Andrew Yang: il candidato tecno-populista

Techno-populista di Andrew Yang
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
Nessun candidato presidenziale del 2020 presenta il puro Technocrat più la pura piattaforma populista meglio di Andrew Yang. È notevolmente diverso dagli estremi socialisti o candidati di sinistra e dovrebbe essere riconosciuto come tecno-populista. ⁃ Editor TN

Andrew Yang è un candidato particolare per la presidenza; non solo non ha alcuna precedente esperienza politica, ma ha anche posto una grande enfasi su questioni che sono state ai margini del discorso politico sui media mainstream di solito esaminato da accademici o personalità di YouTube. È un merito per lui che argomenti come l'automazione, il significato e il valore del lavoro, la concentrazione del talento d'élite nel restringere i percorsi di carriera e, naturalmente, l'UBI, hanno avuto la possibilità di essere toccati durante questo ciclo di campagna.

Tuttavia, l'aspetto più provocatorio della campagna Yang, e dell'uomo stesso, è l'insolita tensione tra un'enfasi tecnocratica su competenza ed efficienza e la retorica populista che usa per denunciare remote enclavi d'élite e per chiedere una rivoluzione che, nelle parole di Bismarck, ci impegniamo piuttosto che subire. Yang si considera - o almeno si proietta come - il tecnocrate popolare. Un esperto di cui il medio Joe può fidarsi.

Yang come Technocrat

La tecnocrazia è governata da esperti. Il termine è di origine greca, fusione Tekhne (descrivendo arte o abilità) e kratos, che significa potere o regola. Ma il significato letterale di questa parola non è il suo saliente senso contemporaneo. La tecnocrazia moderna (e per estensione i tecnocrati) di solito approva il governo da un tipo specifico di esperto, usando un particolare tipo di metodo. Il tecnocrate è di solito (anche se non sempre) in una certa misura esperto nei settori STEM (Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica) e nelle scienze sociali, e tende a desiderare che i governi attingano a metodi e scoperte scientifiche, sostengano da dati e studi all'avanguardia e valore efficienza e rigore sistematico. Si pensa che i problemi sociali, per il tecnocrate, provengano più dall'incompetenza, dallo spreco o dalla negligenza che dall'ideologia o dalla malvagità. Come Zbigniew Brzeziński ha eloquentemente inserito Tra due secoli: il ruolo dell'America nell'era Technetronic, “I problemi sociali sono visti meno come conseguenza del male intenzionale e più come i sottoprodotti non intenzionali di complessità e ignoranza; le soluzioni non sono ricercate nelle semplificazioni emotive ma nell'uso della conoscenza sociale e scientifica accumulata dall'uomo. "

Per riassumere, il tecnocrate è qualcuno che presume che:

  1. Il governo e la politica starebbero meglio se fossero presieduti e / o dettati da esperti tecnici.
  2. I problemi della politica sono principalmente problemi di efficienza e disfunzione amministrativa.
  3. L'applicazione dei risultati e dei metodi delle scienze e / o di altri campi tecnici è il modo migliore per risolvere i nostri problemi politici.
  4. Dovrebbe esserci una risorsa di fatti inattaccabili che i politici usano come base di argomentazioni che si trovano al di fuori del regno delle opinioni.

Uno degli aspetti più sorprendenti dell'ultimo libro di Yang, La guerra alle persone normali, è il numero di leader tecnologici, guru delle start-up, imprenditori e gestori di hedge fund con cui quest'uomo è in contatto. Innumerevoli pagine offrono aneddoti del jet Yang alle cene con questo leader della Silicon Valley a San Francisco o quell'esperto tecnico nel nord-est. Yang, per la stessa compagnia che tiene, segnala che è un membro di questa classe tecnocratica.

Più sostanzialmente, la tesi del libro di Yang è sia diagnostica che prescrittiva. Sostiene che molti degli attuali lavori che fungono da spina dorsale della nostra economia saranno resi obsoleti dall'accelerazione dell'automazione o saranno svolti da un piccolo gruppo di esperti tecnici che lascerà molti disoccupati e languirà nella disperazione economica. Secondo Yang, i dati disponibili mostrano che questo processo è già ben avviato e continuerà a peggiorare nei prossimi anni. Yang chiama questo sviluppo il Grande Spostamento. E l'inevitabile realtà dell'automazione, dice, costringerà il governo ad attuare nuove politiche economiche e sociali in risposta. Il reddito di base universale — quello che Yang chiama il “dividendo per la libertà” di $ 1000 al mese — è il mezzo preferito di Yang per affrontare questa crisi incombente.

Indipendentemente dal fatto che si sia d'accordo con questo punto di vista, è chiaramente suggestivo della sensibilità tecnocratica di Yang. Sostiene le sue affermazioni e idee con i dati dell'Ufficio degli Stati Uniti che mostrano una bassa partecipazione della forza lavoro, la recente eliminazione dei lavori di produzione e una crescente discrepanza tra produttività e compensazione. La sua affermazione che il talento d'élite si sta raggruppando in alcune regioni geografiche e discipline si basa su dati provenienti dagli uffici di carriera di quegli istituti d'élite.

