Alex Newman: Come l'Agenda 2030 delle Nazioni Unite sta guidando le restrizioni all'agricoltura

Per favore, condividi questa storia!
La guerra al cibo fa parte della più ampia guerra per la conquista del mondo. Ora è palesemente ovvio che si tratta di un attacco intenzionale. I tecnocrati delle Nazioni Unite usano la paura per guidare il mondo verso lo sviluppo sostenibile, noto anche come tecnocrazia. TN ha identificato l'intensificarsi della guerra della tecnocrazia nel 2015 e da allora l'ha documentata. ⁃ Editore TN

L'Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile informa le politiche del governo per limitare l'agricoltura e trasformare i sistemi alimentari in diverse parti del mondo, ha affermato Alex Newman, un giornalista internazionale pluripremiato che si occupa di questo problema da oltre un decennio.

L'Agenda 2030 è un piano d'azione ideato dalle Nazioni Unite (ONU) per raggiungere 17 obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG). Gli obiettivi e l'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile erano adottato da tutti gli Stati membri delle Nazioni Unite nel 2015.

L'allora Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon definì l'Agenda 2030 "la dichiarazione globale di interdipendenza" (pdf) Newman ha detto in una recente intervista su EpochTV "Crocevia" programma.

"Secondo me, [è] stato un colpo diretto alla nostra Dichiarazione di Indipendenza ... Quindi invece di essere nazioni indipendenti, ora saremo tutti interdipendenti".

L'Agenda 2030 "copre ogni elemento della vita umana, ogni elemento dell'economia", inclusa la ridistribuzione della ricchezza globale non solo all'interno delle nazioni ma anche tra le nazioni, ha commentato Newman. L'Agenda "dice specificamente che dobbiamo cambiare il modo in cui consumiamo e produciamo beni", ha aggiunto.

L'obiettivo numero due dell'Agenda 2030 riguarda specificamente il cibo, ha affermato Newman.

Nel settembre 2021, le Nazioni Unite hanno tenuto il Vertice sui sistemi alimentari, che ha sottolineato la necessità di "sfruttare il potere dei sistemi alimentari" allo scopo di raggiungere tutti i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile entro il 2030, secondo un'ONU dichiarazione.

“Tutti, ovunque, devono di agire e lavorare insieme per trasformare il modo in cui il mondo produce, consuma e pensa al cibo", afferma la dichiarazione.

Assunzione di terreni agricoli

L'agenda dello sviluppo sostenibile è emersa negli anni '1970 quando le Nazioni Unite hanno cercato di definirla in una conferenza a Vancouver, in Canada, nel 1976. Ha detto Newman.

La conferenza, che è stata la prima conferenza delle Nazioni Unite sugli insediamenti umani conosciuta come Habitat io, ha adottato la Dichiarazione di Vancouver (PDF), un rapporto che ha fornito raccomandazioni per gli Stati membri delle Nazioni Unite.

Newman ha citato un estratto da questo rapporto: “La terra non può essere trattata come un bene ordinario controllato da individui e soggetto alle pressioni e alle inefficienze del mercato. La proprietà fondiaria privata è anche uno strumento principale di accumulazione e concentrazione della ricchezza, quindi contribuisce all'ingiustizia sociale”.

Newman ha affermato che, a suo avviso, le Nazioni Unite vogliono in definitiva sbarazzarsi della proprietà privata della terra. “Lo vediamo in tutto il mondo. Questo non sta accadendo solo nei Paesi Bassi".

Pensa che sia in corso una guerra contro i contadini e gli allevatori, soprattutto quelli indipendenti o quelli che non fanno parte del sistema. “Vogliono togliere i piccoli coltivatori, anche i medi coltivatori, dalla loro terra, e vogliono portare tutto sotto il controllo di questi - penso non ci sia altro termine per descriverlo - fascisti partenariati pubblico-privato”.

Newman ha notato alcuni esempi per illustrare la sua opinione: il regime cinese costringe i contadini a farlo mossa nelle megalopoli, gli agricoltori vengono uccisi Sud Africae la Securities and Exchange Commission (SEC) negli Stati Uniti ha proposto una nuova norma che potrebbe far fallire i piccoli e medi agricoltori.

