Il virus più letale del mondo: "influenza spagnola" retroingegnerizzata, ricreata

Tute protettive indossate dai ricercatori di laboratorio BSL-4. Foto: l'Istituto Robert Koch
Per favore, condividi questa storia!
Questi genetisti impazziti di Frankenstein che stanno creando virus assassini hanno apparentemente creato una società segreta tra di loro, tutti accettando zero trasparenza, bugie, inganno. e corruzione. Questo cartello deve essere smantellato ed esposto alla luce della sanità mentale e dell'umanità. Se non vengono fermati, tutta l'umanità è a rischio. ⁃ Editore TN

STORIA IN BREVE

> Scienziati negli Stati Uniti e in Canada hanno resuscitato il virus dell'influenza spagnola attraverso la genetica inversa. Non sorprende che siano coinvolti il ​​National Institutes of Health (NIH) e il National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID) del Dr. Anthony Fauci

> Gli scienziati sembrano frustrati dal fatto che il loro virus dell'influenza spagnola retroingegnerizzato, anche alle dosi più elevate testate, non è stato abbastanza letale da uccidere le specie di macachi selezionate per l'esperimento. Sostengono che dobbiamo creare una versione più pericolosa dell'influenza spagnola per poter produrre vaccini migliori per essa. Questo nonostante il fatto che, fino a quando non l'hanno resuscitato, non esisteva più in natura

> L'argomento secondo cui abbiamo bisogno di creare virus pericolosi "per ogni evenienza" La natura esce con qualcosa di simile, quindi possiamo creare vaccini per detti virus in anticipo, semplicemente non regge. Questa è scienza impazzita e deve essere fermata

> Le prove indicano che SARS-CoV-2 è il prodotto della ricerca sul guadagno di funzione e un certo numero di istituzioni statunitensi devono chiarire il proprio lavoro, tra cui l'EcoHealth Alliance (EHA), l'Università della Carolina del Nord (UNC) , l'Università della California a Davis (UCD), il NIH e l'Agenzia statunitense per lo sviluppo internazionale (USAID)

> Tutte queste agenzie e istituzioni hanno condotto e/o collaborato a ricerche che potrebbero essere in grado di risolvere il mistero dell'origine di SARS-CoV-2. Ma invece di condividere in modo trasparente i loro dati, hanno semplicemente dichiarato di "non essere stati coinvolti in nessun esperimento che avrebbe potuto portare all'emergere di SARS-CoV-2". Le smentite a tappeto non bastano più. Devono produrre i dati per la revisione e l'analisi indipendenti

Le prove indicano che SARS-CoV-2 è il prodotto della ricerca sul guadagno di funzione (GoF). In effetti, l'avvocato Tom Renz rilascerà presto i risultati di un'importante indagine legale, che secondo lui dimostrerà - oltre ogni ragionevole dubbio - che SARS-CoV-2 è stato creato come parte di un progetto GoF.1

Indipendentemente dal fatto che l'epidemia sia stata accidentale, intenzionale o il risultato di negligenza, il risultato finale è lo stesso: devastazione della salute, del commercio, della finanza e della vita civile in tutto il mondo per anni e anni.

Ora immagina cosa potrebbe succedere se venisse fuori qualcosa come l'influenza spagnola o, peggio, una versione turbo e geneticamente modificata di essa. Per quanto incomprensibile possa sembrare alla persona media, gli scienziati negli Stati Uniti e in Canada hanno resuscitato questo virus devastante e letale e, non a caso, il National Institutes of Health (NIH) e il National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID) del Dr. Anthony Fauci sono coinvolti.

Scienziati pazzi stanno testando l'influenza spagnola ricreata sulle scimmie

Come riportato da Renz, 19 agosto 2022:2

“... è così assurdo che sto solo iniziando con il documento di riferimento perché temo che nessuno ci crederà. Ecco qui: 'Influenza spagnola GoF. '3 Sì, è vero, Fauci e l'equipaggio stanno ora eseguendo attivamente il lavoro di guadagno di funzione (GoF) e infettando i primati con l'influenza spagnola ... Ecco una citazione dal documento:

'... Il virus dell'influenza A/South Carolina/1918 (H1N1) è stato generato dalla genetica inversa e gestito nel contenimento di livello di biosicurezza 4 (BSL-4) presso il National Microbiology Laboratory (NML).

