Le fotocamere Amazon AI Van accendono le preoccupazioni di "Dystopia Prime"

Wikimedia Commons
Per favore, condividi questa storia!
È pubblicizzato come "la più grande espansione della sorveglianza aziendale nella storia umana". In quanto organizzazione completamente tecnocratica, se Amazon dovesse governare la società, sarebbe molto simile al distopico 1984 di Orwell. ⁃ TN Editor

L'annuncio di Amazon.com Inc di questa settimana che avrebbe implementato telecamere alimentate da intelligenza artificiale nei suoi furgoni per le consegne di marca per la sicurezza ha attirato critiche dai sostenitori della privacy e dai lavoratori interessati a essere sottoposti a sorveglianza sul lavoro.

La più grande azienda di e-commerce al mondo ha affermato che le telecamere, sviluppate dalla società di tecnologia dei trasporti Netradyne, migliorerebbero la sicurezza sia dei conducenti che delle comunità in cui effettuano consegne.

Ma dipendenti come Henry Search, un autista di 22 anni nello stato di Washington, ha affermato di aver visto le telecamere che riprendono la loro giornata lavorativa come una "violazione della privacy".

"Stiamo qui a lavorare tutto il giorno, provando già il nostro meglio", ha detto Search alla Thomson Reuters Foundation in un'intervista telefonica. "Le telecamere sono solo un altro modo per controllarci."

I sostenitori della privacy hanno avvertito che dotare la flotta di Amazon di circa 30,000 veicoli per le consegne di telecamere AI potrebbe costituire un pericoloso precedente per la privacy.

"Questa sembra essere la più grande espansione della sorveglianza aziendale nella storia umana", ha detto Evan Greer, vicedirettore dell'organizzazione non profit tecnologica Fight for the Future. "Se questa diventa la norma, stiamo parlando dell'estinzione della privacy umana".

Amazon è stata sottoposta a controlli in passato per incidenti che coinvolgono i corrieri.

Una portavoce dell'azienda ha dichiarato in commenti inviati tramite e-mail che "questa tecnologia fornirà avvisi ai conducenti in tempo reale per aiutarli a stare al sicuro quando sono sulla strada".

In un video didattico sulle telecamere, il senior manager di Amazon per la sicurezza dell'ultimo miglio Karolina Haraldsdottir ha detto che le telecamere registreranno il 100% delle volte, ma non sono impostate per il live streaming dall'interno dei furgoni.

Rileveranno la guida non sicura, anche quando i conducenti appaiono distratti o assonnati, ha spiegato, aggiungendo che il filmato potrebbe essere utilizzato dal team di sicurezza dell'azienda o in indagini su furti o incidenti.

Ma Greer ha affermato che i problemi di sicurezza potrebbero essere affrontati rallentando il ritmo del lavoro. "La prima cosa che (Amazon) dovrebbe fare per migliorare la sicurezza sarebbe non disporre di quote di consegna così oltraggiose che costringano le persone in condizioni non sicure", ha detto.

Un altro autista del Massachusetts, che ha chiesto di non usare il suo nome per proteggere la sua identità, ha detto che avrebbe gradito una telecamera esposta fuori dal suo furgone per registrare le prove di eventuali incidenti.

"Ma una telecamera sul mio viso tutto il tempo, non vedo come questo mi tenga al sicuro - è troppo", ha detto in un'intervista telefonica, osservando che i conducenti utilizzano già un'app chiamata Mentor che tiene traccia della posizione e dei movimenti di il veicolo.

Haraldsdottir ha affermato che "solo un numero limitato di persone autorizzate" avrebbe accesso alle riprese dei conducenti dalle telecamere.

Ma alcuni conducenti temevano che Amazon potesse vendere o condividere il filmato con terze parti o utilizzare le telecamere per monitorare le loro prestazioni sul lavoro.

"Il filmato registrato potrebbe essere condiviso con un futuro possibile datore di lavoro che può quindi decidere di rifiutarti prima ancora di conoscerti", ha detto un autista del Michigan che ha chiesto di non fornire il suo nome completo.

Sebbene gli piaccia fare consegne per Amazon, ha detto che al momento sta cercando altro lavoro perché non vuole essere sottoposto a sorveglianza.

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

6 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Marie V. Pappas

Patrick! Ringrazio Dio per tutte le tue ricerche approfondite Grazie per tutto il tempo che hai speso cercando di svegliare tanti persi e ciechi. Dio benedica e preserva te e la tua famiglia

Doug Miller

Forse non è un problema di privacy, nel prossimo futuro. Anche i veicoli senza conducente e i robot devono essere monitorati.

Corona Coronata

Oh, per sicurezza, beh allora ...

Rodney

 "Solo un gruppo limitato di persone autorizzate" avrebbe accesso alle riprese dei conducenti dalle telecamere. "
Oh beh, non preoccuparti, sappiamo tutti quanto sia affidabile questa folla di autori "limitati" ora, no!

PAMINO

Dystopian è un possibile opposto di eutopian.
L'unico problema è che ciò che si cerca è l'opposto di utopico, che è topico. Ecco il lavoro per chi è interessato a preservare la lingua:
τόπος topos 'luogo'
εὖ eu 'well'
ευ- eu- 'bene, bene'
οὐ u ‚non '.
Il titolo del libro di San Tommaso Moro è Utopia "Nowheria".
L'opposto di Nowheria è Wheria, ma quest'ultima parola è inutile,
qed

Vincitore

Le telecamere non sono progettate per prevenire incidenti, ma verranno utilizzate per registrare filmati per "imparare" la biomeccanica dei conducenti per alimentare l'algoritmo AI che costruisce la macchina di guida robotica. Se avessero la tecnologia oggi, sostituirebbero tutti i conducenti con macchine. Usano già droni e furgoni a guida autonoma per consegnare piccoli oggetti.