Analisi: l'attacco informatico su larga scala è ora imminente

Per favore, condividi questa storia!
La guerra della tecnocrazia all'umanità deve essere vista come una serie di ondate strategicamente progettate per abbattere le roccaforti nemiche. Nessuna guerra nella storia è stata perseguita con un solo attacco. Pertanto, il COVID è stata un'ondata di attacco. È molto probabile che la prossima ondata sia correlata agli attacchi informatici. Potrebbero esserci un quarto e un quinto.

Lo shock e lo stupore di un attacco informatico, la chiusura di infrastrutture chiave, creerebbe panico e paura in tutto il mondo, portando all'equivalente del Patriot Act II. Quando l'élite globale dei tecnocrati suggerisce che l'unico modo per superare gli attacchi futuri è che tutti abbiano un'identità digitale, le persone si riverseranno su di essa a miliardi. Salvaci! Salvaci! piangeranno.

Successivamente, quando la realtà sorgerà come il sole del mattino, le stesse persone piangeranno di nuovo, ma questa volta nell'angoscia di scoprire di essere state catturate in un gulag digitale da cui non c'è via di scampo. ⁃ Editore TN

All'inizio del 2021, al culmine della paura covid generata dai media, il World Economic Forum ha pubblicato una serie di tavole rotonde e white paper che delineavano una "pandemia" di natura completamente diversa; quello che chiamavano un imminente "attacco informatico con caratteristiche simili al covid". L'agenda del programma del WEF era intitolata "Cyber ​​Polygon" e guidata con inquietante zelo dal globalista Klaus Schwab.

Il WEF e Schwab sono meglio conosciuti per due cose:

1) Il loro coinvolgimento in un gioco di guerra chiamato Evento 201 che ha simulato la diffusione globale di una pandemia di coronavirus. Questa simulazione si è svolta due mesi PRIMA che la cosa reale accadesse all'inizio del 2020 e la maggior parte delle misure messe in atto nel gioco sono state infatti attuate quasi immediatamente dopo l'epidemia.

2) L'entusiasmante annuncio di Klaus Schwab secondo cui la pandemia era la perfetta "opportunità" per istituire quella che lui chiama il “Grande Ripristino” dell'economia globale insieme all'ascesa della Quarta Rivoluzione Industriale, che è la completa centralizzazione del commercio mondiale e del governo in un impero socialista globale in cui farai "non possedere nulla, non avere privacy e piace."

Il fatto che il WEF fosse così preveggente quando si trattava della pandemia di covid è stato un vero miracolo. Era quasi come se sapessero che sarebbe successo, e i loro amici politici in varie nazioni non hanno perso tempo a portare avanti le loro politiche di mandato draconiane in tutto il mondo. Ma è successo qualcosa che sembrava gettare una chiave inglese nel piano: l'evento 201 prevedeva un bilancio iniziale di circa 65 milioni di persone, ma ciò non è accaduto. Infatti, il tasso di mortalità mediano per infezione di covid era solo dello 0.27%. Il Covid non stava uccidendo abbastanza persone e il pubblico stava iniziando a mettere in discussione l'efficacia dei blocchi, le regole inutili sulle maschere e la necessità di prendere un vaccino sperimentale con mRNA senza test a lungo termine per dimostrarne la sicurezza.

Negli Stati Uniti in particolare, gli stati conservatori hanno iniziato a sollevarsi e a bloccare l'agenda covid. Oggi, il CDC e il governo federale hanno dichiarato la rimozione della maggior parte dei mandati e anche gli stati blu di sinistra stanno iniziando a cedere. Tuttavia, la maggior parte degli stati rossi conservatori sono rimasti senza mandati per oltre un anno a un anno e mezzo. Siamo stati senza restrizioni per tutto questo tempo e il governo si sta comportando come se ci avesse appena "permesso" di essere di nuovo liberi.

