WaPo: i funzionari doganali hanno copiato i dati telefonici degli americani su vasta scala

Per favore, condividi questa storia!
L'intero contenuto del tuo smartphone può essere "estratto" in meno di due minuti, con o senza la tua autorizzazione o consapevolezza, da sofisticati dispositivi forensi mobili. Molte forze dell'ordine stanno utilizzando questi dispositivi man mano che i database governativi vengono ampliati. I tecnocrati bramano i dati e il concetto di troppi dati è un ossimoro. ⁃ Editore TN
 

Funzionari del governo degli Stati Uniti stanno aggiungendo dati da ben 10,000 dispositivi elettronici ogni anno a un enorme database che hanno compilato da cellulari, iPad e computer sequestrati ai viaggiatori negli aeroporti, porti marittimi e valichi di frontiera del paese, hanno detto i leader della dogana e della protezione delle frontiere al Congresso personale in un briefing quest'estate.

La rapida espansione del database e la capacità di 2,700 ufficiali del CBP di accedervi senza un mandato - due dettagli precedentemente non noti sul database - hanno sollevato allarmi al Congresso sull'uso che il governo ha fatto delle informazioni, molte delle quali vengono catturate da persone non sospettate di alcun reato. Funzionari del CBP hanno detto al personale del Congresso che i dati vengono mantenuti per 15 anni.

I dettagli del database sono stati rivelati giovedì in una lettera al commissario del CBP Chris Magnus dal senatore Ron Wyden (D-Ore.), che ha criticato l'agenzia per "aver consentito la frugazione indiscriminata nei registri privati ​​degli americani" e ha chiesto una maggiore protezione della privacy.

Le rivelazioni aggiungono nuovi dettagli a ciò che è noto sui modi in espansione in cui gli investigatori federali utilizzano la tecnologia che molti americani potrebbero non comprendere o a cui non acconsentono.

Gli agenti dell'FBI e dell'Immigration and Customs Enforcement, un'altra agenzia del Dipartimento per la sicurezza interna, sono scappati ricerche di riconoscimento facciale on milioni delle foto della patente di guida degli americani. Hanno toccato banche dati private dei record finanziari e di utilità delle persone per sapere dove vivono. E hanno dati sulla posizione raccolti dai database dei lettori di targhe che possono essere utilizzati per tracciare dove guidano le persone.

L'ispezione da parte del CBP di telefoni, laptop, tablet e altri dispositivi elettronici delle persone mentre entrano nel paese è stata a lungo una pratica controversa che l'agenzia ha difeso come un modo a basso impatto per perseguire possibili minacce alla sicurezza e determinare le "intenzioni" di un individuo all'ingresso in gli Stati Uniti Ma la rivelazione che migliaia di agenti hanno accesso a un database ricercabile senza il controllo pubblico è un nuovo sviluppo in ciò che i sostenitori della privacy e alcuni legislatori avvertono potrebbe essere una violazione dei diritti del Quarto Emendamento degli americani contro perquisizioni e sequestri irragionevoli.

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

2 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Uomo non fumatori

Se tutta l'umanità si liberasse dei propri telefoni cellulari, risolverebbe la maggior parte del problema. I cellulari sono il nuovo crack….

[…] WaPo: i funzionari doganali hanno copiato i dati telefonici degli americani su vasta scala […]