Per Yang, i dati sono la risorsa principale con cui inquadra la sua immagine di ciò che non va nella nostra nazione. La dipendenza dai dati per comprendere i problemi e formulare risposte politiche è caratteristica del tecnocrate. Yang vuole dare a ogni adulto negli Stati Uniti $ 1000 al mese (regolabile per l'inflazione) che costerà circa $ 1.3 trilioni secondo la propria stima di Yang. Sottolinea che il suo piano sarà più efficiente dell'attuale sistema di programmi di assistenza del governo perché:

  • Un programma sarà in grado di realizzare il lavoro di 126.
  • La compensazione monetaria diretta ha dimostrato, almeno in alcuni studi, di avere esiti più positivi rispetto alle forme mediate di carità o di sollievo.
  • Il costo del programma può essere compensato da una cosiddetta imposta IVA che aumenterà il costo di alcuni beni di consumo e UBI comporterà una crescita dell'occupazione.

Yang vuole dimostrare che il suo programma di firma ripulirà i rifiuti amministrativi, aumenterà l'efficienza e sarà garantito dagli esperti. In termini di retorica di Yang, il seguente passaggio in particolare incapsula la sua sensibilità tecnocratica:

Abbiamo un'ondata di stato in debito con combattimenti, disfunzioni e idee e burocrazie obsolete di epoche passate, insieme a una popolazione che non può concordare su fatti di base come i totali dei voti o i cambiamenti climatici. I nostri politici offrono soluzioni senza cuore che, nella migliore delle ipotesi, rosiccheranno ai margini del problema. Il budget per la ricerca e lo sviluppo nel Dipartimento del Lavoro è di soli $ 4 milioni. Abbiamo un governo degli anni '1960 che ha poche soluzioni ai problemi del 2018. Questo deve cambiare se il nostro modo di vivere deve continuare. Abbiamo bisogno di un governo rivitalizzato e dinamico per rispondere alla sfida posta dalla più grande trasformazione economica nella storia dell'umanità. Quanto sopra può sembrare fantascienza per te. Ma stai leggendo questo con un supercomputer in tasca (o leggendolo sul supercomputer stesso) e Donald Trump è stato eletto presidente.

Yang si concentra sullo stato obsoleto e inefficiente del nostro governo moderno e sulla soluzione tecnocratica di metodi all'avanguardia ai problemi moderni, ed è irritato dall'incapacità delle persone di concordare su fatti di base - in particolare quelli scientifici - che dovrebbero avere un peso molto maggiore di semplici opinioni. Per questo motivo, i tecnocrati come Yang tendono a favorire una diffusione quasi evangelistica del pubblico in materia di educazione scientifica. E infine, c'è il riferimento conclusivo ai vantaggi della tecnologia e ai suoi inevitabili progressi futuri.

La tecnocrazia, essendo più un metodo di governo che un sistema di valori o una visione del mondo, è spesso usata da un'ideologia dominante per rendere più efficiente la sua agenda ideologica. Quindi in Cina, fino a poco tempo fa governato come tecnocrazia composto quasi esclusivamente da ingegneri, i tecnocrati sostengono il comunismo, ma in America è spesso usato per rendere più efficace la politica neoliberista. Stando così le cose, le élite non hanno mai davvero paura di un tecnocrate: capiscono che il metodo può essere usato per servire quasi tutti i maestri. La tecnocrazia ha anche il vantaggio, almeno negli Stati Uniti, di lusingare l'ego delle classi medie. Supportare un tecnocrate può segnalare serietà e intelligenza da parte dell'elettore informato che si preoccupa di "gravi questioni politiche e dati scientifici". Pertanto la tecnocrazia, di per sé, non è mai una vera sfida allo status quo. Ma questa descrizione non descrive di per sé Yang o la sua campagna.

Yang il populista

Populismo è un termine complesso e contestato. Alcuni commentatori hanno capito che significa integrazione e mobilitazione delle persone nel processo politico. Questa comprensione comprende la maggior parte dei politici progressisti basati sul movimento. Ai fini di questo saggio, tuttavia, il populismo sarà inteso come l'inverso delle istituzioni democratiche liberali stabilite. In un ambiente politico in cui la volontà generale del popolo (sovranità popolare) è vista come la forza trainante della vita civile, un istituto istituzionale che pretende di rappresentare gli interessi delle persone lo farà in modo imperfetto, spesso cercando di servire gli interessi delle stesse istituzioni e le persone al loro interno in opposizione al grande pubblico per il quale le istituzioni sono state costruite. Questa divisione tra la volontà generale del popolo e le istituzioni stabilite per suo conto, fa sorgere una politica del populismo.

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


Avatar
1 Discussioni dei commenti
0 Discussione risposte
0 Seguaci
Per molti commenti
Discussione più calda del commento
1 Autori di commenti
JCLincoln Autori di commenti recenti
Sottoscrivi
ultimo il più vecchio più votati
Notifica
JCLincoln
ospite

Yang vorrebbe vedere le telecamere di "riconoscimento facciale" in tutti gli Stati Uniti nel modo in cui la Cina le possiede? Yang ha "esaurito" la tecnologia a tutti i costi? "1984" è il film preferito di Yang?