La verità è che i globalisti del WEF e i loro partner all'estero NON HANNO FALLITO i loro sforzi per istituire la tirannia medica, almeno negli Stati Uniti e in alcune parti d'Europa. L'agenda è crollata perché la scienza era contro di loro sotto ogni aspetto. Non avevano niente. Con il 99.7% delle persone al sicuro dal covid, è stato impossibile creare abbastanza paura in un numero sufficiente di popolazione da convincerli a rinunciare alle loro libertà.

Quindi, per quelli di noi che hanno seguito attentamente questi eventi, il campanello d'allarme ha iniziato a suonare davvero quando il WEF ha cambiato marcia e improvvisamente ha spostato l'attenzione su una narrativa di attacco informatico. Era questo il piano B?

Ad aprile del 2021 ho pubblicato un articolo intitolato "I globalisti avranno bisogno di un'altra crisi in America poiché la loro agenda di ripristino fallisce". In quell'articolo ho delineato gli scenari più probabili per il prossimo evento catastrofico, che includeva la guerra in Ucraina e un attacco informatico globale che interrompe la catena di approvvigionamento. In quell'articolo ho affermato:

“I media e l'amministrazione Biden sono molto impegnati nel tentativo di creare tensioni con la Russia sull'Ucraina. Ci sono rinnovate tensioni tra Iran e Israele e la continua destabilizzazione da parte dell'Occidente in Siria. E, un crescente pericolo di confronto con la Cina su Taiwan...

C'è... un vantaggio narrativo nelle tensioni globali; di fronte a una minaccia straniera, gli americani sono più propensi a rifiutare le nozioni di ribellione contro le trasgressioni del governo? Non ho dubbi che l'establishment cercherà di affermare che il movimento per la libertà non è un movimento per la libertà, ma un movimento "astro-turf" creato dai russi per destabilizzare l'America. Questa è stata la strategia di propaganda dei media di sinistra ormai da anni; quindi perché dovrebbero smettere?"

Nel giugno del 2021 ho scritto in modo più specifico sulla natura sospetta di Cyber ​​Polygon nel mio articolo "Cyber ​​Polygon: il prossimo gioco di guerra globalista porterà a un'altra conveniente catastrofe?" Poi nel luglio del 2021 ho scritto un articolo intitolato "E se il prossimo grande attacco informatico prendesse di mira Internet?" In esso ho fatto questa osservazione:

"Nel giugno di quest'anno si è verificato un evento di interruzione di Internet che ha portato a oscurare vaste aree del Web, inclusi numerosi siti di notizie tradizionali, Amazon, eBay, Twitch, Reddit e una serie di siti Web governativi. Tutto questo è accaduto quando l'azienda della rete di distribuzione dei contenuti (CDN). Ho subito riscontrato un bug. Sebbene Amazon abbia riattivato il suo sito Web entro 20 minuti, la breve interruzione è costata all'azienda oltre $ 5.5 milioni di vendite (e questo è solo un sito web!).

Identificato e risolto rapidamente il problema entro due ore e continua a rivendicare l'interruzione non ha nulla a che fare con un attacco informatico. Tuttavia, ha rivelato un'enorme vulnerabilità per Internet (quello che von Clausewitz avrebbe chiamato a Schwerpunkt). Gran parte del web dipende solo da tre società CDN, inclusa Fastly.

Ecco cosa mi preoccupa: se ci fosse un attacco informatico su tali punti deboli del web e l'attacco coinvolgesse un worm dannoso o un'altra arma altamente infettiva, allora Klaus Schwab potrebbe benissimo avere la sua pandemia informatica".

Oggi le tensioni belliche con la Russia stanno per traboccare e sospetto che sia solo questione di tempo prima che anche la Cina inizi le operazioni contro Taiwan. Ma c'è una minaccia molto più grande all'orizzonte. In questa fase ho pochi dubbi sul fatto che un attacco sotto falsa bandiera contro gli Stati Uniti o l'Europa (o entrambi) sia ora imminente, e ciò che intendo per "falsa bandiera" è che l'attacco sarà progettato a beneficio dei globalisti e non necessariamente del paese che è incolpato per questo.

