Scienziato d'atmosfera distrugge la propaganda sul livello del mare e l'isterismo allarmista

Simulazione di San Francisco con 80 metri di aumento dei livelli degli oceani.
Per favore, condividi questa storia!

TN Nota: queste sono parole pungenti del fisico atmosferico in pensione Charles Clough. Sfata rapidamente la paura dell'innalzamento del livello degli oceani che presumibilmente spazzerà via centinaia di milioni di abitanti della costa. Insomma, è una truffa. Scienziati pseudo e aspiranti stanno distorcendo i dati esistenti, fabbricando nuovi dati dal nulla e quindi applicando una logica difettosa per arrivare a conclusioni fantastiche. Questa è la mentalità e la pratica del Tecnocrate. 

In un altro esempio dei media che saltano sul carro allarmista del clima, Il New York Times lo scorso febbraio ha coraggiosamente intitolato "I mari stanno salendo al ritmo più rapido negli ultimi secoli 28". L'articolo ha continuato a proclamare "il peggioramento delle alluvioni delle maree nelle comunità costiere è in gran parte una conseguenza dei gas serra causati dall'attività umana e il problema crescerà lontano peggio nei prossimi decenni, gli scienziati hanno riferito lunedì ".

"Peggioramento delle alluvioni delle maree" - "peggiorare molto di più" - parole spaventose per gli abitanti delle coste, ma aiutano il lettore a capire cosa riportano i dueper saperne di più, clicca qui e per saperne di più, clicca qui) effettivamente detto? Ancora più importante, aiutano il lettore a valutare ciò che è stato riportato? O il ORAla formulazione continua il tema del terrore sul livello del mare intellettualmente superficiale ma emotivamente potente del film di Al Gore, Una verità scomoda?

I due rapporti pubblicati negli Atti della National Academy of Science (PNAS) hanno fatto diverse affermazioni. Durante la storia preindustriale (prima di 1860), il livello del mare globale è aumentato ad un tasso medio di 0.1 a 0.3 mm / anno. Da 1860 a 1900 è aumentato ad una velocità media di 0.4 mm / anno e da 1900 ad oggi è aumentato a 1.4 mm / anno. Gli studi progettano per vari ipotetico CO2 scenari di aumento delle emissioni durante questo 21st secolo un aumento totale del livello del mare globale tra 1 ft e 2.5 ft.

Innanzitutto, osserva che "alluvione delle maree" non è la stessa della spettacolare "ondata di tempesta" che accompagna le forti tempeste costiere come Sandy o l'impennata immaginaria del film di fantascienza apocalittico 2004 The Day After Tomorrow. Tali impennate possono facilmente superare di almeno dieci volte l'aumento stimato delle inondazioni delle maree. Probabilmente non lo sapresti dalle storie dei media come ORA pezzo. La mitigazione dei danni noti causati dalle mareggiate potrebbe proteggere le comunità costiere dalle peggiori ipotesi di innalzamento del livello del mare per il resto di questo secolo!

In secondo luogo, la previsione dell'innalzamento del livello del mare implica ancora più congetture rispetto alla previsione del riscaldamento globale. Esistono dati reali di misurazione diretta a livello del mare solo per un secolo e mezzo e solo per alcune regioni della terra. Anche nella regione meglio documentata del mondo, la regione orientale del Mare del Nord e del Baltico, i dati relativi alla misurazione del livello delle maree hanno meno di 200 anni. Le stime dei cambiamenti del livello del mare nel corso dei secoli 28 si basano necessariamente su livelli di interpretazione di vari proxy come l'evidenza dei cambiamenti del litorale. Pertanto, come dimostrano i due articoli PNAS, è necessaria una modellistica estesa. Ogni elemento del modello in una certa misura deve comportare congetture. Le stime risultanti dei tassi di innalzamento del livello del mare variano da 1.15 mm / anno a circa 3 mm / anno, una variazione considerevole per eventuali proiezioni a lungo termine.

In terzo luogo, gli indicatori di marea e i proxy danno parente livello del mare, no assoluto livello del mare. Mostrano il livello del mare rispetto al livello del territorio. Le misurazioni assolute del livello del mare dal satellite sono iniziate solo nei primi 90, troppo recenti per stabilire tendenze significative. Per ottenere misurazioni assolute del livello del mare da misurazioni o proxy relativi, gli scienziati devono correggere molte variabili: cambiamenti verticali a livello dei bacini terrestri e oceanici, cambiamenti di salinità oceanica, diminuzioni e aumenti glaciali terrestri, venti prolungati on-shore-off-shore e interazioni gravitazionali tra la terra e le orbite lunari. Lo saprebbero i lettori di articoli sui media?

Infine, c'è il problema di imparare quanto tempo impiegano gli oceani a raggiungere l'equilibrio una volta che c'è un cambiamento nella temperatura globale. Le temperature sono state generalmente in aumento e il livello del mare con loro sin dalla fine dell'era glaciale migliaia di anni fa. Ma ci sono state numerose oscillazioni su e giù in questa tendenza generale, nessuna delle quali è ben compresa. Siamo in una o più di queste oscillazioni adesso?

Alla luce di questi avvertimenti nel ragionamento alla base dell'affermazione secondo cui "i mari stanno crescendo al ritmo più rapido negli ultimi 28 secoli", non sorprende che rinomati esperti del settore come il Dr. Nils-Axel Mörner della Svezia non li considerino riferisce seriamente. Mörner contesta uno dei documenti PNAS, sottolineando alcuni dei suoi conflitti con osservazioni effettive: da nessuna parte gli indicatori di marea globali mostrano aumenti validi del tasso di innalzamento del livello del mare e la nuova altimetria satellitare del livello assoluto del mare quando calibrata con cura mostra una media aumento di 0.5 mm / anno, non 1.4 modellato mm / anno.

Dal momento che CO atmosferica2 i livelli di emissione non sono correlati a tali cambiamenti prima dell'era industriale, la tendenza al rialzo della temperatura e del livello del mare continuerà indipendentemente dalla campagna politica volta a imporre l'ascetismo del carbonio che distrugge l'economia alla popolazione mondiale. I lettori di tali articoli dovrebbero seguire il consiglio dell'oceanografo Roger Revelle di Harvard (che secondo Al Gore gli ha insegnato a temere gli effetti planetari del riscaldamento globale). L'ultimo articolo pubblicato di Revelle (scritto insieme a S. Fred Singer e Chauncey Starr) prima della sua morte era intitolato "Cosa fare del riscaldamento globale: guardare prima di saltare" (cosmo 1 (1991): 28 – 33).


Il fisico atmosferico Charles Clough, Bel Air, MD, è capo in pensione del team degli effetti atmosferici dell'esercito americano presso l'Aberdeen Proving Ground, MD; tenente in pensione Colonnello, ufficiale meteorologico della riserva aeronautica americana; Presidente dei ministeri del quadro biblico; professore a contratto presso il Chafer Theological Seminary, Albuquerque, Nuovo Messico; e un collega del Cornwall Alliance for the Stewardship of Creation.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

1 Commento
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Doug Harrison

Ho provato ad andare al sito da cui è stato scritto questo articolo tramite la tua riga "leggi tutta la storia qui". È venuta fuori una pagina bianca. Google sta bloccando il mio accesso a questo sito?