Le sequenze dei segmenti virali dell'influenza del 1918 erano basate sui dati riportati con i numeri di accesso GenBank DQ208309, DQ208310, DQ208311, AF117241, AY744935, AF250356, AY130766 e AF333238.

Il virus dell'influenza del 1918 è stato coltivato utilizzando cellule renali canine Madin-Darby. Le cellule MDCK sono state coltivate in terreno minimo essenziale … ​​integrato con il 5% di siero bovino fetale … ​​e 1 L-glutammina …

Uno stock di virus del passaggio 2 (P2) è stato preparato utilizzando MEM integrato con 0.1% di albumina di siero bovino (BSA) … 1 L-glutammina e 1 mg/mL di N-tosil-L-fenilalanina clorometilchetone (TPCK)-tripsina trattata …

Questo stock è stato utilizzato per l'inoculazione degli animali. La dose letale del 50% nel topo (MLD50) per questo stock era precedentemente determinata in 103.2 PFU; questo valore è stato confermato prima dell'uso del ceppo per l'infezione da macaco.'

Francamente non mi interessa discutere la sfumatura del fatto che la ricreazione di virus generalmente estinti "generati dalla genetica inversa" utilizzando pezzi e parti di altri animali si qualifichi come GoF; quello che mi interessa è che abbiamo ricreato l'influenza spagnola e la stiamo sperimentando su altri animali".

Influenza spagnola "non abbastanza letale"

Come notato da Renz, gli scienziati sembrano frustrati dal fatto che il loro virus dell'influenza spagnola retroingegnerizzato, anche alle dosi più elevate testate, non è stato abbastanza letale da uccidere le due specie di macachi selezionate per l'esperimento.

I macachi sono stati quindi ritenuti "non ideali per lo sviluppo e il test di nuovi vaccini e terapie specifici per l'influenza pandemica", che richiedono "altri modelli di primati non umani fisiologicamente rilevanti". Renz continua:4

"... dato il risultato del precedente GoF del coronavirus, QUALCUNO può sostenere che il lavoro del GoF sull'influenza spagnola sia una buona idea? Anche la semplice ricreazione della malattia dimostra un'incredibile mancanza di rispetto per il disastro creato dal coronavirus GoF.

Quindi potresti chiederti, quale idiota potrebbe essere abbastanza ignaro da supportare il lavoro del GoF sull'influenza spagnola mentre il mondo sta ancora affrontando l'incubo che è COVID? La risposta non dovrebbe sorprendere... NIH e NIAID sono coinvolti.

Apparentemente a Fauci non importa cosa ha fatto con il finanziamento della creazione di COVID e ci sta di nuovo. Potresti anche notare il coinvolgimento della squadra di sviluppo del vaccino. Un punto fondamentale in questo articolo è che l'influenza spagnola appena ricreata non è abbastanza pericolosa. Ecco una citazione:

"Tuttavia, l'influenza del 1918 è stata uniformemente non letale in queste due specie, dimostrando che questo isolato non è sufficientemente patogeno nei macachi rhesus e cynomolgus mauriziani per supportare la sperimentazione di nuovi approcci profilattici contro l'influenza in cui la protezione da malattie gravi combinate con un esito letale è desiderata come indicazione altamente rigorosa dell'efficacia del vaccino.'

Ciò significa che queste persone stanno sostenendo che dobbiamo creare una versione più pericolosa dell'influenza spagnola in modo che possano fare vaccini "migliori" per essa ... nonostante il fatto che fino a quando non l'hanno ricreata, probabilmente non esisteva più in natura".

Come notato da Renz, i funzionari eletti devono davvero rispondere alla domanda: "Perché questo tipo di ricerca può continuare sotto la tua sorveglianza?" Perché stiamo decodificando i virus più letali che il mondo abbia mai visto, dopo che sono già stati sradicati?

L'argomento secondo cui abbiamo bisogno di creare virus pericolosi "per ogni evenienza" La natura esce con qualcosa di simile, quindi possiamo creare vaccini per detti virus in anticipo, semplicemente non regge. Smettila di creare queste mostruosità e non avremo bisogno dei vaccini! Questa è scienza impazzita e deve essere fermata.

Inoltre, quali sono le possibilità che emerga naturalmente un virus che si adatta perfettamente al virus contro il quale ora abbiamo un vaccino? L'intera premessa è irrazionale dall'inizio alla fine. È ricerca sulla guerra biologica e nient'altro.