Come ho notato in passato, Vladimir Putin è associato da molto tempo a numerosi globalisti. La sua amicizia con Il ghoul del Nuovo Ordine Mondiale Henry Kissinger iniziato decenni fa e continuano a incontrarsi per pranzi regolari poiché Kissinger funge da consigliere per più rami del Cremlino. Putin ha anche mantenuto una relazione stabile con il WEF e Anche la Russia si è unita La rete della quarta rivoluzione industriale di Klaus Schwab proprio l'anno scorso. L'affermazione che Putin è anti-globalista è una bugia, è profondamente coinvolto nel sistema globalista e lo è sempre stato.

I globalisti stanno giocando ENTRAMBI I LATI del conflitto in Ucraina. Questa è la realtà. È molto importante capire e accettare questo fatto, altrimenti non sarai in grado di cogliere gli eventi che accadono dopo.

Putin ha recentemente minacciato i governi occidentali con una rappresaglia come non avevano mai visto prima se tentassero di interferire in Ucraina. Il problema è che molti nei media mainstream e alternativi presumevano automaticamente che si trattasse di una minaccia di guerra nucleare. Non credo che questo sia ciò a cui si riferiva Putin. io ho un'altra teoria...

È improbabile che i globalisti trascorrano gli ultimi decenni costruendo una delle più complesse griglie di controllo tecnocratico della storia per tracciare e dominare il pubblico solo per poi annientare tutto in un batter d'occhio con le armi nucleari. Un ambiente post-atomica sarebbe impossibile da controllare per loro. Ciò che è più probabile, a mio avviso, è un massiccio attacco informatico che prende di mira la funzionalità di Internet stessa e dovrebbe avvenire in tempi relativamente brevi.

La quantità di operazioni economiche e commerciali legate al web è sbalorditiva. Anche se Internet dovesse interrompersi per sole due settimane, le ripercussioni sui nostri mercati e sulla nostra catena di approvvigionamento sarebbero devastanti. Per estensione, i benefici per i globalisti sarebbero immensi. Potrebbero implementare filtri e firewall su qualsiasi parte del Web che non gli piace (compresi i media alternativi) e affermare che ciò serve a proteggere Internet da possibili fonti di diffusione virale. Potrebbero ridurre il Web a solo una manciata di siti aziendali e governativi approvati, tutto in nome della protezione dell'integrità della rete.

Inoltre, un simile attacco sarebbe un perfetto capro espiatorio per l'economia già in crisi e l'aumento dell'inflazione. A quel punto, le banche centrali che sono veramente responsabili della nostra instabilità finanziaria potrebbero semplicemente dire che tutto stava “per tornare alla normalità” fino a quando (Russia o Cina) non hanno diffuso il cyber-virus. E forse la Russia sarà coinvolta, ma non sarà Putin a dare l'ordine, saranno i suoi partner globalisti dietro le quinte.

La macchina dell'hype che circonda l'Ucraina è in overdrive in questo momento. È un po' strano per me quanto panico e indignazione vengano accumulati. È come se la gente avesse dimenticato che il governo degli Stati Uniti ha appena trascorso più di un decennio a devastare un paese come l'Iraq senza una buona ragione. Nessuno sembra menzionare l'ipocrisia di chiedere la guerra totale contro la Russia quando le campagne statunitensi in Iraq hanno ucciso centinaia di migliaia di civili e pochissimi paesi hanno battuto ciglio.

Chiaramente, i media controllati stanno cercando di convincere il popolo occidentale a sostenere il confronto militare diretto con la Russia su un conflitto che non ha nulla a che fare con noi. Ci sono anche numerosi neo-con del GOP là fuori (Lindsay Graham, ti sto guardando) fare una campagna per i veri conservatori di andare avanti con un piede di guerra. Non penso che stia guadagnando molto successo, ma cosa ha funzionato come un'efficace manipolazione contro i conservatori in passato?

I globalisti hanno bisogno di un'altra Pearl Harbor: un attacco dell'9 settembre o qualcosa di ancora più grande. Hanno bisogno di qualcosa che faccia infuriare la popolazione americana, in particolare i conservatori. Hanno bisogno di una crisi di proporzioni epiche per attirarci in una risposta emotiva e nell'abbandono della logica. Hanno anche bisogno di un disastro di capro espiatorio che possano usare per incolpare l'imminente crisi economica.

