Riscaldamento globale: le Nazioni Unite affermano di "possedere la scienza", collaborano con Google per soffocare gli scettici

Per favore, condividi questa storia!
Le Nazioni Unite fanno grandi affermazioni sul riscaldamento globale: "Noi possediamo la scienza", dicono, e quindi abbiamo il diritto di imporla al resto del mondo annullando tutte le opinioni dissenzienti. In effetti, la scienza dell'ONU è stata solidamente confutata e distrutta più volte, ma i fatti della questione vengono scartati e ignorati. ⁃ Editore TN

Un rappresentante delle Nazioni Unite ha rivelato che la sua organizzazione globalista ha collaborato con Google per dare la priorità ai messaggi che sottolineano la gravità della crisi climatica.

Melissa Fleming, sottosegretario delle Nazioni Unite per le comunicazioni globali, ha affermato in un Forum economico mondiale (WEF) del 29 settembre evento le Nazioni Unite stanno lavorando con Google per "elevare il contenuto".

"Sai, abbiamo collaborato con Google, ad esempio, se utilizzi Google sui cambiamenti climatici, nella parte superiore della tua ricerca otterrai tutti i tipi di risorse delle Nazioni Unite", ha dichiarato la signora Fleming. "Abbiamo iniziato questa partnership quando siamo rimasti scioccati nel vedere che quando abbiamo cercato su Google il cambiamento climatico, stavamo ottenendo informazioni incredibilmente distorte proprio in cima".

"Quindi stiamo diventando molto più proattivi", ha continuato. "Sai, possediamo la scienza e pensiamo che il mondo dovrebbe conoscerla e anche le piattaforme stesse lo sanno".

"Ma ancora una volta, è una sfida enorme, enorme in cui penso che tutti i settori della società debbano essere molto attivi", ha detto.

Fleming ha affermato che il problema della disinformazione "è esploso con il COVID-19" e ha richiesto uno sforzo concertato per assicurarsi che i messaggi giusti arrivassero.

Man mano che le piattaforme di social media sono diventate più dominanti, ha detto, c'è stata "una proliferazione di disinformazione e disinformazione che stava facendo raggiungere ciò che stavamo cercando di ottenere - un mondo migliore e un mondo più inclusivo, più pacifico e armonioso - è stato rendendolo più difficile”.

Risolvere la situazione richiedeva di invertire "un cambiamento algoritmico che è stato deliberatamente preso per favorire gli individui rispetto alle istituzioni", che aveva messo in svantaggio "le istituzioni che sono lì per servire il pubblico per sempre".

Gli utenti dei social media sono alla ricerca di un ambiente più curato in cui possono evitare di essere esposti ai messaggi sbagliati, ha affermato.

“Penso che ci siano alcune persone che si sono completamente perse nelle tane del coniglio e che, si spera, troveranno una via d'uscita ad un certo punto. Ma penso che ci siano tutti i tipi di persone nel mezzo", ha detto.

Leggi la storia completa qui ...

Informazioni sull'editor

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

6 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Maria

Che branco di odiosi propagandisti sono i WEF!

Corona Hotspot

È giunto il momento di scaricare l'ONU.

Keith

Ricordi quella volta che la Chiesa cattolica affermò di "possedere la scienza" e torturò Galileo per aver dimostrato che la Terra ruotava attorno al Sole? Ora il culto globalista dei tecnocrati sta facendo la stessa cosa.

Daryl

Sì... bella storia... dalle stesse persone che ti hanno portato i vaccini contro il covid.

Pensi davvero che queste persone non abbiano creato ogni secondo di "storia"?

Elle

La storia si ripete.

[…] Riscaldamento globale: le Nazioni Unite affermano di "possedere la scienza", collaborano con Google per soffocare gli scettici […]