Il programma di sorveglianza dell'ufficio postale degli Stati Uniti trasmette i rapporti ai centri di fusione DHS

Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
Il Dipartimento per la sicurezza nazionale impazzito dalla sorveglianza ha apparentemente trasformato il servizio postale degli Stati Uniti in una fonte clandestina di informazioni di intelligence che alimentano direttamente le unità di intelligence locali chiamate Fusion Centers. Questo completa la rete di sorveglianza in America. ⁃ TN Editor
Yahoo News rivelato che il braccio delle forze dell'ordine del servizio postale degli Stati Uniti ha monitorato e raccolto segretamente i post sui social media americani.
“I dettagli dello sforzo di sorveglianza, noto come Internet Covert Operations Program (iCOP), non sono stati precedentemente resi pubblici. Il lavoro prevede che gli analisti esplorino i siti dei social media per cercare ciò che il documento descrive come post provocatori e quindi condividere tali informazioni tra le agenzie governative ".

iCOP monitora i post sui social media sulle proteste e inoltra tali informazioni ai centri di fusione.

"Gli analisti dell'Internet Covert Operations Program (iCOP) del Servizio di ispezione postale degli Stati Uniti (USPIS) hanno monitorato l'attività significativa relativa alle proteste pianificate che si sono svolte a livello internazionale e nazionale il 20 marzo 2021, afferma il bollettino del governo del 16 marzo, contrassegnato come sensibile alle forze dell'ordine e distribuito attraverso i centri di fusione del Department of Homeland Security ".

Il DHS è riuscito a trasformare il servizio postale in un'agenzia governativa clandestina.

"Gli analisti di iCOP stanno attualmente monitorando questi canali di social media per qualsiasi potenziale minaccia derivante dalle proteste programmate e diffonderanno gli aggiornamenti dell'intelligence secondo necessità, afferma il bollettino".Tutto questo in realtà non dovrebbe sorprendere; un USPIS del 2019 relazione annuale ha rivelato l'esistenza di iCOP, anche se in termini meno inquietanti.

La pagina 36 del rapporto afferma che iCOP è uno dei sette gruppi funzionali che inviano centinaia di rapporti di intelligence ai centri di fusione.

"L'Internet Covert Operations Program (iCOP) è uno dei sette gruppi funzionali all'interno del programma Inspection Service Cybercrime. Nell'anno fiscale 2019, il team iCOP ha prodotto un totale di 209 rapporti di intelligence sul campo a supporto di indagini riguardanti stupefacenti, furto di posta, frode delle entrate, omicidio, posta pericolosa e altro ".

A 2019 Rete di notizie federale articolo ha rivelato come gli ispettori postali iCOP siano stati `` sotto copertura '' sul dark web almeno dal 2014.

"Quindi, quando si tratta di svolgere un lavoro sotto copertura online, la nostra sfida più grande è - dal momento che il nostro programma è abbastanza nuovo, che risale al 2014 - cercare di stabilire quella persistenza a lungo termine e quell'identità a lungo termine e di consentire la visibilità dell'identità dell'utente su un lungo periodo di tempo per costruire quella reputazione, costruire le credenziali di strada, se vuoi. Perché non hai quell'interazione faccia a faccia, perché i malintenzionati applicheranno gli stessi principi e le stesse tattiche faranno la loro valutazione ", ha detto Michael Ray, ispettore responsabile del crimine informatico e dell'analisi presso il servizio di ispezione postale degli Stati Uniti.

Nella sua intervista, Ray ha rivelato che iCOP potrebbe aver sorvegliato i post sui social media delle persone almeno dal 2014.

“Quindi, quando avevi transazioni faccia a faccia, non avevi un libro mastro pubblico, non avevi informazioni open source. Dovevi passare attraverso [il Financial Crimes Enforcement Network del Dipartimento del Tesoro] e ottenere rapporti di attività sospette. Dovevi guardare i documenti bancari che erano stati citati in giudizio ”… disse Ray.

Il termine "informazioni open source" è solo il modo in cui il governo definisce il monitoraggio delle comunicazioni elettroniche o dei post sui social media. Sembra che Ray abbia inavvertitamente ammesso che il servizio postale stava monitorando i post dei social media delle persone già nel 2014.La maggior parte degli americani farà fatica a credere che una delle sue agenzie federali più fidate sia stata trasformata in un braccio militarizzato dei federali .

Nel 2019, DHS ha anche iniziato a utilizzare gli uffici postali locali per creare un file programma nazionale biometrico di controllo dei precedenti penali.
Nel 2019, l'USPS ha iniziato innocuamente a installare scanner di impronte digitali negli uffici postali in modo da poter scansionare potenziali dipendenti. L'USPS ha utilizzato scanner di impronte digitali e la National Agency Check with Inquiries (NACI) per condurre controlli approfonditi dei precedenti ".
L'anno successivo il servizio postale ha iniziato a collaborare con l'FBI per fornire servizi di rilevamento delle impronte digitali al pubblico in oltre 100 uffici postali in tutto il paese. Entro il 2021, il Rete di notizie federale ha annunciato il piano quinquennale del servizio postale per espandere il proprio programma biometrico di controllo dei precedenti penali a oltre 4,000 uffici postali.

PR Newswire comunicato stampa lo ha descritto come una rete biometrica nazionale.

"Questo premio (concessione DHS) consentirà al servizio postale di sfruttare ulteriormente la sua rete di vendita al dettaglio nazionale e l'infrastruttura delle informazioni per servire meglio le agenzie federali e il pubblico americano attraverso un più ampio accesso alla cattura biometrica e ai servizi di verifica di persona".

DALLA fotografare e scansionare le lettere di tutti per le forze dell'ordine allo spionaggio dei social media e alla creazione di una rete biometrica nazionale, il DHS è riuscito a trasformare l'USPS in un'altra agenzia di spionaggio, completa di proprie forze di polizia.

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite
2 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
BRUCE CAIN

Si prega di condividere ampiamente. Sono in un'altra sospensione FB di 30 giorni. LOL
Le proteste di Londra del 24 aprile e l'imminente guerra tra individualismo e collettivismo globale
https://www.youtube.com/watch?v=YMJM2iKtUOQ

solo dicendo

Bush, colui che ha avviato il DHS, ha detto qui che il papa era Dio: https://www.youtube.com/watch?v=lk5PKxglj88 Il capo del DHS nominato da Biden ha una formazione gesuita (Loyola Jesuit Law School). Il suo nome è Alejandro Mayorkas che è venuto qui da Cuba alla fine degli anni '50 con i genitori ovviamente dopo la Rivoluzione cubana. Era nato nel novembre 1959. Come potevano le persone venire in America nel 1959 da Cuba e vivere a Beverly Hills, dove Alejandro Mayorkas frequentava la scuola di diritto dei Gesuiti di Berkeley e Loyola (secondo wiki)? Si dice che suo padre abbia frequentato la Ruston Academy Cuba, e poi Dartmouth, ma a ben vedere... Per saperne di più »