Prevedo che questo evento avverrà sotto forma di un attacco informatico su larga scala e l'escalation degli eventi mi suggerisce che cercheranno di implementare un simile attacco a breve termine. Forse entro i prossimi due mesi e sicuramente prima della fine dell'anno.

Non si tratta della Russia. Non si tratta dell'Ucraina. La vera guerra è tra i popoli liberi ei globalisti. Quando vengono rimossi e i loro pupazzi vengono rimossi, la maggior parte di questi disastri cesserà. Finché rimarranno al potere, gli eventi di crisi accelereranno e aumenteranno di frequenza finché non troveranno qualcosa che funzioni; qualcosa che rende la maggior parte delle persone disposte a rinunciare alle proprie libertà in cambio della falsa promessa di sicurezza.

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

9 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
DawnieR

Preparati per infinite PsyOps FALSE FLAG dei globalisti EVIL!!

Ricorda solo…..LA RUSSIA NON L'HA FATTO!

TINP

Maria Baranova, la direttrice di RT (Russia Today – meglio conosciuto come il canale di propaganda preferito di Putin) si è dimessa. Appena pubblicato l'8 marzo 2022 alle 4:20, FoxNew Digital riporta che Baranova afferma che la prossima ondata sarà un'esplosione termonucleare:
"'Siamo sull'orlo di una guerra nucleare', dice l'editore di Russia Today mentre si dimette": https://www.wnd.com/2022/03/brink-nuclear-war-says-russia-today-editor-quits/

luccicare

RT non ha annunciato diversi giorni prima delle sue “dimissioni” che stava chiudendo gli uffici degli Stati Uniti e aveva chiesto a tutti i dipendenti di consegnare le dimissioni? Sembra che questa cosa di Baranova sia "cane morde l'uomo".

Anne

Mi stupisce come i globalisti riescano sempre a tenere le persone a guardare i nemici sbagliati. Immagino che alcune persone negli Stati Uniti abbiano già dimenticato quanti familiari, amici e conoscenti abbiano sofferto e siano morti fidandosi degli stessi assassini, che credevano in realtà avrebbero salvato dalla malattia e dalla morte. Ho sentito di recente che i globalisti stanno usando la situazione dell'Ucraina per distogliere lo sguardo dalle persone dai loro crimini contro l'umanità negli ultimi due anni. In realtà da quello che ho sentito e letto. L'ascesa della medicina dell'olio di serpente e della frode medica in tutto il mondo iniziò intorno al 1917 con il presunto spagnolo... Per saperne di più »

[…] La guerra globale dei predatori contro l'umanità deve essere vista come una serie di ondate strategicamente progettate per abbattere le roccaforti nemiche, spiega Patrick Wood, caporedattore di Technocracy.news. […]

[…] Analisi: l'attacco informatico su larga scala è ora imminente […]

[…] dalla tecnocrazia. Credito fotografico: FLY:D su Unsplash) Commenti (0) Condividi I pregato Pubblica una preghiera Stampa […]

No Ticky

Ecco una nuova ondata: "Red Dawn Alert: rapporto non verificato da Lude Media tramite Gateway Pundit, Lawrence Sellin PhD, colonnello in pensione della riserva dell'esercito degli Stati Uniti, veterinario dei conflitti in Afghanistan e Iraq, analizza la presunta perdita di registrazione audio e la foto della riunione segreta di inizio maggio 2022 di funzionari del PCC e alti ufficiali del comando meridionale della regione del Guangdong dell'EPL che discutono dell'invasione di Taiwan, della sconfitta delle forze regionali statunitensi; incontro incentrato su 1) costruzione di un sistema di comando e controllo di mobilitazione congiunta militare-civile; 2) stabilire procedure in tempo di guerra; e 3) preparare il comando e il controllo in tempo di guerra; i principali obiettivi militari sono "distruggere l'indipendenza di Taiwan" e garantire la vittoria... Per saperne di più »