La copertura intenzionale dell'origine di SARS-CoV-2

Fauci, l'ex capo del NIH, il dottor Francis Collins, il presidente dell'EcoHealth Alliance Peter Daszak e altri membri della comunità scientifica hanno trascorso gli ultimi due anni e mezzo a soffocare attivamente il dibattito sulla genesi di SARS-CoV-2.

E, guarda caso, la maggior parte di loro ha chiari collegamenti con la ricerca GoF sul coronavirus e/o con il Wuhan Institute of Virology (WIV), che sembra essere il laboratorio da cui il virus è in qualche modo sfuggito.

Quindi, sembra che coloro che insistono che SARS-CoV-2 sia di origine naturale, nonostante tutte le prove contrarie, lo stanno facendo perché non vogliono che la ricerca virologica rischiosa sia incolpata per la pandemia di COVID. Ciò "farebbe saltare la loro copertura" e solleverebbe domande sulla sanità mentale del finanziamento di tale ricerca.

Alcuni possono essere così innamorati delle loro carriere scelte, che non possono immaginare di fare altro che armeggiare con gli agenti patogeni. Per loro, i finanziamenti ritirati sono una minaccia per il loro sostentamento. Ma per altri, l'incentivo sottostante potrebbe essere più nefasto. Come ho già detto, non c'è davvero alcun motivo per questo tipo di ricerca oltre alla creazione di armi di distruzione di massa.

Qualunque sia l'incentivo che un determinato giocatore può aver avuto, ciò che è chiaro è che Fauci, Collins, Daszak e molti altri hanno intenzionalmente minato gli sforzi per arrivare al fondo dell'origine di SARS-CoV-2.

Scienza corrotta

Ad attestare questa corruzione della scienza è Jeffrey Sachs, Ph.D., professore di economia alla Columbia University, consulente senior delle Nazioni Unite e presidente della Commissione The Lancet COVID-19, convocata nel giugno 2020.

Sachs aveva originariamente assegnato a Daszak la guida e l'organizzazione della task force della Commissione COVID-19 per indagare sulla genesi del virus (una delle 11 task force sotto la Commissione COVID). Sachs ha finito per licenziare Daszak dalla task force nel giugno 2021, dopo essersi reso conto di quanto fossero gravi i conflitti di interesse di Daszak,5 e che Daszak gli stava mentendo.6

Alla fine, si rese conto che Daszak non era l'unica mela marcia nel grappolo. Anche altri membri della task force COVID Origins della Commissione Lancet stavano lavorando contro il loro mandato per indagare sull'origine della pandemia. L'ultima goccia è arrivata quando Sachs ha licenziato Daszak e diversi membri della task force lo hanno improvvisamente attaccato per essere "antiscienza".

Poco dopo, una richiesta del Freedom of Information Act (FOIA) ha portato alla luce documenti precedentemente nascosti del NIH e Sachs si è reso conto che coloro che lo stavano attaccando avevano anche legami nascosti che rendevano nel migliore dei casi dubbia la loro capacità di arrivare alla verità. A quel punto, nel settembre 2021, ha sciolto l'intera task force.

La mancanza di trasparenza genera sfiducia

A metà maggio 2022, Sachs ha pubblicato un franco articolo di opinione sulla rivista PNAS,7 insieme a Neil Harrison, chiedendo un'indagine veramente indipendente sull'origine di SARS-CoV-2.

Nel loro articolo, Sachs e Harrison hanno affermato che mentre la trasparenza da parte delle autorità cinesi sarebbe "enormemente utile", molto potrebbe essere ricavato dalle informazioni trovate negli istituti di ricerca con sede negli Stati Uniti che stavano lavorando con istituzioni con sede a Wuhan, incluso il WIV. Tuttavia tale materiale non è stato divulgato per un'analisi indipendente. Ecco un estratto:8

“Questa mancanza di un'indagine scientifica indipendente e trasparente con sede negli Stati Uniti ha avuto quattro conseguenze altamente negative. In primo luogo, è stata scossa la fiducia del pubblico nella capacità delle istituzioni scientifiche statunitensi di governare le attività della scienza statunitense in modo responsabile.

In secondo luogo, l'indagine sull'origine di SARS-CoV-2 è stata politicizzata all'interno del Congresso degli Stati Uniti; di conseguenza, l'avvio di un'indagine indipendente e trasparente è stato ostacolato e ritardato.

