore esecutivo dell'organizzazione no-profit canadese Probe International, ha affermato che "è molto probabile" che il PCC raccolga il DNA degli atleti con le migliori prestazioni ai Giochi.

"Loro [CCP] stanno facendo i test ogni giorno ... e [non c'è] assolutamente alcuna supervisione sull'uso dei prodotti che stanno ricevendo", ha detto Adams durante un webinar del 26 gennaio su "Smascherare la Cina comunista" di EpochTV .

Nell'evento online, Stephen Yates, amministratore delegato della società di consulenza DC International Advisory, ha parlato della minaccia rappresentata dalla raccolta di massa di informazioni personali e dati sanitari da parte del regime cinese. Funzionari ed esperti statunitensi lo hanno già fatto suonava l'allarme che Pechino stia accumulando un ampio database che include informazioni personali e sanitarie degli americani, che potrebbero essere utilizzate per migliorare i sistemi di intelligenza artificiale e campi della medicina, nonché assistere nello spionaggio e nelle operazioni militari.

Il pericolo, ha detto Yates, risiede nel PCC che utilizza il set di dati di massa per scopi non etici.

"La Cina ha armato l'intelligenza artificiale e molti altri studi sul processo umano in modi che i paesi civili non permetterebbero nemmeno, quindi non abbiamo modo di sapere davvero quale potrebbe essere questa finestra oscura del futuro", ha affermato. disse.

Secondo Yates, il PCC potrebbe utilizzare l'enorme set di dati per dare ai propri atleti un vantaggio competitivo o aumentare le opportunità di guerra psicologica.

Le Olimpiadi invernali si apriranno a Pechino il 4 febbraio. Il boicottaggio diplomatico annunciato dagli Stati Uniti e un'ondata di altri paesi, che ha lo scopo di ritenere il regime comunista responsabile delle sue violazioni dei diritti umani nello Xinjiang, non impedisce agli atleti di competere ai Giochi.

Gli atleti statunitensi sono arrivati ​​a Pechino la sera del 28 gennaio e sono stati inviati direttamente agli hotel situati in un sistema a circuito chiuso circondato da recinzioni di filo spinato. Tutti nella bolla possono partire solo tramite veicoli speciali e il personale in tute protettive complete effettua su di loro i tamponi boccali ogni giorno.

Nell'evento online, Adams ha suggerito che il PCC potrebbe "sbarazzarsi di un americano che è il probabile vincitore dell'oro" attraverso quello che ha descritto come "mezzi nefasti usando il test COVID falso positivo".

Gli organizzatori delle Olimpiadi di Pechino il 29 gennaio hanno smentito le notizie secondo cui potrebbero potenzialmente manipolare i risultati dei test COVID, affermando che i test sono all'altezza degli standard internazionali, secondo i media statali China Daily.

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

5 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
gregory alan johnson

Sarebbe fantastico se le Olimpiadi degli Illuminati venissero sciolte.

[…] Leggi di più: Olimpiadi di Pechino: la Cina ha accesso al DNA dei migliori atleti statunitensi […]

[…] Leggi di più: Olimpiadi di Pechino: la Cina ha accesso al DNA dei migliori atleti statunitensi […]

elle

"... Il PCC può utilizzare l'enorme set di dati per dare ai propri atleti un vantaggio competitivo o aumentare le opportunità di guerra psicologica". Sul serio? Dubito che sarebbe il loro interesse centrale. Il PCC è un governo totalitario. Userebbero il DNA di qualsiasi atleta per scopi ben peggiori. La maggior parte dei quali non riuscivo a capire. Qualcuno può dire COVID? I cinesi non sono solo complici della diffusione del covid. Il virus è stato fatto risalire al loro laboratorio di Wuhan. Il suo rilascio è avvenuto con l'approvazione dei soliti sospetti, globalisti, che hanno cessato il controllo dei nostri dollari delle tasse allo scopo di finanziare Wuhan... Per saperne di più »

trackback

[…] Olimpiadi di Pechino: la Cina ha accesso al DNA dei migliori atleti statunitensi […]