Fermare la tecnocrazia: gli americani devono ribellarsi a blocchi, maschere obbligatorie, vaccinazioni forzate

Wikimedia Commons, Michael Swan
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
La minaccia esistenziale per il mondo, inclusa l'America, è la tirannia della Tecnocrazia. Mentre la narrativa contorta e fraudolenta prende vita propria, solo i cittadini possono liberarsi del giogo previsto della dittatura scientifica. ⁃ TN Editor

Con le elezioni presidenziali fortemente contestate ei media mainstream che sostengono l'aumento del numero di infezioni, il pubblico si trova ora ad affrontare importanti questioni riguardanti il ​​futuro della risposta alla pandemia. Alcuni stati hanno deciso di introdurre unilateralmente "ordini esecutivi" per limitare i movimenti dei cittadini, le aperture di affari e le attività pubbliche.

Anthony Fauci è costantemente nelle notizie, chiedendo alle famiglie di annullare il Ringraziamento e il Natale e dicendo agli americani di farlo solo "Fai quello che ci viene detto". I media stanno generalmente cercando di inculcare la paura nelle menti della popolazione e dipingere immagini di peste e morte ovunque. Se Biden finirà davvero alla Casa Bianca, a partire da gennaio è sul tavolo un blocco federale e nazionale di alto livello.

Nell'aprile di quest'anno ho pubblicato un articolo intitolato 'Waves Of Mutilation: Medical Tyranny And The Cashless Society', che ha delineato un modello di ingegneria sociale presentato dai globalisti al MIT e al Imperial College of London che ho chiamato "teoria delle onde". Il modello funziona essenzialmente in questo modo:

I governi devono utilizzare la pandemia come motivazione per "ondate" di blocchi restrittivi, seguiti da riaperture controllate dell'economia e della normale attività umana. I globalisti affermano che questo "rallenterà" la diffusione del coronavirus e salverà vite umane. Tuttavia, ammettono anche apertamente che questi cicli di chiusure e aperture hanno altri usi.

Nel corso del tempo, la cittadinanza si abitua alle intrusioni governative nella loro vita quotidiana e si abitua all'idea della burocrazia che dice loro cosa non è autorizzato a fare quando si tratta delle attività più semplici. Il sistema quindi blocca tutte le interazioni umane al punto che chiediamo costantemente il permesso. Diventiamo schiavi della risposta Covid.

Come ha affermato il globalista Gideon Lichfield del MIT nel suo articolo "Non torneremo alla normalità":

"Alla fine, tuttavia, prevedo che ripristineremo la capacità di socializzare in sicurezza sviluppando modi più sofisticati per identificare chi è a rischio di malattia e chi no, e discriminando, legalmente, coloro che lo sono.

… Si può immaginare un mondo in cui, per salire su un volo, forse dovrai essere iscritto a un servizio che traccia i tuoi movimenti tramite il tuo telefono. La compagnia aerea non sarebbe in grado di vedere dove sei andato, ma riceverebbe un avviso se fossi stato vicino a persone infette note o punti caldi della malattia. Ci sarebbero requisiti simili all'ingresso di grandi sedi, edifici governativi o snodi dei trasporti pubblici. Ci sarebbero scanner della temperatura ovunque e il tuo posto di lavoro potrebbe richiederti di indossare un monitor che monitori la tua temperatura o altri segni vitali. Laddove i nightclub chiedono la prova dell'età, in futuro potrebbero chiedere la prova dell'immunità, una carta d'identità o un qualche tipo di verifica digitale tramite il telefono, che dimostri che sei già guarito o che sei stato vaccinato contro gli ultimi ceppi di virus ".

Si noti che Lichfield ha suggerito che per partecipare alla normale economia potrebbe essere necessario dimostrare di essere stati "vaccinati contro gli ultimi ceppi di virus". In altre parole, le élite si aspettano che ci siano molti più eventi virali o mutazioni DOPO che Covid 19 ha fatto il suo corso e le restrizioni ei controlli che vediamo oggi sono destinati a continuare, forse PER SEMPRE.

