NASA: È l'attività vulcanica che sta riscaldando la calotta glaciale dell'Antartica

Per favore, condividi questa storia!

I riscaldatori globali odiano essere messi in scena dall'attività vulcanica antropica nell'Antartico perché rivela la corruzione nei propri dati e modelli. La scienza del riscaldamento globale riguarda il controllo e non il salvataggio della terra.  Editor TN

Antichi flussi sotterranei di roccia riscaldata, chiamati pennacchi di mantello, potrebbero essere una spiegazione dell'instabilità della calotta di ghiaccio occidentale dell'Antartide, secondo un nuovo studio della NASA.

Gli scienziati hanno discusso se il calore del pennacchio del mantello contribuisca o meno all'instabilità dell'Antartide occidentale. Alcuni studi recenti hanno dimostrato che questo potrebbe essere il caso, ma anche gli autori di questo studio erano scettici.

"Ho pensato che fosse pazzesco", ha dichiarato Hélène Seroussi, coautrice e scienziata dello studio presso il Jet Propulsion Laboratory della NASA.

"Non ho visto come avremmo potuto avere quella quantità di calore e ancora avere del ghiaccio sopra", ha detto Seroussi in una nota.

La NASA dice di Seroussi studio fornisce ulteriori prove dell'attività geotermica sotto una porzione della più grande calotta glaciale del mondo.

Gli scienziati tendono a preoccuparsi ulteriori informazioni sull'effetto del futuro riscaldamento globale sulla calotta glaciale antartica. Il glaciologo della NASA Eric Rignot ha affermato che il collasso della calotta glaciale occidentale è "inarrestabile" e potrebbe aumentare notevolmente il livello del mare.

Tuttavia, l'Antartide ha attraversato periodi di instabilità in passato. Lo studio di Seroussi fornisce un contesto importante per l'instabilità della calotta glaciale occidentale e come i pennacchi del mantello possono avere un ruolo.

[the_ad id = "11018 ″]

Seroussi e il co-autore Erik Ivins hanno utilizzato una modellazione numerica avanzata per vedere se un pennacchio di mantello potrebbe davvero creare fiumi di acqua fusa sotto Marie Byrd Land nell'Antartide occidentale. Hanno confrontato il loro modello con le osservazioni del mondo reale dei cambiamenti nella calotta glaciale.

Gli scienziati pensano che i pennacchi del mantello siano sottili flussi di roccia riscaldata che si fa strada verso l'alto, sciogliendo il ghiaccio e creando fiumi e laghi di acqua di fusione sotto la calotta glaciale occidentale dell'Antartide. I pennacchi del mantello avrebbero potuto contribuire all'instabilità della calotta di ghiaccio circa 11,000 anni fa.

Lo studio di Seroussi ha mostrato che un pennacchio di mantello spinge i milliwatt 150 per metro quadrato di calore verso la calotta glaciale. Questo è circa due o tre volte il flusso di calore delle regioni del mondo senza attività vulcanica.

Uno studio della 2014 University of Texas trovato l'Antartide occidentale era letteralmente un focolaio di calore geotermico. I ricercatori hanno concluso che "vaste aree alla base del ghiacciaio di Thwaites si stanno attivamente sciogliendo in risposta al flusso geotermico coerente con la migrazione del magma associata alla frattura e il vulcanismo".

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

1 Commento
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
FreeOregon

Non esiste anche una correlazione tra vulcanismo e cicli solari?