In terzo luogo, i ricercatori statunitensi con una profonda conoscenza delle possibilità di un incidente associato al laboratorio non sono stati in grado di condividere la loro esperienza in modo efficace. In quarto luogo, il fallimento del NIH, uno dei principali finanziatori del lavoro collaborativo USA-Cina, nel facilitare l'indagine sulle origini del SARS-CoV-2 ha alimentato la sfiducia riguardo alle attività di ricerca sulla biodifesa degli Stati Uniti.

Gran parte del lavoro sui CoV simili alla SARS svolto a Wuhan faceva parte di un programma di ricerca scientifica USA-Cina attivo e altamente collaborativo finanziato dal governo degli Stati Uniti (NIH, Defense Threat Reduction Agency [DTRA] e US Agency for International Development [USAID] ]), coordinato dai ricercatori dell'EcoHealth Alliance (EHA), ma che coinvolge ricercatori di diverse altre istituzioni statunitensi.

Per questo motivo, è importante che le istituzioni statunitensi siano trasparenti su qualsiasi conoscenza delle attività dettagliate in corso a Wuhan e negli Stati Uniti. Le prove potrebbero anche suggerire che fossero coinvolti istituti di ricerca in altri paesi e anche a loro dovrebbe essere chiesto di presentare informazioni pertinenti…”

Sachs e Harrison continuano a citare un certo numero di istituzioni statunitensi che devono essere chiare sul loro lavoro, tra cui l'EcoHealth Alliance (EHA), l'Università della Carolina del Nord (UNC), l'Università della California a Davis (UCD), il NIH , NIAID e l'Agenzia statunitense per lo sviluppo internazionale (USAID).

Tutte queste agenzie e istituzioni hanno condotto e/o collaborato a ricerche che potrebbero essere in grado di risolvere il mistero, ma invece di condividere in modo trasparente i loro dati, hanno semplicemente dichiarato di "non essere state coinvolte in nessun esperimento che avrebbe potuto ha provocato l'emergenza di SARS-CoV-2.„

Le negazioni della coperta non sono abbastanza buone

Come notato da Sachs, prima di poter credere a tali affermazioni, dobbiamo essere in grado di confermare la loro veridicità e ciò richiede un'analisi indipendente di tutti i dati.

“Le smentite generalizzate del NIH non sono più sufficienti. Sebbene il NIH e l'USAID abbiano strenuamente resistito alla divulgazione completa dei dettagli del programma di lavoro EHA-WIV-UNC, diversi documenti trapelati al pubblico o rilasciati attraverso il Freedom of Information Act (FOIA) hanno sollevato preoccupazioni", Sachs e Harrison hanno scritto.9

“Queste proposte di ricerca chiariscono che la collaborazione EHA-WIV-UNC era coinvolta nella raccolta di un gran numero di virus simili alla SARS finora non documentati ed era impegnata nella loro manipolazione all'interno del livello di sicurezza biologica (BSL)-2 e BSL- 3 strutture di laboratorio, sollevando preoccupazioni che un virus nell'aria possa aver infettato un lavoratore di laboratorio.

Altri hanno discusso una varietà di scenari, inclusa un'infezione che ha coinvolto un virus naturale raccolto sul campo o forse un virus ingegnerizzato manipolato in uno dei laboratori".

Le "coincidenze" sospette abbondano

Sachs e Harrison discutono il problema di un insolito sito di scissione della furina (FCS) in SARS-CoV-2 che lo rende più trasmissibile e patogeno dei virus correlati.

Sebbene non sia ancora noto come questa caratteristica sia arrivata all'interno di SARS-CoV-2, sia per evoluzione naturale che per inserimento intenzionale, "Sappiamo che l'inserimento di tali sequenze FCS in virus simili alla SARS era un obiettivo specifico del lavoro proposto da la partnership EHA-WIV-UNC nell'ambito di una proposta di sovvenzione del 2018 ("DEFUSE") che è stata presentata alla US Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA)", ha scritto Sachs.

Quella particolare proposta DARPA non è mai stata finanziata, ma come fa notare Sachs, “non sappiamo se alcuni dei lavori proposti siano stati successivamente realizzati nel 2018 o nel 2019, magari utilizzando un'altra fonte di finanziamento”.

"Le informazioni ora detenute dal gruppo di ricerca guidato dall'EHA, così come le comunicazioni di quel gruppo di ricerca con le agenzie di finanziamento della ricerca statunitensi, tra cui NIH, USAID, DARPA, DTRA e il Dipartimento per la sicurezza interna, potrebbero fare molta luce sugli esperimenti intrapresa dal team di ricerca finanziato dagli Stati Uniti e sulla possibile relazione, se del caso, tra quegli esperimenti e l'emergere di SARS-CoV-2", Sachs e Harrison hanno scritto.10

“Non affermiamo che la manipolazione di laboratorio sia stata coinvolta nell'emergere di SARS-CoV-2, anche se è evidente che avrebbe potuto esserlo. Tuttavia, affermiamo che fino ad oggi non c'è stato un controllo scientifico indipendente e trasparente sull'intera portata delle prove con sede negli Stati Uniti".

In un'intervista del 2 agosto 2022 su Current Affairs,11 Sachs ha nuovamente ribadito di ritenere che il NIH e gli scienziati alleati siano collusi per ostacolare le indagini della Commissione Lancet, per il semplice motivo che il virus era il risultato della ricerca statunitense.

In effetti, a parte ciò che Sachs ha sollevato nel suo articolo PNAS, ci sono brevetti che durano decenni a suggerire che è vero (vedi “I brevetti dimostrano che SARS-CoV-2 è un virus artificiale").

Sachs ha anche parlato delle sue preoccupazioni e dei suoi dubbi in un'intervista del 20 agosto 2022 con Robert F. Kennedy Jr. (video sopra). Ammette di aver creduto nella teoria dello spillover zoonotico all'inizio, solo per, nel tempo, cambiare idea quando si è reso conto che gli stavano mentendo, più e più volte.

Oggi, crede che la teoria della perdita di laboratorio sia la spiegazione più probabile per la pandemia e che il governo degli Stati Uniti, il NIH, il NIAID e il resto stiano sopprimendo la verità per il semplice motivo che sono responsabili della sua creazione, anche anche solo in parte.

Considerazioni finali

Per tornare al punto di partenza, è davvero prudente decodificare il virus dell'influenza spagnola e armeggiare ulteriormente con esso per renderlo ancora più letale, tutto in nome dello sviluppo del vaccino?

Ripensa agli ultimi anni. Rimugina sulle morti: circa 18 milioni solo per COVID-1912 — i suicidi (morti per disperazione), le imprese perdute, gli anni di istruzione perduti, la perdita delle libertà e dei diritti costituzionali, le ferite provocate dal COVID e il massiccio trasferimento di ricchezza che si è verificato.

Tutto ciò potrebbe essere dovuto a questo tipo di scienza pazza. Vogliamo davvero ripeterlo in futuro, ma con un agente patogeno molto più letale? La maggior parte delle persone sane direbbe di no. È tempo che i legislatori adottino misure definitive per garantire che l'umanità non venga spazzata via dall'arroganza scientifica.

Fonti e riferimenti

Informazioni sull'editor

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

24 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Paolo Bryce

Se chiedi a Dio, Lui dice che impartirà saggezza.

Harry Salta Robinson

FYI: I militari ne hanno ancora campioni di tessuto e alcuni di essi sono stati utilizzati in uno studio negli anni '1980 riportato di seguito. PER TUA INFORMAZIONE; non era un virus ma una polmonite batterica che uccideva tutti. Penso che questa possa essere una disinformazione che tenta di aumentare i fatti da uno studio peer reviewed del 1980, secondo cui la pandemia del 1918 è stata causata da batteri, principalmente quello che causa la meningite, somministrati tramite vaccini sperimentali somministrati a tutto il personale militare statunitense al momento dell'induzione. Si sono poi diffusi alle loro famiglie durante il congedo e in tutto il mondo quando sono stati spediti all'estero in tutti e quattro gli angoli del globo. Se... Per saperne di più »

Gary Hornbuckle

Patrick, ci sono molte prove là fuori che confutano che ci sia mai stata un'influenza spagnola. È stato ora dimostrato che è stato probabilmente il risultato di radiazioni elettromagnetiche (radio) di nuova introduzione, che sono state poi utilizzate per spingere per la vaccinazione. Credo che la stessa cosa stia per accadere rispetto al nuovo spettro 5G. Le persone si ammaleranno e moriranno a causa di ciò, ma ciò sarà invece attribuito a un virus (influenza spagnola retroingegnerizzata?). Penso che dobbiamo non lasciare che controllino la narrazione, dovremmo pensare fuori dagli schemi.

jim
capra

Ho detto da quando hanno scoperto questo che non avrebbe portato a nulla di buono.