Nel marzo 2022, la SEC ha proposto un regolamento che "incaricherà le società quotate in borsa di riferire sulle loro emissioni di carbonio e altre informazioni relative al clima", oltre a riportare informazioni simili da qualsiasi società con cui intrattengono rapporti commerciali, secondo una SEC dichiarazione.

Di conseguenza, tutte le aziende nella catena di approvvigionamento aziendale di un'entità quotata in borsa dovrebbero segnalare le proprie emissioni di carbonio e i dati relativi al clima.

Il senatore statunitense Tim Scott (RS.C.) e John Hoeven (RN.D.) hanno indotto 30 legislatori a sollecitare la SEC ad abrogare la sua proposta, definendola un "superamento normativo".

"Imporre il superamento della regolamentazione su agricoltori e allevatori non rientra nell'autorità fornita dal Congresso della SEC", hanno affermato i senatori in una dichiarazione. "Questo sostanziale obbligo di rendicontazione comporterebbe un onere significativo per le piccole aziende agricole a conduzione familiare".

L'American Farm Bureau Federation ha affermato in a statistit che la norma proposta potrebbe creare "costi sostanziali" per gli agricoltori perché non hanno squadre di funzionari o avvocati di conformità come le grandi società. Inoltre, potrebbe spingere fuori dagli affari i piccoli e medi agricoltori e costringere le aziende di trasformazione alimentare a cercare prodotti agricoli crudi al di fuori degli Stati Uniti, afferma la dichiarazione.

"Se controlli l'approvvigionamento alimentare, controlli tutto", ha detto Newman.

Leggi la storia completa qui ...

Informazioni sull'editor

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

10 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Enrico Vescovo

Gesù Cristo è la nostra unica speranza. Ma io sono qui per aiutare in ogni modo possibile. Non mi piace il ripristino globale. Il prossimo incontro è la tecnologia e la scienza contro Gesù. Come ai tempi di Noè. Nimrod, stessa merda. Non possiedi nulla e sarai felice.

[…] Leggi di più: Alex Newman: Come l'Agenda 2030 delle Nazioni Unite sta guidando le restrizioni all'agricoltura […]

[…] Leggi di più: Alex Newman: Come l'Agenda 2030 delle Nazioni Unite sta guidando le restrizioni all'agricoltura […]

dickens fangoso

Patrick Moore, co-fondatore di Greenpeace e sulla cui barca sono stato PERSONALMENTE negli anni '1980 nel porto di Vancouver: “Sono scettico sul cambiamento climatico. So che il clima sta cambiando, ed è sempre stato così. L'ho studiato intensamente per molti anni. Ho iniziato quello che chiamo Carbon Project qui nella Columbia Britannica nel 1989 per riunire tutti per discutere di questo argomento e capire i fatti dietro di esso. Da allora, ho visto crescere l'isteria, come se il mondo intero stesse per finire e la civiltà fosse... Per saperne di più »

dickens fangoso

La verità è che di recente c'è stato il riscaldamento globale, ma è iniziato intorno al periodo della guerra rivoluzionaria e oggi è ancora SOTTO la media degli ultimi 3,000 anni. E questo non è solo per l'Europa, la Groenlandia e il Nord America, l'ennesima falsa pista che è stata recentemente buttata fuori dai disperati surriscaldatori globali. L'universalità degli ottimali climatici vichinghi e medievali è descritta da Kegwin, che ha scritto in Science, 1996:274:1504-1508, la temperatura superficiale media del Mar dei Sargassi (che si trova all'incirca tra le Indie occidentali e le Azzorre), che è stato ottenuto dalle letture... Per saperne di più »

trackback

[…] Alex Newman: come l'Agenda 2030 delle Nazioni Unite sta guidando le restrizioni all'agricoltura Alex Newman: come l'Agenda 2030 delle Nazioni Unite sta guidando le restrizioni all'agricoltura […]

[…] Come l'Agenda 2030 delle Nazioni Unite sta guidando le restrizioni all'agricoltura […]

[…] Alex Newman: In che modo l'Agenda 2030 delle Nazioni Unite sta guidando le restrizioni all'agricoltura […]

[…] Alex Newman: In che modo l'Agenda 2030 delle Nazioni Unite sta guidando le restrizioni all'agricoltura […]