La realtà è che il modello delle onde non è un piano molto pratico per fermare la diffusione virale, ma è un metodo perfetto per condizionare le persone a sottomettersi a un alto livello di controllo sulle loro vite personali che non avrebbero mai accettato altrimenti. La risposta Covid è stata annunciata anche dalle élite del World Economic Forum come una perfetta "opportunità" per avviare quello che chiamano il "grande ripristino". Il ripristino è un piano per decostruire ciò che resta del sistema capitalista di libero mercato, introdurre controlli sul carbonio in nome della frode sul riscaldamento globale, istituire un sistema monetario globale senza contanti e, infine, spostare l'umanità in quella che chiamano "economia condivisa" in che la persona media non è più autorizzata a possedere proprietà private di alcun tipo ed è completamente dipendente dal sistema per le loro necessità di base.

Ovviamente, un sistema così complesso di "soluzioni" (dominio) su ogni individuo dovrebbe essere gestito in modo altamente centralizzato. Il che significa che la governance globale da parte dell'establishment elitario sarebbe il risultato finale. Naturalmente ... i globalisti prenderebbero con riluttanza le redini del potere per "il bene superiore".

Questo è il quadro più ampio, la minaccia sottostante al centro dei blocchi e delle leggi Covid. Detto questo, ci sono anche numerosi argomenti basati sulla logica e sull'evidenza del perché non c'è motivo per cui le persone si sottomettano a tali restrizioni. Descriviamoli in un semplice elenco:

Il Coronavirus uccide meno dell'1% delle persone che infetta

Studi medici negli Stati Uniti indicano che il tasso di mortalità del coronavirus per i cittadini che NON vivono in case di cura è stato tenendo ben al di sotto dell'1% in media. La più alta percentuale di morti di gran lunga negli Stati Uniti è stata nelle case di cura tra gli anziani con condizioni preesistenti. Le persone nelle strutture di assistenza a lungo termine costituiscono l'8% dei casi di infezione da Covid ma sono il 45% di tutte le morti covide.

La sola polmonite uccide circa 50,000 americani ogni anno secondo il CDC, e questo con le vaccinazioni, ma dovremmo andare nel panico e consegnare tutte le nostre libertà in nome di fermare una malattia che colpisce una piccola percentuale della popolazione? Questo è il motivo per cui i media e i governi hanno deciso di concentrarsi maggiormente sul numero di infezioni piuttosto che sui decessi. I numeri delle morti non garantiscono la quantità di panico che l'establishment sta cercando di fomentare.

I blocchi distruggono l'economia

È matematica e finanza di base; il settore delle piccole imprese dell'economia statunitense sta morendo. Le piccole imprese rappresentano circa il 50% dell'occupazione negli Stati Uniti. Il denaro del salvataggio di Covid, gestito da banche internazionali come JP Morgan, non è arrivato alla stragrande maggioranza delle piccole imprese che avrebbero dovuto riceverlo. Quelle aziende che hanno ottenuto i salvataggi sono ancora sull'orlo della chiusura o del fallimento. Eventuali ulteriori blocchi saranno l'ultimo chiodo nella bara per l'economia statunitense, ad eccezione delle grandi società che stanno godendo la parte del leone del denaro degli stimoli.

Quante vite saranno danneggiate o perse a causa della povertà e del collasso economico se la tendenza attuale continuerà? Sospetto molto più di qualsiasi altra vita persa a causa di Covid.

Perché nessuno nel mainstream parla della soluzione più pratica alla pandemia? La piccola percentuale di persone maggiormente a rischio può RIMANERE A CASA e prendere le necessarie precauzioni, mentre il resto di noi va avanti con la propria vita. Perché ci viene ordinato di fare l'esatto opposto solo per far sentire più al sicuro meno dell'1% della popolazione? Come è logico, ragionevole o scientifico? L'unica risposta sensata è che la risposta di blocco riguarda il controllo, non il salvataggio di vite umane.

I governatori dello stato non hanno l'autorità di toglierti le libertà civili, e nemmeno il presidente

Le restrizioni basate su ordini esecutivi non hanno autorità legale ai sensi della Costituzione. Sono il colore della legge, non la vera legge. Le leggi sono discusse e approvate dalle legislature statali, non dai governatori statali. Gli ordini esecutivi si applicano solo ai dipendenti statali e non hanno alcuna relazione con la cittadinanza.

