Il sistema di riconoscimento facciale TSA ottiene solo il tasso di corrispondenza 85%

Fotografia di Jaime Ruiz / Dipartimento di sicurezza nazionale degli Stati Uniti
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
"I tuoi documenti, per favore." Finora, la TSA sta fallendo miseramente nell'attuazione dei sistemi di identificazione biometrica negli aeroporti degli Stati Uniti. Sebbene non vi siano dubbi sul fatto che alcuni cattivi attori saranno catturati con un sistema perfetto, è una grave violazione della Costituzione raccogliere dati su ogni cittadino o viaggiatore. ⁃ Editor TN

L'agenzia US Customs and Border Protection dovrebbe completare un test 30-day il prossimo mese di utilizzo di tecnologia di riconoscimento facciale per selezionare i viaggiatori internazionali all'aeroporto internazionale di Los Angeles.

Il Dipartimento della sicurezza nazionale spera di utilizzare il riconoscimento facciale per rintracciare e registrare circa 1 circa milioni di viaggiatori stranieri che ogni anno entrano ed escono dal paese, con circa 300,000 che viaggiano in aereo.

Durante i programmi pilota negli aeroporti di Boston, Houston, New York e Atlanta, i viaggiatori sono stati fotografati mentre si preparavano a bordo degli aerei. Le telecamere hanno utilizzato la tecnologia di riconoscimento facciale per abbinare i volti dei viaggiatori in partenza con i dati raccolti dal governo federale su ogni cittadino straniero che entra nel paese.

Quando sono state scattate foto di viaggiatori le cui immagini erano già nel sistema governativo, il sistema corrispondeva alle immagini 98% delle volte, secondo l'audit. Ma i vettori aeroportuali non sono sempre riusciti a scattare foto dei passeggeri a causa della "scarsa disponibilità della rete, della mancanza di personale dedicato e dei tempi di imbarco compressi a causa di ritardi dei voli", secondo l'audit. Di conseguenza, il tasso complessivo di "conferma biometrica" ​​è stato del 85%, secondo l'audit.

L'audit ha anche incolpato la scarsa qualità delle immagini digitali per la difficoltà di abbinare i viaggiatori di età inferiore a 29 e di età superiore a 70. Inoltre, il sistema ha avuto maggiori difficoltà ad abbinare determinate nazionalità - in particolare cittadini statunitensi, messicani e canadesi - perché la "galleria digitale" del governo aveva meno foto di quelle nazionalità rispetto ad altri viaggiatori stranieri, ha detto l'audit.

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


Sottoscrivi
Notifica
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti