Ribelle degli agricoltori olandesi: l'agenda 2030 delle Nazioni Unite è alla base della chiusura di Draconian AG

REUTERS/Eva Plevier
Per favore, condividi questa storia!
La guerra al cibo nei Paesi Bassi è generata dall'Agenda 2030 delle Nazioni Unite sullo sviluppo sostenibile, alias Tecnocrazia. Controllare il cibo, controlla le popolazioni. La rimozione del fertilizzante controlla il cibo. Gli agricoltori olandesi lo riconoscono e stanno reagendo; dobbiamo sostenere questa parte importante della resistenza in ogni modo possibile. Le carestie uccidono.

La guerra al cibo non è una teoria del complotto. Non lasciare che nessuno ti sminuisca con queste sciocchezze. L'ONU ha dichiarato guerra agli allevatori e agli agricoltori di tutto il mondo. Hanno scritto apertamente della loro ostilità verso l'agricoltura industriale e l'allevamento, sostituendo altre fonti di proteine ​​come grilli e altri insetti. Il governo olandese ha acquistato il gancio, la lenza e la zavorra della propaganda delle Nazioni Unite e ha proceduto alla demolizione della propria industria agricola. Questa è una guerra contro tutta l'umanità e avrà effetti devastanti a meno che non venga terminata immediatamente. ⁃ Editore TN

Il controllo statale sulla produzione e distribuzione di cibo facilita un controllo profondo sulle persone, ha affermato la commentatrice olandese Eva Vlaardingerbroek mentre discuteva delle proteste degli agricoltori olandesi in un'intervista andata in onda sul podcast Breitbart News Daily di martedì con il conduttore Alex Marlow.

Gli agricoltori olandesi stanno protestando contro i tentativi del governo di limitare le loro operazioni nell'ambito del suo programma di “cambiamento climatico”.

Vlaardingerbroek ha spiegato i pretesti del governo olandese per limitare l'allevamento di animali degli agricoltori olandesi.

“Il nostro governo sta seguendo un'agenda sul clima: il 2030 Agenda, più in generale - e stanno dicendo che i Paesi Bassi hanno emissioni di azoto e ammoniaca troppo elevate, che minacciano il clima [e] la natura locale, e che devono essere ridotte".

Ha continuato: “Per qualche ragione, non stanno cercando le compagnie aeree. Non stanno seguendo nessun altro settore che effettivamente contribuisce a queste emissioni, a parte gli agricoltori olandesi".

Il governo olandese dice Il 30 per cento del bestiame del paese dovrà essere eliminato per frenare l'“inquinamento da azoto” in conformità con i suoi obiettivi apparentemente ambientali.

Vlaardingerbroek ha osservato che il governo olandese intende sequestrare terre agli agricoltori come parte della sua politica di "cambiamento climatico".

Ha osservato: “Abbiamo una migrazione di massa [e] abbiamo frontiere aperte. Abbiamo così tanti immigrati che vengono nel nostro Paese e il governo non ha un posto dove ospitarli”.

"Ci sono documenti statali effettivi che sono emersi in cui è scritto nero su bianco che ... useranno effettivamente la terra espropriata per costruire un centro di crisi per i rifugiati", ha aggiunto.

Vlaardingerbroek ha osservato i punti in comune tra gli editti e i decreti sul "cambiamento climatico" dei governi occidentali emessi apparentemente per ridurre la trasmissione di COVID-19: espansione del potere statale con commisurate violazioni dei diritti individuali.

"Sei sempre tu - civile comune, cittadino comune - che devi rinunciare ai suoi diritti", ha affermato. “Quindi questa è la tendenza qui. Questo è ciò di cui le persone hanno bisogno per iniziare a vedere. Questa è la vera agenda che i nostri governi hanno e, naturalmente, l'approvvigionamento alimentare - gli agricoltori - quale modo migliore per controllare le persone se non controllando il loro approvvigionamento alimentare?"

Ha concluso: "In questo modo, lo stato è in grado di avere il pieno controllo sulle tue vite se dettano cosa non puoi mangiare, cosa puoi mangiare e quando puoi mangiare".

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

4 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
LA 787

Questa è spazzatura assoluta. Gli agricoltori dovrebbero continuare a piantare e raccogliere come al solito, tutta questa spazzatura sui cambiamenti climatici e il riposo del WEF sono seguiti dai cosiddetti leader intelligenti. Le persone hanno bisogno di alzarsi e sradicare i manichini in carica invece dei loro raccolti.

[…] Leggi di più: Gli agricoltori olandesi si ribellano: l'agenda 2030 delle Nazioni Unite è alla base della chiusura di Draconian AG […]

[…] Leggi di più: Gli agricoltori olandesi si ribellano: l'agenda 2030 delle Nazioni Unite è alla base della chiusura di Draconian AG […]

[…] Gli agricoltori olandesi si ribellano: l'agenda 2030 delle Nazioni Unite è alla base della chiusura di Draconian AG […]