La sinistra e gli statalisti sostengono che durante una crisi nazionale il governatore ha poteri di emergenza e gli stati possono fare quello che vogliono. Questo è falso. In base alla costituzione e alla Carta dei diritti, i governatori degli stati non possono proclamare un'emergenza nazionale sulla base della loro opinione personale e quindi dichiararsi dittatori in risposta. Eventuali "leggi" esercitate a causa di tale processo sono pertanto nulle; sono privi di significato.

Se gli stati hanno la capacità di fare quello che vogliono senza supervisione, allora sarebbero in grado di riportare le leggi di Jim Crow (tra le altre cose). Anche la sinistra sostiene questa idea? Se il governo federale e il presidente hanno il potere di violare la Carta dei diritti durante un'emergenza nazionale, allora Donald Trump ha l'autorità di introdurre la legge marziale in tutto il paese a causa delle rivolte di sinistra. La sinistra è d'accordo con questo risultato?

È interessante per me che la sinistra politica, in particolare, sia così entusiasta di difendere l'idea che stati e governatori abbiano il potere di applicare unilateralmente le restrizioni pandemiche senza supervisione o controlli ed equilibri. Tuttavia, in passato si sono opposti in modo aggressivo ai poteri dello Stato quando avevano in carica un presidente democratico come Obama. Anche la sinistra è stata fermamente contraria agli ordini esecutivi applicati da Donald Trump, ma plaude all'idea di ordini esecutivi sui blocchi istituiti da Biden.

Quindi, la sinistra sostiene il potere statale unilaterale solo quando opera a favore della loro agenda, e supportano il potere federale e presidenziale unilaterale solo quando funziona a favore della loro agenda. Che sorpresa…

La linea di fondo è questa: i poteri del governo statale non sostituiscono la Carta dei diritti. I poteri del governo federale non sostituiscono la Carta dei diritti. NESSUNO ha il potere legale di toglierti le libertà intrinseche. Quelli che affermano il contrario hanno qualcosa da guadagnare dalla tua schiavitù.

Le leggi sulle maschere non sono scientifiche

La maggior parte delle maschere utilizzate dal pubblico oggi sono maschere di stoffa. Nemmeno il CDC raccomanda l'uso di maschere di stoffa per i propri dipendenti o operatori sanitari. Raccomandano solo maschere N95. Ammettono anche che le maschere di stoffa sono molto meno efficaci nel prevenire il contatto con il virus. Tuttavia, il CDC sostiene l'applicazione di maschere di stoffa per il pubblico.

Inoltre, alcuni stati e paesi con le leggi sulle maschere più rigorose continuano a vedere enormi picchi di infezioni da coronavirus. Ad esempio, New York è stata una delle forze dell'ordine più tiranniche delle leggi sulle maschere e dei blocchi negli Stati Uniti, ma a novembre lo stato ha assistito a un esteso aumento delle infezioni. Anche la California, il Michigan e l'Illinois hanno registrato picchi di infezione drammatici questo mese, nonostante la severa applicazione delle maschere. Allora, dov'è la scienza?

Sembrerebbe che le maschere siano un placebo; se effettivamente funzionassero, gli stati con l'applicazione più aggressiva dovrebbero assistere a una drammatica flessione dei casi, non aumenti esponenziali.

Inoltre, perché molti stati e paesi stanno cercando di costringere i cittadini a indossare maschere all'aperto all'aria aperta e al sole quando i virus non possono sopravvivere in tali condizioni? La luce UV del sole è lo sterilizzatore della natura, ma nessuno nel mainstream o nel governo riconosce questo fatto scientifico. Ancora una volta, questo mostra che le leggi sulla maschera riguardano il controllo, non la scienza o il salvataggio di vite umane.

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite
1 Commento
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Anne

Le persone dietro la maschera e i mandati sui vaccini non si preoccupano dell'economia mondiale, vale a dire per quelli di noi le cui vite e mezzi di sussistenza dipendono da un'economia solida. Né si preoccupano della buona salute umana. Alcuni di noi sono benedetti con occhi e orecchie per vedere e sentire che il diavolo è nei dettagli riguardo a tutto ciò che riguarda covid19. Gli eugenisti non sono soddisfatti dell'entità dei problemi di salute mentale e fisica che hanno accumulato sull'umanità grazie alla loro medicina voodoo. Hanno pianificato, lavorato e deciso di distruggere i nostri spiriti insieme alle nostre anime e ai nostri corpi. Il satanico... Per saperne di più »