Anne

Sospetto che l'immunità naturale e adattativa protegga e possa proteggere le persone da molti virus naturali o artificiali. Questo fino a quando le persone non si lasciano continuamente incutere paura o ingannate nel prendere sempre più pozioni tossiche dei giorni nostri che vengono promosse come stabilizzanti, curanti o prevenibili le malattie.

[…] Preparati a sentire molto sull'ultima "truffa influenzale" perché ecco che arriva: scienziati negli Stati Uniti e in Canada hanno resuscitato il virus dell'influenza spagnola attraverso la genetica inversa. Non sorprende che siano coinvolti il ​​National Institutes of Health (NIH) e il folle pseudo-scienziato del National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID) di anthony fauci. Vogliono creare una versione più pericolosa dell'influenza spagnola in modo da poter fare "vaccini migliori" per essa. Questo nonostante il fatto che, fino a quando non l'hanno resuscitato, NON esisteva più in natura! Gente, non possiamo inventare queste cose... leggete... Per saperne di più »

Thomas

berGOGligo è l'anticristo

Thomas

No, i gesuiti (giuramento di sangue estremo dei gesuiti) sono opera di satana.
https://www.ginkgobioworks.com/our-work/a-new-modality-of-medicine/
Ora, dopo la morte della loro regina, i piani prendono il sopravvento. Questi sono gli ultimi giorni di cui parlò Cristo Gesù. Perseverate fino alla fine fratelli e sorelle in Cristo Gesù.

Thomas

Patrick Wood Dio benedica te e la tua famiglia per aver pubblicato queste informazioni.

Gary Hornbuckle

Patrick, consenti ai post di questo articolo? Grazie.

Pat Kat

Patrick,
Grazie. "Là fuori" è dove dobbiamo conservare queste informazioni, fino a quando non emerge una parvenza di responsabilità. Sono sorpreso che tu non abbia menzionato il rapporto pubblicato sul British Journal of Nature Medicine, gennaio 2015, che descriveva in dettaglio la collaborazione dei Drs. Barrack e Si presso i laboratori di virologia dell'UNC nel 2014.

Thomas

Ora, poiché la loro regina è così morta, i luciferiani scateneranno le ultime piaghe. Il loro re Carlo. Osea 13:11 "Io ti ho dato un re nella mia ira e l'ho portato via nella mia ira". Apocalisse 16:10 “E il quinto angelo versò la sua coppa sul trono della bestia; e il suo regno era pieno di tenebre; e si sono rosicchiati la lingua per il dolore", una volta che si sono resi conto di avere il marchio genetico, l'mRNA ha colpito la seconda morte. Se non hai preso il COVID 19 (colpo biometrico con ID reale 16 nascosto) non prendere eventuali colpi da qui in poi.... Per saperne di più »

Thomas

Permettetemi di chiarire, Dio ha sollevato la sua protezione dalla faccia della terra. E permetterà ai luciferiani di scatenare le piaghe (cioè i contagi bioarmati (influenza spagnola), la siccità [sotto la definizione di peste] e il marchio genetico della bestia. Deve essere così, in quale altro modo devono essere adempiute le scritture? Matteo 24: 22 KJV E a meno che quei giorni non siano abbreviati, non ci dovrebbe essere carne salvata: ma per amore degli eletti quei giorni saranno abbreviati. E posso toccare questo, che mentre Dio permette ai luciferiani di marcare le persone con i colpi, sicuramente Dio consentirà il mark RNA di... Per saperne di più »

Thomas

Sono delusa.

Conto

Queste persone e tutto il loro lavoro devono essere radunati e bruciati una volta per tutte.

[…] Il Dr. Joseph Mercola scrive: “Gli scienziati negli Stati Uniti e in Canada hanno resuscitato il virus dell'influenza spagnola attraverso la genetica inversa. Non sorprende che siano coinvolti il ​​National Institutes of Health (NIH) e il National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID) del Dr. Anthony Fauci”. […]

Gabor

Gli stessi legislatori, da cui ci aspettiamo soluzioni, sono tutti corrotti e sono in gioco.
Prima le persone se ne rendono conto, meglio è.

[…] Il virus più letale del mondo: "influenza spagnola" retroingegnerizzata, ricreata […]